Strisce blu: “Le Contrade” si schierano contro gli abusi

5 novembre 2009 0 Di admin

Con un volantino diffuso questa mattina nei bar del centro cittadino, l’associazione Le Contrade contesta al comune di Cassino la violazione dell’articolo 158comma1 Lett. F del Codice della strada: nei centri abitati i veicoli non devono essere parcheggiati a meno di cinque metri dagli incroci delle strade. Stando a quanto scritto sul volantino sembra che negli ultimi giorni agli automobilisti che non hanno rispettato tale distanza oltre alla rimozione forzata del veicolo sia stata elevata una contravvenzione per una somma di 250 euro, di cui 95 a favore di una ditta privata, l’unica a cui è affidato tale compito. L’associazione Le Contrade fa notare che in gran parte delle strade della città il Comune nel delimitare le strisce blu per la sosta a pagamento ha violato la disposizione di legge, riducendo la distanza fra il veicolo e l’intersezione stradale, al fine di aumentare il numero di posti per la sosta e trarne così un illecito profitto. Le Contrade invita le autorità competenti a fare chiarezza sulla vicenda, ed è a disposizione dei cittadini multati che intendono tutelarsi.