Tag: prova

21 Novembre 2018 0

Consiglio comunale, prova di tenuta per il D’Alessandro bis

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Passato l’ottimismo per il ritiro delle dimissioni del sindaco D’Alessandro confortati dal “andiamo avanti per senso di responsabilità per realizzare progetti con obiettivi ambiziosi e precisi” con cui il Primo cittadino aveva rilanciato l’azione amministrativa nel giorno della conferenza stampa, ora arriva il vero “banco di prova”.

Lo scoglio su cui questa maggioranza dovrà dimostrare di voler  e poter continuare a governare la città ci sarà domani, in Consiglio comunale, quando bisognerà fare i conti con i numeri e, soprattutto, con la surroga del consigliere comunale Franco Evangelista, dimessosi (realmente!) dalla sua carica in aperto contrasto con i suoi stessi compagni di cordata, da sempre critico sui modi e le strategie amministrative perseguite dalla maggioranza. Il cerino acceso ora è nelle mani proprio di questa risicata maggioranza che dovrà superare la prova, domani sera alle 19, con il pallottoliere bene in vista nella “surroga del consigliere comunale dimissionario e la convalida del consigliere neoeletto. Conti alla mano, infatti, l’amministrazione D’Alessandro si appresterebbe ad essere la prima maggioranza, da quando c’è l’elezione diretta del sindaco, a non avere i numeri per assicurare una surroga in Sala Di Biasio. In altre parole, basterebbe qualche defezione, sempre possibile in questi casi, per mettere a nudo le difficoltà del governo cittadino, visto che dodici consiglieri non bastano per aprire il Consiglio, e mettere una pietra tombale sull’entusiasmo ostentato nelle dichiarazioni dei giorni scorsi.

Sarà sufficiente la mossa di ieri del presidente Secondino che si è affrettato a mandare un’integrazione alla convocazione di giovedì in cui “si comunica che l’avviso di convocazione del Consiglio comunale del 22 novembre p.v., alle ore 19 è carente della indicazione di data e orario per la seconda convocazione”?. La data di seconda convocazione indicata sarebbe quella del 26 novembre. Non si sa, o meglio lo si saprà soltanto domani sera. Il possibile ingresso dell’assessore Tauwinkelova con quattro giorni di ritardo sullo scranno che fu di Franco Evangelista non fa venir meno la colossale figuraccia di questa maggioranza che dovrebbe urgentemente capire come poter andare avanti tranquilla e negli interessi della città.

Un dato è certo, l’opposizione, già sul piede di guerra per la ‘farsa delle dimissioni di D’Alessandro’ si prepara alla guerra in Consiglio comunale e non farebbe sconti al Primo cittadino e alla sua maggioranza. La posizione del Partito Democratico è stata espressa chiaramente dal segretario Fardelli, dal presidente Fionda e dal vice segretario Russo: «Davanti all’incapacità politica di una amministrazione comunale oramai logora al proprio interno, all’indomani delle dimissioni-farsa e del “campare alla giornata”, continuando il nostro ruolo di opposizione come stiamo facendo da due anni e mezzo a questa parte sia all’interno del palazzo comunale sia con l’attività partitica, ribadendo che il solo rimedio per il bene della Città di Cassino è quello di andare a casa e ridare così la possibilità ai cittadini di scegliere una prossima amministrazione capace e che possa far uscire la stessa città dalle sabbie mobili in cui è finita grazie al mal-governo del sindaco e della sua maggioranza, siamo pronti come partito e come consiglieri a mettere in campo una valida alternativa per Cassino mandando a casa questa maggioranza con un appello alla città e ai consiglieri comunali tutti che siedono all’interno della “Sala Di Biasio” per un’azione di sfiducia di massa”.

Se questi sono i presupposti e le intenzioni dell’opposizione, per D’Alessandro & Co. non si prospetta un Consiglio comunale facile, forse neppure con l’appoggio, più per spirito di servizio che convinzione politica, del consigliere Sebastianelli, da sempre critico e lontano dall’Amministrazione in carica.

In altre parole, forse domani sera o fra quattro giorni, potremmo davvero assistere alla fine dell’era D’Alessandro? Le premesse ci sono tutte.

F. Pensabene

20 Giugno 2018 0

Esami di maturità, via alla prova di italiano per gli oltre 800 studenti delle scuole di Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO – Iniziati gli esami di maturità 2018, intorno alle 9, per gli oltre novecentomila studenti italiani che oggi si cimenteranno nella prima prova, quella di italiano. Negli otto istituti superiori di istruzione di Cassino, sono circa 877 gli studenti che hanno iniziato questa mattina a confrontarsi con il tema di italiano.

Dalle prime indiscrezioni, trapelate, le prove su cui gli studenti dovranno misurarsi riguarderebbero lo scrittore Giorgio Bassani, autore del volume “Il giardino dei Fizi-Contini”. Si tratta di un brano del suo più famoso libro. Il giardino dei Finzi-Contini fu pubblicato nel 1962 da Einaudi.

