Tag: Frosinone

6 Ottobre 2019 0

Farmacie di Frosinone e Latina sotto la lente del Nas dei carabinieri, rilevate violazioni amministrative e penali

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE/LATINA – I Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno recentemente concluso un  servizio di controllo mirato ad accertare la corretta dispensazione dei farmaci e dei dispositivi medici a carico del servizio sanitario nazionale. Le 19 ispezioni ad altrettante farmacie, poste nell’ambito delle provincie di Frosinone e Latina, hanno consentito di accertare numerose violazioni alle norme amministrative e penali che regolano la materia, a 16  farmacisti responsabili di farmacia oltre n.400 violazioni di natura amministrativa, reiterate nel tempo,  per un importo  complessivo superiore a 412.000 euro  e a  n. 6 farmacisti anche violazioni di natura penale con conseguenti sequestro di complessivi 376 confezioni di farmaci e n. 426 confezioni di dispositivi medici privi delle “fustelle” necessarie per ottenere il rimborso da parte delle Asl competenti.

I militari del N.A.S., a fattor comune, rilevavano  e quindi contestavano ai farmacisti responsabili, violazioni amministrative  relativi alla dispensazione ai clienti di medicinali in assenza di ricetta medica non ripetibile e, comportamenti ancora più censurabili di natura penale, l’aver richiesto fraudolentemente  alle Asl competenti, il rimborso di farmaci e dispositivi medici che sono a carico del S.S.N. apponendo le fustelle su ricette intestate ad ignari pazienti e mai materialmente consegnati, oltre a violazioni di natura penale afferenti il mancato aggiornamento della documentazione relativa alla dispensazione dei farmaci stupefacenti. Il NAS ricorda che, i medicinali soggetti a prescrizione medica possono presentare un pericolo se utilizzati senza il controllo medico con rischio diretto o indiretto per la salute del paziente.  A riguardo saranno intensificati i controlli nello specifico settore atteso la  pericolosità del fenomeno accertato. Bisogna, infine ricordare che per la vendita di medicinali senza ricette è prevista la sanzione accessoria della chiusura della farmacia da 15 a 30 giorni (da parte del Sindaco) art 148 comma 8 del d lvo 219/2006

3 Ottobre 2019 0

Traditi dal nervosismo, coppia di campani arrestata per droga a Frosinone

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – I Carabinieri del Norm di Frosinone hanno arrestato per droga un 58enne ciociaro già noto alle forze dell’ordine ed una 47enne di origini campane incensurata. I due, controllati mentre viaggiavano a bordo di un’utilitaria, hanno mostrato segni di nervosismo nonostante si trattasse di semplici accertamenti per eventuali violazioni al Codice della Strada.

Lo stato di agitazione non è passato però inosservato ai militari che decidevano di perquisire il veicolo. Un anomalo posizionamento del coperchio del vano posto sotto il volante attirava l’attenzione degli operanti che, dopo averlo aperto, vi hanno trovato occultate ben 19 dosi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” per complessivi grammi 7 circa. La successiva perquisizione domiciliare consentiva poi di rinvenire, a casa dell’uomo, ulteriori grammi 14 della medesima sostanza, tre bilancini di precisione, nonché la somma contante di euro 1.000 circa, quale provento dell’attività illecita.

La droga ed il denaro rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro. Al termine delle formalità di rito, in attesa del giudizio direttissimo, l’uomo è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della caserma di Frosinone, mentre la donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Per gli arrestati verrà proposta l’applicazione della misura di prevenzione dell’avviso orale.

Foto repertorio

25 Settembre 2019 0

Frosinone; “Operazione Bazar” dei Carabinieri, una decina di arresti e sequestro di hashish e cocaina

Di felice pensabene

FROSINONE – Dalle prime ore dell’alba circa 60 Carabinieri delle Compagnie di Frosinone ed Alatri, con l’ausilio di due unità cinofili ed un elicottero del Raggruppamento Aeromobili Carabinieri di Pratica di Mare, hanno dato esecuzione a 13 provvedimenti di custodia cautelare, di cui: 6 in carcere, 2 ai domiciliari e 5 divieti di dimora con obbligo di presentazione alla P.G. emessi dalla Dott.ssa Ida LOGOLUSO, Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone, su richiesta del Dott. Adolfo COLETTA, Sostituto Procuratore di Frosinone.

