Tag: civili

5 Luglio 2019 0

Rifiuti maleodoranti di ogni genere sommergono il Monumento alle vittime civili di guerra in piazza Marconi

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Solo qualche giorno fa durante un controllo ‘a sorpresa’ del sindaco Salera, dell’assessore Venturi con i responsabili della De Vizia era stato scoperto un ‘furbetto’ di rifiuti abbandonati. Probabilmente questo incivile pensava di farla franca, ma così non è stato, poiché è stato individuato e prontamente sanzionato. 

 Lo stesso pensiero sarà passato per la mente di qualche altro incivile che ha pensato di poter fare lo stesso, anzi molto peggio, in piazza Marconi accanto al monumento che ricorda le vittime civili di guerra. Un vergogna, una situazione di sporcizia che definirla incredibile è un eufemismo. Odori nauseabondi, e topi hanno ben presto invaso la zona. Un’inciviltà fuori del comune, quella di piazza Marconi, che le foto documentano in modo inequivocabile. Rifiuti di ogni tipo abbandonati a cielo aperto, lasciati fuori dai carrellati con avanzi di carne, buste colme di immondizia di ogni genere, ruote di auto abbandonate chissà da quanto tempo. Una vergogna senza pari, opera di persone incivili ed irresponsabili, incuranti delle conseguenze che ne posso derivare per residenti e cittadini in generale. È superfluo ricordare i pericoli che, complici le elevate temperature estive di questi giorni possono provocare non soltanto in fatto di cattivi odori, ma anche per la salute dei residenti e di tutti i cittadini.

Un malcostume che mette a rischio tutti. Un grado di inciviltà indescrivibile. Situazioni del genere vanno sanzionate pesantemente non solo sotto l’aspetto pecuniario, ma anche penalmente, perché il deposito di rifiuti a cielo aperto rappresenta un illecito penalmente perseguibile. Ci si augura che la nuova amministrazione sia intransigente sotto questo profilo. Che rimuova quei rifiuti immediatamente. Che faccia, soprattutto, comprendere a questi incivili ed irresponsabili, il cui appellativo per definirli è soltanto uno e ben preciso, una volta per tutte, che esistono regole precise che vanno rispettate e che servono a tutelare il decoro della città, ma in particolare la salute dei suoi cittadini! 

F. Pensabene

1 Marzo 2018 0

Cassino: Emozione per la Prima giornata delle Vittime Civili delle Guerre e dei conflitti nel mondo

Di Comunicato Stampa

Emozionante la prima giornata delle Vittime Civili delle Guerre e dei conflitti nel mondo che si è tenuta a Cassino. Una giornata straordinaria quella che si è tenuta domenica, 25 febbraio, presso l’Aula Pacis di Cassino. L’associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sezione provinciale di Frosinone, insieme al Comune di Cassino ha realizzato la prima edizione della Giornata delle Vittime Civili delle Guerre e dei Conflitti nel mondo, istituita grazie ad una legge dello Stato su iniziativa dell’Anvcg. La manifestazione ha visto la partecipazione, al fianco del presidente provinciale, il cavaliere Giovanni Vizzaccaro, del sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, del vicepresidente nazionale dell’Anvcg Aurelio Frulli e del prefetto di Frosinone, sua eccellenza Emilia Zarrilli. Una giornata in cui si sono susseguite testimonianze, appelli alla costruzione di una cultura di pace senza mai scendere nella retorica. I rappresentanti delle istituzioni hanno saputo toccare la complessità dell’argomento con parole vere, autentiche e non impastoiate di frasi fatte. La cerimonia è stata inaugurata dalla rappresentazione teatrale della Filodrammatica don Bosco, della Parrocchia di San Pietro Apostolo, curata da Patrizia Velardi. Poi, attraverso le parole del presidente della sezione provinciale, Giovanni Vizzaccaro si è entrati nel vivo della giornata. Alle parole del presidente Vizzaccaro ha risposto con forza il sindaco D’Alessandro che si è fatto promotore di un progetto di recupero della storia locale insieme agli studenti di ogni ordine e grado. Per far comprendere meglio chi sono le vittime civili di guerra è stato proiettato un filmato, documentato da Antonio Nardelli, che raccoglie alcune testimonianze con il coordinamento del presidente Vizzaccaro. La parola è passata al prefetto Zarrilli che è stata toccante nel suo intervento. Le conclusioni sono state affidate al vicepresidente nazionale Aurelio Frulli che ha voluto omaggiare il prefetto con un simbolo dell’Anvcg. Una giornata intensa, ricca di emozioni, resa ancora più toccante dallo scambio generazionale con gli studenti dell’istituto San Benedetto che hanno collaborato alla manifestazione. La giornata è stata moderata da Pierluigi Di Raddo e da Paola Caramadre. Tante le autorità civili e militari che hanno preso parte alla manifestazione testimoniando la vicinanza all’Anvcg. Al termine della manifestazione, dall’Aula Pacis si è mosso il corteo verso il monumento alle Vittime Civili di Guerra in piazza Marconi dove hanno sfilato il gonfalone della città di Cassino e i labari delle associazioni combattentistiche. Il Comune e l’associazione hanno deposto una corona in memoria di tutte le vittime. Il momento è stato reso ancora più solenne dalla preghiera officiata da don Gabriele della parrocchia di Sant’Antonio e dal sottofondo musicale della banda Don Bosco – Città di Cassino diretta dal maestro Marcello Bruni e dal picchetto d’onore dell’80esimo Rav.