Tag: soddisfa

23 novembre 2016 0

D’Alessandro: “Ho votato contro atto aziendale perche’ non soddisfa esigenze Santa Scolastica”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – “Non c’erano le condizioni per la città di Cassino di votare a favore dell’approvazione dell’atto di autonomia aziendale della Asl di Frosinone. Pur riconoscendo la validità del percorso che potrebbe portare all’istituzione del Dea di II Livello a Frosinone per garantire servizi e prestazioni all’avanguardia di cui potrebbe beneficiare tutto il territorio, infatti, non sono stati previsti interventi consoni per il funzionamento dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino, che, in quanto Dea di I Livello dovrebbe avere in assoluto tutte le caratteristiche per offrire i servizi derivanti da questo status”. Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “Visto il sistema di razionalizzazione messo in atto dalla dirigenza Asl, avevo richiesto, con l’ausilio dell’assessore alla Sanità, Carmelo Palombo, tre interventi molto semplici sulla nostra struttura sanitaria di riferimento: la riattivazione delle unità operative semplici di Urologia e neonatologia e l’ampliamento a 24h del servizio di emotrasfusione. In pratica erano soltanto delle accortezze per reparti che l’ospedale ha sempre avuto e gestito in modo efficace. Siamo, comunque fermamente convinti che l’ospedale Santa Scolastica andava e vada potenziato, perché cosi com’è non riesce a garantire servizi e prestazioni consoni a soddisfare le richieste del grandissimo bacino d’utenza che quotidianamente si rivolge nel presidio ospedaliero della città martire. In sostanza, quindi, l’atto di autonomia aziendale della Asl di Frosinone proposto non soddisfa le esigenze della nostra struttura sanitaria a cui serve ben altro per essere effettivamente un Dea di I livello. Pertanto, non potevamo che votare contro questo tipo di provvedimento”. Ha concluso il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

12 giugno 2010 0

La prostituta non lo soddisfa e lui la rapisce

Di redazione

Un giovane ucraino, Ivanyuk Yuriy 22 enne dimorante a Silvi, dovrà rispondere di reati pesanti quali il sequestro di persona e di lesioni volontarie. I militari della Stazione di Silvi lo hanno arrestato all’interno della sua abitazione dopo che si era asserragliato con una prostituta con la quale aveva avuto un rapporto sessuale. Ma il giovane voleva trascorrere tutta la notte con la donna, ma questa dopo la sua prestazione voleva lasciare la casa, a quel punto l’ucraino è passato alle vie di fatto afferrando la donna al collo scaraventandola sul letto e chiudendo con più mandate la porta di ingresso. A quel punto la donna dopo una colluttazione con l’uomo è riuscita a prendere il proprio cellulare ed ha chiamato i carabinieri fornendo loro una sommaria descrizione del posto ove la stessa si trovava. I militari giunti sul posto sono riusciti ad entrare in casa ed hanno immediatamente ammanettato l’uomo che aveva sicuramente fatto uso di alcool, mentre la donna è stata trasportata al pronto soccorso di Atri. Ivanyuk dopo il suo arresto è stato tradotto presso il carcere di Castrogno a disposizione del Sost. Proc. di turno Dott. Auriemma. I Carabinieri fanno notare che l’operazione “Non Solo Affitti” tende a far cambiare gli scenari della prostituzione ed il modo di prostituirsi, infatti, fanno sapere, che le prostitute non riuscendo a reperire appartamenti sul territorio, tendono ad accordare “prestazioni a domicilio”, soprattutto con uomini che vivono soli.