Cassino – Riapertura scuole, incontro in comune con presidi, rappresentati studenti e società trasporti

Cassino – Riapertura scuole, incontro in comune con presidi, rappresentati studenti e società trasporti

4 Gennaio 2021 Off Di Redazione

Il sindaco, Enzo Salera, e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Concetta Tamburrini, in vista della ripresa dell’attività didattica dopo l’Epifania e a fronte del complesso problema dei trasporti degli studenti, hanno tenuto questa mattina un importante incontro nella sala Restagno.

Erano presenti il preside dell’Itis, Pasquale Merino, del Liceo Scientifico, Salvatore Salzillo, i rappresentanti della rete degli studenti, nonché quelli delle società di trasporti Cotral e Magni.

La presenza anche di diversi consiglieri comunali, Volante, Consales, Terranova, Vizzacchero e Fausto Salera, ha rimarcato l’importanza e la delicatezza della problematica in questione.

Il Sindaco ha detto che scopo della riunione era quello di raccogliere suggerimenti e proposte da sottoporre poi all’attenzione del Prefetto e, tramite il rappresentante del Governo, alla Direzione Provinciale del Provveditorato agli Studi. Si resta in attesa ora di una decisione in merito all’articolazione dell’orario scolastico.

A tal proposito, si è rilevato che secondo le direttive ministeriali l’entrata a scuola dovrebbe essere scaglionata su due turni: uno alle ore 8:00 e un altro alle ore 10:00. Ciò però verrebbe ad impattare notevolmente sul sistema dei trasporti e non soddisfare l’utenza, con insopportabili disagi per gli studenti costretti ad orari impossibili. Con pericolo di assembramenti una volta usciti dalla scuola mentre attendono la coincidenza con il treno (le FFSS non hanno modificato gli orari né si pensa lo facciano, hanno evidenziato i dirigenti scolastici) o con il servizio di pullman interurbani.

In conclusione, la proposta concordata, con volontà unanime, è stata di invertire la percentuale degli alunni in ingresso: così alle ore 08:00 far entrare il 60% di loro, alle ore 10:00 il 40%.

Si rimane in attesa delle determinazioni degli organi preposti a decidere in merito.

Condividi