Tag: carabinieri

19 Settembre 2019 0

Alatri, ruba merce per un valore di 100 euro da Eurospin, denunciato dai carabinieri un 75enne

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ALATRI – Nella mattina odierna, in Alatri, a seguito di un furto avvenuto lo scorso 16 settembre ai danni del locale supermercato “EUROSPIN”, i militari del NORM della Compagnia Carabinieri deferivano in stato di libertà un 75enne del posto, già censito per reati contro il patrimonio, perché responsabile di “tentato furto aggravato” e “possesso di arnesi da scasso”.

I militari dell’Arma, a conclusione di attività info investigativa consistente nella raccolta di testimonianze, nonché la visione dei filmati riprodotti dalle telecamere presenti in loco, accertavano che il prevenuto, entrato all’interno del suddetto esercizio commerciale, riempiva il carrello di generi alimentari e diversi, uscendo poi da una cassa non operativa. Ad un certo punto, però, vistosi scoperto dal personale del supermercato, abbandonava il carrello, con all’interno la merce, nel piazzale antistante l’attività, dandosi ad una precipitosa fuga a piedi.

I militari, intervenuti sul posto a seguito di chiamata al 112, riconsegnavano all’avente diritto i generi alimentari sottratti per un valore di 100 euro circa, poi rinvenivano occultati sotto la merce degli arnesi da scasso ivi lasciati dal reo e non provenienti da quel supermercato, ponendoli sotto sequestro. Nella giornata odierna scattava la denuncia dell’uomo.

18 Settembre 2019 0

Il Generale Nistri inaugura la nuova sede della Compagnia Carabinieri di Cassino, taglia il nastro la vedova del capitano Grimaldi

Di admin

CASSINO – “Alle ore 10:30 di oggi si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del nuovo stabile sede della Compagnia Carabinieri di Cassino, già intitolata al Car. Medaglia d’Oro al Merito Civile “alla memoria” Marino Fardelli”.

Lo si legge in una nota del comando provinciale Carabinieri di Frosinone.

“La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, del Vice Comandante Generale dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri, del Comandante della Legione Carabinieri Lazio Generale di Brigata Marco Minicucci, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Frosinone Colonnello Fabio Cagnazzo, delle massime Autorità civili, militari e religiose della Provincia.

La presenza dell’Arma dei Carabinieri nella città di Cassino risale al 1880, anno in cui fu istituita una Sezione Carabinieri con alle dipendenze le Stazioni di Cassino, Atina, Piedimonte San Germano, Cervaro, Vallerotonda, Murata D’Arce, Pontecorvo, Roccasecca ed Aquino.  Detta Sezione, a far data dal 6 aprile 1914, fu elevata a Tenenza, mantenendo tale configurazione sino all’anno 1960, allorquando venne istituita, in via del Foro, la Compagnia Carabinieri di Cassino. Nel 1984 il reparto si è trasferito alle sede di via Sferracavalli sino allo scorso 19 febbraio.

Dal Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, il cui territorio  comprende un’area di oltre 560 kmq con una popolazione complessiva di oltre 77mila abitanti, dipendono le Stazioni di Cassino, Atina, Cervaro, Picinisco, Piedimonte San Germano, Sant’Apollinare, Sant’Elia Fiumerapido, Vallerotonda e Acquafondata.

La cerimonia odierna ha voluto rappresentare la consegna all’Arma di una caserma estremamente idonea alle esigenze proprie e della comunità. Lo stabile, di proprietà dell’Abbazia di Montecassino e destinato sino a poco tempo fa a Rettorato dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, è divenuto ora presidio di legalità e sicurezza per l’intera comunità. Il Palazzo Badiale, sede della nuova Caserma, fu interamente ricostruito nel dopoguerra (opera terminata nel 1951) dall’Arch. Giuseppe Breccia Fratadocchi, che curò anche la ricostruzione dell’Abazia e della Chiesa di Santa Scolastica, utilizzando la stessa pietra calcarea.

Durante la manifestazione, alla quale hanno preso parte anche una rappresentanza di alunni della scuola media “Conte” e quelli della scuola paritaria  “San Benedetto” di Cassino, componenti dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle altre Associazioni  Combattentistiche e d’Arma con i rispettivi labari, il Sindaco di Cassino dr. Enzo Salera ha consegnato il tricolore al Comandante della Stazione che ha provveduto ad issarlo, dopo la benedizione da parte di Sua Eccellenza Monsignor Gerardo Antonazzo, Vescovo di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo, sulle note dell’inno nazionale suonato dalla Fanfara delle Legione Allievi Carabinieri di Roma.