L’Autorità Giudiziaria, condividendo in pieno il quadro accusatorio sviluppato dagli investigatori dei Carabinieri di Frosinone e di Alatri, ha ritenuto gli odierni indagati responsabili a vario titolo di acquisto, trasporto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti di tipo “cocaina” e “hashish”, in concorso continuato, anche avvalendosi di altri soggetti, per le attività di cessione a terzi, tra i quali anche elementi con handicap psichiatrici.

L’indagine dei militari dei Nuclei Operativi e Radiomobile delle due Compagnie iniziava nel mese di marzo 2018, allorquando dagli ambienti delinquenziali locali trapelavano informazioni che indicavano alcuni soggetti dediti al trasporto, tra nord Italia, Albania e Germania, di sostanze stupefacenti con autovetture appositamente attrezzate da compiacenti carrozzieri per l’occultamento delle stesse al loro interno. I responsabili del traffico venivano individuati in alcuni personaggi di nazionalità albanese e rumena, i quali, con la connivenza di elementi locali gestivano alcune piazze di spaccio in vari comuni di questa Provincia, tra i quali Ferentino, Fiuggi, Vico nel Lazio, Alatri e Frosinone.

Il primo importante riscontro si otteneva quando veniva localizzata a Ferentino presso una nota autocarrozzeria un’autovettura alimentata anche a metano, i cui serbatoi erano stati sostituiti con “siluri” identici ai serbatoi originali, ma di fatto modificati per occultare e trasportare in sicurezza quantitativi di stupefacente.

L’importante scoperta forniva un prezioso contributo allo sviluppo dell’attività investigativa, al punto che l’A.G. autorizzava una pluralità di attività tecniche intercettive e la concreta sinergia messa in campo dai reparti operanti, consentiva di individuare i partecipanti al fenomeno criminoso e di raccogliere una moltitudine di elementi probatori a carico degli indagati, nonché di individuare ben sei piazze di spaccio operanti nei comuni prima citati.

Nel complesso, le investigazioni hanno permesso di debellare un importante “giro criminoso” di elevato spessore con importanti illeciti guadagni, di individuare altro canale di approvvigionamento facente capo a un’insospettabile infermiera di Ostia, che di volta in volta, a richiesta, riforniva la piazza di spaccio di Fiuggi, con a capo il 52enne S.M. e allo stesso tempo hanno portato all’arresto di: 9 persone in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; 4 persone denunciate all’A.G. per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; 5 persone segnalate alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art. 75 DPR 309/90; al sequestro di kg. 1,130 di hashish, gr. 370 di cocaina e di cospicue somme di denaro provento dell’attività illecita, oltre a numeroso materiale per confezionamento della droga destinata al mercato.

Le indagini che sono state concluse a dicembre 2018, con l’esecuzione delle odierne misure cautelari nei confronti dei 13 indagati, di cui due di nazionalità Albanese, i quali, nonostante tutte le precauzioni adottate mediante l’utilizzo di frasari “convenzionali” per la conduzione dell’attività criminosa (Fettuccine/abbacchio/antimuffa) e per sviare eventuali investigazioni nei loro confronti, non sono riusciti ad eludere l’efficace ed incisivo monitoraggio dei Carabinieri operanti. Al termine dell’operazione, gli arrestati sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di questo Capoluogo, ad eccezione della donna condotta presso il carcere femminile di Roma Rebibbia e degli altri due posti agli arresti domiciliari presso le rispettive residenze.

25 Settembre 2019 0

Frosinone, minore allontanatosi dalla casa famiglia, i carabinieri lo ritrovano a casa del nonno

Di felice pensabene

FROSINONE – I servizi sociali del Comune di Frosinone, su ordinanza del Tribunale dei Minorenni di Roma, in data 23/11/2018 collocavano L.M. (nato a Frosinone il 2004) presso la comunità alloggio per minori di Caivano (NA). L’interessamento dei servizi sociali discende da problematiche afferenti i rapporti familiari, essendo stati i genitori sospesi dalla relativa potestà. Il ragazzo si allontanava volontariamente dalla struttura in data 04/09/2019 senza alcun preavviso e senza avere al seguito nessun cellulare. Le ricerche venivano diramate dalla Tenenza di Caivano, a seguito di denuncia di allontanamento presentata dalla responsabile di quel centro. Numerose le Forze di Polizia interessate all’attività. Le indagini atte a rintracciare il giovane si indirizzavano oltre che nella zona di Napoli, anche nel perugino, dove abita la madre, e nella Provincia di Frosinone, Comune dove risiede il padre. I numerosi accessi presso l’abitazione del padre davano esito negativo ma la diuturna ed efficace azione informativa del personale della Stazione Carabinieri di Frosinone consentiva di concentrare le ricerche nel vicino Comune di Giuliano di Roma dove i militari di quella Stazione, incontrato il nonno del ragazzo nella Piazza principale del paese, gli chiedevano notizie del nipote. L’uomo pur lamentandosi della scomparsa dello stesso, teneva un atteggiamento rilassato che insospettiva i Carabinieri. Questi, pertanto, decidevano di procedere ad una ispezione presso la sua abitazione dove, infatti, ritrovavano il ragazzo, il quale affermava di trovarsi lì solo dalla mattina odierna e non faceva riferimento alcuno a dove avesse trascorso i giorni precedenti. Il ragazzo si trova in ottime condizioni di salute ed è stato collocato presso una comunità “di Frosinone, in attesa di ulteriori decisioni da parte del Tribunale dei Minorenni di Roma.

