Arrestati dalla Guardia di finanza due spacciatori senegalesi con oltre 500 gr di hashish, cd e dvd taroccati

23 Maggio 2013 Off Di Felice Pensabene

Due arresti in flagranza, oltre mezzo chilo tra hashish e marijuana ed una centrale di duplicazione illegale di CD/DVD sequestrati.

È questo il risultato di una operazione condotta a Montesilvano, nel pomeriggio di ieri, dai finanzieri del Comando Provinciale di Pescara.

Due giovani senegalesi, da tempo dimoranti nella città, sono stati tratti in arreso dai Baschi Verdi della Compagnia della Guardia di Finanza all’esito di una operazione antidroga che ha visto i finanzieri procedere alla perquisizione di un appartamento all’interno di uno stabile sito in una delle zone “calde” della cittadina rivierasca.

È da diverso tempo che le Fiamme Gialle attenzionavano la palazzina di Via Ariosto in cui avvenivano strani andirivieni e, in piena luce ed inaspettatamente, i finanzieri irrompevano nell’appartamento degli africani che, sorpresi, cercavano di evitare il peggio buttando dal balcone una busta bianca che conteneva marijuana subito recuperata dagli altri colleghi che vigilavano all’esterno dello stabile.

Le immediate ricerche proseguite all’interno dell’abitazione consentivano il rinvenimento di ulteriori quantitativi di marijuana confezionata in un centinaio di involucri già approntati per lo spaccio ed un panetto di hashish ancora da suddividere per la vendita.

Ma non è tutto.

Con sorpresa dei militari, una stanza dell’appartamento nascondeva anche una centrale di duplicazione di CD/DVD che contava 3 diversi apparati informatici in funzione e circa 5.000 supporti magnetici illegalmente riprodotti e pronti per essere venduti sulle spiagge nell’imminenza della stagione estiva.

Nei confronti degli stranieri scattava, quindi, anche la denuncia per violazione alle norme sul diritto d’autore e per ricettazione.

Informata la Procura della Repubblica di Pescara, veniva disposta l’associazione dei responsabili presso la Casa Circondariale di San Donato.

Le indagini in corso, seguite dalla locale Autorità Giudiziaria, proseguono dirette ad accertare i canali di approvvigionamento della droga sequestrata che, diretta alla piazza di Montesilvano, avrebbe fruttato diverse migliaia di Euro agli spacciatori.

Proprio per questi motivi, la Guardia di Finanza continuerà l’azione di controllo del territorio ai fini della sicurezza della collettività.

Condividi