Tag: proprietario

7 Dicembre 2018 0

Otto auto dello stesso proprietario di Cassino senza assicurazione e immatricolate all’estero, denunciato 62enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASTROCIELO – Gli agenti del Distaccamento della Polizia Stradale di Sora, durante un servizio di controlli preventivi nel territorio di Castrocielo sulla Via Leuciana hanno notato la presenza di veicoli in sosta, la maggior parte dei quali privi di targhe. Tale circostanza ha richiamato la loro attenzione degli agenti che hanno proceduto ad una più attenta e specifica verifica: otto autovetture, prive di assicurazione, non erano state immatricolate in Italia. Si accertava inoltre che tali veicoli erano nella disponibilità di un 62enne, nato a Pontecorvo e residente a Cassino, socio di una società di servizi di Castrocielo. Le autovetture sono state tutte sequestrate ed affidate in giudiziale custodia al trasgressore che è stato contravvenzionato ed invitato presso gli uffici del Distaccamento Polstrada di Sora per i successivi accertamenti.

29 Gennaio 2018 0

Carenze igieniche in un’attività di ristorazione, il Nas multa il proprietario e sequestra gli alimenti

Di redazionecassino1

Roccagorga (Lt) – Al termine di approfondito controllo ispettivo svolto nell’ambito della sicurezza alimentare presso un’attività ristorativa di Roccagorga (LT), i Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno rilevato gravi carenze igienico-strutturali dell’attiguo deposito alimenti e delle celle frigorifere che comportavano l’emissione di un provvedimento di chiusura immediata del medesimo. Il deposito mancava oltretutto del prescritto titolo autorizzativo sanitario.  I militari del N.A.S. nel contempo sottoponevano a sequestro oltre 90 kg. di alimenti (prodotti carnei e prodotti vegetali) poiché rinvenuti privi di documentazione relativa all’origine ed alla provenienza. Per le varie violazioni amministrative rilevate, il titolare dell’attività sarà altresì sanzionato per un cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Il valore delle struttura chiusa e degli alimenti sequestrati ammonta a circa 75.000 euro.

5 Gennaio 2018 0

Fabbrica di mobili inquinante ad Atina, denunciato il proprietario

Di admin

ATINA – I carabinieri di Atina, in collaborazione con personale della Polizia Locale e dell’Arpa Lazio di Frosinone, hanno denunciato per il reato di emissione in atmosfera di sostanze inquinanti oltre i limiti previsti, un 56enne di Sora, amministratore unico di una fabbrica che costruisce mobili in legno.

A seguito di alcune lamentele pervenute da parte di cittadini del posto, circa l’emissione nell’atmosfera di grosse quantità di fumi di colore nero fuoriuscenti dalle canne fumarie della fabbrica, i militari, hanno proceduto al controllo della caldaia a fluido diatermico dell’opificio e al susseguente campionamento dei fumi di scarico emessi nell’atmosfera.

Il risultato delle analisi effettuate sui citati campionamenti hanno evidenziato che i valori dei fumi campionati  erano di gran lunga superiori a quelli previsti dalla norma.

4 Dicembre 2017 0

Tenta di rubare attrezzi da lavoro scoperto dal proprietario, nella fuga lo ferisce. Denunciato dai carabinieri un 47enne

Di redazionecassino1

 Ceccano –  I militari della locale Stazione, deferivano in stato di libertà per “rapina impropria”, lesioni e porto abusivo di arma da taglio” un 47enne del luogo, già censito per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti. L’uomo, dopo aver asportato attrezzi da lavoro presso una rimessa agricola, veniva sorpreso dal proprietario ed alcuni vicini attratti dai rumori che lo inseguivano per un breve tratto. Una volta raggiunto, al fine di assicurarsi la fuga, abbandonava la refurtiva e colpiva con un taglierino l’avambraccio di uno dei presenti, dileguandosi.  I militari giunti sul posto, raccoglievano inconfutabili elementi utili all’identificazione, ponendosi immediatamente alla sua ricerca che dava però esito negativo. La refurtiva veniva restituita al legittimo proprietario mentre il taglierino sequestrato. La persona ferita, visitata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Frosinone, veniva dimessa con alcuni giorni di prognosi per lievi lesioni.  Il soggetto, ancora attivamente ricercato, oltre a rispondere delle sue azioni, verrà proposto anche per l’applicazione di una ulteriore misura di prevenzione.

