Giorno: 19 marzo 2010

19 marzo 2010 0

Bruno e Valentina su Rai Uno

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una troupe della Rai a Cassino (Fr), questa mattina, ha incontrato Bruno e Valentina, la coppia di “Vagabondi” divenuta ormai famosa per la scelta di lei, Valentina che, a 18 anni ha lasciato una vita agiata per seguire le sorti del suo fidanzato Bruno, 47 anni 17 dei quali passati in strada. Alle telecamere della televisione nazionale, per la trasmissione Festa Italiana su Rai Uno, i due hanno raccontato la loro storia. Er. Am.

19 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra i cittadini del cassinate al ristorante “Da Gennaro”

Di redazione

Il candidato Mario Abbruzzese continua a mietere consensi e attestati di stima nel suo lungo giro elettorale “Fare insieme”. Nella serata di giovedì, all’interno del ristorante “Da Gennaro”, in territorio di Cervaro, l’esponente politico del Popolo della Libertà ha incontrato, in un clima di grande distensione e convivialità, tantissimi sostenitori, amministratori locali, simpatizzanti del Pdl e rappresentanti del mondo dell’imprenditoria locale che, per l’occasione, si sono riuniti per assistere al discorso del candidato pidiellino. All’appuntamento, fra gli altri, vi erano il consigliere provinciale Eligio Ruggeri, l’ex consigliere comunale di Pontecorvo, Enzo Di Folco, e il consigliere di Ceprano Gianni Sorge, fra i massimi sostenitori di Abbruzzese. Oltre 300 i cittadini, provenienti dai comuni dell’hinterland cassinate, che hanno preso parte all’evento organizzato e promosso per sostenere la candidatura di Abbruzzese alla Regione Lazio. “Ad accogliere l’amico Mario c’erano tanti amici che si stanno dando da fare per supportare la sua candidatura alla Regione Lazio”, ha affermato il consigliere provinciale Ruggeri, felicissimo per l’esito più che positivo della serata con il candidato Pdl. “Mario è una persone con grandi ed indiscusse capacità politiche e di amministratore, e potrà rappresentare le tante esigenze dei cittadini della sua terra e dell’intera Provincia. Io sono uno dei sostenitori della prima ora – ha ricordato il consigliere provinciale – e sono più che convinto che Abbruzzese è l’uomo giusto per ricoprire un così importante e strategico incarico alla Pisana”. Tantissimi gli attestati di stima e di fiducia che in queste settimane di campagna elettorale il candidato del Pdl ha ricevuto nel suo lungo e serratissimo tour elettorale. Abbruzzese, nel suo discorso ai presenti, ha parlato di diversi argomenti del suo programma politico. “La squadra del Pdl in Regione – ha ricordato il candidato – nasce con grandi ambizioni e con l’orgoglio di rappresentare un territorio che ha grandi potenzialità ancora inespresse, ma che, proprio per questo, deve affrontare alcuni grandi nodi strutturali irrisolti nel corso degli anni, che i cittadini e gli imprenditori percepiscono come problemi per la loro vita di ogni giorno. Continuo a prendere – ha detto Abbruzzese ai presenti – impegni seri e concreto con tutti allo scopo di sostenere la crescita ed la competitività delle nostre aziende, puntando sulle infrastrutture, sulla innovazione, sulla crescita tecnologica, sullo sviluppo dei servizi avanzati e sull’innalzamento dei livelli di qualità. Le nostre sfide dovranno essere: infrastrutture moderne, servizi innovativi, nuove tecnologie, attività di ricerca, progetti per la valorizzazione delle risorse locali, il rilancio dell’economia turistica per creare nuove opportunità economiche ed occupazionali, il tutto per migliorare la vita dei nostri cittadini”.

