Rave party nel viterbese, i partecipanti vanno via e il territorio torna ad essere Italia

Rave party nel viterbese, i partecipanti vanno via e il territorio torna ad essere Italia

19 Agosto 2021 Off Di Ermanno Amedei

Cinque giorni è durato il rave party abusivo che un gruppo francese ha organizzato in un fondo agricolo privato nel comune di Valentano in provincia di Viterbo. Per cinque giorni, nonostante i ripetuti inviti ad interrompere la festa abusiva, migliaia di persone, con un picco di oltre 8 mila presenze, hanno ballato ininterrottamente, e campeggiato nell’area presidiata, a distanza, dalle forze dell’ordine che si sono limitate ad impedire che altri ragazzi, provenienti da tutta Europa, continuassero ad ingrossare le file dei partecipanti. Chi usciva veniva identificato e non poteva più rientrare. La mediazione con le diverse anime che rappresentavano i vari gruppi del rave, per giorni non ha sortito effetti nonostante la morte di un 24enne avvenuta per affogamento nelle vicine acque del lago Mezzano. Ieri, autonomamente, mentre la questura di Viterbo aspettava, la gente ha cominciato a defluire e solamente questa mattina, quando nell’area erano rimaste non più di 500 persone e 200 mezzi, le forze dell’ordine sono entrate nel perimetro sequestrando due camion di attrezzature. Oggi il Rave è finito, ma per 5 giorni quello specchio di Tuscia è stato un territorio extranazionale.