Cassintegrato arrotonda stipendio coltivando droga

7 ottobre 2009 0 Di redazione

Ottobre, è tempo di funghi e di… canapa indiana. Lo sanno bene i carabinieri della compagnia di Lanciano (Ch) comandata dal capitano Geremia Lugibello che, ieri, coordinati sul campo dal comandate del nucleo operativo e radiomobile, il tenente Palma Lavecchia, ha effettuato l’ennesimo arresto per coltivazione illegale di sostanze stupefacenti. A finire in manette è stato un 47 anni residente a Frisa (Ch) operaio in cassa integrazione che, secondo gli investigatori “arrotondava” lo stipendio con la coltivazione della droga. L’”agricoltore” ha sostenuto che la canapa fosse per uso personale ma il quantitativo di stupefacente ha indotto i militari a sostenere una tesi diversa. Infatti, nella sua proprietà, i carabinieri hanno sequestrato 10 chilogrammi di cannabis da essiccare e 150 grammi di foglie di marijuana già essiccate.