La manifestazione è proseguita poi con il taglio del nastro da parte della madrina Sig.ra Fortuna De Nardo, moglie del defunto Capitano Adolfo Grimaldi, già Comandante della Compagnia di Cassino dal 1°ottobre 2007 al 27 giugno 2013 ed alla presenza del Sig. Marino Fardelli, nipote detentore della medaglia d’oro. L’Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari ha infine benedetto i locali della Caserma.

Presso la Sala Funzionale il Comandante Generale ha incontrato una rappresentanza di studenti del liceo artistico “Augusto Righi” di Cassino che hanno realizzato e donato alla Compagnia un quadro  raffigurante sullo sfondo l’Abbazia di Montecassino ed ai lati lo stemma araldico dell’Arma ed un bambino che si rifugia nelle braccia sicure di un Carabiniere.

Il Comandante Generale nella sua allocuzione, dopo aver ringraziato le Autorità presenti, ha  ricordato la Medaglia d’Oro al merito civile alla memoria Fardelli Marino, giovane Carabiniere deceduto a 20 anni nell’adempimento del proprio dovere, Vittorio Marandola, Medaglia d’Oro al Valor  Militare alla Memoria, trucidato a Fiesole nel 1944, la madrina della cerimonia Sig.ra Fortuna De Nardo (vedova del Cap. Grimaldi) ed infine gli alunni delle scuole intervenute, evidenziando che sono il bel futuro del nostro paese. Successivamente il Comandante Generale ha sottolineato che la cerimonia di oggi simbolicamente si contraddistingue in due momenti, quello della consegna della bandiera, che rappresenta il passaggio tra le istituzioni locali ed il Comando di Stazione e quello raffigurante nel quadro donato dai ragazzi del liceo artistico alla Compagnia, che evidenzia  la vicinanza tra l’Arma ed i cittadini che si realizza attraverso la capillare presenza dei Comandi Stazioni nel territorio nazionale, che consentono un pieno rapporto di prossimità con la popolazione.  Inoltre ha posto l’accento sul ruolo che il Carabiniere deve ricoprire, richiamato ad ispirare fiducia, con l’impegno e l’umiltà, affinché l’Arma possa risultare quale riferimento ed accoglienza verso i cittadini, in particolare nei riguardi delle fasce più deboli. Il Generale ha altresì ricordato i Carabinieri deceduti nell’adempimento del dovere, definiti “eroi del quotidiano”, che attraverso l’esempio elevano le più alte virtù umane”.

28 Agosto 2019 0

Polizia provinciale e carabinieri Forestali liberano rapaci, ricci e tartarughe a Prato di Campoli

Di admin

VEROLI – Una mattinata densa di emozioni a contatto con la natura e con gli animali, in particolare con la fauna selvatica, quella che hanno trascorso oggi, adulti e bambini, a Prato di Campoli, dove la polizia provinciale di Frosinone e i carabinieri forestali dell’Utb di Fogliano (Lt) hanno rimesso in libertà diversi rapaci, oltre a tartarughe e ricci, dopo un lungo periodo di convalescenza. Si tratta, infatti, di esemplari che, feriti in incidenti stradali o per colpi di arma da fuoco, sono stati recuperati, messi in salvo e curati dal personale del centro pontino di recupero della fauna selvatica.

Ad operare sono stati gli agenti coordinati dal comandante Pietro D’Aguanno e dal suo vice Pierfrancesco Vona, in collaborazione con i carabinieri forestali dell’Utb di Fogliano. In particolare, sono stati liberati quattro gheppi, due civette, un allocco, un biancone oltre a tre tartarughe e un riccio.

Presenti il consigliere provinciale delegato alla Polizia provinciale, Germano Caperna; l’assessore all’Ambiente del Comune di Veroli, Emanuele Fiorini e il consigliere comunale di Veroli, Alessandro Viglianti, oltre a numerosi cittadini, turisti e bambini, che hanno assistito con curiosità e meraviglia alla liberazione degli animali, diventando protagonisti di una giornata all’insegna della natura e del rispetto della fauna selvatica.

I piccoli, infatti, guidati dai poliziotti e dai carabinieri, si sono cimentati, in condizioni di totale sicurezza, nella liberazione dei rapaci, indossando particolari guanti protettivi e assistendo, con emozione, al volo degli esemplari che sono tornati nel loro habitat naturale.

