Categoria: Bar dello sport

16 Aprile 2019 0

Pallacanestro Veroli batte 85-84 Nomen Angels e accede ai playoff

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Pallacanestro Veroli 2016 batte Nomen Angels chiudendo il match con il punteggio di 85-84 e strappando così il pass per il Play-Off. Al Palacoccia di Veroli va in scena una partita molto intensa già dalle prime battute: sia la Nomen che la Pallacanestro Veroli 2016 sono costrette a vincere, i romani per mantenere il terzo posto in Classifica mentre i ciociari per guadagnare un posto nella Post-Season. Parte con le marce alte Nomen Angels: percentuali altissime al tiro e una difesa -faccia a faccia- su Fiorini G. e Mauti che costringe i giallorossi a qualche forzatura di troppo. I ciociari sono bravi però a trovare risorse offensive nella coppia Alessandrini-Frusone e Fiorini M., quest’ultimo non ancora al top della condizione a seguito dell’infortunio alla schiena, ma sempre prezioso nei minuti caldi della gara. Si va all’intervallo sul 41-41, ma al rientro dagli spogliatoi la Pallacanestro Veroli 2016 prova l’allungo portandosi addirittura sul +12 grazie al dominio sotto i tabelloni di Frusone e ad un inspirato Alessandrini. Nomen però, con una serata di grazia al tiro da tre punti, nonostante le buone rotazioni difensive dei ragazzi di coach De Rosa, si riporta sotto grazie a 3 triple consecutive di Cro (almeno due contestate). Gli ultimi minuti della gara sono al cardiopalma, un anticipo dell’atmosfera Play-Off, in cui coach De Rosa si affida giustamente ad un quintetto esperto con Mauti, Iannarilli, Fiorini G., Fiorini M. e Frusone, che di queste gare ne hanno giocate parecchie. I ciociari, infatti, non perdono la testa nel momento cruciale piazzando le giocate giuste (soprattutto dalla lunetta con 5/6 di Frusone e Fiorini negli ultimi 45″ di gioco) che chiudono sul +1 dopo la rocambolesca tripla di Chirichilli a 15″ dalla sirena. La Pallacanestro Veroli 2016 quindi può esultare insieme al suo pubblico per l’accesso ai Playoff con un più che onorevole 6º posto, che poteva addirittura essere 5º se Carver non avesse mollato nelle ultime due gare di campionato. Il commento di Fiorini Giorgio a fine gara: «Siamo molto soddisfatti di questo risultato, se consideriamo l’obiettivo salvezza di inizio stagione.

Le ultime tre vittorie su quattro gare ci hanno permesso di accedere ai Playoff per il terzo anno consecutivo, addirittura migliorando la posizione della scorsa stagione. Prima del risultato sportivo però, mi sento di dover fare – ancora una volta – un applauso ai miei compagni di avventura, Ivano, Marco, Emanuele e Matteo che nonostante le tante difficoltà che l’inizio di ogni stagione ci riserva, riusciamo sempre a portare in alto il nome di Veroli nel Basket Regionale. Tutto questo è impreziosito dai miei compagni di squadra che, spinti da un’immensa passione e senza altri fini, ci rendono orgogliosi di avergli affidato la canotta della Pallacanestro Veroli 2016. Voglio infine omaggiare coach De Rosa, per la sua grande umiltà e per aver capito da subito i principi ed i valori della Pallacanestro Veroli 2016. Dietro grandi risultati, poi, c’è chi lavora dietro le quinte come, lo staff Fisioterapico di Kinesis, l’addetta stampa Cristina, il custode Federico, i numerosi sponsor e tutti i collaboratori che ci aiutano quotidianamente. Da domani si torna a pensare al campo, alle gare di Playoff, che affronteremo con la massima serietà e che saranno una festa per tutta la città.

Forza Veroli!»

Questo anno il Campionato prevedeva 22 squadre, suddivise in due Gironi da 11. Le prime 8 di ciascun Girone si sono qualificate ai playoff e solo due accederanno alla promozione in CGold. Le terz’ultime otterranno la salvezza mentre le ultime due disputeranno i playout. Prevista una sola retrocessione.

 

TABELLONE PLAYOFF

 

1A-Vigna Pia

 

8B-Sam Bk Roma

 

 

4A- Virtus Pontinia

 

5B- Nova Bk Ciampino

   

2B- Carver Roma

 

7A- Basket Cassino

 

 

3B-Nomen Angels

 

6A- Fonte Roma Bk

   

1B- Albano Bk Club

 

8A- Fortitudo Anagni

 

 

4B-Borgo Don Bosco

 

5A- Scuola Bk Frosinone

   

2A-Stelle Marine

 

7B- Lazio Pallacanestro

 

 

3A-Virtus Velletri

 

6B-Pall. Veroli

 

 

 

 

 

15 Aprile 2019 0

Golden Cup, cambiano tutti i vertici delle classifiche nei gironi

Di redazionecassino1

Terzo turno di Golden Cup con sensibili cambiamenti in vetta alle classifiche dei gironi.

Nel girone “A” sono Niemoslive e Collecedro (nella foto), entrambe a quota sette punti, a prendersi la vetta con le vittorie ottenute rispettivamente contro DS Dodici e Tordoni con il medesimo risultato di 4 a 1. Vince anche Villa S. Lucia, impegnata contro i padroni di casa di Belmonte, per 1 a 0.

