Tag: narcoagricoltori

7 Novembre 2009 0

Kit per narcoagricoltori, la Finanza indaga sugli acquirenti

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Continuano le indagini svolte dalla guardia di finanza di Cassino in seguito al sequestro dei kit che, presumibilmente, servivano per coltivare droga, presso il negozio Alkemico di Cassino (Fr). Gli appostamenti hanno permesso agli uomini del capitano Vincenzo Ciccarelli di costruirsi un vasto archivio di giovani, e non solo giovani, appassionati del genere. Insomma, potenziali narcoagricoltori che, muniti del kit, secondo gli investigatori della Finanza, avrebbero potuto cimentarsi nella coltivazione della marijuana o di funghi allucinogeni. E’ su questo archivio che i finanzieri stanno lavorando e su quanti di loro possano in realtà aver messo su una piantagione di droga.

5 Novembre 2009 0

Maxi sequestro di kit per narcoagricoltori

Di Comunicato Stampa

La guardia di finanza di Cassino ha effettuato un maxi sequestro di kit per la coltivazione di droga fai da te. Le fiamme gialle, al comando del capitano Vincenzo Ciccarelli, coordinati dal sostituto procuratore Beatrice Siravo, hanno eseguito un’ordinanza di sequestro cautelare emesso dal Gip del tribunale di Cassino Alessandrina Tudino. Contestualmente al blitz scattato presso il negozio Alchemico in viale Dante, i finanzieri hanno provveduto ad oscurare anche il sito internet dell’attività commerciale che è filiale di una catena nazionale. I finanzieri del capitano Ciccarelli hanno sequestrato un ingente quantitativo di materiale che, all’interno del negozio veniva venduto come gadget ma che, in realtà, secondo gli investigatori, gli acquirenti poteva usare per la coltivazione di sostanze stupefacenti. Per questo l’ipotesi di reato è “Istigazione alla produzione e all’uso di sostanze stupefacenti”. Si tratta di semi di marijuana e spore di funghi allucinogeni, concimi, lampade per riscaldare le serre e anche manuali per la coltivazione. Un provvedimento destinato a far da apripista a tanti altri in tutta la Nazione. È la prima volta, infatti, che viene effettuato un sequestro in base ad un’ipotesi di reato di questo tipo. Un risultato possibile grazie alle indagini svolte dai finanzieri e alla solerzia della procura di Cassino. Si tratterebbe insomma di un duro colpo al fenomeno crescente di narco agricoltori. Difficile secondo gli investigatori non trovare legami con l’aumento esponenziale di veri e propri campi colpiti vati a marijuana. Ermanno Amedei [nggallery id=34]

14 Agosto 2009 0

Narcoagricoltori nel mirino dei carabinieri

Di Comunicato Stampa

E’ tempo di mietitura di marijuana e canapa indiana e i “narcoagricoltori” sono nel mirino delle forze dell’ordine. Si moltiplicano tra il Lazio, il Molise e l’Abruzzo, le operazioni svolte nei campi dai carabinieri per contrastare il fenomeno della droga fai da te che finisce poi nella rete dello spaccio locale. L’ultimo caso, in ordine di tempo, è stato registrato a Morolo (Fr), in località Capocroce, i militari della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio, hanno tratto in arresto per coltivazione illecita di canapa indiana, G. D. 35enne del luogo quale responsabile della coltivazione di 5 piante. Le stesse, rigogliose e ben curate, si trovavano all’interno dell’orto del prevenuto dove aveva cercato di camuffarle tra i pomodori. Complessivamente il loro peso è di 7 chili e qualora immesse sul mercato avrebbero fruttato la somma di circa 1.500 euro. Qualche giorno fa, stesso discorso a Giulianova (Pe), dove i carabinieri hanno arrestato un altro “narcoagricoltore” che coltivava 4 piante di marijuana.