“Un appuntamento ricco di emozioni, quello di oggi, con l’obiettivo di sensibilizzare grandi e piccoli al rispetto della natura, – hanno commentato il consigliere provinciale Germano Caperna e il presidente della Provincia, Antonio Pompeo – che certamente sarà ripetuto con il coinvolgimento delle scuole. Un sentito ringraziamento va alla polizia provinciale di Frosinone e ai carabinieri forestali di Fogliano per aver impartito una bellissima lezione di attenzione, dedizione e cura del nostro ambiente”.

16 Agosto 2019 0

Legambiente premia il Nipaaf dei carabinieri Forestali di Frosinone

Di admin

FROSINONE – E’ stato assegnato da Legambiente al Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone il premio nazionale “Ambiente e Legalità”. Il prestigioso premio è stato consegnato nell’ambito della manifestazione nazionale FestAmbiente organizzato da Legambiente all’interno del Parco naturale della Maremma in località Rispescia (GR), avente ad oggetto le tematiche ambientali. Il premio, assegnato per le rilevanti attività svolte sul territorio della provincia di Frosinone a difesa dell’ambiente, con particolare riguardo alle recenti operazioni legati all’indagine “Urban Waste”, è stato consegnato dal giornalista impegnato in reportage sulla camorra Sandro Ruotolo al Magg. Vitantonio Masi, Comandante del N.I.P.A.A.F. di Frosinone. Presenti alla cerimonia anche il fondatore di “Libera” Don Luigi Ciotti e il presidente +nazionale di Legambiente Stefano Ciafani. Il premio, motivo di orgoglio, rappresenta un riconoscimento per tutto il personale del Nucleo impegnato con abnegazione e con spirito di sacrificio nella lotta agli ecoreati che attanagliano il territorio frusinate”.

7 Agosto 2019 0

Cervaro, scoperta e sequestrata dai carabinieri una discarica abusiva su terreno comunale

Di redazionecassino1

CERVARO – Non conosce sosta il malcostume di depositare rifiuti in modo incontrollato e a cielo aperto. Ieri a Cervaro, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio teso alla tutela ambientale, rinvenivano in un fossato adiacente al parco Vallicelle, su un terreno comunale, una discarica abusiva di rifiuti speciali consistenti in materiale plastico e ferroso (vecchi pneumatici, carcasse di elettrodomestici e rifiuti di vario genere).

L’area interessata di circa 20 mq è stata circoscritta e sottoposta a sequestro nonché segnalata al Comune di Cervaro per la relativa bonifica.

Sono in corso indagini per addivenire all’identificazione degli autori dell’abbandono dei rifiuti. 

30 Luglio 2019 0

Frosinone, arrestato dai carabinieri un 38enne per “tentato omicidio e minaccia con l’utilizzo anche di armi”

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nella tarda serata di ieri, a Frosinone, i Carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Frosinone hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Frosinone, su richiesta del locale Procura, dott. Samuel Amari, nei confronti di B.E., originario di Frosinone, cl. 81, disoccupato, pluricensurato, nei cui confronti vengono ipotizzati i reati di “tentato omicidio e minaccia con l’utilizzo anche di armi”.

L’odierno provvedimento restrittivo è l’esito dell’attività di indagine, condotta dai sopra citati reparti, da circa tre mesi, all’indomani del danneggiamento ad opera di ignoti di un’attività commerciale, sita in Frosinone, a scopo tipicamente intimidatorio mediante deflagrazione di una bomba carta e successiva esplosione di colpi di arma da fuoco, ha consentito di acquisire a carico dell’arrestato gravi indizi di reità in ordine ai gravi delitti su richiamati ed in particolare di far emergere la sua responsabilità, in concorso con altri soggetti da individuare, su precedenti aggressioni fisiche e minacce, anche con l’utilizzo di armi, in danno dei proprietari dell’attività commerciale.

Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

foto di repertorio

29 Luglio 2019 1

Carabinieri aggrediti e feriti durante un controllo a Ciampino, Georgiano arrestato anche grazie all’intervento di cittadini

Di admin

CIAMPINO – Con una violenza inaudita si è scagliato contro i due carabinieri che lo hanno fermato per un controllo ferendoli e costringendoli alle cure ospedaliere. E’ accaduto ieri pomeriggio nei pressi della stazione ferroviaria di Ciampino dove i militari stavano effettuando un posto di controllo in via San Francesco d’Assisi  fermando il 35enne noto in città per furti in abitazioni e scippi.