Il testo scelto per la maturità 2018 è ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara dal 1930, e della sua famiglia e racconta “gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l’incantesimo dell’infanzia e la felicità del sogno”. Rimasta nella città estense dopo la promulgazione delle leggi razziali del 1938, la famiglia Magrini, in seguito all’armistizio dell’Italia con gli Alleati dell’8 settembre 1943 e l’occupazione nazista del Paese, subì il destino di persecuzione di tanti altri ebrei italiani, con la morte di alcuni dei protagonisti ad Auschwitz.

Altri argomenti della prova di italiano riguarderebbero a Cooperazione Internazionale per il tema storico, con De Gasperi e Moro in particolare. I volti della solitudine per il componimento di Arte.

Domani la seconda prova più specifica rispetto al tipo di scuola.

F. Pensabene

foto di repertorio

18 Maggio 2018 0

Acqua pubblica, prova di distensione tra Cassino e Acea

Di admin

FROSINONE – “Si è riunito in assemblea straordinaria l’OTUC dell’Ato5 con all’ordine del giorno le problematiche del servizio idrico della città di Cassino. Per la prima volta in provincia di Frosinone, ha partecipato alla seduta  anche il Garante Regionale del SII (Servizio Idrico Integrato), Paola Perisi, la quale ha avuto modo di conoscere attraverso la voce dei consumatori la situazione non solo di Cassino ma  dell’intera provincia in merito alla gestione del servizio”.

Lo si legge in una nota dell’ammnistrazione provinciale di Frosinone.

“«Sono emerse da questo incontro tante proposte – ha dichiarato alla fine della riunione Paola Perisi –  ma soprattutto la volontà di dar vita ad una collaborazione che tuteli l’utenza partendo da una corretta informazione ai cittadini».

Anche il Presidente dell’OTUC ATO5, l’avvocato Antonio Di Sotto, ha sottolineato l’importanza della collaborazione per la definizione di azioni a tutela dei consumatori:«Abbiamo lavorato tanto in questi mesi per poter contribuire a garantire un servizio più efficiente, che valorizzi le proposte che riguardano i nostri concittadini. Insieme alll’ATO5 e al Gestore abbiamo migliorato la nuova Carta dei Servizi, che mi auguro verrà presto recepita dall’Assemblea dei Sindaci; abbiamo approvato il regolamento sulle perdite occulte e stiamo lavorando all’aggiornamento tariffario ristabilendo un clima di collaborazione che forse negli ultimi anni si era un po’ perso».

Il Sindaco di Cassino, presente all’incontro, ha chiesto ad Acea il massimo sforzo, in termini di disponibilità, per risolvere i problemi rappresentati dai cittadini, considerata l’eccezionalità della situazione. Ha altresì chiesto che il “ristoro economico” dei 200 lt/s di acqua destinati a Cassino(circa 1 milione e 200.000 euro l’anno in termini economici) per l’emungimento dell’acqua da parte di AcquaCampania (ultimamente incrementato) sia destinato a quella Città.

Presente all’incontro anche il Presidente della Provincia, Antonio Pompeo, che ringraziando l’Otuc per il lavoro che svolge ha detto: «Abbiamo instaurato un nuovo modo di affrontare le questioni legate al servizio idrico, partendo dai cittadini. Per questo voglio ringraziare il Presidente Antonio Di Sotto, che insieme ai membri dell’organismo di tutela dei consumatori, sta portando avanti un ottimo lavoro. Non ho mai ceduto alla politica dei facili proclami, soprattutto su temi importanti come quello della gestione del servizio idrico. Preferisco, al contrario, la serietà e la concretezza. La riattivazione dell’Otuc è stato un passaggio importante che sta dando i suoi frutti e nella prossima Conferenza dei Sindaci sottoporrò all’Assemblea la richiesta di partecipazione dell’Otuc alle sedute. Condivisione e collaborazione sono elementi essenziali per poter difendere i diritti degli utenti. Insieme all’Otuc abbiamo inoltre, approvato un nuovo regolamento per le perdite occulte che sarà sottoposto nella prossima Consulta e che rappresenterà una ulteriore tutela per i cittadini/utenti».

12 Marzo 2018 0

Grandissima prova di carattere e la Virtus Cassino espugna anche il Pala Borrelli di Scauri

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino non tradisce le attese della vigilia dei propri sostenitori che sognavano una serata come questa ed espugna il parquet di Minturno, in provincia di Latina, in occasione della venticinquesima giornata del Campionato Nazionale di Serie B , girone D, 2017-18.

I rossoblù cassinati passano con il punteggio di 90 a 87 al termine di un match davvero molto combattuto e giocato punto a punto in specie nell’ultimo quarto, dopo che i padroni di casa avevano messo in cassaforte il risultato nel corso della terza frazione di gioco allorquando, grazie ad un assist di Richotti, Provenzani aveva realizzato la “bomba” del + 9 per i pontini per il 58 a 49.

