Cassino – Sopralluogo del sindaco alla scuola di Sant’Angelo

Cassino – Sopralluogo del sindaco alla scuola di Sant’Angelo

24 Novembre 2021 Off Di Redazione

E’ voluto andare di persona nella scuola di Sant’Angelo, questa mattina, il sindaco, Enzo Salera, con il dirigente dell’Area Tecnica, ing. Mario Lastoria e il vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici, ing. Francesco Carlino, a verificare l’entità dell’allarmistica infiltrazione di acqua piovana nelle aule dell’edificio scolastico, con pericolo di cadute accidentali per bambini dovute a infiltrazioni. Peraltro in una struttura completamente ristrutturata e rimessa a nuovo nei mesi scorsi. Ad accompagnarlo anche l’assessora alla Pubblica Istruzione, Maria Concetta Tamburrini e il consigliere Edilio Terranova.
Dal sopralluogo è emersa l’esagerazione di quanto denunciato da un genitore. Infatti l’acqua piovana non si infiltra nelle pareti e nei soffitti di nessuna aula, né in alcun altra parte dell’edificio. Si è verificato solo che attraverso una finestra-balcone nei giorni scorsi è entrata dell’acqua a causa del vento e della pioggia battente. Cosa cui si porrà rimedio con la registrazione delle chiusure degli infissi e per il tempo a venire anche con una pensilina.
“Basterebbe fare richiesta di intervento al Comune quando si presenta qualche problema del genere – ha detto il Sindaco – La nostra attenzione verso le scuole a tutela della incolumità dei nostri bambini l’abbiamo dimostrata con gli interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza fatta in tutti gli edifici scolastici cittadini. E’ un aspetto, quello della sicurezza e della tutela della incolumità dei nostri piccoli cui siamo molto sensibili. Ci appaiono inopportuni esplicitazioni pubbliche. Peraltro fatte in maniera esagerata rispetto alla effettiva entità del problema, che finiscono col dare la sensazione che si voglia perseguire più una speculazione politica che la effettiva soluzione di un problema. Ancor più quando si parla di inaugurazioni con taglio di nastro da parte del sottoscritto che nella scuola di sant’Angelo non ha tagliato nessun nastro”.