FOTO DI REPERTORIO

23 Settembre 2019 0

La Scuba si aggiudica il Torneo “Città di Frosinone”

Di felice pensabene

FROSINONE – La prima edizione del Torneo “Città di Frosinone” va alla Scuba, vincitrice con pieno merito della semifinale con Colleferro (93-67) e della finalissima con la Pallacanestro Veroli (89-73). Due belle affermazioni per la squadra allenata da Francesco Calcabrina che si proietta nel migliore dei modi al quarto di finale di Coppa Lazio, in programma domani (martedì 24 Settembre) a San Cesareo contro la SS Lazio.

Ad aprire il torneo la sfida fra Anagni e Veroli: una partita vera, vinta dai giallorossi per 77-75 al termine di quattro periodi in perenne equilibrio. Successivamente il rotondo successo (93-67) di Frosinone su Colleferro, in una gara sempre condotta dai gialloblù. Il 19-8 del primo quarto, infatti, testimonia il buon approccio avuto dai padroni di casa e sembra il preludio a una gara in archivio già all’intervallo. I ragazzi di Avenia, però, riescono a limitare i danni al 43-34 con cui si torna negli spogliatoi e si riportano addirittura a -2 nel corso della terza frazione. La Scuola Basket risponde subito e torna oltre la doppia cifra di vantaggio grazie a Ceccarelli, poi sono Rocchi e Grazzini a far scorrere i titoli di coda con le loro accelerazioni all’inizio dell’ultimo quarto.

Sul gradino più basso del podio si piazza Anagni che supera Colleferro 71-81 grazie alle ottime prove di Di Mambio e Coluzzi (50 punti in coppia), mentre dall’altra parte non bastano i 20 di Odigie e i 15 di Bagni. Nella finalissima è Veroli a partire meglio grazie a Vinci, capace di arrivare in doppia cifra dopo pochi minuti. Frosinone però ribalta ben presto l’inerzia della gara con Rocchi e Cara, trovando il primo vantaggio e poi il +5 grazie alla tripla di Ceccarelli sulla sirena del primo quarto. Nel secondo periodo anche Stazi e Bondatti forniscono ottime indicazioni a coach Calcabrina, la Scuba arriva così fino al +13, trascinata da Briglianti, e torna negli spogliatoi sul 44-35. Nel terzo periodo i verolani rosicchiano qualche punto ma i padroni di casa scaldano la mano da dietro l’arco e scappano via: a segno Rocchi, Ceccarelli e Stazi per il +19 che, di fatto, chiude l’incontro. La truppa di De Rosa prova a rientrare ma non torna mai realmente a contatto, anche perché Ceccarelli rispedisce al mittente ogni tentativo di rimonta.

“Siamo contenti di aver vinto il torneo – afferma l’allenatore della Scuba, Francesco Calcabrina – perché ci tenevamo, da società organizzatrice, a portare a casa la prima edizione. La partita con Veroli è stata migliore di quella con Colleferro, ho avuto buone risposte dalla panchina con l’ottimo impatto di Fassiotti e Bondatti. Andiamo ancora a sprazzi: a volte la difesa gira bene e ci permette di andare in contropiede, in altri momenti fatichiamo nelle rotazioni, negli aiuti e nei rimbalzi. In tal senso giocare tre partite in quattro giorni non aiuta: martedì infatti troveremo un avversario più fresco, anche per l’età media molto bassa del roster, ma comunque arriviamo alla sfida dei quarti di Coppa con il morale alto e con l’obiettivo di vincere per accedere alle Final Four”.

