Categoria: Bar dello sport

20 Febbraio 2019 0

Al via il girone di ritorno delle Prime Divisioni, ok la maschile, ko le ragazze e i piccoli dell’Under 12 misto

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Weekend ricchissimo di appuntamenti per il Real Piedimonte Volley Club. Fine settimana positivo per il team maschile, risultati negativi invece per la femminile e le giovanili.

Ad aprire le ostilità ci pensano i piccoli atleti dell’Under 12 mista targata Real Piedimonte Volley Club, che scendono in campo nella sfida a tre squadre contro Olimpia Sora e GLM Boville. I rossoblu faticano contro la più attrezzata formazione sorana, perdendo la gara con un 3-0 abbastanza autorevole. I sorani si ripetono contro la formazione del Boville, battuta seccamente per 3-0.

Infine tocca ai padroni di casa pedemontani giocare contro la formazione ernica, che stavolta capovolge il risultato della giornata precedente e riesce a passare contro il Real Piedimonte, ma i piccoli rossoblu riescono comunque a guadagnare un punto: 2-1 il risultato finale del match.

Nel primo pomeriggio di sabato, per la prima giornata del ritorno del campionato di Prima Divisione femminile, le ragazze del Real Piedimonte Volley Club terze in graduatoria si recano in quel di Tivoli a far visita all’Andrea Doria capolista, per quello che sicuramente è il big match della giornata.

Le ragazze agli ordini di Alfredo Izzo partono contratte, come anche le romane. La partita non è bellissima, ma il risultato sempre in bilico ne fa comunque una gara esaltante e tesa. I due team si marcano stretti, non concedono fughe o allunghi, e ne viene fuori un match dall’esito incerto dal primo all’ultimo punto. Il tabellino della partita è lo specchio perfetto di questa incertezza, tanto che ognuno dei parziali si conclude ai vantaggi. A prevalere sono le ragazze locali, che riescono ad avere la meglio sulle rossoblu con lo score di 3-0 e i parziali di 30-28, 25-23 e 25-23. Nessun punto quindi per la formazione ospite, che ha comunque giocato una gara di spessore, dimostrando anche una ottima tenuta a livello mentale.

Nel pomeriggio di domenica invece, la formazione maschile del Real Piedimonte Volley Club aspetta in casa la visita della Nuova Golfo Gaeta.

I pontini sono formazione ostica e fastidiosa, e, seppur non impegnata nelle zone alte della classifica, rappresenta un banco di prova decisamente non semplice per i ragazzi allenati da coach Alfredo Izzo. Per questo motivo la concentrazione dei locali è altissima, tanto che i pontini pagano subito lo scotto di una partenza al rallentatore e incassano un pesantissimo 25-7 nel primo game.

Nel secondo set sono ancora i rossoblu a dettare legge, mentre il Gaeta non riesce a opporre adeguata resistenza e soccombe ancora con lo score di 25-17. Nel terzo parziale il copione sembra essere identico a quello del game appena terminato, con i pedemontani avanti di 4/5 lunghezze e la vittoria ad un passo. I padroni di casa commettono però l’errore di tirare i remi in barca troppo prematuramente, gli ospiti ne approfittano e, tenendo fede alla loro fama di squadra spigolosa, sopravanzano il Real Piedimonte e, inaspettatamente, fanno loro il set e accorciano le distanze grazie ad un parziale di 25-19.

Nella quarta frazione di gioco i locali raccolgono di nuovo tutta la concentrazione necessaria, partono con le marce alte inserite e spianano immediatamente la strada alla vittoria con un parziale di 14-4. Da li in poi è solo accademia, e il Real Piedimonte, sotto lo sguardo vigile del suo dirigente Daniele Giordano, sprinta fino al traguardo, vincendo la gara per 3-1 e fermando il tabellone del quarto game sul 25-18.

I rossoblu sono a due punti dalla vetta del girone, guidato ora dal Victoria Volley Frosinone dopo la sconfitta subita a Genzano dall’Olevano Romano.

