Tag: lunedi

14 Agosto 2019 0

Cassino, nuovo stop idrico da lunedì 19 sera a martedì mattina

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Acea Ato 5 comunica che, per lavori di manutenzione straordinaria della rete idrica, lunedì prossimo, 19 agosto, si verificherà una sospensione del flusso idrico dalle ore 21:00 con ripristino definitivo nelle prime ore del mattino seguente.

Le zone interessate saranno le seguenti:

– Centro del Comune e parte della periferia (ex gestione Comunale).

Acea Ato 5 si scusa per i disagi.

 

28 Luglio 2019 0

Cassino, lunedì Consiglio comunale su rifiuti da Roma, vendita derivati dalla canapa e spostamento mercato settimanale

Di redazionecassino1

CASSINO – Consiglio comunale convocato per lunedì 29, alle 18, dal presidente Barbara Di Rollo con una serie di interrogazioni della minoranza all’ordine del giorno e con in primo piano il problema dell’arrivo dei rifiuti da Roma allo stabilimento della Saf di Colfelice. In particolare si dovrà discutere anche del decreto crescita, della libera vendita dei prodotti della derivanti dalla canapa, argomento di discussione questo, fortemente voluto da Mario Abbruzzese già nelle scorse settimane, come quello dello spostamento del mercato settimanale. Si discuterà anche di conferimento dei rifiuti di Roma negli impianti di trattamento del Cassinate (Francesco Evangelista), della istanza per il deposito premilinare e messa in riserva di rifiuti speciali pericolosi in territorio di Cassino; di disposizioni per la rigerenazione urbana e per il recupero edilizio.

L’iniziativa di Evangelista sui rifiuti è stata sottoscritta anche da altri consiglieri di minoranza, Michelina Bevilacqua, Salvatore Fontana, Giuseppe Golini Petrarcone, Massimiliano Mignanelli e Mario Abbruzzese. Tutti chiedono una seduta consiliare interamente dedicata all’argomento: “Con ordinanza contingibile ed urgente – scrivono i componenti dell’opposizione – il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha inteso risolvere il problema dei rifiuti di Roma Capitale coinvolgendo tutte le province del Lazio. L’incompetenza del governo di Roma Capitale, unito al lassismo del governo regionale che da anni non dà impulso al piano regionale dei rifiuti per risolvere il problema di Roma, ha fatto sì che anche la nostra provincia torni ad essere una discarica romana. Come noto questo territorio del Lazio meridionale è già fortemente compromesso a causa della presenza del termovalorizzatore di San Vittore del Lazio, della discarica della Mad di Roccasecca, e dell’impianto di raccolta rifiuti della Saf di Colfelice. Appare evidente che questa ordinanza – scrivono i consiglieri di minoranza – è ancora una volta uno schiaffo dato al territorio del Lazio meridionale e bene hanno fatto alcuni comuni, con il sindaco Giuseppe Sacco di Roccasecca come capofila, a paventare il ricorso al Tar del Lazio per impugnare la suddetta ordinanza. Poiché dalle dichiarazioni sulla stampa emerge chiaramente che il Comune di Cassino, sembrerebbe intenzionato a non partecipare al suddetto ricorso”. L’opposizione, sull’argomento, chiede un Assise cittadina con all’ordine del giorno proprio la discussione su: “l’ordinanza contingibile e urgente del presidente della Giunta regionale del Lazio Nicola Zingaretti”.

 

8 Dicembre 2018 0

Cassino, parcheggi a pagamento si riparte lunedì (forse!)

Di redazionecassino1

CASSINO – Ennesimo scivolone del Comune sul fronte dei parcheggi a pagamento. I grattini ordinati nelle scorse settimane non sono arrivati in tempo per ripristinare il servizio. Forse, nell’ipotesi che la nuova fornitura arrivi in tempo durante il weekend dell’Immacolata, il pagamento delle strisce blu dovrebbe riprendere da lunedì. Lo stock dovrebbe essere arrivato, infatti, nel pomeriggio di ieri. Questo impedirebbe all’Ente di piazza De Gasperi di distribuire i tagliandi, che presumibilmente verranno consegnati agli esercenti abilitati solamente sabato. Per evitare, quindi, un altro pasticcio, la riattivazione delle strisce blu è stata rinviata alla giornata di lunedì. Sono rimaste in vigore i controlli per le strisce gialle utilizzate per gli abbonamenti. A nulla sono valse le proteste, soprattutto via web, degli automobilisti che si erano muniti degli abbonamenti. Rimane la preoccupazione dei trentacinque ausiliari che anche queste feste le passeranno senza prospettiva di riassunzione, visto che il bando non registrato alcuna offerta. Si profilano, quindi, per gli ex Tmp ancora tempi lunghi prima di tornare in servizio. Il Comune intanto fa cassa con il nuovo metodo di gestione dei parcheggi a pagamento, al netto della provvigione per i commercianti, con abbonamenti e sanzioni, sembra garantire circa 10 mila euro.

