Categoria: Sora

14 Febbraio 2019 0

Marito e moglie di Sora trovati con un carico di droga, sequestrati sei chili tra cocaina e hashish

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SORA – Ieri sera a Sora i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e quelli delle Stazioni carabinieri di Sora e di Fontana Liri hanno arrestato due coniugi pregiudicati. Si tratta di C.D.P. 37 anni e M. P.  40 anni entrambi di Sora. A seguito di attività investigativa, alle 17 di Ieiri ad Arce in località S. Eleuterio, i carabinieri hanno intimato l’alt alla Bmw dell”uomo con a bordo oltre a lui che guidava anche la moglie. Nel corso della perquisizione del mezzo è stato trovato uno scatolo di cartone, all’interno del bagagliaio, contenente 5  chili di hashish, suddivisi in 5 involucri da 1 chilo ciascuno contenenti, ogni involucro, 50 panetti dal peso di 100 grammi ciascuno.

In una intercapedine del portabagagli invece i carabinieri hanno trovato un involucro di carta cellophanata, contenente 1 chilo di cocaina, in polvere. Sostanza stupefacente e autovettura sono state sottoposte a sequestro penale. A.G. disponeva arresti domiciliari per la donna e traduzione presso la casa circondariale di Cassino per l’uomo.

Foto repertorio

9 Febbraio 2019 0

Colpì lo spasimante della moglie uccidendolo, 42enne deve scontare 5 anni e mezzo di carcere

Di admin

SORA – Gli agenti del Commissariato di polizia di Sora hanno eseguito un ordine di carcerazione della Procura Generale della Corte di Appello di Roma nei confronti di un quarantaduenne nato negli Stati Uniti d’America e residente in Irlanda, ma di fatto domiciliato a Sora.

L’arrestato dovrà scontare un residuo di pena di 5 anni e mezzo derivante da una condanna per omicidio preterintenzionale scaturita a seguito di un fatto di cronaca avvenuto nel febbraio 2014.

Nello specifico, l’uomo, nel centro cittadino di un paese vicino Sora, aggredì un sessantaquattrenne che aveva molestato la sua compagna, la vittima riportò importanti lesioni e spirò in ospedale dopo qualche giorno.

Per quanto sopra, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

14 Gennaio 2019 0

Evasione fiscale da 7 milioni di euro a Sora, denunciate due persone

Di admin

SORA – I Finanziari del Comando Provinciale di Frosinone, indagando sulle attività di una società che opera nel settore delle pulizie a Sora, hanno scoperto una evasione fiscale per circa 7 milioni di euro. Le operazioni ispettive, tra le prime del nuovo anno, eseguite dai militari dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Sora, sono scaturite da indagini di polizia giudiziaria svolte nei confronti di alcune società campane, successivamente trasferitesi nella città di Sora, che avevano omesso di presentare le dichiarazioni dei redditi o che le avevano presentate con ricavi più bassi. In particolare, la società verificata dalla Guardia di Finanza di Sora aveva occultato gran parte dei redditi prodotti, nonché omesso di esibire le scritture contabili, rendendo più complessa l’attività degli investigatori finalizzata alla ricostruzione del volume d’affari e dei redditi prodotti. Ciò nonostante, attraverso l’esecuzione di numerosi controlli incrociati eseguiti presso i vari clienti e fornitori, nonché con l’ausilio delle banche dati fiscali, i finanzieri sorani sono riusciti a quantificare, relativamente agli anni dal 2013 al 2017, una base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle imposte sui redditi per circa 5,7 milioni di euro e violazioni all’IVA per circa 1,3 milioni di euro. I due amministratori pro-tempore della società – un trentenne e un cinquantenne, originari della provincia di Caserta, uno dei quali risultato essere un mero “prestanome” – sono stati segnalati alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di “occultamento delle scritture contabili” e “presentazione di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifizi”. Il contrasto all’evasione fiscale, sotto ogni forma, è uno dei compiti prioritari della Guardia di Finanza: contrastare l’evasione fiscale vuol dire garantire un fisco più equo e proporzionale all’effettiva capacità di ognuno.

