Tag: arriva

10 Settembre 2019 0

Incendio sterpaglie arriva alla stalla delle capre, è strage

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

POMEZIA – Un incendio di sterpaglie si è esteso fino a raggiungere una rimessa agricola con annessa stalla di capre uccidendone una mezza dozzina.

E’ accaduto oggi pomeriggio nella località Macchiozza a Pomezia sulla via del mare. L’incendio di sterpaglie e macchia era esteso e, nonostante sul posto siano intervenute quattro squadre di vigili del fuoco, le fiamme sono arrivate alla rimessa agricola uccidendo anche gli animali da cortile che l’agricoltore allevava nella zona.

Tra queste alcune capre. L’incendio è stato domato solamente dopo alcune ore.

1 Agosto 2019 0

ArtCity 2019: all’anfiteatro romano arriva Marina Massironi con “Ma che razza di Otello?”

Di felice pensabene

CASSINO – Torna l’appuntamento con ArtCity2019 a Cassino nell’ambito della rassegna “Anfiteatro”, curata da Marina Cogotti, domani 2 agosto, alle ore 21.00, Marina Massironi presenta “Ma che razza di Otello” testi di Lia Celi. Si tratta di un reading teatrale sull’Otello Verdiano, la sua genesi e il suo sviluppo, in uno spettacolo leggero, ironico e divertente.

Se a raccontarci l’Otello è Shakespeare è una tragedia, se ce lo racconta Verdi è un melodramma. Ma quando la narrazione della fosca vicenda del Moro è affidata a un’attrice brillante e trasversale come Marina Massironi e ad un’autrice vivace – e appassionata melomane – come Lia Celi, il risultato è una inaspettata rilettura della storia dell’impresa verdiana, delle regole del melodramma e dei temi cari alla tragedia shakesperiana: la gelosia, il razzismo, il plagio, la calunnia.

Il gioco della riscrittura propone un inedito punto di vista al femminile rispetto alle eroine del melodramma e si apre a divertenti e amari cortocircuiti con l’attualità. Marina Massironi restituisce al pubblico il triangolo Otello-Iago-Desdemona con umorismo sottile e spiazzante e momenti tragicamente appassionati, accompagnata al leggio da una tessitura di Musiche e immagini curate da Paolo Cananzi.

La rassegna “Anfiteatro” continua e si conclude lunedì 5 agosto alle ore 21.00 con Laura Morante in “Medea” nell’anfiteatro di Cassino, lo spettacolo era stato precedentemente rinviato causa maltempo.

Ancora due serate di grande spettacolo nella cornice suggestiva dell’anfiteatro romano di Cassino, due serate con artisti e interpreti d’eccezione per far vivere una nuova esperienza del “bello” immerso nella storia.

F. Pensabene

 

Informazioni per il pubblico e modalità di ingresso

Museo Archeologico Nazionale “G. Carettoni” e Area archeologica di Casinum

Via di Montecassino 03043 Cassino FR tel. +39 0776301168

email per prenotazioni: pm-laz.museocassino@beniculturali.it

Biglietto: intero € 4,00, agevolato € 2,00

Nelle serate di spettacolo è attivo l’ingresso e servizio di biglietteria dal parcheggio della clinica San Raffaele

29 Maggio 2019 0

Pontecorvo; “MurInAria”, l’arte urbana arriva al Campo Sportivo Giardino dello Sport