Tutto sembrava dunque volgere a favore dei padroni di casa anche perché il gremitissimo Pala Borrelli sembrava poter essere il valore aggiunto di questa sfida esplodendo di gioia.

Ma non si erano ancora fatti i conti con la voglia degli ospiti cassinati di non mollare di un solo centimetro.

Infatti capitan Del Testa suona la carica e con un gioco da tre punti, con fallo di Longobardi sul marine rossoblù, riporta i viaggianti a sei punti di distacco nel corso del sesto minuto di gioco della terza frazione. 58 a 52.

In buona sostanza dal 58 a 49 al 65-67 per i cassinati alla sirena della terza frazione di gioco il gioco è fatto nel breve volgere di tre giri di lancetta.

Se la matematica non è una opinione i cassinati appaiono come morsi dalla tarantola e mettono a segno un clamoroso 22 a 7 di parziale. Gli oltre cento tifosi benedettini al seguito sono in visibilio e si inizia così la quarta ed ultima frazione di gioco. Ed è qui che Vettese tira fuori dal cilindro la variante tattica che mette in crisi il formidabile duo Sabbatini – Pontecorva. Infatti coach Vettese toglie dal parquet l’ottimo Bagnoli ed “abbassa” il quintetto piazzando i suoi a zona, zona dispari come si dice in gergo, 3-2.

La squadra di casa fa un po’ fatica ad approcciare la variante tattica proposta e il grande coach scaurese deve chiamare i suoi a raccolta per cercare di trovare gli antidoti. Ed in effetti li trova perché ad inizio della quarta frazione i sud pontini rimettono il muso avanti raggiungendo nel corso del secondo minuto di gioco anche il + 4 grazie ad una tripla di Longobardi che realizza il 73 a 69.

Ma la Virtus Cassino ovviamente non ci sta.

Un ottimo Enzo Cena, 22 punti per lui in 37 minuti di gioco con il 67% da due ed il 40 per cento da tre punti per un 27 di valutazione finale, di gran lunga l’MVP di serata, realizza la bomba del 73 a 72 e fa esplodere lo spicchio rossoblù. Il match diventa tremendamente appassionante e la tensione agonistica cresce a dismisura ma il parossismo del pathos si raggiunge nel corso del quinto minuto di gioco allorquando Longobardi realizza l’altra bomba del controsorpasso per il 78 a 77.

Trascorrono infatti, in seguito a questo gesto tecnico, due lunghi minuti nel corso dei quali nessuna delle due formazioni riesce a violare il canestro avversario.

A tre minuti e mezzo dal termine ci pensa Bagnoli con un tiro da entro l’area ad operare il controsorpasso stavolta di marca cassinate, 78-79.

Sembra una gara motociclistica ed ogni curva è di quelle buone per piazzare la sorpresa nei confronti dell’avversario. Nessuno ovviamente vuole mollare di un centimetro e ci vuole una grande prova di squadra per portare a casa il risultato.

“Qui si è concretizzata, se mai ce fosse stato bisogno ancora, la forza emotiva della nostra squadra“ le parole a fine gara del team manager della BPC Virtus Cassino, Furio De Monaco “Una squadra che è fatta di veri uomini. Infatti non era semplice realizzare e portare a casa il risultato. Avevamo di fronte un team in grande fiducia che d’altra parte sappiamo essere allenata da due dei più grandi allenatori del girone o forse di tutta la serie B e noi, come staff tecnico, eravamo atterriti da questo scontro alla vigilia. Avevamo però studiato bene tutto con coach Vettese e con Serena Incelli ed abbiamo proposto una serie di varianti tattiche che hanno sortito i frutti sperati. Chiaramente in una situazione in cui Scauri giocava una sorta di finale per agganciare il treno play off che significa per loro post season, noi dovevamo per forza di cose salvaguardare il terzo posto raggiunto in classifica. Siamo riusciti a metterci alle spalle anche questa giornata di campionato e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Doveroso fare i complimenti alla squadra. I ragazzi, uno ad uno, hanno mostrato il lato migliore della loro voglia di sacrificarsi per questo obiettivo. Dovevamo proteggere il terzo posto in classifica ripeto nel match più difficile della giornata e ci siamo riusciti. Adesso ci prepariamo alla prossima gara che sarà complicatissima (Capo d’Orlando in provincia di Messina, in trasferta, sabato prossimo alle ore 18, ndr)” conclude così il dirigente rossoblù.

Dunque la BPC Virtus Cassino rimette il muso avanti ma è Longobardi a riportare avanti Scauri grazie a due liberi con cronometro fermo,80-79. E’ Petrucci con una incursione delle sue a procurarsi il gioco da tre punti che fissa il punteggio sul tabellone sull’82 a 80. Contro sorpasso, l’ennesimo, 83 a 82 con la conclusione dalla lunga distanza di Serino, 83-82. Parità di Carrizo a 1 e 10 dal termine della gara, 84-84.