30 Novembre 2018 0

Sorpreso con 12 kg tra hashish e cocaina, arrestato a Sora carrozziere 23enne

Di admin

SORA – Agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato e del Commissariato di Sora, unitamente a militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone hanno scoperto un insospettabile carrozziere dedito allo spaccio di droga nel territorio ciociaro. Nel pomeriggio di ieri, a Sora (FR), Finanzieri e Poliziotti hanno arrestato l’italiano 23enne, incensurato, in quanto trovato in possesso di 11 kg di hashish, confezionato in  13 panetti, e di 1 kg di cocaina, confezionato in 1 panetto. I Poliziotti, in stretta sinergia con i colleghi Finanzieri, hanno trascorso intere giornate dandosi il cambio tra loro nell’effettuazione di pedinamenti e appostamenti – per non destare sospetti – lungo le strade della provincia, fino ad individuare l’esatta ubicazione dell’abitazione del giovane trafficante. Ieri pomeriggio, dopo alcuni movimenti anomali rilevati all’esterno della casa, si è deciso di intervenire con una perquisizione domiciliare, che ha consentito di rinvenire la cocaina, abilmente nascosta all’interno di una vecchia cassa acustica, e l’hashish, custodita all’interno di una vettura parzialmente smontata, incidentata e non marciante, parcheggiata all’esterno dello stabile. All’esito della perquisizione, eseguita in stretta sinergia tra le Forze di Polizia operanti, è stato sottoposto a sequestro lo stupefacente rinvenuto, mentre il trafficante è stato arrestato in flagranza del reato di cui all’art. 73, comma 1, del D.P.R. 309/1990 ed associato alla Casa Circondariale di Cassino.

30 Novembre 2018 0

Sequestra e violenta una donna, 35enne arrestato a Sora

Di admin

SORA – I carabinieri di Sora, hanno arrestato un 35enne rumeno noto alle forze dell’ordine, in esecuzione dell’ordinanza di misura cautelare  in carcere, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Cassino,  poiché resosi responsabile dei reati di sequestro di persona, violenza sessuale aggravata, atti persecutori e lesione personale nei confronti di una donna, anch’essa di nazionalità rumena ma residente a Roma e conosciuta dall’arrestato nei primi giorni di novembre.

Il provvedimento restrittivo scaturisce da una specifica attività info-investigativa intrapresa nei primi giorni di questo mese dai militari operanti, a seguito di una segnalazione fatta da una donna rumena residente a Roma, amica della vittima che, si è presentata presso un Comando Arma Capitolino,  riferendo di essere stata contattata telefonicamente da una sua amica la quale gli chiedeva aiuto riferendo  di essere stata sequestrata da un loro connazionale e portata in una abitazione in ciociaria dove, oltre ad essere picchiata,  era costretta a subire la costrizione di rapporti sessuali. Le riferiva inoltre di trovarsi nella situazione di accettare apparentemente la situazione per la  paura di essere uccisa. Immediatamente è stata interessata l’Arma di Sora i cui militari hanno iniziato ad indagare arrivando a localizzare il 35enne, in compagnia della donna, che appariva scossa ed impaurita,  mentre erano a bordo di un’autovettura nell’abitato del Comune di residenza dell’aguzzino. L’uomo, una volta fermato è stato accompagnato presso il Comando Arma di Sora e  poi denunciato in stato di libertà per i reati di “sequestro di persona, violenza sessuale , atti persecutori  e lesioni personali” mentre la donna, che confermava le dichiarazioni rese telefonicamente alla sua amica,  veniva accompagnata  presso il locale nosocomio ove,  una volta visitata, effettivamente  venivano riscontrati sulla sua persona  i segni delle violenze subite. Informata nell’immediatezza la Procura della Repubblica  di Cassino, il P.M. di turno  Emanuele  Di Franco disponeva il repentino allontanamento della donna  in altra località  ed urgenti attività info-investigative suppletive nei confronti dell’uomo  le quali, eseguite  nel tempo di due settimane, anche con l’ausilio di attività tecniche,  evidenziavano  la sua ossessione di ritrovare la donna e di vendicarsi della fuga poiché follemente innamorato della donna. Gli elementi indiziari iniziali, uniti ai riscontri investigativi suppletivi ed alla  richiesta del P.M., concordati tutti  dal G.I.P.,  portavano nella giornata di ieri ad eseguire  il provvedimento restrittivo nei confronti del “reo”  il quale  tratto in arresto ed ad espletate formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione dell’A.G.

