Tag: palavirtus

6 Gennaio 2017 0

L’anno nuovo inizia bene per la Virtus Cassino. Battuto Scauri al PalaVirtus

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Virtus Cassino dopo quasi un mese dall’ultima sfida consumata al PalaVirtus della città martire torna a calcare il parquet amico per affrontare la mina vagante Basket Scauri . Una pericolosissima insidia che gli artificieri in maglia rossoblù hanno ben disinnescato al termine di una gara condotta sempre in controllo assoluto al cospetto di un pubblico delle grandi occasioni . Infatti il Palasport cassinate era al limite della capienza consentita di 400 anime sugli spalti. Un pubblico appassionato, con folta rappresentanza pontina e gara caratterizzata da fair play assoluto sia in campo che sugli spalti . Era un match crocevia , come lo aveva dipinto alla vigilia della tenzone il coach rossoblù , Luca Vettese , un match importantissimo per le sorti dell’intera regular season di Bagnoli e compagni e Cassino , la Cassino dei canestri che contano, non lo ha fallito. Gli uomini con la “V” sul petto hanno subito aggredito l’incontro e lo hanno posto sotto il proprio controllo per ben 36 minuti in totale . Prova ne sia anche la valutazione finale che le squadre avranno al termine dell’incontro ; fa fede infatti per i padroni un 118 totale mentre gli ospiti scauresi possono vantare un 59 in totale . Insomma la BPC ha dominato l’incontro e solo un 12 a 5 di parziale per gli ospiti nel garbage time di fine quarta frazione ha consentito ai ragazzi di coach Sabbatino di limitare i danni fino al meno 12 finale. La prestazione di squadra per la BPC è arricchita anche dal dato numerico offensivo . Vettese ha fatto in modo di iscrivere a referto ben 9 giocatori su 10 , il solo Potì non ha realizzato punti ; di questi 9 atleti ben cinque giocatori sono andati in doppia cifra , Bagnoli – Giampaoli – Valesin – Del Testa e Sergio . L’ex di turno , Simone Bagnoli , ha messo insieme un’altra prestazione monstre , 19 punti e 16 rimbalzi , ennesima doppia-doppia della sua stagione in maglia rossoblù. Le due squadre su schierano con uno starting five abbastanza atteso . Spicca sin da subito il duello tra Boffelli l’arma offensiva pontina e il capitano del Cassino , Maurizio Del Testa. Prove di assestamento per i padroni di casa mentre con una tripla dall’angolo di Mastrangelo gli ospiti progettano di sorprendere Quartuccio e compagni, 8 a 4 per i pontini quando al quarto minuto di gioco della prima frazione mancano 20 secondi . La reazione della Virtus però è veemente e sale in cattedra un positivissimo Biagio Sergio che con una serie di canestri , il primo dei quali la tripla che riavvicina i cassinati allo Scauri 7-8 , fa in modo che Vettese possa dormire su sette guanciali perché la BPC s’impossessa del timone di comando delle operazioni ed in un crescendo rossiniano arriva fino a marcare + 10 di margine con la tripla del bravissimo Giampoli di stasera 23-13 a 40 secondi dalla prima frazione . Ma i cassinati si addormentano di colpo e subiscono in soli trenta secondi un 5-0 che fa infuriare coach Vettese . La prima frazione di gioco va in archivio sul 23 a 18 per la BPC Virtus Cassino. Da sottolineare come dal quinto minuto dei primi dieci di gioco la Virtus abbia messo il muso avanti e non permetterà mai più a Boffelli e compagni di operare il contro sorpasso . Nella seconda fazione di gioco il massimo vantaggio Cassino lo raggiunge quando il cronometro ha superato da 20 secondi la metà del tempo di gioco con una tripla mortifera di capitan Del Testa , + 14 , 42 a 28 . Ma gli uomini di Vettese non hanno in dote il killer instinct stasera per “ammazzare” la gara e perdono palloni su palloni in specie in transizione , se ne conteranno 21 al termine dei quaranta minuti. Questo , come detto, fa infuriare e non poco l’allenatore benedettino che rimarcherà il dato a fine gara in sala stampa “Dobbiamo essere più concreti e meno frettolosi , dobbiamo gestire meglio i vantaggi che riusciamo a collezionare . Il dato delle palle perse è quello che mi fa arrabbiare molto perché devo dire che siamo stati davvero molto bravi al contrario a gestire i ritmi gara e soprattutto a non consentire mai a Scauri di rientrare nel match. Devo comunque fare i complimenti al mio collega Sabbatino perché ha messo su un team davvero ostico e soprattutto con molte soluzioni offensive” conclude coach Vettese . Il terzo quarto inizia con la Virtus Cassino avanti di 9 lunghezze , 46 – 37. E’ ,la frazione in questione, sostanzialmente un monologo cassinate che viene suggellata ancora una volta dalla mortifera conclusione di Maurizio Del Testa che sulla sirena suggella un più che eloquente 69- 51 per le “V” rossoblù. La quarta frazione non ha una grande storia , monologo cassinate per 3/4 e poi piccolo ritorno , come scritto sopra, per i pontini, che fissa il punteggio finale su un più che dignitoso 88 a 76 per i viaggianti. La BPC Virtus Cassino adesso sarà attesa domenica prossima 8 gennaio alle ore 18.00 sul parquet della matricola terribile Teramo . Sarà l’ultima gara del girone di andata . Una gara da prendere con le cosiddette molle e che Bagnoli e compagni dovranno affrontare con la massima attenzione per non cadere nelle sabbie mobili che Tessitore e soci vorranno porre sul loro cammino .