Giammò realizza il tiro libero del +1 per i pontini, 85-84. Ma il capolavoro è dell’ex di giornata Simone Bagmoli con un tap in per l’86-85. Carrizo viaggia in lunetta altre 5 volte ed è glaciale non concedendo scampo e portando in porto la nave rossoblù.

La Virtus Cassino ha vinto.

Basket Scauri – BPC Virtus Cassino 87-90

Parziali 21-26, 21-18, 23-23, 22-23

Basket Scauri: Serino 21 (9/10, 1/5), Longobardi 19 (4/9, 2/3), Provenzani 19 (5/8, 3/4), Giammo 12 (2/4, 2/8), Richotti 8 (4/8, 0/1), Marzullo 3 (0/0, 1/2), Zolezzi 3 (0/0, 1/1), Manzo 2 (1/3, 0/0), Casoni 0 (0/0, 0/0), Giannetti 0 (0/0, 0/0), Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 35 4 + 31 (Longobardi 9) – Assist: 18 (Richotti 13)

All. Sabbatini

BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 22 (4/6, 2/5), Maurizio Del Testa 18 (4/6, 3/6), Simone Bagnoli 17 (8/13, 0/0), Manuel Carrizo 14 (2/7, 1/6), Niccolò Petrucci 10 (3/5, 1/5), Matteo Bini 7 (2/5, 1/4), Lorenzo Panzini 2 (1/4, 0/5), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 23 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Manuel Carrizo 10) – Assist: 13 (Manuel Carrizo 6)

All. Vettese Ass. Incelli

MVP : Enzo Cena

19 Febbraio 2018 0

Prova durissima superata, la Virtus Cassino espugna il pala Pedemontana di Venafro

Di redazionecassino1

Lo diciamo subito a scanso di equivoci non è stata una di quelle partite da ricordare per lo spettatore e l’amante della palla a spicchi. E’ stato decisamente un brutto spettacolo in termini tecnici, ma lo ricorderemo per il pathos che l’alternanza dei rari vantaggi ha generato.

Ed infatti il risultato era tremendamente importante per entrambe le formazioni.

Venafro doveva riemergere dai bassifondi della classifica. Continuare in un processo di crescita che si era interrotto soltanto per mano di Palestrina nello scorso week end proprio qui al Pala Pedemontana.

Dall’altra parte c’era Cassino, la Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, che aveva il compito di rimanere agganciata ai piani alti della classifica per “sentire l’effetto che fa” di jannacciana memoria.

E così ne è venuta fuori una gara giocata a ritmi bassissimi, molto intensa sul piano fisico e soprattutto figlia di errori di mira grossolani e di palle perse che gridano ancora vendetta.

Cassino ha vinto, Cassino ha saputo soffrire, Cassino ha regolato l’avversario, tosto e forte, alla maniera delle grandi squadre, difendendo alla morte il proprio fortino quando sull’altro fronte la palla non ne voleva proprio sapere di entrare nel canestro.

Qui sta la capacità del gruppo delle V rossoblù.

Sapersi adattare camaleonticamente al dipanarsi del match, saper reagire di volta in volta e in maniera diversa e sempre efficace se solo si considera l’impressionante ruolino di marcia del team allenato da Luca Vettese: nelle ultime diciotto gare di campionato 16 vittorie e solo due sconfitte, maturate, ca va sans dire, in modo a dir poco rocambolesco e maturate solamente negli ultimi istanti di gioco.

Ebbene le “V” rossoblù hanno dato l’impressione allo spettatore, giunto in gran numero dalla vicina Cassino, di poter sempre controllare l’esito del match , di saper giocare anche questo tipo di partite e di conoscere a menadito il compito di difendere il proprio canestro in maniera ancor più intensa.

“L’intensità è la parola magica” sibila Luca Vettese al termine della gara e non si lascia sfuggire altro continuando nel suo silenzio stampa.

Era una gara che sin dall’inizio non poteva sfuggire a questo tipo di pronostico: ovvero quello dell’equilibrio assoluto.

“Dovevamo vincere in qualunque modo o maniera, l’importante era il foglio rosa” le parole invece di Furio De Monaco, il team manager rossoblù, ex di serata allorquando da giocatore calcò in diverse stagioni proprio questo parquet “i ragazzi hanno saputo interpretare bene la logica della gara e mettersi a disposizione l’uno dell’altro. Era una di quelle gare che sentivamo e non poco perché conoscevamo bene il valore dell’avversario e lo rispettavamo tantissimo. I ragazzi erano ben consci dell’altezza dell’ostacolo e hanno fatto di tutto per superarlo. Adesso ci mettiamo alle spalle questo turno di campionato e guardiamo con fiducia al prossimo (Battipaglia al PalaVirtus sabato 24 febbraio, palla a due alle ore 18.00, ndr) mantenendo sempre alto il livello di concentrazione.” conclude il dirigente rossoblù.

Tornando alla gara di stasera, la stessa si è decisa nell’ultimo quarto allorquando, al termine della terza frazione di gioco, per la prima volta nella gara, i molisani mettevano avanti il muso per due lunghezze grazie ad una tripla di Hassan, 43-41.