31 Ottobre 2017 Off

Ladri sorpresi in casa dal proprietario, lo aggrediscono e scappano

Di admin

FIUGGI – E’ tornato a casa e ha sentito dei rumori al piano di sopra scoprendo che i ladri erano in azione. È accaduto a Fiuggi ieri pomeriggio, in pieno centro, dove l’uomo ha sorpreso due malviventi mentre frugavano nei cassetti della camera da letto alla ricerca di oggetti preziosi. I ladri, alla vista del proprietario di casa, gli si sono avventati contro spintonandolo riuscendo a guadagnare la via di fuga portando via alcuni oggetti d’oro. L’uomo, ripresosi dallo shock ha lanciato l’allarme. I carabinieri sono sulle tracce dei malviventi.

26 Ottobre 2017 Off

Trova un IPHONE 7 smarrito e tenta di estorcere 400 euro al proprietario, ma finisce in manette

Di redazionecassino1

Piglio – Nella mattinata  odierna, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, traeva in arresto un 24enne del luogo, già gravato da diverse vicende penali in materia di stupefacenti ed attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione, in esecuzione di specifica ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Frosinone per la  “violazione degli obblighi cui era sottoposto” e segnalata dai  militari operanti successivamente al suo recente arresto per  il commesso reato di “estorsione”.

Lo stesso, infatti, lo scorso 11 ottobre, sebbene sottoposto alla misura agli arresti domiciliari, venuto in possesso di un telefono cellulare IPHONE 7 smarrito dal proprietario, poneva in essere richiesta “estorsiva” nei confronti del medesimo, pretendendo, per la restituzione del cellulare, la somma di 400 euro, minacciandolo altresì di morte nel caso avesse presentato denuncia alle Forze di Polizia.

L’arrestato, ad espletate le formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

20 Ottobre 2017 Off

In fuga con l’auto rubata a Roma, 48enne fermato a Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO – Poco dopo la mezzanotte   l’unità operativa  della sottosezione Polizia Stradale di Cassino in servizio lungo l’autostrada A1 all’altezza del km. 667 sud, nel territorio del comune di Villa Santa Lucia (Fr) ha proceduto al fermo  di un’autovettura Fiat 500 con il solo conducente a bordo.

Il 48enne fermato, nato e residente nel napoletano, ha ammesso immediatamente che quell’auto  è  provento di furto, e che gli è stata data in consegna da un cittadino albanese di cui ha sostenuto non conoscere le generalità.

La Fiat 500, al momento della perquisizione, presentava evidenti segni di effrazione sulla portiera e la manomissione dell’impianto di avviamento, con la plancia senza la copertura in  plastica.

Inoltre, al suo interno, sono stati rinvenuti arnesi atti allo scasso oltre che una centralina elettronica aggiuntiva connessa all’impianto elettronico, necessaria per bypassare l’originale centrale esclusa dal sistema per la messa in moto.

L’ uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà , e l’autovettura, effettivamente sottratta ieri al legittimo proprietario nel comune di Roma , gli è  stata restituita.

 

 

 

 

9 Settembre 2017 0

A Frosinone capotreno trova zaino contenente 2000 euro: riconsegnato al proprietario dalla Polizia Ferroviaria

Di redazionecassino1

Il capotreno di un convoglio in transito nella stazione di Frosinone consegna agli agenti della Polizia Ferroviaria uno zaino nero che aveva rinvenuto abbandonato sul mezzo. I poliziotti rintracciano il proprietario e riconsegnano lo zaino contenente 200 euro.

Una piccola fortuna quella riposta nello zainetto nero dimenticato da un ragazzo moldavo in un convoglio della stazione di Frosinone. Ben 2000 euro erano conservati in una busta, così come i documenti dello sbadato passeggero.

Fortunatamente a ritrovare la borsa è stato il capotreno, che ha quindi consegnato il tutto agli agenti della Polizia Ferroviaria. I poliziotti hanno poi ispezionato lo zaino e rintracciato il giovane per la riconsegna. Una storia finita bene per il ragazzo, il quale ha potuto contare sull’onestà degli organi di Polizia i quali non mancano di invitare i cittadini a collaborare sempre nel rispetto della legalità.