Di felice pensabene
PONTECORVO – L’arte urbana come strumento per riqualificare i luoghi e i piccoli centri. Portare bellezza per creare affezione in chi il territorio lo vive quotidianamente, prima ancora che a fini turistici. Questi gli obiettivi di Murinaria, progetto del collettivo “Esternamente” in  collaborazione con il Comune di Pontecorvo che porta nel territorio l’innovazione e i colori della street art. Riscoprire la città attraverso l’arte urbana contemporanea che diventa strumento per dare nuovo risalto a spazi che, pur essendo parte di un orizzonte visivo acquisito, sono solitamente trascurati, abbandonati e privi di una qualificazione. L’edificio prescelto è la tribuna del Campo Sportivo Giardino dello Sport, spazio che quotidianamente accoglie giovani e meno giovani che qui praticano dal calcio all’atletica a livello amatoriale ed agonistico. Una forma alternativa di  valorizzazione territoriale in grado di favorire l’ardua rivalsa delle periferie italiane. Esternamente nasce nel 2015 da un’idea del collettivo artistico dell’ associazione Culturale Cantieri etnici, composta dal presidente Gianluca Terenzi e dagli artisti visuali Emiliano Terenzi e Chiara Valeri, da sempre sostenitore dell’arte contemporanea come elemento di dinamismo culturale e strategia di crescita socio economica, culturale e turistica. L’intuizione che sta dietro al progetto è quella di  portare “allo scoperto” la pratica artistica contemporanea ed in particolare l’arte urbana, come arte di frontiera, e porla a stretto contatto con il territorio al fine di stimolare un processo di interazione e contaminazione reciproca. Certamente ogni epoca ha il proprio modo di confrontarsi con la contemporaneità, in questo caso il progetto si fonda sulla contaminazione di voci, ambiti e sfere dall’archeologia industriale alla multimedialità, tutte al sevizio di una diversa fruizione del patrimonio culturale. Esternamente è uno spazio dedicato al l’immaginario della street art urbana.  Una rivoluzione in tutti i sensi, in quanto riesce nel difficile intento di fare della cultura un progetto non solo etico, in grado di generare strumenti di interpretazione del reale. Ma anche in senso economico, perché crea un circuito virtuoso che fa profitto. Il profitto in questo caso ha il suono di una parola gradevolissima: è il  miglioramento delle zone urbane, è il potenziamento turistico di luoghi dove un tempo l’idea di crescita nell’immaginario culturale era impossibile. “Abbiamo accolto con immenso piacere la proposta del collettivo Esternamente perché pensiamo che i pontecorvesi meritino di vivere con orgoglio il territorio che abitano” – queste le parole di Gabriele Tanzi – “la scelta del campo sportivo, poi, rientra in un’ attività più ampia dell’ente di riqualificazione della struttura che occupa un ruolo centrale nella quotidianità soprattutto giovanile del comune”.

Il progetto “Murinaria” del collettivo Esternamente è stato vincitore di un bando di finanziamento del dicembre 2018 della Regione Lazio perché riconosciuto idonea a celebrare le pratiche artistiche, oltre ché a valorizzare il turismo e il folklore regionale.
1 Aprile 2019 0

Cade l’amministrazione ad Arce, arriva il commissario Tarricone

Di Ermanno Amedei

ARCE – Nomina prefettizia in a tempi da record ad Arce.

Il vuoto di potere creato si con la caduta del sindaco Riccardo Simoncelli è durata meno di un giorno dato che oggi si è insediato il commissario prefettizio. Si tratta di Francesco Tarricone, già noto in provincia per aver ricoperto lo stesso ruolo a Fiuggi.

Attualmente Tarricone è anche commissario Prefettizio a Bacoli, in provincia di Napoli e reggerà anche il “governo prefettizio” di Arce fino all’insediamento della prossima amministrazione che verrà eletta il prossimo 26 maggio.

25 Febbraio 2019 0

Cassino al voto; arriva il primo sondaggio telefonico, ma da commissionario anonimo

Di felice pensabene

CASSINO – Non è ancora iniziata la campagna elettorale che già iniziano a fioccare i sondaggi sulle preferenze verso possibili candidati a sindaco per Cassino. A dire il vero siamo nella fase del Commissario prefettizio che dovrà portare la Città verso le elezioni, non ci sono neppure i nomi ufficiali dei possibili candidati e la data del voto, ma arriva il primo sondaggio telefonico a bersagliare i cittadini della Città martire.

Proprio questa mattina molti di loro si sono visti tempestare di telefonate dove all’altro capo una voce preregistrata chiedeva di esprimere la preferenza su nomi specifici di candidati a sindaco di Cassino.