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 88-76 Parziali : 23-18, 23-19, 23-14, 19-25 BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 19 (6/10, 0/0), Gianluca Valesin 15 (3/9, 2/2), Andrea Giampaoli 15 (1/2, 3/5), Biagio Sergio 12 (2/4, 2/6), Maurizio Del Testa 11 (0/1, 3/11), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Duilio Birindelli 5 (1/1, 1/1), Renato Quartuccio 4 (1/1, 0/1), Filippo Serra 1 (0/0, 0/0), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1) . All. Vettese Tiri liberi: 21 / 27 – Rimbalzi: 47 11 + 36 (Simone Bagnoli 16) – Assist: 26 (Biagio Sergio 5) Basket Scauri: Markus 18 (7/12, 0/1), Boffelli 14 (3/7, 1/5), Richotti 13 (3/8, 2/2), Antonietti 12 (2/4, 2/5), Merella 10 (3/5, 1/4), Mastrangelo 5 (1/4, 1/4), Osmatescu 4 (2/7, 0/1), Lombardo 0 (0/1, 0/0), Varga 0 (0/0, 0/0), Scampone 0 (0/0, 0/0) All. Sabbatino Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Antonietti 9) – Assist: 15 (Richotti 8)

6 Novembre 2016 0

Basket serie B: “Buona la prima” per la Virtus, al PalaVirtus supera Vis Nova Roma 63-60