La BPC Virtus Cassino all’inizio della quarta frazione di gioco subisce un canestro di Gueye Khadim che cattura un rimbalzo offensivo e realizza il 45 a 41e in una gara dove si segna con il contagoccie questo canestro appare un macigno sulle spalle dei viaggianti. Ma è Carrizo a realizzare 4 punti di fila e riportare i cassinati in linea di galleggiamento, 45 pari al 4° minuto di gioco. Passano altri due minuti e mezzo e le squadre sono sempre appaiate ed è sempre Carrizo a spezzare l’equilibrio con una tripla mortifera, 48 a 45 per i benedettini. Risponde Laguzzi dopo un bel gioco a due con Hassan e riporta i molisani ad un tiro di schioppo dai viaggianti, 48-47. Ma è Petrucci a mettere la parola fine sull’incontro con un canestro dei suoi in entrata. La gara finisce qui anche se i due contendenti hanno la possibilità di segnare ma le rispettive difese contengono bene e soprattutto impediscono chhe il punteggio possa muoversi. Le speranze dei locali si infrangono allo scadere sul ferro con la tripla di Rinaldi.

Cassino dunque ha vinto ed è riuscito a mantenere invariato il contatto con le prime della classe. Sabato come detto si torna al Pala Virtus. Arriva Battipaglia.

Dynamic Venafro – BPC Virtus Cassino 47-50

Parziali 12-20, 11-11, 20-10, 4-9

Dynamic Venafro: Laguzzi 11 (5/7, 0/1), Hassan 10 (1/4, 2/6), Rinaldi 8 (1/3, 2/8), Rossi 7 (3/8, 0/2), Tamburrini 7 (3/13, 0/0), Minchella 2 (1/1, 0/1), Gueye 2 (1/3, 0/0), Pagano 0 (0/0, 0/1), Cancelli 0 (0/0, 0/0), Casapenta 0 (0/0, 0/0), Pirozzi 0 (0/0, 0/0), Carcillo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Laguzzi 12) – Assist: 12 (Hassan, Rossi 4)

All. Mascio

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 17 (4/7, 3/3), Maurizio Del testa 10 (2/6, 2/10), Lorenzo Panzini 7 (2/2, 1/6), Niccolò Petrucci 7 (2/4, 1/7), Simone Bagnoli 6 (3/7, 0/0), Enzo Cena 3 (0/5, 1/5), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Di poce 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 0 / 2 – Rimbalzi: 38 6 + 32 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 7 (Manuel Carrizo, Simone Bagnoli 2)

All. Vettese Ass. Incelli

 

 

19 Gennaio 2018 0

Cassino alla prova delle grandi: al PalaVirtus arriva la Luiss Roma

Di redazionecassino1

Dopo la bella vittoria in trasferta contro Catanzaro, dunque, la Virtus Cassino attende tra le mura amiche la Luiss Roma di coach Paccariè, squadra giovane e pericolosa appaiata a quota 24 punti proprio insieme alle “V” rossoblù, che in questo scontro valevole per la 3° giornata di ritorno del campionato nazionale di Serie B Girone D, avranno l’obbligo di vincere con la formazione universitaria, che in questo momento in virtù del vantaggio negli scontri diretti, gode di un miglior piazzamento nella griglia playoffs.

“Predico calma e sangue freddo da tutta la settimana”: così esordisce nel presentare la prossima sfida della squadra cassinate, il team manager e assistant coach rossoblù, Furio De Monaco, consapevole dell’importanza del prossimo appuntamento per i suoi ragazzi, ma allo stesso tempo conscio della tranquillità che gli stessi dovranno avere per affrontare nel migliore dei modi un crocevia fondamentale della stagione benedettina.

“Dovremo approcciare al match facendo capire agli avversari chi gioca in casa e chi ha più fame per vincere la partita. Dovremo azzannare il match proprio come abbiamo fatto a Catanzaro, dove abbiamo concluso la prima frazione di gioco sopra di 14 lunghezze. Non bisognerà però al contempo avere dei cali repentini di tensione come abbiamo fatto una settimana fa, dove a pochi minuti dalla fine, ci siamo trovati costretti ad inseguire una vittoria che era a portata di mano e che poi abbiamo conquistato con non pochi patemi d’animo. Questi bruschi cambiamenti della squadra sul campo sono stati il punto focale sul quale abbiamo lavorato e ci siamo soffermati in settimana. Abbiamo parlato con i ragazzi e li abbiamo tranquillizzati, facendo anche delle necessarie correzioni tattiche e tecniche sul parquet. Sembrano arrivare ad uno degli appuntamenti clou di questo periodo come ci aspettavamo e speravamo; abbiamo lavorato inoltre sulla difesa e sulla condizione atletica e devo dire che tutti stanno rispondendo in modo positivo. Simone continua il suo processo di crescita e di inserimento per riprendersi anche lui il suo ruolo chiave nella squadra; insomma tutto sommato una settimana fruttuosa. Loro, d’altro canto, sono una formazione pericolosa, tecnica e giovane, allenata molto bene. Hanno rotazioni lunghe ed importanti che ci possono mettere in difficoltà, ma noi siamo consapevoli di avere un roster altrettanto competitivo per arrivare in fondo e soprattutto per conquistare questi due punti. Il mercato? Ci stiamo muovendo. La Virtus è vigile e attenta su quello che le sta accadendo attorno. Con tranquillità faremo le nostre valutazioni e le operazioni che più ci convengono, ma senza farci prendere dall’ansia o dalla smania di prendere qualcuno tanto per prenderlo. Deve essere fatta un’operazione che si possa sposare bene anche con il nostro progetto tattico, e noi staff insieme alla dirigenza stiamo operando tenendo conto soprattutto di questo”.