18 Febbraio 2019 0

Il big match fra Longobarda e Tordoni finisce in parità

Di redazionecassino1

Non cambia la classifica nel torneo di Eccellenza. Dopo lo scontro diretto fra la Longobarda e la capolista Tordoni resta saldamente in vetta dopo il pareggio 1 a 1 nel derby della Città dei fiumi. La 18esima giornata, tuttavia, non risparmia novità. Prima fra tutte il terzo posto conquistato da Cervaro che supera con un secco 0 a 3 i padroni di casa del Collecedro. Altra importante novità, in questo turno, il ritorno alla vittoria del Moscuso (nella foto) che sul terreno di Isotopi si impone di misura, 0 a 1, sui padroni di casa. Battuta d’arresto per il Borussia sconfitto da DS Dodici per 2 a 0. Se ci si attendeva qualche modifica nei piani alti della classifica, in realtà, dopo la 18esima giornata del torneo, le vere novità sono venute da incontri di media e bassa classifica. Il prossimo turno, tuttavia, sarà importante per Cervaro impegnato a confermare il suo ‘stato di grazia’ nel match che lo vedrà opposto alla Longobarda. Il Moscuso che potrebbe avanzare in classifica e superare Collecedro nello scontro diretto con la formazione di Sant’Angelo. Incontro clou della diciannovesima giornata sarà quello fra Tordoni e Caira che potrebbe riportare la formazione cassinate a ridosso del vertice della classifica.

Nel girone “A” del torneo di Promozione resta capolista Janula nonostante il pareggio a reti inviolate con Cerreto. Aquino, tuttavia, non demorde e risponde con un 2 a 5 ottenuto nel facile confronto che lo vedeva opposto alla Sordella. Vittoria importante anche Friends for Football che consente a questa formazione di rimanere ancorata alla terza posizione in classifica, dopo la vittoria esterna ottenuta sui padroni di casa di Terzo Tempo per 2 a 3.

Nel girone “B” di Promozione continua a guidare la classifica AM Piedimonte con la vittoria ottenuta su una delle sue inseguitrici, il Belmonte, per 4 a 2. La seconda posizione rimane occupata da AM Colfelice nonostante il pareggio, 1 a 1, imposto dai padroni di casa AM Castelnuovo. Il prossimo turno non dovrebbe portare particolari novità, almeno sulla carta, con incontri che non possono creare preoccupazioni fra le formazioni che occupano i vertici del torneo.

F. Pensabene

18 Febbraio 2019 0

Virtus, speranze salvezza appese ad un filo, al Casaleno passa Trapani

Di redazionecassino1

È una falsa partenza questa volta a condannare la Virtus in questa 22° giornata di Serie A2 Girone Ovest. Un primo quarto con un approccio superficiale e nervoso da parte di Raucci e compagni, che accumulano nei primi 10 minuti di gara uno svantaggio di 9 punti che poi si porteranno avanti per l’intera gara.

Un 13-24 “pronti-via”, con soli 2 canestri dal campo, un Miaschi da 13 punti e una difesa rivedibile, invitano coach Vettese a delle riflessioni sull’approccio alla partita dei suoi ragazzi, capaci poi di arrivare nell’ultimo quarto anche al pareggio, salvo poi cedere il passo ai viaggianti per evidenti cali di energia nei momenti clou della gara.

Nel secondo quarto e nel terzo, difatti, la Virtus riesce a risalire la corrente, guidata dai due soliti Pepper e Hall, che scriveranno a referto 41 punti sui 70 di squadra. I due USA cassinati, però, sono davvero pochi per contrastare la prova solida dell’intero roster di Parente, che riesce a sopperire in maniera ottimale anche all’infortunio di Clarke e a domare le speranze di raggiungere la vittoria finale di Pepper e soci. Nel quarto periodo Cassino riesce ad arrivare fino al 64-64, salvo poi essere ricacciata indietro dalle triple di Mollura e Marulli che scrivono la parola fine sul match.

Il risultato finale vede vittoriosa la squadra ospite con il risultato di 70-78.

Per i rossoblù cassinati, grandissima prova di Pepper, 28 punti con il 60% da 2 ed il 50% da 3, e di Hall, 13 punti con 16 rimbalzi. Solo un altro uomo in doppia cifra per Cassino, Castelluccia, con 12 punti, che però non riesce ad essere incisivo come suo solito da oltre l’arco dei 6.75, dato il solo 2/12 da 3 di fine gara.

Per i viaggianti, invece, ben 4 uomini in doppia cifra: Renzi con 21 punti, Miaschi con 13, Czumbel e Marulli con 10.

Migliore in campo il capitano e centro granata, Renzi, che oltre al ricco bottino di punti, condisce la sua straordinaria prestazione con 8 rimbalzi, il 59% al tiro ed il 70% ai liberi.

Il commento a fine gara di coach Vettese: “Abbiamo giocato una gara di energia e di voglia. Abbiamo lottato e ho apprezzato la prestazione grintosa da parte dei ragazzi, nonostante un’altra sconfitta che ci ritroviamo qui quest’oggi a commentare. Non sono soddisfatto dell’approccio che abbiamo avuto alla gara. Abbiamo prodotto nel momento decisivo degli sforzi importanti per rientrare nel punteggio, e nel momento in cui dovevamo fare ancora di più per superare i nostri avversari, non abbiamo avuto la lucidità per fare le cose giuste. Lavoreremo in settimana per sistemare le situazioni tecnico-tattiche che non sono andate come sarebbero dovute andare in vista della prossima gara esterna con Tortona. Abbiamo una situazione difficile di classifica, ma fino a che la matematica non ci condanna, noi lotteremo fino alla fine per raggiungere la salvezza”.