27 Novembre 2018 0

Spacciatore di cociana arrestato a Sora, aveva 60 grammi di droga

Di admin

SORA – I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone, unitamente agli agenti della locale Squadra Mobile della Polizia di Stato hanno arrestato uno spacciatore ben attrezzato per il confezionamento di dosi di cocaina. Le attività di perquisizioni personali e domiciliari hanno permesso di rinvenire oltre 60 grammi di cocaina preparata ad hoc in panetti, utilizzando una pressa idraulica professionale nascosta in uno scantinato. Nel corso delle 3 perquisizioni domiciliari, eseguite in Sora e Broccostella, dagli agenti della Polizia di Stato, grazie al fiuto di BAM, cane antidroga della Guardia di Finanza di Formia, hanno rinvenuto la sostanza stupefacente abilmente occultata all’interno dei locali in uso al soggetto controllato. All’esito dell’attività, eseguita in stretta sinergia tra diverse pattuglie operanti in contemporanea su diversi obiettivi, si è proceduto al sequestro dello stupefacente rinvenuto, del materiale atto al confezionamento e di una consistente somma di denaro provento dell’attività delittuosa, nonché a trarre in arresto un cittadino di nazionalità italiana per la violazione di cui all’art. 73, comma 1 del D.P.R. n. 309/1990 e associarlo alla casa circondariale di Cassino.

9 Novembre 2018 0

Picchia la moglie davanti al figlioletto, 26enne arrestato a Sora

Di admin

SORA – Unità operativa della Squadra Volante del Commissariato di Sora, con l’ausilio  dei colleghi  della Questura di Frosinone interviene, per lite, presso l’abitazione di una famiglia residente nella città volsca. All’arrivo, gli agenti hanno accertato che una 25enne, madre di un bimbo in tenera età, era stata aggredita, con calci e pugni, dal coniuge, 26enne originario del Marocco e per questo costretta a fare ricorso alle cure dei sanitari. L’uomo, inoltre, per evitare  che la giovane donna chiamasse la Polizia, le aveva sottratto il telefonino. Nel frangete  convulso, si appropriava anche del portafogli della consorte, contenete contanti. Per l’uomo scatta l’arresto e, come disposto dal magistrato di turno della Procura di Cassino, è stato  associato presso la casa circondariale della Città Martire.

2 Novembre 2018 0

Ubriaco picchia e ferisce la madre a Sora: arrestato 43enne

Di admin

SORA – Gli agenti del Commissariato di Sora, su segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113, sono intervenuti presso l’abitazione di un 43enne già noto alle Forze dell’Ordine . L’uomo erta in evidente stato di agitazione, dall’andamento barcollante  e con difficoltà nel parlare, aveva la casa in gran disordine, con alcuni arredi distrutti e riversi sul pavimento. Nessuna traccia dell’attempata madre, lì residente e di cui il 43enne non forniva alcuna informazione.

I poliziotti allora hanno deciso di ispezionare, muniti di torcia, la zona circostante.

In una stradina, spaventata, tremante, dolorante e sanguinante in volto è stata rintracciata la donna, per la quale è stata richiesto l’intervento del personale sanitario. Refertata presso l’ospedale, ne avrà per almeno per 35 giorni.