Ben otto i nomi per alla poltrona di Primo Cittadino: Carlo Maria D’Alessandro, Giuseppe Golini Petrarcone, Marino Fardelli, Benedetto Leone, Renato De Santis, Massimiliano Mignanelli, Carmelo Palombo e Giuseppe Marrocco uno per ogni tasto del telefono. Ma non basta, perché era possibile non “essere rappresentati” da nessuno dei nomi proposti digitando il tasto 9 dell’apparecchio.

Un sondaggio del tutto anonimo sulla persona o partito che lo abbia commissionato né sulle preferenze ottenute da ciascun candidato fra quelli proposti.

Che si tratti di uno scherzo? Non è dato sapere. L’unica certezza è la provenienza della telefonata, il cui numero era preceduto dal prefisso 06, sicuramente della provincia romana.

Burla o scherzo che sia, certo rappresenta un elemento che “scalda” la campagna elettorale ancora lontana! Intanto il commissario dott. Basile e i sub commissari procedono nel loro lavoro incontrando oggi i capigruppo di maggioranza ed opposizione.

F. Pensabene

24 Gennaio 2019 0

Basket Cassino, arriva una delle capoliste Stelle Marine

Di felice pensabene
Non sarà una domenica pomeriggio “ normale” quella del 27 gennaio quando nella casa del basket Longo & Pagano con palla a due alle ore 18.30, sul parquet amico scenderà in campo una delle due capoclassifica del raggruppamento A della serie C Silver, Stelle Marine Ostia, autentica corazzata del campionato, numeri impressionanti che mettono paura solo a scriverli, 9 vittorie su 10 gare disputate, 1 sola sconfitta subita in casa contro l’altra formazione capolista, Vigna Pia, 71-77, 865 punti realizzati con una media gara di 86.5, 773 subiti con una differenza positiva di 92 punti, prime due posizioni nella classifica dei realizzatori, Andrea Tebaldi, 284 punti media 28.4  a gara, secondo miglior realizzatore Matteo Grande 260 punti per lui con una media gara di 26 a partita. Numeri impressionanti che dimostrano una spiccata attitudine a comandare le partite. Coach Donato dispone di un roster di assoluto rispetto anche se una pecca si può trovare nella zona difensiva; qui il discorso cambia: infatti i 77 punti di media gara subiti, ottava posizione nello specifico sono un po’ troppi per una squadra concepita per vincere ovunque. La prima giornata di ritorno per Cassino sarà un punto di partenza per gestire la seconda parte della stagione, proprio nella prima giornata di questo campionato al debutto nella serie C il Basket Cassino sfoderò una grande prestazione sfiorando l’impresa dopo 40 minuti entusiasmanti(De Santis e compagni persero di un solo punto tornando a casa con tanto amaro in bocca). Sono passati diversi mesi e ora Cassino nonostante alcune prestazioni altalenanti ha migliorato sensibilmente la propria stagione, è in piena corsa per i playoff (obiettivo minimo stagionale), ha inserito nuovi giocatori e sta traendo giovamento dalla crescita costante dei suoi under capaci di ottime prestazioni sia in fase difensiva che in quello realizzativa. Purtroppo anche se non deve essere una scusante in questa gara ci saranno assenze importanti, ​Matteo Pagano fermo ai box, De Pippo in fase di recupero per un problema muscolare, Fionda out per infortunio, insomma roster ridotto ma sicuramente ancora valido e pronto ad affrontare questa battaglia nella giusta maniera. Coach Pagano farà leva sull’orgoglio dei suoi ragazzi potendo contare sulle personalità forti dei vari De Santis, Shaykarov  e del trascinatore di questo gruppo Giovanni Ausiello vero bomber di razza, nella classifica realizzatori dopo i due giocatori delle Stelle Marine c’è proprio lui con 21 punti gara e reduce da due grandi emozioni nelle scorse settimane, la nascita della piccola Giorgia e i suoi 39 punti nella gara contro Frosinone. Lo scoglio da superare è grande ma queste sono le partite che si giocano senza problemi mentali, ci sono 10 giocatori , un pallone, due canestri e tutto il resto non conta, noi ci crediamo. Ma sarà anche una domenica da ricordare per un altro grande evento messo in cantiere dalla grande famiglia del Basket Cassino: infatti nell’intervallo della partita la società cara ai presidenti Longo e Pagano avranno il piacere di presentare ai propri tifosi i volti della formazione del basket femminile. Grazie al gran lavoro dell’istruttrice Grazia De Rosa e da Lorenza Terenzi coadiuvata dagli sponsor  il basket femminile prenderà forma con la presentazione delle ragazze che indosseranno la nuova divisa ufficiale. Un grande passo in avanti per fornire sempre di più alla città di Cassino un bagaglio di offerte sportive di assoluto prestigio non solo riservato ai maschi ma anche alle donne. Vi aspettiamo come sempre numerosi per  sostenere ed applaudire i vostri beniamini e per coltivare il sogno di una vittoria. La gara potrà essere seguita on line tramite il sito www.italywebradio.it.
23 Gennaio 2019 0