Di felice pensabene

L’esordio al Pala Virtus per le “V” cassinati è vincente. Bagnoli e compagni sconfiggono al termine di una veemente gara, giocata sempre sul filo dell’equilibrio, la temuta Vis Nova Roma, che era giunta al nuovo PalaVirtus cassinate con il chiaro intento di non mollare di un millimetro e soprattutto di rovinare , per la terza volta consecutiva in questo campionato , la festa a Luca Vettese e ai suoi ragazzi. Ed il piano di coach Martiri e dei suoi sembrava aver prodotto gli effetti sperati allorquando, anche grazie a delle scellerate decisioni arbitrali, Rossetti ha avuto la palla per impattare il match a soli 2 secondi dalla sirena dei 40 minuti, ma la sua conclusione da oltre l’arco terminava la corsa sul ferro del canestro cassinate e l’urlo di liberazione dei 300 del PalaVirtus dava il via ai festeggiamenti per una Virtus Cassino che ora comincia a vedere delinearsi un orizzonte più sereno soprattutto dopo aver espugnato il proprio parquet. “E’ venuta fuori alla fine la nostra determinazione perché di valore ne ha da vendere anche la Vis Nova , ricordiamolo e sottolineiamolo sono davvero una grande squadra” il commento a caldo del Direttore Sportivo del team cassinate , il dott. Leonardo Manzari “e quella determinazione ci ha permesso di portare in porto la vittoria. Partita molto equilibrata , ma noi ne eravamo consapevoli, lo sapevamo e siamo stati bravi a toglierci questa scimmia dalla spalla delle sconfitte consecutive interne”. La Vis Nova, come detto , rende difficilissima la vita alla BPC che si aggiudica il confronto soltanto nel finale grazie al sangue freddo di Bagnoli e soprattutto di Birindelli, decisivo nella volata conclusiva, con quel tiro da tre punti che spacca la gara in due . Per tutta la durata del match però la BPC ha dato l’impressione di poter prendere il largo ma i romani trovavano sempre le giuste risorse per restare aggrappati alla maniglia del match, ed ogni volta con uno degli attori forse meno attesi, stasera è stato il turno del golden boy Legnini , rimanevano così incollati al punteggio della gara. Alla fine però i rossoblù hanno inaugurato nel migliore dei modi la loro nuova casa , il PalaVirtus , conquistando un successo meritato e non reso più netto , in termini di punteggio, solamente grazie alla grande tenacia di degni avversari. La cronaca della gara può senz’altro ridursi alla fotografia della quarta frazione di gioco. Nel terzo quarto infatti Cassino aveva provato un allungo subito rintuzzato però dai romani , + 6 a 2 minuti e 40 secondi dal termine con una tripla dell’immenso Del Testa, che insieme all’MVP di serata , Gianluca Valesin , ha strappato l’applauso ai trecento del PalaVirtus . Romani che chiudono la frazione, la terza, in scia di Cassino , sul 47 a 43 ,dopo un gioco da tre punti di Barraco non convertito però in lunetto . Nella quarta frazione di gioco i romani della Vis Nova trovano subito un buon impatto di Legnini ma la BPC ha determinazione e grinta e rimane con la testa avanti grazie all’arresto e tiro di un , come già detto , ispiratissimo Valesin (49-47 a 8′ dalla fine). La truppa di Martiri però non molla affatto e riesce ancora a trovare risorse da protagonisti alla vigilia assolutamente inaspettati come Barraco che pareggia nuovamente con un altro tiro dalla media. Le difese però prevalgono da ambo i lati ed è vero, i canestri sono assolutamente blindati al PalaVirtus. Per tre lunghi minuti non si segna ma si combatte lancia in resta con corpo a corpo paurosi per intensità con il punteggio bloccato sul 49 pari, si pensi un po’, a 5′ dalla fine. Una partita di una intensità feroce. Ma ecco il colpo di teatro di Vettese che ributta nella mischia il suo asso nella manica , l’argentino di mille battaglie , l’uomo senza paura , Duilio Birindelli. E a sbloccare il match ci pensa proprio il biondo gaucho cassinate. Birindelli dapprima con una stoppata e poi con una tripla carica di “attributi” sigla e firma il 52-49 a 4′ dal termine. E poi il big man cassinate torna a farsi protagonista e a farsi sentire , Bagnoli realizza i liberi, il tap-in ed il jumper che valgono il +7 a 3′ dall’ultima sirena. Un tiro sul filo dei 24 secondi di Rossetti e un discusso canestro di Iannilli (viziato da infrazione di passi evidentissima, ndr ) riaprono i giochi, ma Birindelli conferma il +6 con un viaggio in lunetta. L’ultimo minuto è ricco di pathos e pieno di incertezze per i tifosi cassinati che rivedono spettri ben noti allorquando una decisione cervellotica (eufemismo,ndr) e contestata da entrambe le panchine riporta Iannilli in lunetta in uscita dal time out romano . Il lungo romano fa 1 su 2 ai liberi, Giampaoli perde un pallone per un’altra , l’ennesima, sanguinosa decisione arbitrale. Rossetti insacca il long two che riporta i suoi a -3. Nell’azione successiva Birindelli va a bersaglio da sotto ma Rossetti segna ancora dall’arco per il 62-60 a 10″ dal termine. Il fallo sistematico banda in lunetta Maurizio Del Testa che realizza 1 su 2 regalando un possesso pieno , +3, alla Virtus Cassino. Coach Martiri vuole parlarci sopra e la Vis Nova chiama timeout a 9″ dalla fine. Nell’ultima azione Cassino sceglie di non fare fallo, e come detto è ancora Rossetti a prendersi la responsabilità sul perimetro ma il suo tiro non va, vince la Virtus Cassino , esplode il Pala Virtus , 63-60.

BPC Virtus Cassino – Vis Nova Roma 63-60 Parziali : 17-15, 16-18, 14-10, 16-17 BPC Virtus Cassino : Maurizio Del testa 17 (1/1, 4/8), Gianluca Valesin 16 (5/8, 2/4), Simone Bagnoli 14 (6/15, 0/0), Duilio ernesto Birindelli 9 (2/3, 1/2), Renato Quartuccio 3 (1/2, 0/0), Valerio Marsili 2 (1/2, 0/1), Stefano Poti 2 (1/5, 0/0), Biagio Sergio 0 (0/4, 0/3), Andrea Giampaoli 0 (0/2, 0/5), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 8 / 13 – Rimbalzi: 41 13 + 28 (Simone Bagnoli 13) – Assist: 21 (Simone Bagnoli, Andrea Giampaoli 5) All. Luca Vettese Vis Nova Roma: Rossetti 13 (3/3, 1/4), Casale 11 (2/3, 2/4), Iannilli 9 (4/10, 0/0), Baracco 8 (4/4, 0/0), Pierangeli 7 (1/6, 1/3), Argenti 5 (1/2, 1/5), Legnini 5 (2/4, 0/1), Misino 2 (1/1, 0/0), Staffieri 0 (0/2, 0/0), Gori 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 32 3 + 29 (Casale 7) – Assist: 15 (Casale, Iannilli, Argenti, Staffieri 3) All. Martiri