A ridurla in quelle condizioni il figlio. Alla luce di quanto accertato, infatti, l’uomo,  è scattato l’arresto per  lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

28 Ottobre 2018 0

Anche con sofferenza le bianconere del Vis Sora vincono sull’ASD Priverno

Di admin

SORA – “E’ stato un incontro combattuto, ma alla fine le bianconere del Vis Sora 07 sono riuscite ad avere la meglio sulle colleghe dell’ASD Antonio Palluzzi di Priverno“.

Lo si legge in una nota della Vis Sora.

“Alla vigilia, mister Di Poce, nonostante la posizione in classifica delle avversarie, senza un punto, aveva messo in allarme la squadra cercando di trasmettere loro quella carica necessaria per affrontare il match nel migliore dei modi.

Sin dal primo tocco di palla, le ospiti avevano subito fatto capire che quel zero in classifica non rispecchiava certamente il valore della loro squadra. Diverse erano le incursioni poste in essere, con tutto l’organico, davanti alla porta della bianconera Elisa Cencia la quale nei primi minuti era chiamata ad effettuare interventi prodigiosi. Agli attacchi ospiti, le bianconere rispondevano subito con il duo Melania La Vecchia ed Alessia Tomei che impensierivano non di poco le ospiti.

Al sesto minuto a seguito di un calcio d’angolo le ospiti passavano in vantaggio. Era infatti la bianconera Alice Forlini che spizzava involontariamente nella sua porta la sfera che si insaccava nell’angolino basso.

Per l’ennesima volta le bianconere si trovavano a rincorrere il risultato, come era successo negli altri incontri di questo campionato. A testa bassa si portavano ripetutamente in attacco osando più del dovuto, tanto da permettere alle ospiti di rendersi in più occasioni pericolose, ma era sempre l’estremo difensore bianconero che puntualmente neutralizzava ogni azione d’attacco.

Dopo ripetute incursioni in area ospite, le locali pervenivano al pareggio ad opera della bomber Melania La Vecchia con uno schema ormai collaudato, su passaggio del portiere bianconero, palleggio al limite dell’area avversaria, tiro all’incrocio e rete.

Raggiunto il pareggio le bianconere si portavano immediatamente in attacco ed era Debora Nocent che sfiorava la rete. Sul capovolgimento di fronte però,  le ospiti trovavano la difesa locale impreparata ed dopo una bellissima triangolazione, insaccavano in rete per il vantaggio, meritato per quanto visto in campo sino a quel momento.

Il vantaggio ospite però durava poco, solo il tempo di mettere la palla al centro che in una incursione in attacco, Melania La Vecchia suggeriva a Debora Nocent il tiro nello specchio della porta avversaria che gonfiava la rete per l’immediato pareggio.

Passa solo un minuto che Debora Nocent restituisce il favore alla compagna: a seguito di un calcio d’angolo, suggeriva la palla a Melania La Vecchia che dal limite dell’aria sparava un tiro in rete per il vantaggio bianconero.

Con le ospiti in attacco e le bianconere che con un palo colpito da Giulia De Gasperis, legittimavano il vantaggio, l’arbitro  chiudeva la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo iniziava con le ospiti in attacco con l’intenzione di riagguantare il pareggio, ma l’attenta difesa bianconera negava loro ogni possibilità.

Con le ospiti sbilanciate in attacco era Debora Nocent che con azione fulminea trafiggeva il portiere per il doppio vantaggio bianconero.

A questo punto le ospiti si buttavano in attacco assediando la porta bianconera con diverse azioni, tutte sventate dal portiere bianconero, ma accorciavano prima con un tiro dal limite e subito dopo pareggiando i conti con un con un tiro da centrocampo che dopo aver colpito la parte interna della traversa, si  insaccava in rete.

Il pareggio non veniva digerito dalle bianconere che con il doppio vantaggio pensavano già di aver portato a casa l’intera posta in palio, per cui con tutto l’organico si portavano in attacco, tanto da insaccare la sfera in rete al 28° con un bel fraseggio tra Melania La Vecchia ed Alice Forlini, con la palla spinta in rete ad opera di quest’ultima per quel vantaggio tanto sofferto, tenuto con le unghie e con i denti sino al triplice fischio del direttore di gara.