19 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese interviene sul diritto allo studio

Di redazione

“Nell’ambito delle proprie competenze sul diritto allo studio, la Regione Lazio deve sviluppare con maggior determinazione una politica di serio contrasto alla dispersione scolastica, cominciando dalla scuola primaria”. A parlare è Mario Abbruzzese, candidato al Consiglio regionale del Lazio nelle fila del Popolo della Libertà. “Occorre – ha continuato l’esponente pidiellino – un riordino e un aumento delle risorse destinate al diritto allo studio, con provvedimenti che mettano al centro il ruolo dei Comuni, che nella loro attività devono garantire il supporto e lo sviluppo di servizi, ampliando l’offerta pubblica con nidi e scuole dell’infanzia, gratuità dei libri di testo, finanziamenti adeguati per i servizi strumentali (mense e trasporti), iniziative di formazione in servizio per i docenti, integrazione dei servizi a sostegno di una reale promozione dei soggetti con disabilità. Bisognerà ridefinire anche alcuni criteri nell’uso delle risorse regionali, con l’obiettivo di ottenere un reale godimento del diritto allo studio da parte di tutti. Importate sarà dunque sostenere i Comuni – ha continuato Mario Abbruzzese – nella promozione delle progettualità delle scuole e per il potenziamento dell’offerta formativa. La Regione deve perseguire l’obiettivo di accompagnare e stimolare un profondo processo di valorizzazione di tutto il sistema scuola, della formazione professionale e dell’Università, che sia in grado do sviluppare una maggiore relazione tra scuola, società, famiglia, mondo del lavoro”. Il candidato Abbruzzese ha le idee chiare sul da farsi, e nella sua agenda politica ha già inserito una serie di punti che, una volta eletto alla Pisana, svilupperà con l’intento di ridisegnare il diritto allo studio. “Credo che sia arrivata l’ora di attuare le seguenti iniziative ed attività – ha continuato Abbruzzese – innanzitutto favorendo la trasformazione delle scuole in luoghi di aggregazione sociale a servizio del territorio, mediante “laboratori di partecipazione”; poi mettendo in cantiere iniziative per il coordinamento e la realizzazione del rafforzamento in rete delle università italiane, straniere e centri di ricerca, per promuovere mobilità di docenti e studenti, e l’enorme patrimonio strumentale di laboratori e biblioteche. Poi bisognerà rafforzare il ruolo sociale ed economico dell’università, puntando su una più stretta integrazione tra atenei e mondo del lavoro, adottando contratti di apprendistato e, infine, creare un coordinamento tra le università regionali, al fine di perseguire livelli minimi di cooperazione interna e di concertazione con gli organi di governo della Città, ad esempio, per la realizzazione di edilizia abitativa universitaria”.

19 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese al “San Raffaele” di Cassino

