Inaugurata la nuova caserma delle Fiamme Gialle, intitolata al finaziere “M. Tacconelli”

15 Giugno 2012 0 Di Felice Pensabene

Dopo oltre un ventennio di sede in Via dei Sabelli 38 ed a conclusione dei lavori di ultimazione di costruzione, si  inaugura, oggi, la nuova caserma del Comando Provinciale di Chieti e dei Reparti dipendenti alla sede. Alla manifestazione,  partecipano, tra gli altri, il Comandante Interregionale  dell’Italia Centrale Gen.CA Marcello Gentili, il Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, Gen.Div. Nunzio Antonio Ferla, l’Arcivescovo Metropolita Eminenza Bruno Forte, il Prefetto di Chieti S.E. Fulvio Rocco de Marinis, unitamente alle altre Autorità militari e civili della Provincia teatina ed ad una folta rappresentanza di militari di altri Reparti e della cittadinanza locale. Con il trasferimento della caserma alla nuova sede di via del Tricalle n. 95 è stato definitivamente risolto l’annoso problema infrastrutturale che affliggeva  il Corpo alla sede di Chieti, da oltre un quarto di secolo.  I lavori di ristrutturazione e di edificazione sono durati circa un anno, la nuova caserma consta di una superficie totale di oltre mezzo ettaro, dispone di oltre 3.800 mq. coperti, su quattro livelli,  destinati ad uffici, sala operativa del 117, archivi, magazzini, armeria, camere di sicurezza, sala riunioni, alloggi di servizio per il personale con famiglia al seguito, foresterie separate per il personale maschile e femminile celibe/nubile.  Sono previsti ampi parcheggi per le auto dell’Amministrazione e per le auto del personale dipendente che, all’occasione, potrà utilizzare anche i numerosi mezzi pubblici urbani che attraversano il quartiere con fermate a poche decine di metri dalla caserma. Tecnologicamente all’avanguardia, dotata di “hardware” e “software” in grado di soddisfare pienamente le esigenze di comunicazione e gestione dei dati “militari” e “civili”, la nuova struttura del Corpo, prima in Abruzzo , volutamente progettata per il rispetto dell’ambiente ed ecocompatibile, è dotata di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica con una potenza nominale di circa 20 kw.  Con il trasferimento in via del Tricalle, a poche centinaia di metri dalla centrale Porta Pescara, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha inteso contribuire all’ulteriore riqualificazione del quartiere con una struttura moderna, perfettamente inserita nel contesto urbano, aumentando nei suoi abitanti la fiducia nelle Istituzioni e il senso di sicurezza quale la presenza di una nuova e più grande caserma della Guardia di Finanza può infondere.   La caserma di via del Tricalle è stata intitolata al Finanziere, di Chieti, Mario TACCONELLI, decorato  della croce al valor militare, in qualità di “comandante di squadra finanzieri sciatori, incaricato di esplorazione in terreno insidioso e con avverse condizioni metereologiche, assolveva brillantemente e con decisione il compito fugando numerosi elementi nemici, infliggendo agli stessi perdite notevoli e liberando prigionieri. GOMYRIYE-CONCA DI BREZZO (CROAZIA) 10-19 MARZO 1943”. E’ presente alla cerimonia il figlio Carlo che ha scoperto la targa in onore del proprio padre.

Subito dopo la cerimonia di inaugurazione della caserma si è proceduto all’intitolazione della piazza “Fiamme Gialle” con lo scoprimento della relativa targa da parte del Sindaco del Comune di Chieti.

Negli ultimi 3 anni sono state svolte 634 verifiche, 1.016 controlli speditivi, individuati nr  151 evasori totali e 32 paratotali; inoltre sono state constatate  sottrazione alla base imponibile delle Imposte Dirette per oltre 590 milioni di euro (40,69% su base regionale), e accertato l’omesso versamento dell’Iva per oltre 101 milioni di euro (32,41% su base regionale); omesse ritenute e versamenti per oltre 10 milioni di euro (64,69% su base regionale) sono stati scoperti 283 lavoratori in nero e 198 lavoratori irregolari. Sono stati sequestrati kg 9,9  tra hashish e marijuana, kg 6,9 di eroina, kg 0,261  di cocaina, riscontrando nr 87  violazioni, verbalizzando nr 112 soggetti, con nr 18  arresti e nr 30 “denunce a piede libero” e 64 assuntori abituali. Sono stati sequestrati nr 3.456 tra cd e supporti magnetici con nr 42 soggetti verbalizzati a piede libero; sequestrati nr 4.575 articoli contraffatti (borse,maglie ecc) con nr 79 soggetti verbalizzati. Relativamente alla corrente annualità, 79 sono state già le verifiche, mentre 129 i controlli speditivi, con la scoperta di 23 evasori totali e 3 paratotali, constatando una sottrazione alla base imponibile per oltre 60 milioni ed una IVA per oltre 14 milioni.