Intervento in sala stampa anche per il DS Leonardo Manzari: “Siamo dispiaciuti e amareggiati per come sono andate a finire queste due partite in casa. Adesso la nostra situazione è davvero difficile. Potevamo approfittare del passo falso casalingo di Legnano, ma non lo abbiamo fatto. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi in termini di impegno. Tutti hanno dato tutto. Purtroppo siamo incappati in una serata storta al tiro che non ci ha permesso di fare le cose nel modo giusto e ci ha particolarmente innervositi. Quando i tuoi due migliori tiratori fanno 3/17 da 3, è difficile poi portarle a casa le partite. Lavoreremo con lo staff in vista della prossima partita contro Tortona per migliorare il nostro approccio non buono alla gara di oggi e speriamo di vivere anche di qualche gioia in questo finale di stagione”.

Prossimo appuntamento per la BPC Virtus Cassino, domenica prossima al PalaOltrepò di Voghera contro la Bertram Tortona.

 

BPC Virtus Cassino – 2B Control Trapani 70-78 (13-24, 16-14, 20-19, 21-21)

BPC Virtus Cassino: Dalton Pepper 28 (6/10, 4/8), Mike Hall 13 (1/4, 1/5), Luca Castelluccia 12 (2/4, 2/12), Davide Raucci 9 (3/4, 0/3), Gennaro Sorrentino 5 (0/0, 1/3), Francesco Paolin 3 (0/2, 1/2), Angelo Guaccio 0 (0/0, 0/1), Sava Razic 0 (0/0, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 26 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (Mike Hall 16) – Assist: 18 (Mike Hall 5)

2B Control Trapani: Andrea Renzi 21 (7/12, 0/1), Federico Miaschi 13 (2/3, 3/7), Erik Czumbel 10 (2/5, 1/3), Roberto Marulli 10 (2/2, 2/3), Cameron Ayers 9 (2/4, 1/7), Rei Pullazi 7 (3/4, 0/3), Marco Mollura 6 (0/1, 2/3), Curtis chinonso Nwohuocha 2 (1/4, 0/0), Luciano Tartamella 0 (0/0, 0/0), Salvatore Basciano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Andrea Renzi, Erik Czumbel 8) – Assist: 14 (Erik Czumbel 4)

 

12 Febbraio 2019 0

Virtus battuta al Casaleno da Agrigento

Di redazionecassino1

Impossibile raccontare l’ennesima sconfitta casalinga della Virtus Cassino senza dover prendere in considerazione la prestazione insufficiente della terna arbitrale in questa 21^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest tra BPC Virtus Cassino e Fortitudo Agrigento. Un match vinto dalla squadra di Ciani, ma che gli uomini in grigio hanno probabilmente condizionato con chiamate senza dubbio più che discutibili, a favore della compagine siciliana nel finale punto a punto. Sono i numeri a dimostrarlo: 12 falli fischiati a Raucci e soci nell’ultimo quarto, contro i soli 6 di Agrigento; 20 tiri liberi assegnati ad Evangelisti e soci, rispetto ai soli 6 assegnati alla compagine di casa; 3 tecnici fischiati ai giocatori cassinati, nessuno invece alla compagine ospite; commenterà in conferenza stampa post-partita il Direttore Sportivo Leonardo Manzari: “perdere avendo tirato meglio di loro e avendo preso più rimbalzi rispetto a loro, ci porta ad una lettura univoca della gara: è stato più di qualche fischio assolutamente errato nel finale di gara che ha indirizzato la partita”.

La società cassinate non ci sta. Fino al prossimo mese di aprile, la formazione rossoblù è e rimarrà una delle squadre partecipanti al secondo campionato nazionale, e come tale, merita rispetto e parità di trattamento come qualunque altra partecipante a questo torneo.

Una partita combattuta ed equilibrata non può e non deve essere decisa da personaggi esterni rispetto ai giocatori e alle loro scelte sul campo. Quella vista al Casaleno è una gara da guardare e riguardare più volte, per far sì che gli accadimenti del PalaSport di Frosinone, non facciano più parte di questo finale di stagione su qualsiasi parquet italiano. Vittimismo? Sono i numeri a parlare, non polemiche non supportate da fatti.

