Geomeccanica: sospeso il digiuno, ma resta il presidio sul tetto

13 gennaio 2010 0 Di redazionecassino1

I lavoratori della Geomeccanica di Venafro (Isernia) hanno sospeso lo sciopero della fame, ma restano a presidiare il tetto della fabbrica in crisi. I quattro lavoratori che da sei giorni avevano attuato il digiuno sono stati convinti dai colleghi a tornare a nutrirsi. Prosegue, invece, l’occupazione dello stabilimento da parte dei novanta dipendenti che da tre mesi non percepiscono lo stipendio. Della Geomeccanica si e’ parlato, oggi, nel consiglio comunale straordinario. Votato un ordine del giorno per chiedere l’intervento del governo. La prossima settimana si dovrebbe sapere se e come l’azienda potra’ continuare a produrre attrezzature per la geologia. Si cerca un partner privato che immetta liquidita’ per bloccare i pignoramenti. I lavoratori, al termine di una assemblea, hanno riconfermato l’intenzione di mettere in atto proteste “eclatanti” senza risposte adeguate.