Giorno: 3 febbraio 2009

3 febbraio 2009 0

Cade nella tromba delle scale e muore

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ morto cadendo nella tromaba delle scale di un albergo che stava restaurando. Si tratta di Mario M. 42 anni, originario del comune di Sant’Andrea in provincia di Frosinone ma residente a San Mauro Pascoli (Forlì-Cesena). L’uomo ha perso la vita oggi pomeriggio mentre stava lavorando per conto di una ditta di Longiano, nella ristrutturazione di un albergo in via Cavour, a Ponente di Cesenatico. Il 42enne, secondo la ricostruzione fatta dei carabinieri della Compagnia di Cesenatico che indagano sull’accaduto, stava lavorando ai muri della tromba dell’ascensore quando ha perso l’equilibrio precipitando per diversi metri e infilandosi nello spazio tra lo stesso ascensore e il muro. Mario M. è morto sul colpo. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per estrarer il suo corpo e permettere ai sanitari del 118 di constatare l’avvenuto decesso.

3 febbraio 2009 0

Sequestrato il locale notturno Bellavita

Di redazione

Duro colpo per il locale notturno Bellavita di Cervaro: la scorsa settimana, è stato oggetto di una ordinanza di sospensione delle attività emessa dal comune di Cervaro; oggi, da un’ordinanza ben più pesante, quella di sequestro emessa dal Gip del tribunale di Cassino. Ad eseguire entrambe le ordinanze sono stati i carabinieri della compagnia di Cassino. Il nuocleo operativo dei carabinieri cassinati ha effettuato controlli insieme all’ispettorato del lavoro, al personale dipendente della Asl e della Siae. Il proprietario esercitava l’attività di discoteca senza avere le necessarie autorizzazioni e senza che il suo locale fosse idoneo allo svolgimento di tale attività. Per questo, oltre a sanzioni amministrative che sommate superano i centomila euro, gli sono state notificate anche le due ordinanza.

3 febbraio 2009 0

Camionista ubriaco investe una donna

Di redazione

Era ubriaco alla guida del suo camion e ha investito una donna ferendola gravemente. Il fatto è accaduto oggi a Sora e sul luogo dell’incidente, sono arrivati i carabinieri della compagnia comandata dal capitano Luca Cesaro. I militari, dopo aver permesso ad un’ambulanza del 118 di soccorrere la feritaA.M.A. 61 anni del posto, e trasportarla in ospedale a Sora, hanno sottoposto l’autotrasportatore ad un accertamento tramite l’etilometro. Il controllo è risultato positivo e l’uomo D’A.O., 41 enne di Sora, è stato denunciato per “lesioni personali e guida in stato di ebbrezza alcolica”. La donna ha riportato ferite giudicate guaribili in 30 giorni.

3 febbraio 2009 0

Vandali devastano la scuola materna

Di redazione

Atti vandalici alla scuola elementare e materna di Valvori. Quando, questa mattina, il personale che lavora nel plesso della popolosa frazione del comune di Vallerotonda (Fr) ha aperto il portone, si è trovato davanti una scena di devastazione. Nel corso della notte qualcuno, introducendosi probabilmente da una finestra, ha compiuto una serie di danneggiamenti all’interno della struttuira. Un atto vandalico che ha costretto i responsabili della scuola a rimandare a casa i bambini che, nel frattempo, arrivavano alla spicciolata. Mura imbrattate e aule a soqquadro, saranno quantoprima sistemati per permettere di tornare a far lezione. Indagano i carabinieri di Vallerotonda.

3 febbraio 2009 0

Prega con la paziente, licenziata infermiera

Di redazione

Prega insieme ad una sua assititi e rischia il licenziamento. E una infermiera del Somerset in Inghilterra. Durante una visita domiciliare la donna avrebbe accettato di recitare una preghiera con un’anziana e, quando i suoi responsabili l’hanno saputo, l’hanno accusata di essere venuta meno alle norme del codice comportamentale, nonostante la paziente stessa non abbia sporto nessuna lamentela. “Mi è sembrato solo un bel gesto che possa dare speranza in un particolare momento di bisogno” avrebbe  detto l’infermiera. Un caso che certamente farà discutere e che creerà fazioni opposte.

3 febbraio 2009 0

A 14anni, violentata dal branco

Di redazione

A Trento marina la scuola per stare con gli amici e viene violentata. Una drammatica storia che lo è ancor più se si pensa che i protagonisti della terribile vicenda sono tutti minorenni e, chi per un motivo e chi per l’altro, con la vita già segnata. La ragazzina vittima della violenza ha 14 anni e a dicembre, quando il fatto sarebbe avvenuto, ha marinato la scuola per trascorrere la mattinata con tre suoi amici di 14, 15 e 17 anni. Dopo circa un mese ha confessato a sua sorella cosa è accaduto durante quel giorno di scuola perso, quando i tre, dopo aver comprato alcuni super alcolici, l’hanno portata a casa di uno di loro e, da ubriaca, l’hanno violentata. La sorella quindi ha raccontato tutto alla madre e di conseguenza alla polizia che, questa mattina, in seguito alle indagini svolte, ha posto in stato di fermo i tre minorenni accusandoli di violenza sessuale e sudditanza psicologica, e affidandoli ad un centro per minori.

3 febbraio 2009 0

Figebo, un altro sequestro

Di redazione

Il centro polispecialistico Figebo di Cassino è stato interessato da un nuovo sequestro ordinato dal trubunale di Roma ed eseguito dagli agenti della polizia di Stato della divisione anticrimine della questura di Roma. Il centro di via Rossini è rimasta coinvolta nell’indagine Easy Money nella quale, un personaggio molto vicino al centro Cassinate, R. C. è indagato per traffico di droga. A fine 2008, nel corso di sequestri di beni rinconducibili all’indagato per un valore complessivo di circa 100 milioni di euro, gli inquirenti sequestrano le quote azionarie del centro e noiminarono un amministratore giudiziario. Ieri, nel corso di un secondo pacchetto di sequestri che, tra beni immobiuli ed altro ha superato un valore di circa 30 milioni di euro, la magistratura bha invece sequestrato i locali di proprietà di un’altra società sempre riconducibile allo stesso indagato. é stato però disposto che il centro possa continuare a funzionare.

3 febbraio 2009 0

A1, chiude l’uscita di Frosinone

Di redazione

Autostrade per l’Italia comunica che «dalla mezzanotte alle 3 di mercoledì 4 febbraio, sull’A1 sarà chiusa la stazione di Frosinone, in uscita per chi proviene da Roma, per lavori di ripristino delle barriere. In alternativa si consigliano le stazioni di Anagni e Ceprano. La notizia della chiusura verrà segnalata dai notiziari radiofonici e sui pannelli a messaggio variabile».