Passando al difficile racconto della gara, Agrigento si presenta al match senza il centro titolare Zilli, con Ciani che decide così di adattare Cannon nello spot di ‘5’ affiancato da Bell, Ambrosin, Evangelisti e Sousa; lo starting five della BPC Virtus Cassino, è invece composto dai soliti Sorrentino, Raucci, Pepper, Castelluccia e Hall.

Parte meglio la squadra ospite, che nella prima frazione riesce ad imporre meglio il suo ritmo ed il suo gioco con i punti di Bell e Cannon, che portano gli ospiti al primo mini-intervallo sul 16-22. Come nel primo periodo, per i padroni di casa sono sempre i soliti Pepper e Hall a suonare la carica, coadiuvati da un ottimo Paolin, top scorer dei suoi a fine gara con ben 17 punti. Agrigento, però, risponde sempre colpo su colpo, riuscendo ad andare all’intervallo lungo sempre in vantaggio sul 40-45, grazie ai punti di Ambrosin, Bell, Guariglia e Sousa. Dagli spogliatoi esce una Virtus spenta, che nei primi 5 minuti di gioco subisce le sortite avversarie, ma nella seconda parte del quarto riprende la corsa verso la rimonta. Sono Hall e Paolin a mettere a segno i punti decisivi, mentre dall’altra parte sono sempre Cannon e Sousa a mantenere i padroni di casa a distanza di sicurezza: 51-56 il risultato alla penultima sirena. Al rientro in campo, Cassino non demorde e rientra ancora nel match. Hall, con due canestri strepitosi, trova il sorpasso (alla fine della gara, saranno 16 i punti per lui, con 16 rimbalzi, 4 assist e 5 falli subiti, prestazione monstre la sua, ndc), ma con Ambrosin e Pepe la Fortitudo ricuce il gap sul 56-56. Si materializza, così, la scempio arbitrale: fallo in difesa fischiato a Paolin su Bell, non in situazione di tiro, ma per gli arbitri sono due tiri liberi; in attacco fallo inesistente di sfondamento chiamato a Pepper che ridà il possesso agli ospiti; nella richiesta di spiegazioni, fallo tecnico al numero 32 cassinate, che esce dal match per 5 falli; sotto le plance, nel pitturato difensivo, non viene utilizzato lo stesso metro per Bell, che conquista un fallo sempre per mano di Paolin, con il numero 10 che era in una posizione più che corretta per la chiamata arbitrale di fallo di sfondamento; ancora in attacco, fallo fischiato ad Hall a rimbalzo, dopo un contatto inesistente con Cannon; nel gridare “non è vero” all’arbitro, viene fischiato un tecnico sempre al numero 7; non contenta, la terna arbitrale decide di dare un altro fallo tecnico alla panchina di coach Vettese.

Solo alcuni episodi di un racconto che potrebbe farsi terribilmente lungo. Non servono altre parole. Il risultato dice tutto e più di tutto, una conseguenza frutto del campo, ma soprattutto di quanto sopra descritto: Agrigento vince 69-75.

Il commento nella sala stampa del DS Manzari nel post-partita: “Faccio fatica ad essere calmo e tranquillo, ma devo provare ad esserlo. Non è la prima volta che in questi palcoscenici assistiamo a scempi del genere e francamente sono stanco di tutto ciò. Penso che il blasone alcune volte conti più di quanto accade sul parquet durante la partita, e non sono soltanto sensazioni, ma sospetti supportati da fatti. I falli in generale, i falli tecnici, i tiri liberi, fanno tutto parte di un calderone che non è la prima volta che ci vede come formazione soccombente. I fischi vanno sempre da una parte con noi, è naturale. Siamo Cassino… Chi siamo noi! Tutto ciò, però, non è corretto! E lo grido ad alta voce: non è corretto! Paghiamo le tasse come tutti, paghiamo gli stipendi dei nostri atleti sempre e comunque, siamo una società corretta in ogni nostro impegno e l’obiettivo di tutti è vederci sprofondare e affondare in serie B ? Lo faremo, ma con dignità. Alla Federazione fa comodo tutto questo? Io qualche domanda me la farei, se non altro questa partita la riguarderei attentamente. È davvero difficile fare delle settimane in questo modo: ti prepari alle partite e poi delle persone esterne ai protagonisti sul campo decidono come vogliono gli andamenti delle gare. È davvero assurdo. Ai ragazzi ho da rimproverare poco, escludendo qualche elemento con il quale dovrà essere fatto un discorso individuale. Adesso ci prepariamo a Trapani con un’altra settimana di allenamenti. (Dalla sala stampa si grida: “andiamo a giocare con l’under 20, tanto il finale già è scritto”, ndc) Vedremo cosa faremo con la squadra in questi giorni”.

