Giorno: 11 Aprile 2019

11 Aprile 2019 0

Cassino, spaccia in stazione e si chiude nel bagno per sfuggire alla polizia, arrestato senegalese

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Ha visto un agente fuori servizio che aveva scoperto il suo traffico all’interno della stazione ferroviaria di Cassino e per evitare l’arresto si è chiuso nel bagno. Tutto inutile per un 52enne senegalese arrestato dagli uomini del commissariato di Cassino diretto da Raffaele Mascia.

Un agente della sezione Volanti del Commissariato, libero dal servizio, ha notato all’interno della stazione ferroviaria della città martire il soggetto, di cui conosceva i suoi precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, che con atteggiamento sospetto si portava nei pressi dei servizi igienici pubblici in compagnia di due giovani.

Intuendo che poteva essere in atto una cessione di sostanza stupefacente l’agente richiedeva l’intervento della pattuglia di Volante di turno; nel frattempo l’agente si avvicinava ai servizi igienici e notava che il cittadino straniero riponeva un involucro all’interno dei pantaloni.

L’uomo a questo punto riconosceva l’agente di polizia e si chiudeva all’interno del bagno mentre i giovani in sua compagnia si allontanavano velocemente.

Pochi istanti dopo giungeva la pattuglia di volante e l’uomo veniva convinto, dopo molta resistenza, ad uscire dal bagno.

Si procedeva pertanto a perquisizione personale e sull’uomo venivano rinvenuti due involucri contenenti complessivamente gr. 61,20 di marijuana.

L’uomo pertanto, anche in ragioni dei numerosi precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti, veniva tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino.

11 Aprile 2019 0

Cassino al voto; salta la candidatura a sindaco di Lena. Palombo (Lega): “Non ci sono le condizioni”

Di redazionecassino1

CASSINO – Nuovo colpo di scena nella scelta del candidato a sindaco per il centrodestra. Sembrerebbe saltata la candidatura di Claudio Lena. Data per certa qualche giorno fa e, pronta per la designazione ufficiale, ieri sera è stata messa in discussione dalla Lega che inizialmente l’aveva appoggiata. Al tavolo del centrodestra, ieri notte, il coordinatore provinciale Palombo ha sancito la rottura definitiva con gli alleati o presunti tali. L’addio definitivo è avvento nel corso della riunione nella quale si doveva condividere la candidatura di Claudio Lena come candidato unico per unire le forze di centrodestra. Il comunicato emesso dal coordinatore provinciale, del resto, non lascia spazio a dubbi sulla volontà del Carroccio di voler affossare la candidatura di Lena.

“Nel corso della riunione del 8 aprile nella quale si doveva condividere la candidatura di Claudio Lena come candidato unico per unire le forze di cdx  – scrive Palombo – si è registrata invece nella stessa riunione la non condivisione della candidatura proposta da parte della portavoce di FdI Angela Abbatecola la quale si era impegnata a comunicare il giorno successivo l’adesione al progetto del cdx unito. Non solo non è pervenuta alcuna decisione in merito, ma dai quotidiani di questa mattina si è appreso invece che la stessa ha partecipato ad una riunione con altre forze civiche e politiche sostenendo di creare un cartello anti Lena. A questo si aggiunge il logorio da parte di alcune forze politiche che hanno lavorato per non determinare un cdx unito. La Lega che non ha voluto esprimere un proprio candidato ma ha individuato in Lena la persona che poteva rappresentare la garanzia per la tenuta del progetto politico prende atto con rammarico e profonda amarezza che non ci sono le condizioni per poter continuare”.

Torna tutto in alto mare, quindi, il progetto di unità del centrodestra e la candidatura di Lena a pochi giorni dalla scadenza del termine, del 27 aprile, per la presentazione delle liste alle prossime elezioni del 26 maggio. Quel che è certo che vi saranno ulteriori sviluppi nel corso dei prossimi giorni visti anche i tempi ristretti. Resta, tuttavia, il ‘teatrino’ indecoroso’ della politica locale sulla scelta di persone in grado di ridare fiducia ai cittadini e, soprattutto, digintà a questa Città.

F. Pensabene