Tag: videosorveglianza

13 ottobre 2017 0

Furto in un bar del centro a Cassino, rubati soldi e registratore per la videosorveglianza

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Ispezione notturna di malviventi per un bar del centro di Cassino, fra via Pascoli e via D’Annunzio. Il furto è stato scoperto questa mattina presto dal proprietario dell’esercizio al momento dell’apertura. Dai primi accertamenti dell’uomo i ladri si sarebbero impossessati di denaro, ma soprattutto del registratore delle immagini del sistema di sorveglianza. Gli inquirenti del Commissariato di Cassino, diretto dal vice Questore Alessandro Tocco. Indagano sul furto di questa notte e su alcuni già messi a segno nei giorni scorsi.

 

28 maggio 2017 0

Coreno, incastrati dalla videosorveglianza, multati gli “zozzoni” che abbandonano i rifiuti

Di redazionecassino1

Coreno Ausonio – Ennesima multa per chi ha effettuato l’ultimo scarico di rifiuti presso alcuni cassonetti situati a confine con il comune di SS.Cosma e Damiano. Lo spettacolo che si è presentato davanti agli occhi degli operai comunali, qualche giorno fa, come si può constatare dalla foto, non era certamente dei migliori e quindi hanno, con la Polizia municipale, avviato la procedura, ormai ben consolidata nel comune di Coreno Ausonio, ad una verifica approfondita per giungere alla provenienza dei rifiuti che straripavano dai cassonetti. Il sindaco Domenico Corte, con un ordine di servizio, già da alcuni anni, ha richiesto agli operai e alla polizia locale un controllo piu’ approfondito e puntuale sui rifiuti di ogni genere e da allora, anche grazie al sistema di Videosorveglianza, diverse sanzioni sono state effettuate a chi ha abbandonato immondizia sul territorio comunale. Questa volta l’incresciosa situazione si è verificata proprio a pochi metri dal confine di SS. Cosma e Damiano e precisamente in località “Passeggera” nei pressi delle rinomate aziende Mattei. Soliti rifiuti provenienti da pulizie di scantinati e cantine,  secchi, tappeti, scatole e contenitori vari e addirittura un divano, che anziché essere smaltiti come previsto dalle normative vigenti sono stati scaricati lungo questa strada di Coreno Ausonio. Altre volte sono stati abbandonati addirittura in zone di campagna più isolate. Nei comuni limitrofi si effettua la Raccolta Differenziata con il sistema “Porta a Porta” e quindi questi episodi incresciosi si verificano abbastanza spesso, ma l’Amministrazione Comunale non tollera affatto  tali situazioni e quindi puntualmente punisce chi non rispetta la legge. “L’indecenza non ha limiti – dichiara il sindaco di Coreno Ausonio, Domenico Corte – e purtroppo, nonostante le ripetute multe, si continuano a verificare abbandoni di rifiuti sul nostro territorio. Anche questa volta è scattata quindi l’ennesima multa di trecento euro che dovrà essere versata al comune entro sessanta giorni oltre a provvedere allo smaltimento dei rifiuti che al momento sono stati sequestrati dalla Polizia Municipale per essere restituiti al legittimo proprietario che è stato individuato grazie ad alcuni documenti e quaderni ritrovati tra i rifiuti. Non abbasseremo la guardia – ha aggiunto Corte – anzi stiamo potenziando i controlli in quanto il nostro paese va tutelato da questi atti scellerati e dannosi non solo all’ambiente ma anche all’immagine del nostro territorio che stiamo cercando di tutelare e valorizzare con tante iniziative. Colgo l’occasione per ringraziare quei cittadini che collaborano con noi segnalando episodi incresciosi come questi”. Ormai sembra imminente l’inizio del nuovo servizio di raccolta rifiuti “Porta a Porta” anche a Coreno Ausonio considerato che, già da qualche settimana, sono stati scaricati  al comune parte dei mastelli acquistati grazie ad un contributo provinciale, ma nel frattempo attenzione, abbandonare rifiuti da queste parti può costarvi molto di più che se si chiama un’azienda specializzata.

27 marzo 2017 0

Omicidio di Alatri, Sindaco: “Videosorveglianza riprende pestaggio”. Domani Lutto cittadino

Di admin

Alatri – Qualsiasi cosa sia accaduta davanti al locale Mirò, e che ha portato alla morte del 20enne Emanuele Morganti, è stata immortalata da una telecamera della video sorveglianza del Comune.

In quella piazza è sistemata una delle 21 telecamere che sorvegliano altrettante zone della cittadina ciociara. “Venerdì notte era perfettamente funzionante e ha ripreso tutti i momenti del pestaggi fornendo un contributo importante alle indagini”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Alatri Giuseppe Morini inl quale annuncia anche che domani sarà lutto cittadino ad Alatri in ricordo di Emanuele Morganti. Mercoledì si svolgerà una fiaccolata contro la violenza e l’indifferenza che, entrambe, sembrano aver caratterizzato l’omicidio del giovane massacrato davanti al locale alla presenza di decine di persone.

Ermanno Amedei

20 febbraio 2017 0

Cassino, “Progetto Sicurezza” in arrivo videosorveglianza per traffico e sicurezza

Di redazionecassino1

Cassino – Nel progetto sicurezza stradale anche dispositivi per controllare flusso del traffico e regolarita circolazione autovetture. “Il progetto sulla sicurezza stradale di 850 mila euro approvato dalla Regione Lazio prevederà anche l’istallazione di dispositivi in tutti i varchi della città di Cassino che ci permetteranno di individuare quante autovetture transiteranno nell’area urbana e quanto sarà, per ogni singolo veicolo, l’influenza negativa sulla qualità dell’aria. Il sistema sarà anche dotato di telecamere che saranno collegate con le principali strutture delle forze dell’ordine. Tale circostanza permetterà al Comune di Cassino di verificare il corretto e sicuro flusso del traffico ed in occasioni particolari alle forze dell’ordine di utilizzare i filmati a scopo investigativo”. Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “Nel giro di cinque secondi si potrà sapere se il veicolo è coperto o meno da assicurazione, – ha detto, invece, il vice sindaco e Assessore alla Sicurezza, Carmelo Palombo- se è revisionato, se è compendio di furto o di appropriazione indebita. Sarà, inoltre possibile collegare il sistema alla banca dati sulle auto sottoposte a sequestro. In sostanza, l’auto transita, la telecamera riprende la targa, il sistema in tempi record dà tutte le informazioni e così le pattuglie possono fermare a colpo sicuro le vetture senza assicurazione o revisione, i veicoli rubati, ricercati o che girano nonostante siano stati sottoposti a sequestro. Diciamo che si tratterebbe di un vero e proprio grande fratello e le telecamere, secondo alcune esperienze possono funzionare anche da deterrente. A Verona, per esempio, le multe sono diminuite perché molti si sono adeguati. Come ha detto l’Anci, non si tratta di fare cassa, ma di sicurezza stradale. In Italia, stima l’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici (ANIA), circolano circa 4 milioni di autovetture senza Rc Auto. Un fenomeno preoccupante, anche per questo sono sempre di più i Comuni che si affidano alla tecnologia per scoprire più facilmente i furbetti. In tutta Italia queste apparecchiature stanno aumentando perché i Comuni ritengono abbiano efficacia sul tema della sicurezza stradale. Cassino sarà dunque una città all’avanguardia anche sotto questo aspetto grazie ad una progettazione concreta ed innovativa”. Ha concluso Carmelo Palombo.