Prossimo appuntamento per la Virtus Cassino, domenica prossima, sempre al Casaleno di Frosinone, contro la Pallacanestro Trapani.

 

 BPC Virtus Cassino – M Rinnovabili Agrigento 69-75 (16-22, 24-21, 11-13, 18-19)

BPC Virtus Cassino: Francesco Paolin 17 (5/6, 2/3), Dalton Pepper 16 (5/10, 2/8), Michael Hall 16 (4/6, 2/7), Davide Raucci 6 (3/5, 0/1), Luca Castelluccia 6 (0/0, 2/7), Gennaro Sorrentino 4 (1/2, 0/5), Angelo Guaccio 2 (1/1, 0/1), Tommaso Ingrosso 2 (1/3, 0/2), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Samuele Montagner 0 (0/0, 0/0), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Sava Razic 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 6 – Rimbalzi: 42 13 + 29 (Michael Hall 16) – Assist: 19 (Dalton Pepper, Michael Hall 4)

All. VETTESE

M Rinnovabili Agrigento: Jalen Cannon 18 (5/9, 1/3), Dimitri Sousa 14 (5/10, 1/3), Amir Bell 12 (4/7, 1/4), Lorenzo Ambrosin 9 (2/6, 1/4), Edoardo Fontana 9 (3/4, 0/1), Marco Evangelisti 5 (1/1, 0/3), Tommaso Guariglia 4 (2/2, 0/0), Simone Pepe 4 (2/2, 0/5), Giacomo Zilli 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Jalen Cannon 10) – Assist: 11 (Lorenzo Ambrosin 4)

All. CIANI

11 Febbraio 2019 0

Basket; le assenze di Fiorini e Frusone pesano su Veroli battuta da Colleferro 76-74

Di redazionecassino1

Pesano le assenze di Fiorini G. e Frusone nella terza giornata di ritorno. Una sconfitta amara per la Pallacanestro Veroli 2016 battuta dal Colleferro sul finale con il punteggio di 76-74. I ciociari partono forte sfruttando la fisicità sotto canestro di Calicchia ma il Colleferro risponde e riesce ad entrare in partita accorciando le distanze. I giallorossi gestiscono bene il pallone in attacco, prendendo vantaggio e trovando così canestri facili nell’area avversaria raggiungendo il +10. Con l’inizio del secondo periodo di gioco la musica non cambia e i giallorossi continuano a gestire un vantaggio che si aggira sempre intorno alla decina di lunghezze: Fiorini M., con una serie di tiri liberi, spinge i suoi fino al +16. Il Colleferro risponde riaccendendo le speranze e riducendo il divario fino al -11 con cui si chiude il primo tempo (32-43). Alla ripresa, 5 bombe esplose dai locali permettono ai romani di raggiungere la Pallacanestro Veroli 2016 che non resta a guardare mantenendo le distanze con la tripla di Alessandrini del 53-56 con cui si chiude la terza frazione di gioco. L’inerzia del match cambia negli ultimi 10 minuti della sfida: un botta e risposta tra Misolic e Fiorini M., seguito da due tiri liberi dei romani sfocia nel vantaggio del Colleferro che regge fino alla fine portando così a casa la vittoria. Prossimo appuntamento in casa sabato 17 Febbraio alle ore 18 contro Farmacia Marini Borgo Don Bosco.

 

PALLACANESTROVEROLI2016 83 – SAM BASKET ROMA 74

Veroli: Alessandrini 13, Mauti 12, Calicchia 4, Iannarilli 12, Igliozzi 3, Frasca 13, Fiorini M. 15, Renzi 2, Moraldi n.e. All. De Rosa

11 Febbraio 2019 0

Tordoni capolista, ma nel prossimo turno scontro diretto con la Longobarda

Di redazionecassino1

Resta saldamente in vetta alla classifica Tordoni con la vittoria 4 a 1 ai danni di Collecedro. Solo tre lunghezze separano la capolista dalla Longobarda che non va oltre il pareggio, 1 a 1, nel match che lo vedeva impegnato contro Canceglie (nella foto). Sarà il prossimo turno a poter modificare a favore di una o dell’altra formazione, infatti, Tordoni e la Longobarda avranno la possibilità di ribaltare la classifica nello scontro diretto della 18esima giornata. Pesante sconfitta per Caira, 3 a 1, contro il Borussia. Importante la vittoria per 5 a 0 di Cervaro contro Isotopi che vede la formazione di Cervaro balzare al terzo posto in classifica. Respira Moscuso con la vittoria per 4 a 1 su Tibia e Peroni che consentono all’unica formazione campana del torneo di Eccellenza di allontanarsi dalla parte bassa della classifica. Nello scontro diretto di bassa classifica fra Atletico e DS Dodici a spuntarla sono i padroni di casa di Pontecorvo per 3 a 1.