Nel girone “B” conquista la vetta il Borussia che, sul terreno di AM Castelnuovo, pareggia 1 a 1 e sfrutta il pareggio della Longobarda, 2 a 2, contro i padroni di casa di Canceglie. Borussia ora guida la classifica con una lunghezza di vantaggio, a quota otto punti, sulla formazione di Pontecorvo. Conquista i primi tre punti AM Pignataro battendo in casa Friends for Football.

Nel girone “C” due le formazioni che si dividono la vetta della classifica a punteggio pieno, nove punti, Cervaro che batte in trasferta i padroni di casa di AM Piedimonte per 3 a 1 e Caira che supera, fra le mura domestiche, 1 a 0 Nuova Real Piedimonte. Il pareggio di Janula contro Cerreto relega ancora la formazione di Cassino al terzo posto in classifica nel torneo.

Il girone “D” è dominato in classifica generale dopo il terzo turno da Sordella Calcio che supera per 2 a 1 Caffè Reale. Seconda posizione per Real Castelnuovo che supera 3 a 0 Terzo Tempo, mentre S. Ambrogio infligge l’ennesima sconfitta a Drink Team Duff con un sonoro 4 a 0.

Nel girone “E” tre le formazioni a dividersi il primato in classifica a quota sei punti: AM Colfelice che in casa supera S. Giorgio per 2 a 1; Autoricambi Daniele che conquista i tre punti sul terreno di Monticelli superato per 4 a 1 e Felcese Pignataro nonostante la sconfitta subita dai padroni di casa di Terelle.

F. Pensabene

14 Aprile 2019 0

Una Virtus ancora bella solo a metà e al Casaleno passa Biella

Di redazionecassino1

Senza Castelluccia, con Sorrentino a mezzo servizio, e con Mike Hall in cerca del miglior stato di forma in vista dei play-out, ma ancora alle prese con qualche acciacco fisico, la BPC Virtus Cassino non riesce ad arrivare alle terza vittoria casalinga stagionale, e cade 66-85 al Casaleno di Frosinone, sotto i colpi dell’Edilnol Pallacanestro Biella. Ce l’hanno messa tutta gli uomini di coach Vettese che, nonostante qualche errore imperdonabile di concentrazione e qualche sbaglio di troppo dovuto ai troppi personalismi emersi soprattutto nella seconda parte di match, possono comunque trarre del buono, soprattutto in ottica play-out, dall’anticipo della penultima gara di regular season della Serie A2 Girone Ovest.

Difatti, è stata partita vera fino all’intervallo lungo sui legni del PalaSport ciociaro, poi gli uomini allenati da coach Carrea sono riusciti a procurarsi quel vantaggio che ha consentito loro di amministrare il risultato fino al 40’, sebbene le ‘V’ cassinati abbiano provato in ogni modo a riaprire la sfida e ad entrare nuovamente, ma invano, in partita.

Passando alla cronaca del match, ai nastri di partenza coach Vettese si affida al quintetto formato da Paolin, Ojo, Guaccio, Raucci e Hall, mentre Carrea sceglie Saccaggi, Harrell, Wheatle, Sims e Chiarastella. Comincia subito bene Cassino che con Guaccio colpisce dalla lunga; non tarda la risposta dei viaggianti sempre dai 6.75 con Harrell che pareggia i conti. Hall prende subito per mano i suoi, e firma da quasi 7 metri il +5 Cassino, 8-3. Anche Ojo porta i suoi primi punti a referto e la BPC a metà quarto si porta sul +8, 13-5. La squadra ospite rientra in gara grazie ai canestri del duo Harrell-Sims, ma è Paolin questa volta a scacciare indietro Biella sul 18-9. Un canestro più libero aggiuntivo di Antonutti, seguito dalla schiacciata di Sims, riescono a dare una bella inezione di fiducia ai rossoblù piemontesi. Si va al primo mini-riposo sul parziale di 18-14.

Secondo periodo che rincomincia sotto una buona stella per la BPC, che punisce di nuovo dalla lunga con Hall e Ojo, che consentono alla Virtus di toccare il suo massimo vantaggio; Sims e Antonutti mantengono l’Edilnol in scia prima del sorpasso, al 13’ è 26-19. È ancora Hall a fare la voce grossa da tre punti (4/9 da 3 per lui, al 40’, ndc) e i lupi virtussini sul 29-21 costringono Carrea al minuto di sospensione. È l’altro veterano di serata a mettere in seria difficoltà Cassino, ovvero l’ex Treviso Antonutti, che firma dopo i punti di Paolin, il nuovo -8 Biella. Sul finire della seconda frazione, un parziale di 11-0 della premiata ditta Sims-Harrell, consentono all’Edilnol di arrivare al primo vantaggio nella gara. Si va all’intervallo lungo sul risultato di 31-34 per i piemontesi.

Si riprende con la terza frazione, ed è questa volta Harrell a riaprire le danze; non tarda per Cassino la pronta risposta dell’ex Urania Milano, Tommaso Ingrosso (34-37, ndc). È ancora il numero 1 a colpire dalla lunga, ma è Antonutti questa volta a risponde al centro toscano e a portare i suoi sul +8, 34-42. È time-out per la panchina rossoblù di casa. Al rientro in campo, la Virtus prova a ricucire con un mini-parziale di 4-0, che viene prontamente interrotto da un mortifero Harrell. Sims segue a ruota il compagno di squadra, ma Paolin e Ingrosso rispondono dall’arco, 44-52 al 26’. Harrell più passano i minuti, più diventa un serio problema per lo staff tecnico cassinate. È infatti ancora il numero 1 ospite a segnare dall’arco, e con i 2 liberi di Antonutti, Biella si porta sul 47-59. Sono del capitano cassinate Raucci, e della guardia biellese Wheatle, i punti con il quale si va all’ultimo mini-intervallo sul 51-64 ospite.