F. Pensabene

11 Febbraio 2018 0

La Virtus Cassino lunedì contro i Pirati di Cagliari, imperativo non abbassare la guardia

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino di lunedì, un inedito per il Campionato Nazionale di Serie B di basket, affronta ed ospita tra le mura amiche del Pala Virtus di Cassino i pirati di Cagliari. Dunque lupi contro pirati per questo settimo appuntamento del girone di ritorno della regular season del Girone D del terzo campionato nazionale, palla a due alle ore 15.00, arbitri i Signori Giorgio Silvestri e Eugenio Roberti, entrambi di Roma.

Dunque un inedito per questa stagione la collocazione di una gara delle V rossoblù al lunedì.

Una gara che giunge per i padroni di casa dopo la sconfitta in terra siciliana per mano della capolista Barcellona. Al match i sardi invece vi arrivano dopo la sconfitta interna per mano di Battipaglia.

Due team dunque vogliosi di riscattarsi immediatamente per riprendere la corsa verso la post season, i benedettini, e verso i play off per i sardi.

“Arriviamo al match dopo la delusione patita in casa della prima in classifica” commenta il DS dei lupi rossoblù, il DS Leonardo Manzari “Si la definisco delusione perché non abbiamo mai patito la gara né tantomeno l’avversario che è di elevato spessore agonistico oltre che tecnico. Sono ancora decisamente incavolato, e stranamente non riesco a smaltire questo sentimento assolutamente negativo, per gli ultimi tre possessi offensivi della gara. La loro gestione è stata a dir poco confusionaria e scellerata. Sono doppiamente incavolato per le ultime tre difese della gara, quelle che poi hanno consentito a Teghini e compagni di prendersi il match. Difficilmente riuscirò a voltare pagina cosa che avevo fatto in altre occasioni, è una sconfitta che mi brucia e alla quale non riesco a rassegnarmi. Ci vogliono attributi per vincere certe gare, ci vuole soprattutto concentrazione e noi non eravamo concentrati insomma non avevamo la faccia giusta. Poi vengono, ma solo dopo, le considerazioni tecnico / tattiche, ribadisco e sttolineo dopo molto dopo” continua il dirigente rossoblù.

“Era un passaggio cruciale della nostra stagione e lo abbiamo fallito, adesso cosa mi aspetto? E cosa volete che mi aspetti che arrivino presto i play off e che la delusione di giovedì scorso si tramuti in rabbia. Avessero la metà della mia rabbia quelli che vestono questa maglia andrebbero sulla luna o forse su Marte…. Ogni tanto si riaffacciano vecchi fantasmi e paturnie sciocche e senza senso. Voglio rabbia e furore agonistico. Adesso voglio vedere di che pasta sono fatti gli Under e che ardore sapranno trasferire sul parquet. Il calendario? Beh lo conoscevamo sin dalla scorsa estate e sapevamo che quella appena trascorsa sarebbe stata una “dieci giorni di fuoco” (si riferisce al trittico di partite con tutte le prime della classe, Salerno in trasferta, Palestrina in casa e soprattutto poi Barcellona in infrasettimanale alle 21 e 15 di giovedì, conclusasi con due vittorie ed una sconfitta ndr). Lo sapevamo e siamo andati vicino a completare il capolavoro …. Ma ci manca sempre un centesimo per fare l’euro…. Non voglio fare proclami adesso (è un fiume in piena, ndr) che senso avrebbero? non ne voglio dai tecnici e dai giocatori. Ognuno faccia il proprio lavoro, ognuno faccia quello che sa e deve fare. Ognuno soprattutto rispetti i colori che indossa. Ora è il momento della riflessione e della voglia. Voglio adesso giocare settimana dopo settimana e guardare l’atteggiamento dei giocatori che indossano questi colori. Voglio vedere chi è uomo e chi non lo è. Voglio vedere attributi. Gioca solo chi ha voglia, sono stato chiarissimo con i tecnici e soprattutto chi lo dimostra in allenamento. Adesso la pressione è tutta sugli atleti che vestono questi colori. Le prossime nove partite, lo dico prima a bocce ferme a scanso di equivoci, per niente facili, saranno un viatico anche per comprendere chi merita di vestire questi colori. E si comincia da lunedì che a dispetto dei numeri vi dico deve essere affrontata con umiltà e rabbia. Devo infine ringraziare i tifosi che mi hanno manifestato affetto in queste ore e soprattutto vicinanza e che sono certo saranno presenti lunedì a vedere la Virtus alle 15.00 di pomeriggio ……”.

La Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, dunque torna in campo e non c’è tempo per leccarsi le ferite per una sconfitta preventivabile, si andava pur sempre sul campo imbattuto della prima in classifica, ma che poi non ha trovato riscontro in questa previsione della vigilia visto il dipanarsi della gara. Adesso però tutte le attenzioni sono rivolte alla questione Cagliari. Una gara per niente facile.

D’altra parte il neo coach dei sardi, Alessio Fioravanti lo ha detto a chiare note nel post partita persa contro Battipaglia del turno infrasettimanale. Una prestazione incolore che è costata la quinta sconfitta consecutiva ai Pirates: “Se dentro non c’è niente, è difficile vincere le partite. Abbiamo carenze a livello conoscitivo cui bisogna necessariamente sopperire con l’impegno. Non dobbiamo mica andare ai lavori forzati: scendiamo in campo per giocare a pallacanestro e divertirci. Questo non è l’atteggiamento giusto. Mi fa arrabbiare vedere una squadra morta emotivamente. Ora è necessario rimboccarsi le maniche, fare un bel bagno di umiltà e giocare sempre come se fosse l’ultima partita della nostra vita, perché altrimenti si fa dura”.

Quindi i sardi raggiungeranno il Pala Virtus di Cassino per conquistare i due punti e fare quindi lo sgambetto alla Virtus Cassino.

Non fidarsi è meglio, il leit motiv che aleggia in casa rossoblù.

 

2 Febbraio 2018 0

Ceccano, Da lunedì sospesa l’attività dei prelievi presso la Casa della Salute

Di redazione

Ceccano- Da lunedì sarà sospesa l’ attività del centro prelievi presso la Casa della Salute a causa di alcuni lavori urgenti. A darne comunicazione la Usl in una nota. “Si comunica – fanno sapere – che lunedì prossimo, 5 Febbraio 2018, l’attività del Punto Prelievi presso la Casa della Salute di Ceccano sarà temporaneamente sospesa fino a tutto il 15 Febbraio prossimo. Ciò si rende necessario per indifferibili lavori di completamento dell’attività di ristrutturazione già in corso presso lo stesso Presidio. Nel frattempo è stato predisposto un Punto Prelievi apposito – per l’utenza del bacino della Casa della Salute di Ceccano – presso la Sede del Distretto “B” (ex Ospedale “Umberto I”) in Viale Mazzini, Frosinone. Gli orari per i prelievi sono i seguenti: dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 10,00. Ci scusiamo con i cittadini per i possibili disagi, ma i lavori da effettuare permetteranno di offrire a breve ambienti più accoglienti e strutturalmente più funzionali per il servizio” Foto d’archivio

24 Novembre 2017 0

Lunedì 27 novembre, rubinetti a secco per lavori di manutenzione alla rete idrica. Le zone interessate

Di redazionecassino1

Cassino – Acea Ato 5 comunica che, per lavori di manutenzione programmata sulla rete in zona San Bartolomeo nel comune di Cassino, lunedì 27 novembre 2017 dalle ore 8:30 alle ore 16:30 si verificherà una sospensione del flusso idrico. In particolare le zone interessate sono le seguenti:

zona San Bartolomeo via Iannacone via Pertini via Segni via Saragat via Einaudi piazza dei Vigili del Fuoco zone limitrofe

Il regolare ripristino del servizio è previsto nella stessa giornata (salvo imprevisti).