Cassino, ora l’inciviltà arriva ad “incidere” la corteccia degli alberi per farli morire

Di felice pensabene

CASSNO – Inciviltà mista ad una buona dose di stupidità solo così può essere definito il fatto commesso ai danni di un albero in via Donizetti e denunciato dall’assessore Benedetto Leone. Dalla foto postata sul suo profilo facebook si vede chiaramente la corteccia di un albero incisa per cinque centimetri. Scopo dell’atto vandalico? Semplice: far sì che l’albero si secchi e muoia. “L’incisione intorno all’albero, con un taglio della corteccia di 5 cm. Un metodo – scrive Leone – usato per far morire una pianta interrompendone il flusso di linfa dalle radici alla chioma. Me lo diceva mia nonna. In città è la terza che vedo. Gli incivili dimenticano che la natura si vendica di ogni nostra inutile vittoria. Vergogna”! conclude Leone. Le dichiarazioni dell’assessore, inevitabilmente, ha scatenato reazioni di ogni tipo, dalla rabbia, all’indignazione, ala richiesta di maggiori controlli, c’è chi parla di pura imbecillità e chi lancia l’allarme rivelando che non si tratterebbe dell’unico caso di albero inciso in quella zona. Come pure è noto che lungo le principali strade del centro urbano molti alberi si sono “inspiegabilmente” forse perché creavano fastidio alle tende e agli spazi esterni di qualche locale pubblico. Tuttavia una critica a questa amministrazione arriva anche sullo stato di degrado in cui versa il marciapiede di via Donizetti come tutti gli altri di Cassino.

21 Gennaio 2019 0

La vittoria esterna ancora non arriva. La Virtus cede sul campo di Casale con il risultato di 89-62

Di felice pensabene

È una brutta Virtus, quella che scende in campo al PalaFerraris di Casale Monferrato, e che cede il passo alla squadra di coach Mattia Ferrari nella 17^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest 2018/19.

Una formazione mai con la giusta cattiveria, mai in partita, mai con il piglio giusto per rientrare in gara quando il vantaggio si faceva più che pesante.

Una sconfitta che brucia, una sconfitta che quasi cancella tutti i passi avanti che erano stati fatti nelle partite casalinghe contro Scafati e Roma.

Eppure, la Virtus che scende in campo in questa domenica di metà gennaio, aveva illuso tutti. Partono subito bene, infatti, i viaggianti, che con la tripla di Hall segnano lo 0-3 con cui si apre la gara. Sono Pinkins e Martinoni, però, a rispondere all’americano rossoblù, e scavare il primo solco importante tra Casale e Cassino. Al 7’ il risultato è di 11-3 per i padroni di casa, e Vettese è costretto a chiamare time-out. Al rientro, è Castelluccia a guidare i compagni di squadra e a suonare la carica, ma l’ingresso sul parquet di Musso mette in crisi la difesa dei lupi cassinati, che subiscono, e non poco, l’italo-argentino ex Ferentino e Treviso. Denegri e sempre il solito Musso, firmano il 20-10, mentre i cassinati continuano a concludere a canestro con pessime percentuali. Sono i canestri di Cesana e Tinsley, che concludono il primo periodo sul risultato di 27-10 per la Novipiù.