Quarto periodo che si apre con i punti di Paolin dalla lunetta e la conclusione dalla lunga del solito infinito Mike Hall; al numero 7 rossoblù, risponde però Sims, che scrive il nuovo +12, 58-70. Con il passare dei minuti, la Virtus, con le triple di Ingrosso e i canestri di Ojo, prova a rientrare in gara, ma è l’esperienza del solito Antonutti che con due triple chiude di fatto i conti (64-82 a 2’ dal termine dell’incontro, ndc). Sono di Harrell e Ojo i canestri con cui si conclude l’incontro. 66-85 il risultato con il quale si conclude il match.

Non bastano alla Virtus i 16 punti di Paolin e Ojo, i 13 di Ingrosso, i 12 di Hall con 11 rimbalzi e 5 assisti, i 6 di Raucci con 6 assist e 6 rimbalzi.

Grandi prestazioni, per gli ospiti, di Antonutti, Sims e Harrell, che finiscono con rispettivamente 22, 30, 22 punti.

Il commento al termine del match del capitano cassinate, Davide Raucci: “Abbiamo fatto una buona partita per tre quarti. Abbiamo messo una buona intensità ed abbiamo difeso molto bene tenendo la squadra avversaria a soli 34 punti segnati a metà gara. Loro inizialmente sono andati in crisi, perchè avevamo davvero iniziato con il piede giusto il match. Con il passare dei minuti, poi Biella è andata affidandosi ai suoi punti cardini, ovvero Antonutti, Harrell e Sims che hanno cominciato a farci male, e noi abbiamo fatto fatica a stargli dietro. Prendo comunque il lato positivo di questa gara. Sono sicuro che giocando in questo modo, con una continuità di gioco e di rendimento mantenuta per 40 minuti, nei play-out possiamo far bene”.

Il commento nel post-partita anche del coach cassinate, Luca Vettese: “Siamo andati bene a tratti. Abbiamo iniziato in maniera corretta la gara, seguendo il piano partita e rispettando le indicazioni che avevamo fornito alla squadra in settimana. Poi è subentrato un po’ quello che ci ha accompagnato per tutta la stagione, il voler andare oltre le proprie possibilità personali, l’anteporre il bottino individuale rispetto al risultato della squadra, ed oggettivamente abbiamo nel momento clou della gara sbagliato delle importanti scelte che poi ci hanno penalizzato nel risultato finale. Siamo riusciti a tenere botta per larghi tratti di gara grazie alle percentuali favorevoli nel tiro da tre punti, ma poi quando quest’ultime non ci hanno più accompagnato, abbiamo dimostrato tutti i nostri limiti nel non avere la pazienza giusta di far girare il pallone e nel trovare le giuste soluzioni di collettivo. Mi dispiace aver visto questa sera degli errori banali, appoggi da sotto sbagliati, tiri liberi, distrazioni che per giocatori che pretendono di giocare in serie A2 sono imperdonabili. Stare a questo livello e lasciarsi sfuggire dei possessi chiave per passaggi sbagliati banali, non è ammissibile per giocatori di questa categoria, e che soprattutto vogliono far parte di questa categoria, che pretendono di farsi chiamare professionisti. È bene che i miei ragazzi facciano in questo momento più fatti che chiacchiere, farsi una bella autocritica personale e pensare al bene di tutti, non a sè stessi. Siamo dei miracolati a poter usufruire di un’occasione che nessun altro ha avuto, di poter giocare la salvezza nei play-out nonostante questa brutta annata caratterizzata più da sconfitte che da altro. Io questa possibilità non la voglio buttare via, e neanche i ragazzi lo devono fare. Adesso affrontiamo Scafati con la testa giusta e la mentalità già proiettata verso la post-season. Non è più tempo di cincischiare, ma di dimostrare che davvero possiamo far ancora parte di questa categoria”.

Prossimo appuntamento, l’ultimo di questa regular season, per i rossoblù cassinati, in trasferta contro la Givova Scafati, sabato 20 aprile alle ore 20:30 al PalaMangano.

 

TABELLINO:

BPC Virtus Cassino – Edilnol Pallacanestro Biella 66-85 (18-14, 13-20, 20-30, 15-21)

BPC Virtus Cassino: Francesco Paolin 16 (4/7, 2/6), Michael adetokunbo Ojo 16 (4/9, 2/3), Tommaso Ingrosso 13 (2/3, 3/6), Mike Hall 12 (0/0, 4/9), Davide Raucci 6 (2/4, 0/4), Angelo Guaccio 3 (0/4, 1/2), Sava Razic 0 (0/1, 0/0), Gennaro Sorrentino 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0), Marco Gambelli 0 (0/0, 0/0), Luca Castelluccia 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 12 – Rimbalzi: 25 3 + 22 (Mike Hall 11) – Assist: 16 (Davide Raucci 6)

All. Vettese

Edilnol Pallacanestro Biella: Deshawn Sims 30 (13/17, 1/4), K.t. Harrell 22 (2/6, 6/9), Michele Antonutti 22 (4/8, 3/4), Carl Wheatle 9 (3/5, 1/3), Lorenzo Saccaggi 2 (0/1, 0/1), Albano Chiarastella 0 (0/1, 0/2), Federico Massone 0 (0/2, 0/1), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Obinna Nwokoye 0 (0/0, 0/0), Gustavo Savio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Michele Antonutti 11) – Assist: 20 (Michele Antonutti, Lorenzo Saccaggi 5)

All. Carrea

 

13 Aprile 2019 0

La Virtus Cassino affronta nell’anticipo della 29º giornata Biella

Di redazionecassino1

Dopo la sconfitta di Legnano, la BPC Virtus Cassino, in occasione dell’anticipo della 29º giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest, farà ritorno tra le mura amiche del PalaSport di Frosinone, e si troverà di fronte l’Edilnol Pallacanestro Biella.