“In questo torneo abbiamo iniziato a mettere in campo le indicazioni del coach – dichiara il play Davide Grazzini -, in particolare contro Veroli siamo andati molto bene, tutti hanno dato un ottimo contributo in attacco e in difesa, anche i ragazzi che di soliti giocano meno. Ora ricarichiamo le batterie, martedì daremo tutto per centrare l’obiettivo Final Four”.

Semifinali Pallacanestro Veroli 77 – Fortitudo Anagni 75 Veroli: Iannarilli 12, Fiorini G. 27, Galuppi 12, Vinci 4, Fontana, Biasini n.e., Iannozzi n.e., De Francesco 8, Fiorini M. 14, Iannozzi n.e., Moraldi. Coach: De Rosa Anagni: Pasqualoni 2, Ruggieri 5, Coluzzi 17, Capotorto 20, Neccia n.e., Santucci 15, Di Mambo 6, Morrea, Fontana 3, Faraoni. Coach: De Simoni

Scuola Basket Frosinone 93 – Pallacanestro Colleferro 67 Frosinone: Bondatti 2, Grazzini 7, Efficace 6, Stazi 9, Rocchi 14, Briglianti 21, Fassiotti 1, Malizia, Bosco, Lepore, Ceccarelli 22, Cara 11. Coach: Calcabrina, ass. coach: Gattabuia Colleferro: Ricchiuto 11, Chelucci 5, Bagni, Cancia 11, Petri 2, Preti 4, Rossi, Tucci 2, Odigie 22, Iadicola 6, Alessandrini, Ruszczuk 4. Coach: Avenia

Finali 3°/4° posto Pallacanestro Colleferro 71 – Fortitudo Anagni 81 Colleferro: Ricchiuto 2, Chelucci 9, Bagni 15, Cancia 11, Preti n.e., Petri, Rossi n.e., Tucci, Odigie 20, Alessandrini 14. Coach: Avenia Anagni: Capotorto 4, Ruggeri 10, Coluzzi 21, Neccia 4, Santucci 4, Di Mambro 29, Morrea 7, Faraoni n.e., Fontana 2. Coach: De Simoni

Finale 1°/2° posto Scuola Basket Frosinone 89 – Pallacanestro Veroli 73 Parziali: 23-18, 21-17, 23-13, 22-25 Frosinone: Bondatti 5, Grazzini 6, Efficace 2, Stazi 6, Rocchi 11, Briglianti 20, Fassiotti, Malizia 2, Bosco, Lepore 2, Ceccarelli 26, Cara 9. Coach: Calcabrina Veroli: Mauti 10, Iannarilli 4, Fiorini G. 10, Vinci 20, Fontana, De Francesco 10, Iannozzi D., Moraldi, Iannozzi L., Fiorini M. 19. Coach: De Rosa.

21 Settembre 2019 0

Frosinone, presentato lo staff dell’Ufficio Stampa della Questura

Di felice pensabene

FROSINONE – Il Questore di Frosinone, dott. Leonardo Biagioli, ha presentato alla cittadinanza lo staff dell’Ufficio Stampa della Questura: nuovo portavoce è il Vice Questore dott. Cristiano Bertolotti, ed il Vice Ispettore Luciana Cardarelli è il responsabile dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico ed addetto stampa. Il Questore ha sottolineato l’importanza della funzione delle due figure professionali per il potenziamento delle capacità dell’Istituzione di essere sempre in contatto non solo con il mondo dell’informazione, ma, soprattutto, con l’intera cittadinanza, aumentando le possibilità di intercettare i segnali diffusi che ne provengono, non solo riguardanti la legalità in senso lato, ma anche delle vere e proprie richieste di aiuto. Il comportamento dei nostri concittadini indica che la nostra istituzione è considerata ormai come un polo di attenzione e di ascolto a cui ci si può rivolgere in qualsiasi frangente. Le nomine presentate oggi, si innestano nel processo di coinvolgimento dell’Istituzione nel mondo dei social per essere sempre presenti e soprattutto attenti ai profondi e veloci cambiamenti della società.. Il Vice questore dott. Cristiano Bertolotti nel ringraziare il Questore per l’incarico ricevuto ha dichiarato la sua disponibilità a tutti gli organi di stampa per poter aderire completamente all’ esigenza di fornire alla cittadinanza una informazione il più possibile completa, corretta, trasparente e soprattutto tempestiva. “Esserci sempre” per tutti i cittadini, ha dichiarato il Vice Ispettore Luciana Cardarelli, è il nostro compito.