Per la formazione ospite, quintetto base composto da Martone, Scuderi, Marcon, De Dominicis e Di Fonzo. Squadra veloce, atletica e caratterizzata da notevole fantasia in fase offensiva, che però non sarà aiutata in campo dal suo playmaker titolare Faragalli, che a causa di un infortunio alla colonna vertebrale non sarà del match. A sopperire all’assenza del compagno allora, c’è il giovane Christian Di Fonzo, atleta classe ’98 di scuola Amatori Pescara, alla sua seconda stagione in maglia Luiss; per lui 14 presenze in stagione con 2.7 punti di media a partita in 13 minuti di utilizzo.

A dargli manforte nello spot di guardia, l’altra punta di diamante della formazione universitaria, Leonardo Marcon; giocatore atletico e di grande energia sia in fase difensiva che offensiva è il capocannoniere della compagine romana, grazie ai suoi 15 punti per partita in 30 minuti in campo.

In ala piccola, prende posto Andrea Scuderi. Ruolo atipico per lui in questo momento per l’assenza del playmaker titolare, ma allo stesso tempo una situazione che può rappresentare un grande vantaggio per il numero 13 di coach Paccariè. Capace di ricoprire gli spot che vanno “dall’1 al 3”, infatti, è sia un buon tiratore che un ottimo giocatore in fase di impostazione del gioco, e grazie ai suoi 190cm può marcare anche giocatori diversi rispetto ai suoi pari ruolo (essendo lui propriamente un play-guardia, ndr).

Pacchetto lunghi, infine, sorretto dal duo De Dominicis-Martone, con Beretta, altro lungo romano, che a seconda degli accoppiamenti con la squadra avversaria può partire in quintetto base. Sui 76 punti di media a partita della Luiss, circa 27 sono del pacchetto lunghi bianco-blu, punto di forza dunque che coach Vettese insieme ai suoi ragazzi dovrà cercare di limitare il più possibile.

A completare il roster, Veccia, Sanguinetti, Sorrentino, Bonaccorso, Gebbia, Bristot.

Sugli altri campi, la capolista Palestrina attende a domicilio la Stella Azzurra Roma, mentre la coppia di seconde classificate, ovvero Barcellona e Valmontone, affronteranno rispettivamente Catanzaro, priva di Botteghi trasferitosi ad Empoli, e Patti. Capo D’Orlando attende la Virtus Arechi Salerno, che vedrà l’esordio in campo del neo-acquisto Gennaro Sorrentino, playmaker ex Cuore Napoli Basket, quando la Tiber Roma sarà alla ricerca di punti in chiave playoff contro il fanalino di coda Isernia. Per concludere il tabellone di questa giornata, ci saranno Cagliari-Scauri e Venafro-Battipaglia.

L’appuntamento al PalaVirtus per Virtus Cassino – Luiss Roma è invece per sabato 20 gennaio, palla a due ore 18:00.

ROSTER LUISS ROMA: Beretta, Bonaccorso, Bristot, De Dominicis, Di Fonzo, Gebbia, Marcon, Martone, Sanguinetti, Scuderi, Sorrentino, Veccia.

VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Bagnoli, Carrizo.

 

 

29 Agosto 2017 0

Violenza sessuale sull’A1, titolare di una griffe “ci prova” con la modella

Di admin

FROSINONE – Sono le 15.23 di ieri pomeriggio quando una 22enne, professione modella, disperata, chiede aiuto ad un suo amico tramite WathsApp: un uomo la sta molestando.

La giovane riferisce, tramite chat, in grande stato di agitazione,  di  transitare, per motivi di lavoro, in A1 direzione Nord, nel territorio di Ceprano, a bordo di una berlina condotta da un autista, mentre  al suo fianco, nel sedile posteriore, c’è il titolare di una nota griffe italiana che tenta in tutti i modi un approccio fisico.

Il ragazzo, ricevuta questa preoccupante confessione, contatta immediatamente la linea di emergenza 113, riferendo la difficile situazione che stava vivendo la 22enne.

Scatta subito un piano di intervento urgente coordinato : dalla Sala Operativa della Questura viene predisposta immediatamente una poliedrica squadra con agenti della Polizia Stradale, delle Volanti e della Squadra Mobile, che impiegapersonale femminile “specializzato” appartenentealla Sezione  “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali”.