I liberi di Hall riaprono le danze al PalaFerraris, ma al numero 7 rispondono in rapida sequenza Musso, Martinoni e Battistini. È notte fonda per la BPC, ed il coach cassinate è nuovamente costretto a chiamare time-out sul risultato di 35-14. Dopo la sospensione, è sempre il solito Mike Hall a trovare punti dalla lunetta, che con il numero 6 Casteluccia, non sbagliano i tiri a cronometro fermo. Sono per la squadra di casa Tinsley, Cattapan e Valentini, questa volta a farsi trovare pronti e a siglare i canestri che ricacciano indietro la Virtus; a chiudere il periodo le conclusioni di Musso, Hall e Paolin, che mandano le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 46-26 per Pinkins e compagni.

Al rientro dagli spogliatoi, la musica non cambia e a Casale non resta che amministrare il vantaggio, al cospetto di una Virtus che non ha abbastanza forze fisiche e mentali per impensierire i piemontesi nel conquistare la leadership del match. Sono Pinkins, Castelluccia, Pepper e Tinsley, i protagonisti del periodo di gara e sono loro i punti con il quale la contesa va avanti. È ancora Hall a trovare per Cassino punti che danno ossigeno ai lupi virtussini, ma Denegri, Martinoni e Cesana spengono le speranze di risalita delle ‘V’ benedettine. È Battistini che con due punti manda le squadre all’ultimo mini-riposo sul parziale di 68-46.

Nell’ultimo quarto, la Virtus, date le pessime percentuali da oltre l’arco dei tre punti, prova a recuperare il match con conclusioni ravvicinate, con più di qualcuna che trova il fondo della retina con il libero aggiuntivo per il fallo avversario, con in particolar modo Pepper e Raucci a provarci; Casale, tuttavia, è in grande serata, e al cospetto della forma straordinaria degli uomini di Ferrari, ogni sforzo appare inutile. Sono nuovamente Valentini, Battistini e Giovara a punire la Virtus, facendo arrivare la formazione di casa anche sul +25. Non c’è più nulla da fare per la BPC, che negli ultimi due minuti cerca di rendere meno pesante il passivo senza riuscirci. La partita si conclude sul risultato di 89-62 per la Novipiù Junior Casale.

Queste le parole in conferenza stampa del coach della BPC Virtus Cassino, Luca Vettese, al termine dell’incontro: “Per questa sera, c’è davvero poco da dire da un punto di vista tecnico-tattico. Abbiamo messo in campo una prestazione scadente sotto tutti gli aspetti in maniera inspiegabile ed inaspettata. Avevamo preparato la partita in settimana in un certo modo, ma se manca l’energia durante il match puoi fare davvero poco e non puoi sperare di portare a casa la partita in un campo difficile e contro una delle squadre più forti del campionato. Venivamo da una partita che ci doveva dare entusiasmo e forza per andare avanti, ma evidentemente non è stato così. In settimana dovremo rivedere senza dubbio la partita per analizzare le nostre carenze e capire come mai abbiamo approcciato in maniera così superficiale alla gara. Il primo quarto è come se non fossimo scesi in campo ed è una cosa, dal mio punto vista, inaccettabile. I miei complimenti, però, vanno anche a Casale che è stata capace di mettere sul parquet tanta energia, tanta intensità e tanta qualità, mettendoci in difficoltà sin dall’inizio con il tiro dalla distanza, con la presenza a rimbalzo, con la fisicità e i punti sotto canestro. Mi prendo la responsabilità, insieme allo staff tecnico, di questa sconfitta, perché vedere sul campo una squadra che non riesce a mettere energia in una partita come questa, trova anche delle nostre colpe, in quanto evidentemente non siamo riusciti a ‘caricare’ nel giusto modo la partita. Nonostante tutto, non abbiamo tempo di piangerci addosso. L’unica ricetta per rimediare alla prestazione di quest’oggi, è solo ed esclusivamente il lavoro in palestra in vista della prossima partita di Capo D’Orlando. Abbiamo l’obbligo di provare anche lì a portare a casa i due punti, anche se non sarà semplice, e tentare su un campo difficile di dire la nostra e di fare la nostra partita”.