L’uomo è noto alle cronache per fatti di violenza ma soprattutto per i furti di ogni genere che solitamente compie con un complice connazionale. I militari presi di sorpresa sono rimasti feriti da calci e pugni ma in loro soccorso sono intervenuti alcuni giovani che hanno assistito all’aggressione. e che si sono schierati al fianco dei militari costringendo il violento a desistere e a trovare riparo in una specie di garage, non molto lontano, in via Carlo Pirzio Biroli da dove ha lanciato oggetti ferendo anche se lievemente i giovani che affiancavano i militari.

E’ stato lì, in quel garage che i carabinieri arrivati in rinforzo, lo hanno fermato, immobilizzato e arrestato. Per i due militari, invece, è stato necessario ricorrere alle cure dell’ospedale dei Castelli.

29 Luglio 2019 0

I carabinieri bussano all’uscio e lui nasconde mezzo etto di cocaina a Pontecorvo,

Di admin

PONTECORVO –  Si accorge che i carabinieri sono fuori casa e corre a nascondere cinrca 42 grammi di cocaina. Ma i militari sono più furbi di lui e lo arrestano. Accade a Pontecorvo dove i carabinieri, stamattina, hanno dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare emessa dal Gip presso tribunale di Cassino nei confronti di D.R. A. 27 enne di Pontecorvo, per il reato di spaccio di stupefacenti commesso a Pontecorvo.

Le indagini, scaturite da attività info investigativa hanno consentito di accertare svariate cessioni di dosi di cocaina nei confronti di soggetti del luogo. A seguito dell’esecuzione, la predisposizione di un accurato servizio di osservazione, ha consentito di verificare che il prevenuto, alla vista dei militari, si è scappato nella parte esterna dello stabile dove ha occultato un involucro.

Quindi consentiva l’accesso dei militari. La scaltra condotta non è passata inosservata agli operanti che contestualmente alla notifica del provvedimento restrittivo hanno recuperato l’involucro che risultava contenere: grammi 42 di cocaina, altro involucro di grammi 1 di cocaina e ulteriore quantitativo di grammi 31 di hashish oltre a bilancino di precisione e involucri per il confezionamento di dosi. Per il rinvenimento di tali quantitativi di stupefacente si è proceduto all’arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente.

28 Luglio 2019 0

Cassino, arrestata dai carabinieri per rapina una 71enne durante il mercato settimanale

Di redazionecassino1

CASSINO – I militari della locale Sezione Radiomobile, unitamente al personale del Comando Stazione Carabinieri di Piedimonte San Germano, nel corso di predisposti servizi tesi a monitorare il regolare svolgimento del mercato settimanale, traevano in arresto una 71enne, residente in provincia di Potenza, coniugata, bracciante agricola (già gravata da analoghe vicende penali)  poiché colta nella flagranza del reato di “rapina”,. La predetta veniva fermata da altra donna subito dopo aver asportato dalla borsa della madre il portafoglio mentre quest’ultima era intenta a conversare telefonicamente e che riusciva, dopo una breve colluttazione, a recuperarlo. Una volta scoperta, l’anziana malfattrice, per assicurarsi la fuga, metteva in atto ripetuti atti di violenza anche nei confronti di  una terza donna  intervenuta in aiuto delle due malcapitate. Tale comportamento criminoso veniva notato dai militari operanti, che avevano attuato uno specifico dispositivo per  prevenire ed eventualmente reprimere la commissione di tali reati ed, intervenuti nell’immediatezza, dichiaravano la malvivente in stato di arresto poiché resasi responsabile del reato di rapina (impropria). Ad espletate formalità di rito,  l’arrestata veniva associata presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia Sezione Femminile, così come disposto dalla competente A.G.. Inoltre, nei confronti della predetta, veniva  altresì  inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con  Foglio di Via Obbligatorio con divieto di far ritorno nel  Comune di Cassino.

27 Luglio 2019 0

Cervaro, coltivava piante di marijuana per fini di spaccio, arrestato dai carabinieri un 50enne

Di redazionecassino1

CERVARO –  I carabinieri della Compagnia Cassino hanno tratto in arresto L. D., censito per analoga tipologia di reato, per coltivazione, detenzione ai fini di spaccio.

L’uomo è stato sorpreso mentre coltivava una piantagione di marijuana.

Sono state sequestrate 93 piante per un’altezza da 30 cm a 1.70 jr. per un peso complessivo di circa 18 kg. Sequestrato anche un bilancino per il confezionamento delle dosi.

Foto di repertorio