Mister Di Poce a fine partita così commentava: “E’ stata una vittoria sofferta più del dovuto.  Sapevamo di affrontare una squadra che veniva a farci visita con il punteggio ancora all’asciutto, e quindi motivata per un risultato positivo. Hanno espresso un buon calcio, avrebbero meritato qualche cosa in più, ma le bianconere sono state brave a capitalizzare ogni azione per portare a casa questa vittoria.

Ora ci attende un lungo periodo di pausa propedeutico, che ci permetterà di recuperare diverse bianconere sino ad ora ferme al palo per infortuni rimediati nel corso della faticosa preparazione precampionato, effettuata magistralmente da Sanela Urbano, infatti contiamo sul recupero Giada Colucci e della baby bomber Francesca Cancelli che spero potranno essere utilizzate già  nella prossima trasferta a Fondi.

Voglio anche evidenziare il grande lavoro svolto dal preparatore dei portieri Rolando Di Lorenzo, per quanto mostrato sino ad ora da Elisa Cencia chiamata a difendere la nostra porta.”

24 Ottobre 2018 0

In attesa del secondo turno casalingo continua l’impegno delle atlete del Vis Sora

Di admin

SORA – “Dopo il debutto casalingo che è coinciso con la prima vittoria stagionale, l’ambiente bianconero del Vis Sora 07 C5 femminile, gode di un buon momento di serenità con lo sguardo rivolto sia alla classifica, che al prossimo incontro sempre in casa ove affronterà la nuova società ASD Antonio Palluzzi di Priverno, che  dopo due giornate si trova ancora al palo”.

Lo si legge in una nota della società del Vis Sora.

“I due risultati attenuti sino ad oggi, sono il frutto di un sapiente lavoro di tutto lo staff della società che in precampionato ha lavorato duro per allestire una rosa all’altezza della situazione. C’è da dire che diverse  atlete che avevano dato la disponibilità di vestire la casacca bianconera, alla fine hanno preferito accasarsi altrove, in altre categorie, con tornei più tranquilli che si disputeranno in abito provinciale. Come è noto, la Vis Sora 07 C5 femminile, si trova a rappresentare l’intera provincia di Frosinone in un torneo di serie D della FIGC.

C’è da riflettere sul perché in provincia di Frosinone troviamo un torneo femminile, indetto ed organizzato da altra federazione con ben quattordici squadre ciociare, mentre in quello FIGC solo una società ha risposto all’appello. Questa è la riflessione posta ai dirigenti del comitato regionale al quale però non abbiamo ricevuto risposta. Il Vis Sora 07 C5 Femminile, si trova quindi a giocare tutte in trasferta in provincia di Latina con un aggravio di costi di gestione che in fase di preventivo precampionato aveva anche fatto balenare l’ipotesi di un abbandono. Bisogna dare atto però che sono state le atlete bianconere che hanno fortemente voluto rimanere e giocare sino in fondo in questo Campionato.

In questo inizio di torneo le atlete bianconere hanno dimostrato sino ad ora che l’impegno c’è e ci sarà fino alla fine. A loro va il plauso della dirigenza e di tutta la città di Sora.

Più volte è stato scritto che per le atlete e per la società l’obiettivo è quello di giocare con il massimo impegno per ben figurare e di portare in alto i colori della città di Sora e di arrivare ad esprimere un bel gioco per divertirsi e per divertire i tifosi che seguono la squadra. L’analisi verrà fatta alla fine del campionato, ora si va  avanti partita dopo partita, punto dopo punto per gli obiettivi prefissati.

Proseguono intanto le sedute di allenamento con tutta la rosa a disposizione per un altro incontro casalingo e per un risultato positivo che non deluderà i tifosi che verranno presso la palestra V. Gioberti in Sora, per gridare “Forza Sora”.