Una sfida difficile, un ostacolo arduo e complicato, quello che avranno davanti a loro Raucci e compagni, un ottimo test, però, in vista dei play-out che saranno di scena il prossimo fine Aprile.

Biella, reduce da ben 3 vittorie nelle ultime 4 partite, avendo ceduto il passo solo poco più di un mese fa nella sfida interna contro l’EBK Roma, è una squadra in salute, una compagine che sta attraversando veramente un ottimo momento di forma.

A disposizione di coach Michele Carrea, capo allenatore della compagine piemontese dalla stagione 2015/16, dopo l’addio del play/guardia Ferguson, e di Tessitori e Uglietti, trasferitisi a Treviso, Wheatle è stato promosso in quintetto (10.1 ppg in 33 minuti; 51% da 2, 32% da 3, 6.9 rimbalzi, ndc), Saccaggi (12.4 ppg in 32 minuti; 57% da 2, 43% da 3, 3.7 assist, ndc) e Antonutti (11.2 ppg in 23 minuti; 57% da 2, 4.6 rimbalzi, ndc) sono arrivati rispettivamente da Siena e Treviso, mentre i due stranieri scelti sono stati Harrell (16 ppg in 32 minuti; 43% da 2, 29% da 3, 3.2 rimbalzi, 2.4 assist, ndc) e Sims, top-scorer dei suoi con 22 punti per gara in 32 minuti, con il 55% da 2, 40% da 3, 6.8 rimbalzi e quasi 1.4 assist.

A completare il roster, l’intensità del sempreverde Chiarastella (4.7 ppg in 27 minuti; 50% da 2, 28% da 3, 6.3 rimbalzi, 2 assist, ndc), Francesco Stefanelli (8 ppg in 20 minuti; 57% da 2, 40% da 3, 2 rimbalzi, 1 assist, ndc), arrivato a stagione in corso da Tortona, Massone, Bertetti, Pollone e Obinna.

Queste le parole nel presentare il match, del capitano rossoblù Davide Raucci: “Domenica sarà un’altra gara di preparazione in vista dei play-out. Biella è una squadra giovane, composta da elementi molto validi, nonché di categoria. Sono una formazione che da in campo sempre il massimo e sono particolarmente difficili da affrontare. Sono il giusto mix di esperienza e giovinezza, ed in vista dei playoff saranno davvero scomodi da affrontare. Hanno aggiunto nelle ultime settimane anche un profilo importante per questa categoria, con alla spalle tante stagioni da protagonista in serie A1, come Michele Antonutti, e dunque sarà ancor più arduo il nostro compito di limitare le armi che coach Carrea ha al proprio arco. Per loro sarà un banco di prova importante in vista della post-season, come d’altronde lo è per noi. Sarà una gara vera, una partita dove dovremo dare tutto. Da parte nostra, ci dovrà essere impegno, voglia e abnegazione nell’arco dei 40 minuti di gioco; sarà fondamentale per arrivare ad un risultato positivo, passarci la palla, giocare di squadra, ma in particolar modo difendere, cosa che ci è terribilmente mancata nelle ultime settimane”.

In casa Virtus, ancora ai box Castelluccia, che riprenderà l’attività agonistica la settimana prossima con il benestare dello staff sanitario cassinate. Recuperati Hall e Sorrentino, con il secondo che ha rincominciato solo nella giornata di ieri, dopo il colpo alla schiena subito venerdì scorso che non gli aveva permesso di partire con la squadra nella trasferta di Legnano, l’attività con il gruppo. Piccolo problema, infine, al ginocchio destro per l’ala cassinate Guaccio; il suo impiego nella gara di sabato non è, ciò nonostante, a rischio. Arbitreranno la partita in programma al PalaSport di Frosinone (FR), sabato 12 aprile alle ore 20:45, i signori PIERANTOZZI MARCO di ASCOLI PICENO (AP), MORASSUTTI ALBERTO di SASSARI (SS) e BARBIERO MARCO di MILANO (MI).

Diretta streaming della gara su LNP TV Pass, diretta audio in streaming dal canale Spreaker della società, Virtus Cassino Radio (https://www.spreaker.com/show/lo-show-di-virtus-cassino), aggiornamenti dai canali ufficiali Facebook (www.facebook.com/VirtusCassino), Twitter (@VIRTUSTSB) ed Instagram (@virtuscassino). Differita dell’incontro sulle emittenti locali EXTRA TV (CANALE 94 del DIGITALE TERRESTRE) e MEDIACENTRO TV (CANALE 191 e 605 del DIGITALE TERRESTRE).

 

ROSTER:

BPC Virtus Cassino: Mike Hall, Michael Ojo, Francesco Paolin, Davide Raucci, Luca Castelluccia, Tommaso Ingrosso, Gennaro Sorrentino, Angelo Guaccio, Davide Bianchi, Alessio Punzi, Sava Razić.