In  considerazione che a pochi chilometri da dove la 22enne è localizzata c’è un’area di servizio, si consiglia alla giovane, contattata dalla Polizia con i necessari accorgimenti, di fingere un malore e di chiedere, pertanto, una sosta alla prossima area di servizio, che è quella nel territorio di Anagni.

Un’attività di osservazione e pedinamento permette di monitorare la situazione: agenti in divisa ed in borghese si posizionano in modo tale da non destare sospetti cosi che l’uomo acconsente alla pausa – viaggio.

La  ragazza, abilmente “attenzionata” dai poliziotti, scende dall’auto  e si dirige verso la toilette, mentre i suoi compagni di “viaggio”  sono fermati ed identificati.

Dopo gli accertamenti di rito, per il titolare della ditta di moda, un 70enne campano, scatta la denuncia per il reato di violenza sessuale.

20 Novembre 2016 0

Basket Serie C Silver: Serapo, prova di carattere e St’Charles sconfitto 70-59

Di redazionecassino1

“Prima” in grande stile per le nuove divise del Basket Serapo ’85 Gaeta che esordiscono subito con una vittoria. Davanti al pubblico amico del Palamarina, i ragazzi di coach Imparato si sono imposti sul St’Charles per 70-59 grazie ad una difesa stoica e a tratti imperforabile abbinata a un attacco decisamente fluido, condito da varie triple che hanno permesso alla Serapo di creare il distacco nella ripresa. La squadra ha reagito bene anche alla mancanza last minute di capitan Marrocco, tenuto a riposo precauzionale per evitare il riacutizzarsi del fastidio muscolare subito domenica contro la Sam. Sugli scudi il top scorer Violo (19 punti) e Valente (15 punti), quest’ultimo eccellente sia in attacco che in difesa, dove ha mostrato i muscoli lasciando le bricole agli avversari. Due triple e gran carattere per Viscusi, il quale ha salutato l’incontro con 10 punti. Grinta e passione anche da parte di Niccolai (13 punti), La Mura (8 punti) e Moses (5 punti), rimasti imperturbabili dinanzi all’aggressività e ai tentativi di rimonta degli ospiti. Il match si presenta subito combattuto ed equilibrato con entrambe le squadre a caccia del primo break che però non arriva nel quarto inaugurale, terminato 15-16 per St’Charles. Nella seconda frazione la Serapo indugia in attacco ma sfortunatamente perde Francesco Paolo Conte per una distorsione alla caviglia sinistra; auguriamo una pronta guarigione a “Frank” e siamo sicuri che tornerà più forte di prima, grazie alle cure del fisioterapista di squadra Silvio Scotti. La lotta continua sul filo del punto a punto e non trova provvisoriamente né vincitori né vinti; si va al riposo sul 33-33. La ripresa è travolgente: la Serapo crea subito un break grazie a una difesa imperiosa che trova risposte confortanti dall’attacco con triple e attacchi costanti al canestro. Il gap di +11 determina perciò la conclusione del penultimo quarto. Gli ultimi 10 minuti sono un costante botta e risposta, il tutto a favore della Serapo che serra le fila del suo perimetro e non permette contro break a St’Charles, costretta ad inchinarsi alla maggiore forza dei padroni di casa capaci di portarsi a sei punti nell’assoluta grazie al risultato di 70-59. “Si è trattata di una prova importante” ha detto coach Imparato. “I ragazzi hanno giocato molto bene mettendoci finalmente quella difesa che era mancata nei primi matches. Sono davvero contento, perché abbiamo dimostrato la qualità del nostro gioco. Possiamo dire di aver iniziato un nuovo campionato”. La Serapo chiuderà il girone di andata in casa del Vigna Pia nella giornata di sabato 26 novembre.

Basket Serapo ’85 Gaeta-St’Charles 70-59 (15-16, 33-33, 54-43) Serapo Gaeta – Viscusi 10, Niccolai 13, F.Valente n.e., Violo 19, La Mura 8, Calderone, Antetomaso n.e., L.Valente 15, Moses 5, Conte. Coach: Imparato. St. Charles – Marietti 20, Fiumi 1, Lattanzi 6, Granatelli 10, Faedda n.e., Bogunovich 3, Di Pasquale 10, Testini E. 5, Hunt 3, Zanni 1. Coach: Testini R.