Nel girone “A” del torneo di Promozione prosegue la marcia solitaria di Janula con le sei lunghezze di vantaggio su Amatori Aquino. La capolista, infatti vince 1 a 2 contro i padroni di casa di Friends for Football e sfruttano il pareggio a reti inviolate di Aquino contro Terzo Tempo. Pesante 5 a 0 di Niemoslive ai danni di Cerrreto.

Nel girone “B” sono tre le formazioni che potrebbero modificare il vertice della classifica, al momento occupato da AM Piedimonte, a quota quaranta punti. La capolista, infatti, supera fra le mora domestiche Caffè Reale per 5 a 0, mentre AM Colfelice supera in trasferta Monticelli e Belmonte batte S. Giorgio per 2 a 1. Lievemente più lontano, dalla vetta, si trova AM Castelnuovo che vince il derby contro Real Castelnuovo. Sarà, tuttavia, il prossimo turno che potrebbe modificare la classifica quando le quattro formazioni si sfideranno in scontri diretti. Piedimonte sarà impegnato in casa contro Belmonte, mentre AM Castelnuovo sarà opposto a Colfelice.

5 Febbraio 2019 0

Fine settimana dal bilancio più che positivo per il Cassinovolley/Real Piedimonte Volley Club

Di redazionecassino1

CASSINO  –  Febbraio inizia con il piede giusto per il Cassinovolley e il Real Piedimonte Volley Club.

Il sodalizio sportivo nato nella Città Martire per la Pace e attivo anche a Piedimonte San Germano fa il bilancio delle quattro gare svoltesi questa settimana, uscendo con un totale di 3 vittorie e una sconfitta dalla quale comunque viene guadagnato un punto.

Si parte giovedì 31 Gennaio con i ragazzi del Cassinovolley impegnati nel Campionato Master misto contro i ciociari del Supino Volley. I ragazzi agli ordini di Giancarlo Pittiglio fanno valere il loro maggiore tasso tecnico, sbarazzandosi degli avversari in soli tre set. Nel primo parziale non c’è storia, perché i padroni di casa piazzano un bruciante allungo in partenza e stendono per 25-8 il Supino. La battuta è la chiave per guadagnare anche il secondo parziale, finito sempre con un punteggio nettissimo: 25-12. Nel terzo set si mischiano le carte in campo azzurro, e la girandola di cambi crea un pizzico di confusione tra le fila cassinati, che stentano a ripetere gli acuti dei primi due set ma fanno comunque loro il parziale con un più tirato 25-22. Secondo successo consecutivo per la truppa di Pittiglio, sempre per 3-0.

Nella serata di venerdì va in scena invece l’ultima gara del Campionato Under 16 Femminile, con le ragazze del Cassinovolley impegnate nel derby contro il Sant’Elia. Le giovanissime azzurre, impegnate in un campionato giovanile in cui giocano sotto età di almeno due anni, riescono a guadagnare la prima vittoria in campionato, sbaragliando l’agguerrita concorrenza gialloblu con un combattutissimo 3-2. Parte male la formazione locale, che perde il primo set per 25-9, ma nel secondo, dopo aver rischiato un nuovo scivolone, prende in mano la gara, recupera tanto svantaggio e chiude 28-26 per l’1-1. Il terzo parziale è una battaglia punto su punto, con le più esperte ragazze ospiti che nel finale riescono ad avere la meglio per 26-24. Le azzurre però rendono alle avversarie pan per focaccia nel quarto tempo di gioco, quando l’ultima parola dopo il faccia a faccia continuo tra i due sestetti tocca proprio alle cassinati, che si portano sul 2-2 con il punteggio di 25-23. Nel quinto e decisivo game, sull’onda dell’entusiasmo, sono le azzurrine a fare la partita, mettendo in difficoltà le avversarie più grandi ed esperte. Ancora una volta lo scarto a fine set è minimo, e ad esultare sono le padrone di casa, capaci di sovvertire i pronostici della vigilia, dimostrare un grandissimo carattere, far vedere a tutti quanto stanno crescendo tecnicamente, e guadagnare la prima vittoria nel torneo grazie al 15-13 finale che vale il 3-2.

