Tag: maestre

10 Gennaio 2019 0

Maestre violente a Cassino, Sindaco: Atto da condannare ma senza generalizzare

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – “Quanto accaduto questa mattina nell’asilo di via Zamosch ci lascia tutti sgomenti e il primo pensiero va ai genitori dei bambini e ai loro figli che hanno subito i maltrattamenti”.

Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

“Quando noi portiamo i nostri figli a scuola lo facciamo nella convinzione che trascorreranno delle giornate all’insegna dello studio, del divertimento e della serenità e questi atti sono da condannare sempre. Voglio ringraziare le forze dell’ordine e la magistratura per il lavoro svolto finora confermando loro non solo il sostegno ma anche la disponibilità, come nel passato così nel futuro, finalizzata all’accertamento di questi reati che vanno condannati da ogni punto di vista. Ma come figlio di una maestra di scuola elementare e di un professore di scuola media e come sindaco della città di Cassino ho il dovere di difendere il Corpo Docente degli istituti comprensivi di Cassino che con spirito di abnegazione svolge costantemente, con grande sacrificio e con grande passione, il proprio mestiere perché non è corretto generalizzare in nessun caso, tantomeno in questo. Spero che il lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine vada avanti speditamente per consentire di lasciarci alle spalle questa brutta storia e di tornare a vivere l’istituzione scolastica all’interno della città e in armonia come una comunità richiede”.

VIDEO – Maestre violente a Cassino, minacce e punizioni pericolose: “Ti faccio cadere tutti i denti”

10 Gennaio 2019 0

Maestre violente, il sindaco D’Alessandro plaude al lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine

Di felice pensabene

CASSINO – “Quanto accaduto questa mattina nell’asilo di via Zamosch ci lascia tutti sgomenti e il primo pensiero va ai genitori dei bambini e ai loro figli che hanno subito i maltrattamenti. – Lo ha dichiarato il sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro- Quando noi portiamo i nostri figli a scuola lo facciamo nella convinzione che trascorreranno delle giornate all’insegna dello studio, del divertimento e della serenità e questi atti sono da condannare sempre perché i bambini, che rappresentano il nostro futuro, non si toccano nemmeno con un fiore, anzi, si accarezzano con un fiore. Voglio ringraziare le forze dell’ordine e la magistratura per il lavoro svolto finora confermando loro non solo il sostegno ma anche la disponibilità, come nel passato così nel futuro, finalizzata all’accertamento di questi reati che vanno condannati da ogni punto di vista. Ma come figlio di una maestra di scuola elementare e di un professore di scuola media e come sindaco della città di Cassino ho il dovere di difendere il Corpo Docente degli istituti comprensivi di Cassino che con spirito di abnegazione svolge costantemente, con grande sacrificio e con grande passione, il proprio mestiere perché non è corretto generalizzare in nessun caso, tantomeno in questo. Spero che il lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine vada avanti speditamente per consentire di lasciarci alle spalle questa brutta storia e di tornare a vivere l’istituzione scolastica all’interno della città e inarmonia come una comunità richiede”.

10 Gennaio 2019 1

VIDEO – Maestre violente a Cassino, minacce e punizioni pericolose: “Ti faccio cadere tutti i denti”

Di Ermanno Amedei

CASSINO – “Ti faccio sputare io per terra, animale; ti faccio cadere tutti i denti; se fai cadere l’acqua è meglio che ti scavi la fossa; adesso vado a prendere la corda e ti lego con la corda sulla sedia”. Sarebbero queste, secondo gli investigatori della polizia, le frasi tra le altre utilizzate dalle maestre della scuola dell’infanzia che questa mattina, con un provvedimento del Gip di Cassino Salvatore Scalera, sono state allontanate dalla scuola in cui prestavano servizio.

Ma non solo parole. Vi sarebbero infatti elementi che  che dimostrerebbero come le maestre assumessero quasi quotidianamente un comportamento violento nei confronti dei piccoli alunni loro affidati, spintonandoli, strattonandoli, trascinandoli con forza, in alcuni casi percuotendoli con schiaffi alla testa, costringendoli, anche con la forza, a rimanere con il capo riverso sul banco, sottoponendoli a punizioni umilianti e pericolose per la loro incolumità ad esempio mettendoli seduti in punizione sopra un mobile, ingiuriandoli, urlandogli contro avvicinando loro il viso a quello dei bambini e minacciandoli.

Le indagini sono state avviate dagli investigatori del Commissariato di Cassino a seguito di dichiarazioni raccolte dai genitori di uno degli alunni che riferivano che loro figlio si mostrava riluttante ad andare a scuola, manifestando uno stato di ansia e disagio. Le indagini subito avviate dagli agenti del commissariato di Cassino sono state coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Cassino Roberto Bulgarini Nomi.

Ermanno Amedei

Cassino, presunti maltrattamenti a bambini: due maestre allontanate dalla scuola per l’infanzia

10 Gennaio 2019 0

Cassino, presunti maltrattamenti a bambini: due maestre allontanate dalla scuola per l’infanzia

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Dodici mesi lontani dalla scuola materna in cui insegnano. Questa sarebbe la misura cautelare che il Gip del tribunale di Cassino ha fatto notificare questa mattina a due insegnanti della scuola per l’infanzia di via Zamosch.

Gli uomini delle forze dell’ordine le hanno attese all’ingresso del plesso e le hanno invitate nei loro uffici.

Poche le indiscrezioni e pare si tratti di un presunto caso di maltrattamenti ai bambini immortalati da telecamere nascoste nel corso di indagini nate in seguito alle denunce presentate da genitori.

Ermanno Amedei

video

8 Gennaio 2019 0

Bambini maltrattati nell’asilo, tre maestre ed una collaboratrice arrestate ai Castelli Romani

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – La Procura della Repubblica di Velletri ha fatto eseguire questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare con sottoposizione agli arresti domiciliari, di tre insegnanti ed una collaboratrice scolastica, tutte di età compresa tra i 55 ed i 65 anni, ritenute responsabili di maltrattamenti di minori all’interno di un asilo dell’area dei Castelli Romani, in provincia di Roma.

Gli accertamenti eseguiti dai Carabinieri, mediante intercettazioni ambientali e riprese video delegate dall’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di constatare diversi episodi di violenza che le quattro arrestate compivano, quotidianamente, nei confronti di diversi bambini. Episodi quali strattonamenti, colpi alla testa ed espressioni verbali spregiative che causavano, nei piccoli, sofferenze, umiliazioni e continui disagi, incompatibili con le normali condizioni di svolgimento dell’attività scolastica.

Nel provvedimento giudiziario notificato questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Velletri, il Giudice per le Indagini Preliminari, concordando con le richieste del Pubblico Ministero, descrive un grave quadro indiziario nei confronti delle quattro donne, ritenute responsabili di condotte di “sopraffazione sistematica” perpetrate nella loro attività lavorativa in danno di minori di età compresa tra i 3 ed i 5 anni.