Applausi, risate e sold out al Teatro Manzoni per Biagio Izzo

Applausi, risate e sold out al Teatro Manzoni per Biagio Izzo

16 Febbraio 2022 Off Di Redazione
Uno spettacolo leggero, vivace, veloce, ma soprattutto piacevole che ha strappato risate e continui applausi a scena aperta. Biagio Izzo con la commedia “Tartassati dalle Tasse” non solo ha regalato al Cinema Teatro Manzoni il terzo sold out della nuova gestione targata RadioCassinoStereo, ma è apparso anche in grande spolvero: carico e deciso. Un’interpretazione magistrale sia nelle parti comiche che in quelle intense, dove l’attore ha voluto trasmettere concetti da fissare nella memoria dello spettatore.
Quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare?Sono le domande che affliggono in tutta la commedia il protagonista, Innocenzo Patanaro, per gli amici Enzo Patanè e detto O, “apostrofo”, Brillante, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che da nipote e figlio di baccalaiuolo si ritrova ora proprietario orgoglioso di un ristorante internazionale di sushi all’ultima moda. E che dopo tanti sacrifici avrebbe voluto ora godersi anche un po’ la vita; magari anche grazie a qualche piccola “furbizia” di contribuente. E che si è  invece ritrovato in balia di mille peripezie e problemi. Con alle calcagna il maresciallo della Finanza La Scorsa, interpretato dall’ottimo Mario Porfito e il suo fido appuntato interpretato, invece, da Roberto Giordano.
Il cast della commedia, scritta e diretta da Eduardo Tartaglia è completato dal simpaticissimo Arduino Speranza, nei panni dello chef giapponese Kazzomi Momoro e dalle “quote” rosa Stefania De Francesco ed Adele Vitale, rispettivamente moglie del Maresciallo e figlia di Innocenzo che bene interpretano la loro parte di donne che vogliono aprire la mente agli uomini che hanno accanto.
«Vedere la sala gremita ieri sera – ha detto l’editore Enzo Pagano – ha suscitato in noi una grande emozione. Stiamo prendendo coscienza di essere sulla strada giusta. I complimenti degli artisti rivolti al Cinema Teatro Manzoni e la massiccia presenza di persone testimonia che il lavoro, alla fine, paga sempre. E per questo non posso che ringraziare tutto lo staff che, quotidianamente, con impegno e dedizione presta servizio per rendere la struttura sempre più accogliente ed efficiente».
«Vedere un teatro strapieno in un momento come questo è una iniezione di fiducia senza precedenti e ci fa capire che finalmente stiamo uscendo dal tunnel. Come amministrazione comunale – ha detto, invece, l’assessore alla Cultura, Danilo Grossi – stiamo puntando molto sul teatro, sulla cultura e sui grandi eventi. La riapertura dopo tanti anni del Cinema Teatro Manzoni e la grande stagione che abbiamo messo in campo è la dimostrazione; la risposta della città di Cassino avvenuta ieri sera ci dice che siamo sulla strada giusta. Complimenti ad Enzo Pagano e a tutti i ragazzi dello staff che stanno facendo davvero un lavoro magnifico come riconosciuto da tutti gli artisti che calcano il palco del Manzoni»
Uno spettacolo che è entrato nel cuore del grande pubblico del Cinema Teatro Manzoni che sta tornando sempre più punto di riferimento culturale del basso Lazio.