20 Settembre 2019 0

Frosinone: al via due km di isole pedonali da piazzale Vittorio Veneto a piazzale De Matthaeis

Di felice pensabene

FROSINONE – In partenza, in via sperimentale, le isole pedonali nella parte alta e in quella bassa della città per il progetto ”A passeggio per due chilometri – da Piazzale Vittorio Veneto a Piazzale De Matthaeis” voluto dalla giunta Ottaviani, che consentirà il collegamento di Via Aldo Moro con Piazzale Vittorio Veneto fino a Largo Turriziani, anche attraverso l’utilizzo dell’ascensore inclinato. L’iniziativa, che rientra nell’ambito degli interventi messi in atto dall’amministrazione Ottaviani per migliorare la qualità dell’aria e promuovere non solo abitudini maggiormente ecosostenibili, ma anche proposte di valorizzazione del territorio, unitamente a ogni iniziativa di aggregazione e coesione sociale, partirà sabato 21 settembre e si concluderà domenica 29 marzo 2020, con possibilità di proroga.

Il progetto “A passeggio per due chilometri – da Piazzale Vittorio Veneto a Piazzale De Matthaeis” prevede, per il centro storico (da Piazzale Vittorio Veneto a Largo Turriziani compreso), la pedonalizzazione nella giornata di sabato dalle 16,00 alle 20,00 e nella giornata di domenica dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00. Per quanto riguarda via Aldo Moro (dall’intersezione con Via Francesco Veccia fino a Piazzale De Matthaeis), l’area pedonale sarà attivata nella giornata di sabato dalle 16,00 alle 20,00 e nella giornata di domenica dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00, con esclusione dei residenti, il cui accesso sarà garantito, nell’area di via Aldo Moro, da via Po. I residenti di via Aldo Moro, intestatari dei veicoli, potranno rivolgersi al comando della Polizia locale, sito in piazzale Europa (quartiere Selva Piana), muniti di fotocopia del libretto auto, per fare richiesta di un apposito contrassegno. La modulistica per poter richiedere l’accesso in deroga all’ordinanza relativa alla istituzione delle isole pedonali in Via Aldo Moro, è disponibile anche sul sito istituzionale, www.comune.frosinone.it. Il modulo, debitamente compilato, dovrà essere presentato al protocollo generale dell’ente, in piazza VI dicembre, per costituire titolo di accesso in deroga.

La Polizia locale, per motivi di ordine, sicurezza e organizzativi, ha emesso quindi apposita ordinanza che prevede il divieto di sosta e circolazione in corso della Repubblica (da piazzale Vittorio Veneto a largo Turriziani) e in via Aldo Moro (da via Veccia a piazzale De Matthaeis) dal 21 settembre al 31 marzo 2020, nelle giornate del sabato (ore 16-20) e domenica (ore 10-13 e 16-20). Istituita, inoltre, la circolazione a doppio senso da via Veccia verso via Aldo Moro al fine di permettere l’uscita ai veicola in sosta nel parcheggio dell’ascensore inclinato. Sono esentati dai divieti di circolazione i velocipedi, i veicoli adibiti a servizi di polizia, antincendio a servizio di persone con disabilità o provvisti di apposito contrassegno, le autoambulanze, i mezzi operativi per la raccolta di rifiuti e spazzamento strade. Esentati anche i veicoli intestati ai residenti o a quanti risiedano nelle strade raggiungibili esclusivamente transitando su via Aldo Moro o corso della Repubblica. In caso di avverse condizioni atmosferiche l’isola pedonale verrà sospesa.

Area degli allegati

19 Settembre 2019 0

Frosinone, individuato dalla polizia scientifica l’autore del furto in un ristorante del centro. Denunciato un albanese

Di felice pensabene

FROSINONE – Nella serata di ieri gli operatori della Squadra Mobile della Questura di Frosinone hanno denunciato un cittadino albanese per il furto avvenuto la notte tra il 15 ed il 16 settembre nei locali del Ristorante “Tittino”, situato in pieno centro. Nella circostanza delittuosa sono stati asportati vini pregiati, generi alimentari e 60 euro del fondo cassa. Il personale del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura, che nell’immediatezza del fatto ha effettuato i rilievi, ha proceduto alla comparazione delle impronte rinvenute e, una volta avuto un riscontro dal database, visionando le registrazioni delle telecamere che avevano immortalato l’autore del reato, ha potuto effettuare un confronto tra le immagini dei due soggetti che sono risultati essere la stessa persona. Alla luce di quanto emerso, gli agenti della Squadra Mobile hanno richiesto e ottenuto dal Sostituto Procuratore del Tribunale di Frosinone un decreto di perquisizione e durante l’esecuzione della stessa hanno trovato nell’abitazione dell’uomo un orologio del tutto simile a quello indossato dal malfattore durante il furto. Il cittadino straniero era già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

