Nella stessa settimana il presunto killer di Diabolik imputato in corti d’assise a Frosinone e Roma

23 Febbraio 2023 0 Di redazione

Frosinone – Un record difficile da eguagliare, quello di Raul Esteban Calderon, che nella stessa settimana compare tra gli imputati di due processi in corte d’assise per due diversi omicidi.

L’ultimo è quello che si è incardinato oggi nell’aula bunker di Rebibbia, davanti alla corte d’assise di Roma. Calderon risponde dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli, ucciso il 7 agosto 2019 nel parco degli Acquedotti a Roma.

Piscitelli era noto come Diabolik, capo ultrà e coinvolto nelle indagini riguardanti i clan mafiosi della Capitale. Oltre a quello incardinato oggi a Roma, Calderon è imputato anche nel processo iniziato lunedì in corte d’assise a Frosinone per l’omicidio di Shelaj Selavdi, l’albanese 38enne ucciso a colpi di pistola sulla spiaggia di Torvaianica, vicino a un chiosco, nel settembre del 2020.

Nel processo che si svolge in Ciociaria per competenza territoriale della corte d’assise, Calderon è imputato insieme ai tre mandanti del delitto. L’udienza di lunedì è stata rinviata perché mancava il collegamento in videoconferenza che avrebbe permesso agli imputati di assistere all’udienza direttamente dal carcere.

Ermanno Amedei