Prossimo appuntamento, dunque, per le ‘V’ cassinati, domenica 27 gennaio ore 18.00, al PalaFantozzi di Capo D’Orlando, contro la Benfapp Orlandina Basket di coach Sodini.

 

Novipiù Casale Monferrato – BPC Virtus Cassino 89-62 (27-10, 19-16, 22-20, 21-16)

Novipiù Casale Monferrato: Kruize Pinkins 15 (4/8, 1/2), Niccolò Martinoni 15 (2/2, 3/6), Davide Denegri 14 (1/2, 4/7), Bernardo Musso 13 (2/3, 3/9), Bradley glen Tinsley 10 (3/5, 1/3), Fabio Valentini 8 (1/3, 2/3), Leonardo Battistini 5 (2/8, 0/0), Luca Cesana 5 (1/2, 1/3), Edoardo Giovara 4 (2/2, 0/0), Nazzareno Italiano 0 (0/1, 0/4), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 9 – Rimbalzi: 45 13 + 32 (Kruize Pinkins 12) – Assist: 24 (Bradley glen Tinsley 8)

All. Ferrari

BPC Virtus Cassino: Michael Hall 15 (2/3, 2/5), Dalton Pepper 15 (4/8, 2/8), Francesco Paolin 12 (4/6, 0/1), Davide Raucci 9 (2/6, 0/3), Luca Castelluccia 9 (1/2, 1/4), Gennaro Sorrentino 2 (1/2, 0/2), Fabrizio De ninno 0 (0/2, 0/2), Tommaso Ingrosso 0 (0/4, 0/1), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 22 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Michael Hall 8) – Assist: 15 (Dalton Pepper, Davide Raucci 4)

All. Vettese

3 Dicembre 2018 0

Virtus Cassino, tra sfortuna e rimpianti arriva la decima sconfitta consecutiva contro Leonis

Di felice pensabene

Sarà ricordata dagli spettatori di fede rossoblù, la partita del PalaSport di Frosinone, come il match dei rimpianti, della sfortuna, del grande impegno nonostante gli assenti, ma soprattutto dell’espulsione del capitano cassinate Simone Bagnoli, che sembra essere solo il lontano ricordo dell’uomo freddo e del campione resosi protagonista lo scorso anno della promozione in serie A2.

Decima sconfitta consecutiva, e decima delusione stagionale per la formazione della città martire, sempre più in crisi di risultati e sempre più ultima in classifica. Settimana prossima nuovo appuntamento casalingo, dove opposta alla compagine di Luca Vettese, ci sarà la Remer Treviglio, un vero e proprio scontro diretto salvezza che la BPC Virtus non può assolutamente permettersi di ‘toppare’.

La partita inizia con l’Eurobasket con il vento in poppa, guidata dal solito Damian Hollis, mentre per la Virtus, come detto in precedenza, la partita non inizia assolutamente bene, con Bagnoli che al 2’ di gioco, è costretto a lasciare il campo, espulso dopo un fallo di reazione ai danni di Amici.

Sembra essere un danno irreparabile, questo, per la Virtus Cassino, che riesce invece a prendere energie positive dall’accaduto, nonostante le rotazioni ridotte al minimo sindacale, con anche Pepper fuori per infortunio.

È Castelluccia, a sbloccare il tabellino rossoblù, coadiuvato da un ottimo Jackson, a cui risponde in rapida sequenza Amici che punisce in contropiede con una schiacciata, un pessimo attacco virtussino terminato con la persa di Paolin.

Entra a questo punto Ingrosso nel match, che con i suoi punti, da ossigeno a Cassino, che è costretta nonostante tutto ad inseguire al termine del primo quarto, che finisce sul risultato di 11-14 in favore degli ospiti.

Nel secondo quarto, Corbani incomincia a far girare i suoi, ed è Infante questa volta a guidare le offensive dei romani, mettendo a referto, in poco più di 5 minuti, ben 7 punti. Al veterano in maglia blu, non tarda però la risposta di un grandissimo Luca Castelluccia, che segna due ‘bombe’ importantissime per la BPC, che va all’intervallo lungo sul risultato di 30-30.