14 Settembre 2019 0

Sorpreso a Frosinone con 1 chilo di cocaina, arrestato corriere romano

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Trovato in possesso di un chilo di cocaina. Ad arrestare il romano D. M. sono stati i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Frosinone che hanno fermato per controllo sulla via Monti Lepini la sua Lancia Ypsilon. La perquisizione dell’auto ha permesso di rinvenire nell’abitacolo cocaina per un peso complessivo di circa un chilo.

Inevitabili, quindi l’arresto dell’uomo e il sequestro della sostanza stupefacente che, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 60mila euro. Sono in corso, inoltre, indagini dei carabineiri comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo, per individuare la provenienza e la destinazione della droga.

Ermanno Amedei

foto repertorio

14 Settembre 2019 0

La Virtus vince la prima in casa contro la Scuba Frosinone

Di felice pensabene

Arriva finalmente la prima vittoria per la compagine di coach Vettese, che al termine del quarto scrimmage stagionale contro lo Scuba Frosinone, si porta a casa il match con il risultato di 80-51 (97-58, se si considera il mini extra-time concordato tra le due società di 5 minuti, ndc). Buon test per Cecchetti e soci, che nonostante una partenza non brillantissima, hanno saputo ben gestire la gara, malgrado l’assenza del playmaker Michele Magini, infortunatosi in allenamento lo scorso martedì ad una mano, e della condizione fisica di alcuni elementi, come sottolineato nelle scorse uscite, non ancora delle migliori. Per la cronaca, inizia subito bene la Virtus, che grazie alle triple di Lasagni e alle incursioni nel pitturato di Fioravanti, va al primo mini-intervallo sul risultato di 18-13. Nel 2° periodo, sono invece i lunghi rossoblù a prendersi la scena, con Liburdi (7), Cecchetti (4) e Rovere (3), che firmano il 18-16 del quarto antecedente all’intervallo lungo. Nel 3° quarto, sono invece Callara, Fioravanti e Lasagni, che colpiscono ripetutamente la difesa di coach Calcabrina, chiudendo le maglie in maniera ottimale anche in difesa, riuscendo a subire soli 9 punti alla fine dei 10’ di gioco. Il risultato del periodo è di 22-9 per Cassino. Nel 4° quarto, la Virtus è sempre in controllo e vince anche questa frazione con il parziale di 20-13. Da segnalare sullo scadere del tempo, i primi punti tra i “senior” del giovane prodotto del vivaio cassinate, Marco Gambelli, che sulla sirena realizza la tripla dell’80-51, risultato con il quale si conclude la gara. Nell’ultimo mini-tempo di gara concordato tra le due società di 5 minuti, è sempre la Virtus in controllo dell’incontro, con un Callara strepitoso che realizza 9 dei 17 punti di squadra dei rossoblù. Risultato finale del periodo 17-7 (aggregato finale: 97-58, ndc). Le parole di Alessandro Cecchetti al termine della gara: “Siamo parzialmente soddisfatti della prestazione. È stata una partita vera, intensa e che ci ha visto fare ulteriori passi avanti in vista dell’impegno di campionato del 29 settembre contro Pozzuoli. Non siamo ancora senza dubbio in condizione. Una squadra che consta di tutti elementi nuovi, giovani e con una preparazione intensa sulla spalle, è difficile che trovi un’amalgama di gioco perfetta in maniera così celere ed immediata. Certamente abbiamo fatto dei sensibili miglioramenti, ma sono convinto che possiamo fare decisamente di di più”. Ripresa degli allenamenti oggi per i lupi cassinati, che affronteranno sabato in amichevole, la Virtus Valmontone.

BPC Virtus Cassino – Scuba Basket Frosinone= 97-58 (18-13; 18-16; 22-9; 20-13; 17-7)

BPC Virtus Cassino: Liburdi 12, Lasagni 14, Cecchetti 8, Gambelli 3, Callara 17, Puccioni 4, Montagner, Pacitto, Vorzillo, Fioravanti 13, Rovere 13, Manzo 2, Lauria 8.