Edilnol Pallacanestro Biella: Deshawn Sims, Lorenzo Saccaggi, Michele Antonutti, Francesco Stefanelli, Albano Chiarastella, Carl Wheatle, K.t. Harrell, Federico Massone, Matteo Pollone, Obinna Nwokoye, Gianmarco Bertetti.

 

 

 

9 Aprile 2019 0

Presentata nella Sala degli Abati la 29esima “Maratona di Primavera”

Di redazionecassino1

CASSINO – Tutto pronto per la ventinovesima edizione della maratona di primavera. La storica kermesse, che ormai da quasi trent’anni caratterizza il 25 aprile di Cassino, anche per il 2019 attende almeno 5.000 presenze. «Perché i sei chilometri di corsa – ha spiegato ieri il presidente del Cus Carmine Calce nel corso della conferenza stampa nella sala degli Abati – non sono riservati solo agli sportivi, ma soprattutto alle famiglie e ai piccoli, per permettere loro di fare una piacevole passeggiata lungo le strade del centro. Il serpentone farà ritorno nella villa comunale alle ore 12:30 circa, e quindi prenderà il via la grande festa con balli, canti e animazione per i più piccoli». All’interno della maratona si inserisce anche il 16° trofeo Abbazia di Montecassino e il 3° trofeo “Diversamente uniti”: correre e camminare per fraternizzare. «Si tratta – spiega il professor Carmine Calce – di un modo per far sì che la maratona non sia solo sport, ma anche attenzione al sociale. Noi come Cus – ricorda – siamo molto sensibili a tale tematica». Sullo sfondo, oggi come 29 anni fa, lo slogan ideato nel 1990 per la prima edizione della maratona di primavera: “Facciamo fiorire la pace nel mondo”. Il commissario prefettizio Benedetto Basile che esercita le funzioni del sindaco fino alle prossime elezioni di maggio si è molto complimentato per l’iniziativa e la sua longevità ed ha garantito che la villa comunale sarà pulita per permettere l’ottimo svolgimento della kermesse. Complimenti sono giunti anche da dom Luigi Di Bussolo in rappresentanza dell’abate Ogliari a cui è stata consegnata la pettorina numero uno e dal rettore Giovanni Betta che ha evidenziato come l’appuntamento con la maratona di primavera sia assolutamente imperdibile. Il consigliere regionale e presidente della commissione sport e spettacoli Pasquale Ciuacciarelli ha chiosato: “Questa importante manifestazione quest’anno giunge alla sua 29° edizione, per cui è  chiaro che sia entrata a far parte della tradizione celebrativa,  culturale e sportiva della città di Cassino e del cassinate. Celebrare il 25 Aprile, giorno della Liberazione, attraverso lo sport, inteso come strumento di pace, è un esempio educativo significativo per la comunità. Lo sport ha un profondo valore sociale e si rivela, molto spesso, un vero salva vita per i ragazzi.  È ammirabile come questa iniziativa da anni funga da collante tra diverse generazioni, dai giovani, ai giovanissimi, alle famiglie, agli anziani”. In prima fila si attendono anche tanti politici essendo a un mese delle elezioni

8 Aprile 2019 0

Non bastano tre quarti di una buona Virtus per piegare Legnano che vince 90-69

Di redazionecassino1

Segnali diversi rispetto a quelli offerti nella gara interna con Bergamo, aveva richiesto questo ai suoi ragazzi coach Vettese in settimana, e segnali diversi sono arrivati dal PalaBorsani di Castellanza; una Virtus mai doma nonostante le defezioni e le problematiche di organico dovute agli infortuni, e nel finale è solo il “fiato corto” e le rotazioni ridotte all’osso a non consentire alle ‘V’ cassinati di giocarsela fino in fondo. Con le assenze, appunto, di Hall, Castelluccia e Sorrentino, era davvero complicato per Cassino portare i due punti a casa, ma i ragazzi in maglia rossoblù ci hanno provato fino in fondo, con la consapevolezza di non voler assolutamente recitare la parte della vittima sacrificale di serata. La Virtus ha avuto, così, la prova chiara ed evidente di poter giocare le sue carte nella post-season e di essere in grado di lottare veramente per la permanenza nel secondo campionato nazionale italiano.

La partita inizia subito bene per la Virtus, che parte con Paolin, Ojo, Guaccio, Raucci ed Ingrosso, mentre Mazzetti sceglie di mandare sul parquet, Raffa, Bortolani, Bianchi, Thomas e Bozzetto; nei primi 7’ di gioco, infatti, i lupi virtussini sono gli assoluti protagonisti del parquet, e grazie ai punti di Paolin e Ingrosso, vanno in vantaggio sul 9-16. Coach Mazzetti chiama time-out, e sono Raffa e Thomas a guidare la risalita della formazione di casa, che riesce a ricucire il gap e a far terminare il primo quarto in perfetta parità sul 22-22.

Nel secondo quarto, le due squadre si rispondono colpo su colpo, Legnano trova risorse importanti dalla panchina, in particolare da Serpilli, mentre Cassino prova a tenere botta con Ingrosso, Paolin e Ojo, con i primi due che a metà gara vanno all’intervallo lungo con 12 e 9 realizzati rispettivamente a testa. Con un parziale di 22-18 nel quarto, Legnano va al riposo sul +4, 44-40.