Al rientro dagli spogliatoi, è sempre Hollis per gli ospiti a tenere i nervi saldi e a mettere a referto i canestri decisivi (saranno 16 i punti alla fine del match per il 63, ndc), ma Jackson decide di caricarsi i compagni sulle spalle e, dopo il tecnico fischiato alla panchina Eurobasket, con l’aiuto di un solido, solidissimo Davide Raucci, firma il sorpasso rossoblù.

Regna l’equilibrio nel match e le squadre si rispondono colpo su colpo, fino al 28’, quando Hollis perde la testa e con un brutto fallo ai danni del giovane cassinate Filippo Rossi, lascia il campo anche lui per espulsione.

L’accaduto lancia Cassino che raggiunge il +4. Fall sul finire della terza frazione, però, sigla 2 punti, e si va così all’ultimo mini-intervallo sul risultato di 48-46 per gli uomini di Vettese.

Alla ripresa del gioco, sono ancora Raucci e Jackson a firmare in rapida sequenza il +7, ma in un ‘amen’ sono a loro volta Amici e Zeisloft a siglare 3 triple pesantissime che rifanno sotto la Leonis.

Rispondono senza paura, sia Paolin che Ingrosso con 2 triple anche loro, ed allora il finale si fa di quelli punto a punto. Al 39’ il risultato è di 61-61.

Il penultimo possesso è in mano ad Eurobasket, che con un una bella schiacciata di Amici, firma il sorpasso a 17 secondi dalla fine.

Vettese non chiama time-out, e la palla dell’ultimo possesso va in mano a Jackson che prova la ‘bomba’ da oltre l’arco dei tre punti, che vorrebbe dire prima vittoria per i lupi cassinati, ma la palla prende il ferro centrale del canestro e la vittoria va dalla parte dell’EBK Roma.

Arriva l’ennesima sconfitta per la BPC Virtus Cassino, che cede il passo agli ospiti con il risultato di 61-63.

“Sono soddisfatto della reazione che hanno avuto i ragazzi alla settimana appena trascorsa” commenta nel post-partita coach Luca Vettese.

“Abbiamo giocato senza due senior praticamente, con Bagnoli che ci ha lasciati dopo due minuti, facendoci francamente anche un piccolo favore. Il suo allontanamento dal match da parte della terna arbitrale, ha permesso ai miei ragazzi di aiutarsi di più, di collaborare maggiormente tra di loro, e di giocare dando ognuno qualcosa in più, perché arrivare nel finale con la palla della vittoria in mano contro una squadra lunga ed importante come Eurobasket non succede a tutti. Li abbiamo fatti sudare e li abbiamo messi in difficoltà. In questo campionato abbiamo dimostrato ancora di poterci stare e ci manca solo quella figura a cui dare la palla nei momenti di difficoltà e di maggior freddezza. Qualcosa in entrata/uscita sicuramente faremo, perché davvero ci manca poco per arrivare non solo a giocarcela con tutti, ma anche a poter vincere con tutti”.

Prossimo impegno, come già sopradetto, per i lupi virtussini, di nuovo in casa al PalaSport di Frosinone contro Treviglio. Un crocevia certamente importante per la stagione cassinate.

 

TABELLINI

BPC Virtus Cassino – Leonis Roma 61-63 Parziali: 11-14, 19-16, 18-16, 13-17 BPC Virtus Cassino: Jackson 20 (6/10, 1/6), Castelluccia 13 (2/5, 3/9), Raucci 10 (4/7, 0/0), Ingrosso 10 (3/4, 1/4), Rossi 5 (1/1, 0/1), Paolin 3 (0/0, 1/4), Bagnoli, Masciarelli (0/3 da tre), De Ninno. N.E.: Montagner, Gambelli, Bianchi. Coach: Vettese Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Raucci 10) – Assist: 12 (Jackson 9)