Nel pomeriggio di sabato va in scena il Real Piedimonte Volley Club con la gara della Prima Divisione femminile, opposta in casa alle dirette rivali del Pileum. Nell’ultima giornata di andata del campionato, le ragazze allenate da Alfredo Izzo giocano il terzo tie break consecutivo in altrettanti scontri diretti, dimostrando di avere forza e carattere e di meritare la posizione nelle zone nobili della graduatoria. La partenza delle rossoblu del Real Piedimonte Volley Club è a marce ridotte, Pileum ne approfitta e si porta largamente in vantaggio. Le locali poi si riprendono, rosicchiano punti su punti ma la rincorsa si ferma sul 25-22. Nel secondo parziale si assiste alla riscossa delle pedemontane, con un Pileum che si sgretola sotto i colpi delle rossoblu e soccombe per 25-21. Nel terzo parziale le padrone di casa fanno scendere eccessivamente il livello di concentrazione, rendendo la vita più che facile alle ragazze ospiti e tornando sotto nel conto dei set vinti a causa del 25-16 che chiude la terza frazione di gioco. Quarto set e nuova riscossa rossoblu, con le ragazze ospiti che non riescono a tenere testa al ritmo imposto dal Real Piedimonte e si vedono raggiungere nuovamente nello score grazie al 25-21 che vale il 2-2. Nel quinto parziale Pileum parte con un break in battuta, le locali vanno in difficoltà, provano a riprendersi ma l’ottima difesa ospite spegne le velleità delle padrone di casa, e così il set termina 15-7 e porta la vittoria e due punti nella faretra delle ragazze di Pileum.

Nel primo pomeriggio di domenica parte invece l’ultimo impegno settimanale previsto, l’ultima giornata del girone di andata del Campionato di Prima Divisione maschile, con i ragazzi del Real Piedimonte guidati da Alfredo Izzo che attendono la visita del Castro Volley. Nel primo parziale, dopo qualche scambio di studio, i rossoblu prendono il largo e si aggiudicano il primo punto con lo score di 25-18. Nel secondo tempo di giornata parte di nuovo benissimo il Real Piedimonte, accumulando un vantaggio ottimale per controllare il set, ma dopo il giro di boa incappa in un calo di concentrazione e rischia di vanificare il lavoro svolto nella prima parte del game, riuscendo tuttavia a raddoppiare il vantaggio nel conto set con un 25-23 tirato molto più del previsto. Il terzo parziale vede i padroni di casa sprintare fin dai primi palloni della frazione di gioco, con il vantaggio rossoblu che cresce fino al +10. Izzo opera alcuni cambi, che non hanno gli effetti sperati sulle motivazioni e sulla concentrazione di tutto il sestetto in campo, ma i suoi uomini riescono comunque a portare a termine la missione, vincendo il game per 25-22 e mandando in archivio la gara con un netto 3-0 che avvicina di un punto il team rossoblu alla vetta del girone.

Tre vittorie su quattro e classifica che si muove di un punto anche nell’unica sconfitta riportata. Un bilancio senza dubbio positivo.:

5 Febbraio 2019 0

Cus-Cassino; doppio successo nelle gare di cross e marcia dei ragazzi del Cus

Di redazionecassino1
Cross e marcia: doppio successo per il Centro Universitario Sportivo del professor Carmine Calce. Nei giorni scorsi si è svolta a Roma, ippodromo delle Capannelle, a prima prova del: trofeo giovanile di Cross che ha visto partecipare 2 giovani ragazze del Cus Cassino. Si tratta di Palombo Francesca che si è classificata 17a con un tempo di 3’36 su 1000 metri e Angela Fardelli 41a con 3’55. Tra le cadette bei 2km ottima la 16^ posizione della new entry del Cus Cassino, Kasia Mastronicola  con un tempo di 6’43. Nel Challenge Cross corto 3km Assoluto M/F bravissimo il nuovo atleta del Cus Cassino Mattia Tasi 37° con 9’41 seguito del master SM65 Valentino Panaccione 91o con 12’14. Tra le donne bravissima anche Melissa Tasi 25^ con un tempo di 12’28. Per il CDS Assoluto Cross fase regionale ottima la posizione del Cus Cassino che si è posizionato al 4 posto con le allieve nei 4km : Gobbo Roberta – una nuova atleta del Cus – 12a con 15’40, Panzini Giulia Maria 19a con 17’08, Di Meo Serena 20a con 17’33. Ottima anche la gara di 8 km delle Senior Donne, anche loro quarte nella classifica di società, con Francesca Marotta 15a con 29’58, Elisa Vecchio 21^ con 31’18, Fiorella Pittiglio 28^ con 33’24. Contemporaneamente, in Sicilia ai Cds di San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina), l’assoluta marciatrice Anthea Mirabello del Cus Cassino ha ottenuto uno sopitoso secondo posto nella 20 km! “Speriamo – dice il Presidente del Cus Cassino, Carmine Calce – di riuscire a portare queste sue squadre femminili ai Campionati Italiani di società che ci saranno a Torino! Sarà difficile competere con tante squadre molto forti ma già arrivare agli italiani sarà per noi un grande successo”. E poi sempre il presidente del Cus Carmine Calce, nel complimentarsi con Agostino Terranova, Francesca Marotta e Fabrizio Mirabello, annuncia l’evento del 20 febbraio a Cassino. A partire dalle ore 10, all’interno del Campus Folcara, si svolgeranno i campionati regionali studenteschi di cross. Prima partiranno le ragazze e i ragazzi che percorreranno i mille metri, poi sarà la volta dei cadetti e infine gli allievi. Ci sarà anche lo spazio riservato ai diversamente abili. L’appuntamento è per il 20 febbraio al Campus della Folcara. Intanto gli atleti del Cus Cassino in vista dei festeggiamenti di San Benedetto . Quest’anno arricchiti dalla ricorrenza del 75° anniversario della distruzione della città martire – si preparano anche al tour tra le città benedettine per l’accensione della fiaccola che quest’anno i tedofori del Cus accenderanno a Cracovia dal 28 febbraio al 4 marzo. Il presidente del Cus Cassino si dice entusiasta e trapela che altre iniziative importanti potrebbero svolgersi nel corso dell’anno per celebrare anche i 40 anni dell’Università di Cassino. .
5 Febbraio 2019 0

