Cnu Cassino 2022, nel medagliere comanda il cus roma. Al rettorato gli sport per i disabili

Cnu Cassino 2022, nel medagliere comanda il cus roma. Al rettorato gli sport per i disabili

20 Maggio 2022 Off Di Redazione

Cassino – Entusiasmo e partecipazione. La 75esima edizione dei Campionati Nazionali Universitari in corso a Cassino questa settimana si appresta a battere ogni record con oltre 3.000 presenze. Giovedì, con gli sport di squadra, i Cnu sono entrati nel vivo e la città si è popolata: “E’ uno spettacolo vedere migliaia di ragazzi affollare il centro cittadino” spiega con orgoglio il presidente del Cus Cassino Carmine Calce. Che torna a sottolineare: “Non c’è un posto in albergo non solo a Cassino ma in tutto il territorio, fino ad arrivare a Formia, è un vero successo”.

Malcelato orgoglio mostra anche il responsabile del Cus scherma e l’assessore al Turismo del Comune di Cassino Maria Concetta Tamburrini che nel premiare le gare al palasport di Cervaro ha evidenziato: “Un’ottima organizzazione, ho visto entusiasmo nei ragazzi. Aver premiato poi i finalisti del fioretto di oggi pomeriggio è molto bello e molto gratificante. Mi auguro di rivedere presto manifestazioni come queste nella nostra città perché è un’occasione per Cassino di far vedere le sue meraviglie e dopo il Covid questa dei Cnu è stata per noi una grande occasione”.

A due giorni dalla fine dei Campionati, si va delineando anche il medagliere. Con le gare aggiornate a giovedì sera in testa alla classifica c’è il Cus Roma con 18 medaglie (4 ori, 5 argenti e 8 bronzi); segue il Cus Napoli a quota 13 (3 ori, 4 argenti e 6 bronzi) e poi il Cus bari con 3 ori, 1 argento e 9 bronzi. I padroni di casa, ovvero i ragazzi del Cus Cassino, occupano al momento la 26esima posizione su 34 con una sola medaglia (1 argento). Venendo ai vari sport: Con il successo sul CUS Udine, i lombardi del CUS Milano si laureano Campioni Nazionali Universitari di rugby a sette nei CNU di Cassino 2022. Per quanto riguarda il calcio a 11 la finalissima è tra Cus Lecce e Cus Parma, si disputerà oggi pomeriggio, venerdì 20 maggio, allo stadio “Salveti”. Per i CNU di pallavolo maschile semifinali concluse entrambe per tre set a zero. Nette le affermazioni del CUS Torino ai danni del CUS Bologna e del CUS Mo.Re sul CUS Milano.Nel torneo di pallavolo femminile vi sarà invece una finale nord-sud Italia: grazie al netto successo per 3-0 sulle colleghe del CUS Verona, le studentesse atlete del CUS Catania sfideranno per l’oro le ragazze del CUS Milano, che approdano alla finalissima superando il CUS Parma per tre set ad uno.

Non solo le gare agonistiche: nei Campionati Nazionali Universitari un’importante attenzione è stata riservata anche ai disabili. “Nell’atrio del rettorato – spiega la professoressa dell’Unicas Alessandra Zanon – abbiamo voluto proporre l’evento ‘Incontriamoci per fare sport’ e abbiamo messo in piedi una dimostrazione di sport paralimpici tra cui il ping pong per non vedenti, judo, scherma e calcio a 5. Il tutto è stato curato dal Cudari, il Centro Universitario per il Diversamente Abili”.

Presente anche il rettore Marco Dell’Isola che all’inaugurazione dei Cnu, all’unisono con il presidente del comitato promotore dei giochi Giovanni Betta aveva evidenziato: “Il Cudari ha aggiunto altre gare per i diversamente abili e questo è un valore aggiunto alla manifestazione”.