10 Settembre 2017 0

Formia: allerta meteo per le giornate di domenica e lunedì. L’invito del sindaco alla prudenza.

Di redazionecassino1

Sulla base del Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale emesso dal Dipartimento della Protezione Civile, la Regione Lazio ha diramato l’allerta meteo per le giornate di domenica 10 e lunedì 11 settembre.

Previste precipitazioni diffuse, prevalentemente a carattere di rovescio o temporale, temperature in sensibile diminuzione, venti da forti a burrasca sulle zone costiere e mari da molto mossi ad agitati.

“Prego i concittadini di essere particolarmente attenti perché sono previste precipitazioni importanti – è l’invito del sindaco, Sandro Bartolomeo – valuteremo se sarà opportuno o meno tenere manifestazioni pubbliche. L’invito che rivolgo ai cittadini è comunque di andare in giro il meno possibile e di uscire solo se strettamente necessario”.

9 Settembre 2017 0

Frosinone, novità per il trasporto pubblico. Da lunedì 11 settembre arriva il nuovo orario

Di redazionecassino1

Frosinone – Dall’11 settembre a Frosinone entrerà in vigore il nuovo orario invernale del TPL. Diverse le migliorie apportate al servizio in vista dell’inizio dell’anno scolastico 2017/2018.

Per quanto riguarda, invece, il trasporto extraurbano gestito dal Cotral, dopo l’ordinanza sindacale di divieto di transito degli automezzi non conformi alla vigente normativa di emissioni in atmosfera, la direzione di esercizio della compagnia ha garantito, per l’inizio del nuovo anno scolastico, il transito all’interno dell’area ZTL di mezzi conformi alla normativa senza, quindi, dover effettuare collegamenti con bus navette verso gli istituti scolastici.

Il provvedimento emanato lo scorso anno dal sindaco di Frosinone, infatti, prevedeva l’ingresso in città, almeno nella zona a traffico limitato, soltanto degli autobus del Cotral di tipo ecologico, ossia quelli diversi dalle dotazioni euro 0, 1 e 2 diesel, che spesso costituiscono uno dei fattori inquinanti di maggiore criticità. Del resto, l’amministrazione Ottaviani, già da oltre un anno, aveva introdotto l’utilizzo di automezzi del trasporto pubblico urbano, gestito dalla Geaf, riqualificando completamente la flotta dei veicoli, attraverso l’adozione, esclusivamente, di autobus euro 5, euro 6, a metano e a batteria. Non avrebbe avuto, quindi, alcun senso rigenerare, come avvenuto, integralmente il trasporto pubblico locale e permettere, contemporaneamente, l’ingresso in città di oltre 300 corse extraurbane, del servizio regionale Cotral, non in regola con i parametri ambientali imposti dalla normativa sulle emissioni in atmosfera.

E’ stata istituita per la prima volta, inoltre, la linea 21 che, partendo dal capolinea di piazza Pertini, raggiungerà il centro commerciale “Le Sorgenti”: tale percorso – di fatto, mai realizzato prima, se non all’interno di alcuni prolungamenti di linea – è stato ideato per offrire un servizio migliore e più capillare ai cittadini.

 