Giulia Guerra

24 Febbraio 2017 0

Faccendiere romano senza reddito, proprietario di un patrimonio da 40 milioni

Di admin

Roma – Non guadagna nulla, ma è proprietario appartamenti a Dubai, a Monaco, possiede barche, auto, aziende e partecipazioni societarie tutto per un valore di circa 40 milioni di euro. Come è possibile che un uomo che dichiara di non guadagnare, possiede un patrimonio di questo genere? Se lo sono chiesti anche i finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno sequestrato ogni bene sospetto al faccendiere Romano residente a Dubai.

Il provvedimento ablativo, disposto dal Tribunale capitolino ed eseguito dagli specialisti del G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, si colloca nell’ambito di un’articolata indagine, iniziata nel 2015 e coordinata dalla locale Procura della Repubblica.

L’inchiesta ha consentito di individuare D.B.G., dominus di un articolato sistema societario, attraverso cui ha “schermato”, nel tempo, un ingente patrimonio, assolutamente sproporzionato rispetto alla pressoché nulla capacità reddituale. L’indagato aveva, di fatto, la gestione diretta o indiretta – come dimostrato dagli accurati approfondimenti del G.I.C.O. – di una galassia di compagini societarie italiane e straniere aventi sede, queste ultime, anche in “paradisi fiscali”, intestate formalmente a prestanome, allo scopo di occultare i proventi plurimilionari di numerosi reati fiscali e fallimentari. Più di 80 militari stanno procedendo al sequestro di un rilevantissimo patrimonio, mobiliare ed immobiliare, costituito, tra l’altro, da lussuose ville con piscina, imbarcazioni uniche nel loro genere, collezioni di auto d’epoca e orologi di pregio.

 

In particolare, i beni indicati nel decreto di sequestro sono:

quote societarie, patrimonio aziendale di 12 società, di cui 7 con sede in Italia (Roma, Viareggio e Grosseto) e 5 all’estero (Gran Bretagna, Seychelles, Isole Vergini Britanniche), operanti nel settore della compravendita e locazione immobiliare, della compravendita di veicoli leggeri e nel settore della ristorazione;

 18 unità immobiliari, tra fabbricati e terreni, site nei comuni di Roma, Bracciano (RM), Formello (RM), Monte Argentario (GR), Olbia (SS) e Torgiano (PG);

29 autoveicoli e 7 motoveicoli;

4 imbarcazioni;

conti correnti e titoli;

preziosi (orologi di valore, gioielli, ecc.), per un valore complessivo pari ad oltre 41 milioni di euro.

Tra le proprietà oggetto del provvedimento emergono, per importanza economica e valore storico:

un veliero unico al mondo, realizzato nel 1920 e recentemente restaurato (si tratta del più grande cutter aurico mai costruito, di lunghezza pari a 46,50 metri, mono albero di 52 metri e superfice velica di ben 1450 mq, di valore superiore a 10 milioni di euro);

tre lussuose ville site nel rinomato quartiere dell’Olgiata a Roma;

numerose automobili di lusso, tra cui Rolls Royce, Jaguar, Bentley e Ferrari.

20 Febbraio 2017 0

Camper distrutto da fiamme a Fondi, salvo proprietario e due cani

Di admin

Fondi – Camper distrutto dalla fiamme, questa mattina a Fondi. Il mezzo che aveva targa francese era abitato da un uomo e da due suoi cani. Alle 7,30 è stato lanciato l’allarme dalla via Flacca dove la casa mobile era parcheggiata e, all’arrivo dei vigili del fuoco di Gaeta, l’incendio era già divampato e avvolto la struttura.

Immediatamente, soccorso, il cittadino francese, ha riportato lievi ferite e ustioni. Salvi anche i suoi cani, uno dei quali è fuggito per lo spavento e ritrovato solo alcune ore dopo.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della locale tenenza che hanno iniziato ad indagare per risalire alle cause che hanno innescato il rogo. Pare che ad innescarlo sia stato uno scaldino lasciato acceso dall’uomo che era a Fondi solo di passaggio.