Nel terzo quarto, parte meglio Legnano, con i punti di Raffa e Bianchi, con la Virtus che all’inizio fa fatica a trovare la via del canestro. Sono questa volta Raucci e Ojo a rifare sotto Cassino, 8 punti per il primo e 15 per il secondo al 30’. Prima dell’ultima frazione di gioco, il punteggio è sempre di +4 per Legnano, 60-56.

Nel quarto periodo, Cassino termina la benzina. Sono Thomas, Serpilli, Bortolani, due triple di Ferri e i canestri di Raffa, a portare i due punti sulla sponda Knights. Finisce con un parziale mortifero di 30-13 l’ultima frazione di gioco, con le ‘V’ rossoblù che perdono nel finale Guaccio per 5 falli.

Al 40’ il tabellone del PalaBorsani recita 90 Axpo Legnano – 69 BPC Virtus Cassino.

Alla BPC, non bastano i 17 di Ojo con 7 assist, i 14 di Paolin, i 19 di Ingrosso e gli 8 di Raucci per arrivare al primo blitz esterno.

Per Legnano, invece, da segnalare le prove di Raffa, Thomas, Serpilli e Bortolani, che terminano il match con, rispettivamente, 20, 24, 13 e 14 punti.

Le parole in conferenza stampa post-match di coach Vettese: “Sono soddisfatto della prova dei ragazzi, dopo una settimana non semplice, e dopo la brutta prova casalinga con Bergamo. Ho visto 30 minuti di una buona pallacanestro, e nonostante le assenze, abbiamo tenuto testa ad una Legnano combattiva e che aveva voglia di sbloccare il proprio score casalingo che li vedeva perdenti da due mesi a questa parte. Sono contento, oltre il risultato che mi lascia naturalmente con l’amaro in bocca, perchè in questo periodo siamo stati veramente sfortunati con gli infortuni, ed era difficile pensare che avremmo tenuto così bene il campo. Significa che la squadra c’è, è viva, ed ha voglia di giocarsi tutte le sue chance fino alla fine per mantenere la categoria. Ho visto i ragazzi aiutarsi l’uno con l’altro, seguire il piano partita in maniera davvero buona fino a che il fisico ha tenuto e mettere in seria difficoltà l’avversario, che ha poi vinto la partita nell’ultima frazione quando noi veramente non ne avevamo più. Adesso abbiamo due partite per continuare il nostro processo di crescita in vista dei play-out. Speriamo di poter recuperare qualcuno settimana prossima nella sfida contro Biella”.

Prossima gara, dunque, per le ‘V’ cassinati, sabato prossimo ore 20:45 al Casaleno di Frosinone, nell’anticipo della 29º giornata, contro l”Edilnol Biella.

 

TABELLINO:

 

Axpo Legnano – BPC Virtus Cassino 90-69 (22-22, 22-18, 16-16, 30-13)

Axpo Legnano: Charles Thomas 24 (8/14, 1/1), Anthony Raffa 20 (3/9, 4/6), Giordano Bortolani 14 (3/6, 2/7), Michele Serpilli 13 (2/3, 3/8), Sebastiano Bianchi 9 (4/4, 0/1), Michele Ferri 6 (0/0, 2/6), Davide Bozzetto 2 (1/2, 0/3), Francesco Biraghi 2 (0/0, 0/1), Marco Corti 0 (0/0, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/1), Andrea Coraini 0 (0/0, 0/0), Gabriele Ballarin 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 13 – Rimbalzi: 40 11 + 29 (Davide Bozzetto 16) – Assist: 14 (Anthony Raffa 6)

All. Mazzetti

BPC Virtus Cassino: Tommaso Ingrosso 19 (5/8, 3/6), Michael Adetokunbo Ojo 17 (2/11, 3/5), Francesco Paolin 14 (5/8, 1/3), Davide Raucci 8 (2/3, 1/5), Sava Razic 7 (2/4, 1/5), Angelo Guaccio 4 (2/4, 0/3), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0), Luca Castelluccia 0 (0/0, 0/0), Mike Hall 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 13 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Angelo Guaccio 7) – Assist: 14 (Michael Adetokunbo Ojo 7)

All. Vettese

8 Aprile 2019 0

Golden Cup, prime prove di fuga tra conferme e sorprese

Di redazionecassino1

 Secondo turno di “Golden Cup” con le prime prove di fuga. Nel girone “A” lo scontro diretto fra Tordoni e DS Dodici si risolve in favore della formazione ospite di Pontecorvo per 3 a 2. Ora Tordoni viaggia in classifica a punteggio pieno a quota sei punti. La piazza d’onore è ora coperta da Niemoslive che supera 3 a 1 Belmonte e a quota quattro punti la divide con Collecedro che pareggia sul terreno di Villa S. Lucia.

Nel girone “B” due le squadre a punteggio pieno, sei punti, la Longobarda che fra le mura domestiche batte 3 a 0 AM Castelnuovo (nella foto) e il Borussia che supera 2 a 0 i padroni di casa di AM Pignataro. Vittoria anche per Canceglie che supera in casa 3 a 1 Friends for Football. Nel girone “C” la sconfitta di Janula ad opera di Caira relega la formazione di Cassino al terzo posto a quota tre punti e viene scavalcata in classifica da Cervaro che batte i padroni di casa di Cerreto per 2 a 1.

Nel girone “D” a guidare la classifica ora è Sordella che fa risultato positivo sul terreno di Terzo Tempo per 3 a 2 e si gode il primato in classifica del girone con sei punti. Ad una sola lunghezza Caffè Reale che deve accontentarsi per questa settimana di un punto con il pareggio 1 a 1 nel match casalingo con S. Ambrogio City.