14 Novembre 2016 0

Basket: Ferentino sbanca il parquet di Scafati, 79 a 86, con una prova di grande spessore

Di redazionecassino1

Vince e convince la FMC Ferentino che sbanca il Pala Mangano di Scafati con una prova di grande spessore. Gli amaranto conduconoil match dall’inizio alla fine, non permettendo mai alla Givova di poter sperare in un recupero dopo un primo quarto dominato dai ciociari, bravi a gestire i tentativi di rimonta degli avversari nel corso della gara. Un’ottima prova sui due lati del campo per la formazione di coach Ansaloni che torna così alla vittoria dopo due ko consecutivi e si prepara nel migliore dei modi al derby della prossima settimana contro Latina. Grande partenza amaranto con le triple della coppia Raymond-Gigli e un ottimo approccio difensivo, anche se Scafati prova a sbloccarsi con i liberi di Baldassarre e l’entrata di Naimy. Gli amaranto però continuano a trovare buone risorse dal loro capitano, autore di 5 punti in rapida successione e firmano il primo vantaggio in doppia cifra a metà quarto anche grazie alla bomba di Musso. Coach Perdichizzi cerca di cambiare l’inerzia con un timeout e al rientro in campo Crow colpisce dalla media ma questo rimarrà l’ultimo canestro campano nella prima frazione. La difesa gigliata infatti non molla di un centimetro e dall’altra parte del campo Gilbert piazza tre schiacciate mostruose facendo dilatare a dismisura il gap. Nel finale coach Ansaloni trova ottime risposte anche dai neo-entrati Benvenuti e Carnovali che fissano il parziale del primo quarto sul 6-29. Anche l’avvio di seconda frazione è di marca amaranto con 5 punti in fila di Carnovali che aggiornano il massimo vantaggio ciociaro sul +28 (6-34). Scafati abbozza una reazione con due canestri da sotto di Fantoni ma Raymond e Benvenuti ristabiliscono immediatamente le distanze, poco dopo però il lungo toscano e Baldassarre colpiscono nuovamente e spingono coach Ansaloni a chiedere timeout sul 15-38 a 5′ dall’intervallo. Al rientro in campo sono ancora Raymond e Gigli e rispedire al mittente l’assalto scafatese, successivamente Sabbatino firma il +29 in penetrazione. Nel finale il solito Fantoni (13 punti a metà gara) prova a rendere meno amaro il passivo ma all’intervallo i gigliati conducono di 25 (21-46). Terzo periodo ricco di realizzazioni, aprono Panzini e Crow per Scafati ma arriva immediatamente la risposa di Gigli e Musso rispettivamente dalla lunetta e da dietro l’arco. La Givova però ha trovato ritmo in attacco e sfrutta una fiammata di Naimy, tre volte a segno da lontano, per tornare sotto le 20 lunghezze di svantaggio (38-56). Per la FMC risponde Imbrò con una tripla ma poco dopo lo imita Crow per il -16 che spinge coach Ansaloni al timeout. Al rientro in campo Gigli piazza un gioco da tre punti e Raymond un gran canestro dalla media per il nuovo +21, poi sono Musso in contropiede e ancora Imbrò con la bomba allo scadere a ristabilire le distanze sul 47-70 con cui si va all’ultimo riposo. Percentuali altissime da dietro l’arco in apertura di quarto periodo con Perez e Santiangeli che vanno a bersaglio per i padroni di casa, imitati però da Raymond e Gigli che tengono Ferentino ampiamente avanti (57-79 a 7′ dalla fine). Scafati prova ad accorciare il divario con i suoi due americani e un lay up di Baldassarre tornando fino al -15 ma spende presto il suo bonus e manda in lunetta gli amaranto, che sfruttano i tiri a cronometro fermo per evitare il rientro degli avversari. A 3’30” dalla fine Sabbatino insacca la tripla che vale il nuovo +20 gigliato, mandando i titoli di coda con qualche minuto di anticipo. Nel finale Fantoni lima il gap ma il match non torna mai in discussione, c’è tempo anche per i primi due punti in maglia amaranto di Bertocchi. La FMC vince per 79-96. TABELLINI Risultato finale: Givova Scafati 79 – FMC Ferentino 96 Scafati: Crow 13, Fantoni 22, Naimy 13, Baldassarre 13, Ammannato, Panzini 4, Perez 5, Matrone, Santiangeli 5, Johnson 4. Coach: Perdichizzi Ferentino: Musso 13, Gigli 25, Datuowei, Sabbatino 6, Imbrò 6, Gilbert 6, Carnovali 8, Bertocchi 2, Benvenuti 6, Raymond 24. Coach: Ansaloni Parziali: 6-29, 15-17, 26-24, 32-26

13 Maggio 2010 1

Tratta ferroviaria Cassino-Roma / Tedeschi alla Polverini: “Prova a salire su un treno”

Di redazione

“Apprezzo il giro in treno intrapreso questa mattina dalla presidente Polverini sulla Velletri Roma, ma se intende veramente conoscere i problemi dei pendolari, le consiglio di salire su una vettura della tratta Cassino Roma, magari nelle prime ore del mattino.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Annamaria Tedeschi. “Capirà così veramente il disagio dei pendolari, tra vetture insufficienti e sporche, ritardi epocali e stazioni spesso chiuse, che non offrono nemmeno la possibilità di acquistare il biglietto. Proprio in virtù di queste difficoltà, consigliamo infine alla neo presidente, in questa appendice di campagna elettorale che sta portando avanti, di intraprendere il viaggio con il codazzo ridotto al minimo, senza fotografi, telecamere e posti riservati.”