Il Vecchio Fiume Rapido di Cassino ridotto a pozzanghere, l’allarme di De Rosa e Perna

Il Vecchio Fiume Rapido di Cassino ridotto a pozzanghere, l’allarme di De Rosa e Perna

23 Novembre 2020 Off Di Ermanno Amedei

Cassino – Nell’alveo originale del fiume Rapido scorre solamente un filo d’acqua. A lanciare l’allarme sulla possibilità tutt’altro che remota, che il fiume fossa estinguersi del tutto sono il presidente dell’associazione culturale Simpatia staff, Antonio De Rosa e Carlo Perna.

“Del fiume è praticamente rimasto un flebilissimo rivolo nonostante ci troviamo in periodo autunnale – dicono De Rosa e Perna -. L’assenza di acqua provoca danni ambientali all’ecosistema, ma ha effetti anche sulla salute pubblica, in quanto genera ristagni nei pressi di tutta la zona adiacente (Viale Europa).

Probabilmente il tutto dipende dalla mancata manutenzione della barriera che divide il Vecchio Rapido dal Nuovo Rapido. Per questo motivo – sollecitano-  si invita il Comune di Cassino (Ufficio Ambiente) e L’Ufficio Vigilanza Idrogeologica della Regione Lazio nell’ambito delle precipue competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento necessario a verificare i motivi di tale accadimento, ad interagire con gli altri Enti preposti alla gestione e salvaguardia dei fiumi, al fine di porre in essere gli eventuali rimedi”.