Tag: distacchi

17 Maggio 2019 1

Acea Ato5, candidati sindaco e Commissario incontro in Comune, stop ai distacchi fino all’elezione del sindaco

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  Si è svolto questa mattina, presso la sede comunale di Cassino, l’incontro promosso dal Commissario Straordinario dell’ente, prefetto Benedetto Basile, tra la società Acea Ato 5, che gestisce il servizio idrico integrato e i candidati alla carica di sindaco.

Alla riunione hanno partecipato il subcommissario dottor Pierino Malandrucco e il subcommissario dottor Antonio Orecchio in rappresentanza del Comune, il presidente di Acea Ato 5 Stefano Magini e i candidati a sindaco Mario Abbruzzese, Enzo Salera, Giuseppe Golini Petrarcone e Renato De Sanctis, i quali avevano firmato la richiesta di confronto con Acea.

 I subcommissari hanno illustrato i motivi della convocazione, sottolineando il particolare clima che si è venuto a creare in Città, come rappresentato dai candidati a sindaco, a seguito dell’attività, operata dal Gestore, di distacco dei contatori nei confronti delle utenze idriche risultanti morose.

 Gli stessi subcommissari, dopo un breve giro di interventi da parte del rappresentante Acea e dei candidati, hanno nuovamente evidenziato la richiesta formulata dai candidati di porre in essere una moratoria degli interventi di disalimentazione programmati da Acea Ato 5, al fine di portare a compimento tutti i dovuti accertamenti tecnici nell’arco di non oltre 30 giorni.

 Il Presidente di Acea Ato 5 Magini ha accolto la richiesta avanzata dai candidati, per il tramite l’Amministrazione Comunale.

 

21 Maggio 2009 1

Distacchi Enel troppo facili, l’assessore protesta

Di Comunicato Stampa

Distacco dell’utenza energetica e aggravi di spese non dovute per riallacci a discapito di famiglie in difficoltà economica, sono stati oggetto di dure critiche da parte di Ciro Rivieccio assessore ai servizi sociali di Cassino rivolte alla società Enel. Il protocollo previsto per chi paga in ritardo le bollette è quello della riduzione della potenza dell’impianto, ma non il distacco. A Cassino, invece, accadeva che le persone disagiate, e quindi in difficoltà nel pagare le bollette, rimanevano improvvisamente al buoi. Accadeva quindi che per ottenere nuovamente la corrente in casa, anche grazie all’intervento del Comune, bisognava chiedere un nuovo allaccio e pagarlo circa 80 euro. Un ulteriore aggravio al disagio dei disadattati. Per questo l’assessore Rivieccio si è scagliato più volte contro l’Enel e, questa mattina, il direttore compartimentale della regione Lazio, si è recato a Cassino per trovare una soluzione che possa rendere meno gravosa la condizione delle famiglie in difficoltà economica.