Leonis Roma: Hollis 16 (5/10, 2/2), Amici 15 (5/12, 1/6), Zeisloft 13 (2/6, 3/12), Infante 7 (3/4 da due), Fall 5 (2/3 da due), Loschi 5 (2/3, 0/5), Piazza 2 (1/1, 0/3), Fanti 0 (0/2, 0/3), Toure 0. N.E.: Cicchetti. Coach: Corbani Tiri liberi: 5 / 15 – Rimbalzi: 35 15 + 20 (Fall 15) – Assist: 8 (Piazza 4)

27 Novembre 2018 0

Basket Cassino finalmente arriva la prima vittoria casalinga contro Fonte Roma

Di felice pensabene

Alla terza di campionato tra le mura amiche della Casa del Basket Longo e Pagano, arriva la prima vittoria casalinga, la seconda in totale del suo primo campionato di serie C Silver. A cadere sotto i colpi di Ausiello e De Pippo, 40 punti in due è stata la formazione della Fonte Roma Basket che dopo aver comandato il primo parziale, 17-22 cede ai padroni di casa gli altri parziali, 14-9, 19-15 e 13-5, con il punteggio finale fissato sul 63-51 per i cassinati. Gara a tratti confusionaria con errori in fase realizzativa da entrambi i versanti;  errori che hanno penalizzato entrambe le formazioni per la troppa fretta di andare a canestro. Cassino fatica a mettere in pratica quanto provato negli allenamenti ma per fortuna recupera tutti gli elementi del roster nonostante acciacchi fisici che hanno penalizzato più di un atleta. Riccardo Barrella, assente giovedì nel recupero perso contro Anagni, si dimostra utile e cinico per il suo coach e alla fine i suoi rimbalzi e i 9 punti personali contribuiscono al raggiungimento di una vittoria fondamentale per la società cara ai presidenti Longo e Pagano presenti in tribuna a sostenere i propri ragazzi. Va rimarcata la prestazione di tutta la formazione del Basket Cassino che voleva regalare al pubblico la prima gioia casalinga:  i nostri ,dopo una sbandata paurosa che ha dato il massimo vantaggio per gli ospiti, -12 , hanno serrato le fila migliorando la difesa e  approfittando dei momenti di poca lucidità degli avversari , sono riusciti a risalire la china impattando sul 31 pari al suono della fine del primo tempo.  Nei rimanenti due quarti la partita cambia volto, salgono le percentuali dei soliti noti, Giovanni Ausiello e Silvio De Pippo con due triple a testa spingono in avanti tutto il gruppo che , con una difesa sempre più aggressiva e supportati da un pubblico numeroso e caloroso , spaccano la partita dirigendola verso la sponda cassinate.  Nel quarto e decisivo parziale il vantaggio per i padroni di casa sale a  + 11 che consente di giocare con relativa tranquillità gli ultimi minuti di gioco amministrando il punteggio e spegnendo sul nascere una reazione dei romani che si arrendono segnando solo 5 punti nel quarto tempo e con il punteggio finale che vede Cassino prevalere di 12 punti, 63-51.

Una vittoria fortissimamente voluta da tutto il roster a dimostrazione di un meccanismo che sta raggiungendo la giusta lubrificazione per poter puntare a traguardi importanti. Sabato trasferta romana insidiosa e terribile, almeno sulla carta in casa di una delle capoliste, Vigna Pia.  Sarà una gara dura ma non impossibile per un Basket Cassino agguerrito come quello visto contro la Fonte Roma, gli avversari sono avvisati.

Parziali: 17-22; 31-31; 50-46; 63-51 Basket Cassino: West Vidal, Barrella 9, Shaykarov 8, Pagano M., De Santis 3, De Pippo 21, Ausiello 20, Mastronardi n.e., Lena n.e., De Rosa n.e., Tomassi n.e. All. Pagano L. Fonte Roma Bk: Tomassini 10, Dell’Oca 10, Di Fabio 15, Ranocchia, Pasquali, Migliorati 2, Gaska, Fattore, De Berardinis 3, Nunzi 3, Marini 3, Pirino 5. All. Cerroni Ass. Brunetti