29 Agosto 2017 0

Pontecorvo: Aprirà lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale

Di redazione

Ad annunciarlo l’Assessore Armando Satini e il Sindaco Anselmo Rotondo, di concerto con il Responsabile dell’Ufficio Tecnico che sta seguendo accoratamente il problema e ritiene di poter rispettare i tempi della risoluzione. “All’esito del distaccamento di intonaci nei locali dell’asilo nido comunale, abbiamo subito attivato una serie di indagini e controlli al fine di capire quali interventi eseguire per ripristinare al più presto il servizio, garantendo la sicurezza e la serenità delle operatrici e delle famiglie che usufruiscono del servizio. Nonostante la difficoltà di reperire interlocutori esperti nel periodo feriale, possiamo affermare che la struttura riaprirà con tutti gli interventi necessari, sia internamente all’edificio, che sul terrazzo dello stesso. In particolare, all’interno della struttura si interverrà con opere di messa in sicurezza consistenti nel risanamento degli elementi deteriorati, sia strutturali che di finitura, mediante l’utilizzo di prodotti certificati ed altamente qualificati e garantiti da società specializzate nel settore (come Mapei, Fassa Bortolo, Kerakoll ecc.). Contestualmente, all’esterno si interverrà con l’intera revisione dell’impermeabilizzazione ed isolamento del terrazzo, unitamente all’adeguamento degli scarichi di deflusso, al fine di garantire la più totale efficienza della protezione dagli agenti atmosferici ed eliminare ogni infiltrazione. Inoltre, verranno eseguite prove di carico sulle strutture portanti e sui solai, onde constatare l’efficienza di carico e la tenuta. Infine, le verifiche e i lavori di ripristino e messa in sicurezza continueranno anche su zone non direttamente toccate dalla caduta di intonaci. Tutti i lavori effettuati termineranno con le relative certificazioni di legge e lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale aprirà nel rispetto degli standard di sicurezza. Tutto quanto rappresentato sarà curato dal nostro Ufficio Tecnico, che sta lavorando sulla questione a pieno ritmo e con la massima priorità. Le polemiche e le strumentalizzazioni montate sul caso le lasciamo ai detrattori e a quanti credono nella mistificazione e nella menzogna. Tante ne sono state dette e molte altre ancora sono state scritte sui social da persone che forse speravano di strumentalizzare questo imprevisto. A queste persone non intendiamo rispondere perché, evidentemente, non hanno a cuore il problema e amano solamente la polemica e la guerra mediatica. Diversamente, a noi preme ricordare che abbiamo operato e stiamo operando con coscienza ed immedesimazione, come se i bambini dell’asilo nido comunale fossero figli di tutti noi. Posticipare l’apertura di qualche giorno è stato necessario, quanto inevitabile: abbiamo affrontato il problema sotto ogni punto di vista, l’abbiamo fatto ponderando ogni soluzione percorribile, coinvolgendo diversi esperti e società, affrontando il problema con la massima premura e attenzione. Siamo sicuri che l’apertura dell’asilo avverrà nel termine detto e che i locali saranno sicuri ed idonei”.

14 Luglio 2017 0

Frosinone: Spaccio di droga, convalidati gli arresti operati tra lunedì e mercoledì scorsi dalla Polizia di Stato

Di redazione

Tutti convalidati gli arresti operati tra lunedì e mercoledì scorsi dalla Polizia di Stato nel quartiere Cavoni di Frosinone, nei confronti di 4 persone dimoranti nei condomini di edilizia popolare di viale Parigi e ritenuti responsabili a vario titolo dello spaccio al dettaglio che da tempo si consuma in quella zona. Nell’udienza di ieri, il Giudice dr Stefano Troiani, accogliendo le richieste di misure cautelari avanzate dai Pubblici Ministeri dr Vittorio Misiti e dr Alessandro Di Cicco, ha disposto la custodia cautelare in carcere per F. M. classe 1974, che lunedì mattina è stato sorpreso nel suo appartamento occupato abusivamente, mentre deteneva 50 dosi di marijuana nascoste in una cassaforte, e ritenuto responsabile di custodire e rifornire di droga, il punto di spaccio allestito all’interno del boschetto di viale Parigi. Altrettanto pesanti sono stati i provvedimenti emessi a carico di B. S. classe 1949 e della donna R. E. classe 1975, anche loro sorpresi lunedì mattina all’interno della baracca adibita a punto vendita della droga; per i due è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di Napoli, che gli impedirà di ritornare nel territorio di Frosinone, dove appunto svolgevano la loro attività criminale. Per S.A. del 1982, arrestato mentre faceva da vedetta agli spacciatori, è stato adottato l’obbligo di firma alla Polizia Giudiziaria. Per L.L. del 1957, arrestata mercoledì mattina nel suo appartamento di viale Parigi, mentre custodiva 150 dosi di cocaina pronte per lo spaccio al dettaglio, il Giudice ha disposto gli arresti domiciliari. Si tratta di provvedimenti incisivi che pongono un freno alla fiorente attività di spaccio che imperversava nel quartiere ad ogni ora del giorno e della notte, dai primi accertamenti, difatti, è emerso che i sodali vendessero ogni dose di cocaina, composta da appena 0,15 grammi (meno di 1/6 di grammo) a 20 euro. Significa che da ogni grammo di cocaina (che agli spacciatori costa tra le 30 e le 40 euro), gli arrestati erano in grado di ricavare circa 6 dosi, per un incasso totale di 120 euro, ossia un guadagno del 300% rispetto all’investimento iniziale.