In arrivo i Comitati di quartiere, strumento di partecipazione diretta dei cittadini alla vita amministrativa

12 Maggio 2012 Off Di Felice Pensabene

Un altro importante strumento sta per essere discusso ed approvato dalla prima Commissione comunale, presieduta da Vincenzo Durante (PRC). Dopo l’Albo Pretorio on line, il Registro delle Unioni civili e l’Osservatorio sulla legalità ora la commissione si appresta ad approvare il regolamento dei Comitati di quartiere. Uno strumento – come spiega Durante – che Cassino attende da tempo e che disciplinerà le regole per la partecipazione attiva dei cittadini alla vita amministrativa della città. il Regolamento che è composto da 18 articoli, conterrà le competenze e le regole per l’elezione. Quello che ancora non è stato deciso, ma per Durante lo sarà a breve, riguarda la suddivisione della città in quartieri. Sarà il presidente del Comitato l’organo di riferimento dei cittadini con l’Amministrazione. Per ciò che riguarda gli interventi strutturali proposti dall’amministrazione comunale i comitati di quartiere avranno trenta giorni per presentare osservazioni migliorative comunque non vincolanti per l’Amministrazione che, in caso contrario, vedrebbe bloccata l’azione di governo. Per quanto attiene ala divisione della città, Durante, ribadisce che, in linea di massima, le frazioni avranno il loro Comitato, così come lo avranno i quartieri storici come Colosseo, San Bartolomeo, S. Giovanni. Si pensa, affinché possano essere rappresentati tutti i quartieri, ad una decina di Comitati. Infine – conclude Durante – le elezioni dei componenti dei singoli Comitati saranno esattamente come quelle politiche ed organizzate dall’ufficio elettorale. La durata del consiglio direttivo è stata prevista in tre anni. La città, quindi, con questo nuovo strumento di democrazia e di partecipazione attiva dei cittadini, si appresta ad assumere un volto nuovo e non solo sotto l’aspetto amministrativo, ma di impegno civile e democratico.

F. Pensabene     

Condividi