Volley Serie C. La Intent Sport ribalta le sorti nel derby col Labico

Di redazionecassino1

È una vittoria sperata, combattuta e degnamente guadagnata quella che le ragazze della Intent Volley hanno raggiunto nella loro ultima partita del weekend, disputata sabato 2 febbraio presso la Palestra Luigi Martini di Zagarolo.

Un match agguerrito soprattutto perché vedeva schierata la Eldis Volley Labico, squadra adiacente e diretta avversaria in un derby in cui nulla era scontato. Se infatti la Ssd Intent Sport Union Team ha dimostrato una debolezza iniziale, confermata nello 0-2, a fine partita la squadra di Zagarolo è riuscita invece a ribaltare le sorti, strappando a Labico un decisivo 3-2.

La 1° partita del girone di ritorno si apre con la nona vittoria consecutiva per le atlete della Intent Volley, la cui missione è chiara: “Puntiamo alle prime tre posizioni in classifica – afferma l’allenatore Dario De Notarpietro – il campionato è ancora lungo, ma mantenendo questo impegno le previsioni sono a nostro favore”. Certo è che, pur vincendo questa partita, la battaglia per la Intent Volley è lunga e piena di sorprese. Un campionato in cui anche un solo punto, come quello ottenuto dal Labico, può fare la differenza.

A 12 partite dai playoff, la Intent Volley si trova oggi a 8 punti dalla sesta posizione e a 6 dalla quarta, da cui si sta progressivamente staccando, scalando la classifica come da piani.

Mentre il loro disegno strategico prende forma, la prossima partita sarà disputata il 9 febbraio contro la Omia volley C88, dalle ore 18.39 presso il palazzetto campus dei licei M. Ramadù di Cisterna di Latina.

 

5 Febbraio 2019 0

Ludi pallavolo Aquino, Under 18 femminile accede ai quarti e 2° Divisione maschile saldamente in testa

Di redazionecassino1

La pallavolo ad Aquino si conferma sport dalle grandi soddisfazioni.La squadra Under 18 femminile, dopo la brillante vittoria nella decima giornata di campionato per 3 set a 1 sulla Cus Cassino Atina (parziali 25/20 – 24/26 – 25/13 – 25/16), chiude al primo posto in classifica nel Girone C accedendo alla seconda fase come testa di serie ai quarti.

Nella sfida del prossimo 6 febbraio, che si svolgerà ad Aquino, le ragazze del volley aquinate affronteranno la Asd Pallavolo Ceprano, classificatasi al secondo posto del Girone B, in uno scontro secco valevole per l’accesso alle semifinali.

Sugli scudi anche la Seconda Divisione Maschile che, dopo l’ultimo successo sulla Vis Sora 07 per 3 set a 1 (parziali 25/22 – 17/25 – 11/25 – 15/25), proseguono il cammino saldamente al primo posto del campionato provinciale con tre lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica.

Decisivo sarà lo scontro al vertice del prossimo 07 febbraio dove i ragazzi della Ludi Pallavolo Aquino affronteranno nell’incontro casalingo la seconda in classifica la Computer Discount Pallavolo Broccostella.

Risultati soddisfacenti anche per la Seconda Divisione Femminile, saldamente al terzo posto a sei lunghezze dalla vetta, e per l’Under 18 Maschile al terzo posto ma a pari punti con la seconda in classifica e a tre lunghezza dalla prima.