Il girone “E”, infine, soltanto Felcese Pignataro è a punteggio pieno dopo il secondo turno, grazie alla vittoria ottenuta contro S. Giorgio per 2 a 1.

F. Pensabene

 

3 Aprile 2019 0

Basket Cassino affronta il Frosinone, ultima fase all’insegna del derby

Di redazionecassino1
Con l’approdo oramai definitivo alla seconda fase del suo primo campionato di Serie C Silver, play-off, il basket Cassino nell’ultima di campionato viaggia fino a Frosinone, dove sabato 6 aprile alle ore 18.30 nel mitico Palazzo dello sport affronterà nel derby la Scuba scuola basket Frosinone. Entrambe le formazioni hanno centrato l’obiettivo minimo di questa stagione e nella gara di sabato cercheranno di ottenere la vittoria per la migliore posizione possibile nella griglia della seconda fase. Lottano entrambe per la 5° posizione in classifica, per ora a due gare dal termine; Cassino riposerà nell’ultima giornata, i cassinati hanno 2 punti in più, 20 contro 18 anche se con una gara in più. In caso di vittoria i ragazzi di coach Pagano arriverebbero a 22 ma non avranno la certezza del 5° posto perché dovranno poi aspettare le due gare della Fonte Roma Bk anche lei a 18 punti, che dovrà affrontare in casa Anagni e in trasferta Velletri. In caso di due vittorie arriverebbe matematicamente 5^ perché in vantaggio negli scontri diretti con i cassinati. Nella gara di andata Cassino si impose nettamente, 81-71 dopo una lunga e tirata battaglia, grande sfida sportiva tra Ausiello e Rocchi, che segnarono 39 e 30 punti con il cassinate a mille per la nascita della primogenita Giorgia. In quella gara Frosinone partì meglio imponendosi alla prima sirena 19-26, poi Cassino rimontò e vinse con una grande prestazione di squadra. Nel team ciociaro allenato da coach Calcabrina spiccano diverse individualità, alcune di assoluto prestigio, su tutte capitan Rocchi vero faro di questa formazione, che viaggia con una media di 14,6 punti gara, ottime le prestazioni di Briglianti 9° in classifica marcatori con 16,1 punti gara di Andreozzi  12° con 15.3 di media e di Ceccarelli 14° con 14,6. In totale i frusinati hanno realizzato 1276 punti subendone 1274 con una differenza positiva di 2, hanno ottenuto 9 vittorie e altrettante sconfitte. In casa Cassino dopo la gara vinta contro Rieti nell’ultimo turno di campionato si vive un buon momento, dopo aver ufficialmente dato il via al progetto femminile con l’esibizione delle nostre ragazze opposte alle Stelle Marine  e aver salutato con entusiasmo la nuova mascotte ufficiale, l’orso Wojtek, i ragazzi stanno preparando al meglio la loro ultima gara della prima fase. Ausiello e compagni stringono i denti visto i numerosi e vari acciacchi che alcuni di loro patiscono in questo fine stagione, una vittoria porterebbe ulteriore entusiasmo per affrontare al meglio e alla grande la seconda fase. Intanto avranno una settimana in più per prepararsi alla lotteria dei play-off in quanto nell’ultima giornata di campionato prevista per il fine settimana del 13 febbraio i nostri osserveranno il loro turno di riposo. Appuntamento allora a sabato a Frosinone ore 18.30 . Chi non potrà seguire la gara dal vivo potrà ascoltare la diretta in streaming sul sito www.italywebradio.it .

 

3 Aprile 2019 0

“Maratona di Primavera” al via la 29esima edizione. Nella Sala degli Abati sarà presentata il 9 aprile

Di redazionecassino1
CASSINO – La tradizione si rinnova anche quest’anno, e sono ormai 29. Era il 1990 quando, per la prima volta, il Cus Cassino in sinergia con l’Abbazia e l’Università pensò di dar vita a un evento dedicato alle famiglie al centro di Cassino. Da allora, ogni anno, a Cassino il 25 aprile è sinonimo di maratona di primavera. Bambini, giovani e meno giovani, da qualche anno anche i disabili: tutti uniti per un giorno di festa. E forse non c’è modo migliore per festeggiare la Liberazione: vedere la gioia dei bimbi e degli adulti che in bici, o a piedi, percorrono i 6 km e poi si godono la villa comunale con canti, balli e giochi. L’edizione di quest’anno sarà presentata in conferenza stampa martedì prossimo 9 aprile, alle ore 11, nella sala degli Abati in piazza Corte. Saranno presenti, oltre al presidente del Cus Cassino Carmine Calce, il rettore dell’Unicas Giovanni Betta e il direttore generale dell’ateneo Antonio Capparelli. Sono stati inoltre invitati:  il commissario prefettizio del Comune di Cassino Benedetto Basile; il consigliere regionale presidente della commissione sport, turismo e spettacolo Pasquale Ciacciarelli, l’abate di Montecassino dom Donato Ogliari, Carmelo Ursino commissario straordinario di Laziodisu e Donato Formisano, presidente della Banca Popolare del Cassinate che come sempre, da anni, supporta l’iniziativa come main sponsor. Un contributo all’evento è dato anche, oltre che dal Cus Cassino e dall’Unicas, anche da: Comune di Cassino, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Disco Lazio, 80° Rav Roma, comunità Exodus, Montecassino, curia vescovile, Istituto “Medaglia d’Oro”, Andisu, Coni, Federazione italiana atletica leggera, delegazione Lazio del Cusi e il comitato promotore del Giro d’Italia che il 16 maggio vedrà Cassino come sede di partenza della sesta tappa. Il ritrovo, come sempre, è il 25 aprile alle ore 9 davanti la villa comunale. All’interno della maratona si inserisce anche il 16° trofeo Abbazia di Montecassino e il 3° trofeo “Diversamente uniti”: correre e camminare per fraternizzare. «Si tratta – spiega il professor Carmine Calce – di un modo per far sì che la maratona non sia solo sport, ma anche attenzione al sociale. Noi come Cus – ricorda – siamo molto sensibili a tale tematica». Sullo sfondo, oggi come 29 anni fa, lo slogan ideato nel 1990 per la prima edizione della maratona di primavera: “Facciamo fiorire la pace nel mondo”. Uno slogan che è oggi più attuale che mai. FOTO DI REPERTORIO
1 Aprile 2019 0

