Tag: scalo

5 Luglio 2019 0

Frosinone, Task force della Questura. Controlli a tappeto in zona scalo

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di ieri la Questura ha messo in campo più forze per garantire maggiore sicurezza ai cittadini in una delle zone calde della città; in azione diversi uffici tra squadra volanti, ufficio immigrazione, unità cinofile, polizia stradale e polizia ferroviaria. Circa 100 le persone controllate nelle zone a rischio; stazione ferroviaria, capolinea Bus, Zona Asi, controlli e perquisizioni: Linea dura anche contro la recrudescenza del fenomeno dell’accattonaggio nei pressi dei semafori e all’ingresso delle attività commerciali. Diversi cittadini stranieri sono stati accompagnati negli uffici della Questura per identificazione e rimossi coattivamente dai luoghi monopolio sovente di mendicanti e lavavetri. 25 i controlli domiciliari nei confronti di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale; sorveglianze speciali, arresti domiciliari, libertà vigilata. L’attività della Polizia di Stato non da tregua: l’attenzione resta alta e l’obiettivo è l’assidua presenza sul territorio contrastando ogni genere di illecito. Foto d’archivio

30 Giugno 2017 0

Vairano Scalo: Tesoretto in camera da letto. Una donna nascondeva 35.000 euro, pugnali,droghe, hashish, cocaina e crack

Di Comunicato Stampa

Pugnali, droghe differenti Hashish, cocaina e crack, complessivamente, la somma in contante di 35.885€ in banconote di vario taglio e materiale preposto al confezionamento delle dosi, tra cui anche un bilancino di precisione. Ed ancora 4 pugnali illegalmente detenuti, di dimensione compresa tra 24 e 32 cm, nascosti all’interno di una cassaforte a muro: questo l’illecito bottino che una donna di mezza età residente ad Alife (CE) custodiva nella propria camera da letto. Proprio in mattinata la perquisizione della sua abitazione da parte dei Carabinieri della Stazione di Vairano Scalo (CE), nel corso di un servizio finalizzato contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Così la donna, fra l’atro già sottoposta agli arresti domiciliari, è stata colta in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi, quindi accompagnata presso la casa circondariale di Pozzuoli (NA) a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Giulia Guerra Foto d’archivio