Al Casaleno, non c’è storia passa Bergamo con 70-99

Di redazionecassino1

Al Casaleno va in scena una partita a senso unico. Cassino non è mai veramente in gara, e Bergamo, in straordinaria forma e galvanizzata dalla vittoria in casa con Rieti, annienta la Virtus. Nell’anticipo della 27º giornata, sono Roderick, Sergio e Taylor a scrivere il primo vantaggio alla fine del primo quarto sul 28-17. Con le assenze ai nastri di partenza di Hall, con la defezione di Luca Castelluccia e con Raucci e Sorrentino a mezzo servizio, per la Virtus si fa tremendamente difficile risalire la china. Nel secondo quarto, difatti, Bergamo allunga. Il solo a provarci è Ojo, che è sistematicamente raddoppiato, se non triplicato dalla difesa di coach Dell’Agnello. All’intervallo lungo si va sul punteggio di 29-50 per la compagine bergamasca. Nel terzo quarto è sempre la squadra di coach Dell’Agnello a mantenere il vantaggio, e con una Virtus provata fisicamente dai numerosi infortuni, il passivo si amplia e la BPC cede il passo anche nella penultima frazione di gioco con il risultato di 18-24. Al 30’ il tabellone recita 47-74 per gli ospiti. 

Negli ultimi 10’ di gara, il destino delle ‘V’ cassinati è ormai segnato. C’è spazio per tutti, ed i due coach cercano di centellinare le energie dei componenti dei rispettivi roster, in vista del prossimo finale di stagione.

Alla sirena di fine match, il risultato del tabellone del Casaleno, recita 70 BPC Virtus Cassino – 99 Bergamo.

Per gialloneri, 6 uomini in doppia cifra (Fattori 16, Taylor 20, Casella 12, Roderick 14, Benvenuti 11, Sergio 10, ndc), con la guardia Terrence Roderick che termina in tripla doppia con 10 rimbalzi, 12 assist e 14 punti; 120 la valutazione totale della BB14, 70 quella della BPC; la squadra di Dell’Agnello vince non solo nel risultato, ma anche in tutte le altre voci statistiche: nei rimbalzi (46-28, ndc), negli assist (26-12, ndc), nei falli (21-11, ndc), dati che testimoniano l’intensità e la concentrazione da parte degli uomini di Vettese completamente diversa rispetto a quella messa in campo della formazione ospite.

Ai rossoblù, non bastano i 17 di Ojo e i 22 in combinato disposto di Guaccio e Ingrosso.

Il commento nel post-gara di coach Vettese: “Quest’oggi c’è poco da dire sulla gara. Abbiamo sbagliato tutto, partendo dall’approccio, finendo con l’atteggiamento. Abbiamo il dovere di voltare immediatamente pagina e pensare alla prossima partita di Legnano non in ottica campionato, ma per arrivare il più pronti possibile all’appuntamento dei play-out. Sarà un test probante, una possibilità per capire a che punto siamo in vista della post-season. Ripartiamo da martedì più forti e concentrati che mai”.

Prossima gara settimana prossima per le ‘V’ cassinati, al PalaBorsani di Castellanza(VA), contro i Legnano Knights.

 

BPC Virtus Cassino-Bergamo 70-99 (17-28, 29-50, 47-74)

BPC Virtus Cassino: Ojo 17 (5/11, 0/4), Paolin (2/4, 0/3), Guaccio 11 (4/4, 0/3), Ingrosso 11 (1/3, 3/5), Castelluccia 4 (0/3, 1/3); Raucci 8 (2/4, 1/2), Hall 6 (0/2, 2/3), Sorrentino 2 (1/2), Razic 5 (1/4, 1/5), Bianchi n.e., Punzi n.e.. All. Vettese

Bergamo: Taylor 20 (4/7, 4/5), Roderick 14 (2/5, 2/6), Sergio 10 (2/3, 2/4), Fattori 16 (1/3, 4/7), Benvenuti 11 (4/6, 0/1); Casella 12 (3/3, 2/6), Zucca 8 (1/5, 2/3), Zugno 6 (3/4), Bedini 2 (1/1, 0/2), Piccoli (0/2). All. Dell’Agnello

Tiri liberi: BPC Virtus Cassino 14/18, Bergamo 9/11

Rimbalzi: BPC Virtus Cassino 28 (Guaccio 7), Bergamo 46 (Roderick 10)

Assist: BPC Virtus Cassino 12 (Paolin 5), Bergamo 26 (Roderick 12)

​foto repertorio