Di redazione

Mario Abbruzzese, candidato al Consiglio regionale del Lazio alla prossima tornata elettorale del 28 e 29 marzo, nella mattinata di giovedì ha incontrato i vertici della Casa di Cura “San Raffaele” di Cassino. Diversi gli argomenti trattati nel corso dell’incontro. Ma in particolar modo, Abbruzzese ha voluto affrontare il grave problema del rischio licenziamento che stanno correndo una ventina di ausiliari e una decina di impiegati della struttura sanitaria privata cassinate. “La prima cosa che chi fa politica deve tenere sempre a mente – ha detto il consigliere provinciale Mario Abruzzese -, è che tutti i lavoratori vanno sempre ed in ogni caso tutelati. I dipendenti della sanità pubblica e di quella privata svolgono un ruolo fondamentale per l’intera società, dai bambini agli anziani. Per scongiurare i licenziamenti e le mobilità al “San Raffaele” – ha continuato Mario Abbruzzese – dobbiamo innanzitutto riorganizzare tutta la rete sanitaria territoriale e regionale. Il nostro progetto politico, a differenza di quello della passata amministrazione regionale di sinistra, prevede di riportare il malato al centro delle politiche sanitarie. Continuo a sostenere che bisogna fermare – è stato il grido d’allarme lanciato da Abbruzzese – chi per far quadrare i conti della sanità del Lazio, ormai in profondo rosso, sta solo creando altra disoccupazione, mettendo in crisi strutture private, come il “San Raffaele”, che rendono prestazioni d’eccellenza ai tanti cittadini della nostra Provincia. Nei prossimi giorni – ha assicurato Mario Abbruzzese – avrò anche un incontro con le organizzazioni sindacali di categoria per cercare una soluzione atta a scongiurare licenziamenti ed inutili procedure di mobilità, scaturite a seguito dei tagli effettuati dal governo regionale di sinistra”. Abbruzzese, al termine dell’incontro, ha lanciato un importante monito. “La politica sanitaria – ha affermato il candidato Pdl – sarà indirizzata verso logiche di razionalizzazione del sistema, non di razionamento. Il problema non è soltanto ridurre la spesa, ma soprattutto riqualificare il sistema, operando un più proficuo utilizzo di risorse, oggi male impiegate. Solo così si potranno superare le logiche che considerano come unica soluzione, per il recupero del deficit, la politica dei tagli indiscriminati che, a mio avviso, sono da ritenere non efficaci e con effetti devastanti, soprattutto sulle fasce socialmente più deboli. Il privato in convenzione – quello di qualità per intenderci – è, a mio modo di vedere, una risorsa preziosa del servizio sanitario regionale e non certo un onere. Per questo – ha concluso Abbruzzese – ad ogni struttura sarà dato un ruolo nella implementazione della nostra idea di moderna sanità. L’offerta in eccesso non sarà tagliata, ma sarà riconvertita gradualmente senza interruzione improvvisa dei servizi, secondo i crescenti bisogni della popolazione della nostra provincia, e a garanzia dei livelli occupazionali”.

19 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese a Sora: “Sanità e lavoro le mie priorità”

Di redazione

Grande mobilitazione elettorale a Sora per Mario Abbruzzese. Il candidato al Consiglio regionale del Lazio nelle finale del Popolo della Libertà è tornato, nei giorni scorsi, di nuovo nella cittadina marsicana per incontrare cittadini, sostenitori, simpatizzanti del Pdl e amministratori locali. L’appuntamento, fortemente voluto dall’assessore provinciale Ernesto Tersigni, è servito a Mario Abbruzzese per tornare su due argomenti di particolare importanza e di interesse per tutti i cittadini del sorano: la sanità ed il lavoro. “Stiamo portando avanti una campagna elettorale estenuante ma, al momento, possiamo già iniziare a ritenerci soddisfatti di quello che stiamo facendo per i tantissimi cittadini dell’intero territorio”, è stato il commento di Mario Abbruzzese, che nelle ultime settimane ha girato in lungo ed in largo la Provincia di Frosinone. L’esponente politico di centrodestra sta dimostrando di avere le idee chiare sul da farsi. Il suo programma politico è essenziale, ma basato su argomenti fondamentali per la crescita e lo sviluppo dell’intero territorio. “Sono fermamente convinto – ha ricordato Abbruzzese – che le priorità che mi stanno spingendo a seguire e a tracciare una nuova rotta per la Regione Lazio, siano legate tutte al dialogo fra le forze politiche, e alla capacità decisionale. Non si può, però, in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, pensare ai colori politici. Dobbiamo stare vicino alla gente e alle loro esigenze. Ma è impossibile – ha affermato il candidato Pdl – non parlare del disastro sanitario di questi anni, che ha toccato anche la città di Sora, disastro fatto da chi, l’attuale maggioranza alla Pisana, si è voluta sottrarre al confronto con i cittadini e con gli operatori del settore socio-sanitario, che da sempre vengono messi in condizioni difficili di lavoro e di assistenza. L’impegno del prossimo presidente della Giunta Regionale, che sarà sicuramente Renata Polverini – ha assicurato Abbruzzese – sarà quello di lavorare nell’assoluto ed esclusivo interesse degli operatori della sanità pubblica e privata e per tutti i cittadini bisognosi della nostra Provincia”. La candidatura di Mario Abbruzzese al Consiglio regionale è chiaramente protesa verso una società migliore, fondata sul lavoro, sul merito, e sulle capacità che ciascun cittadino deve assolutamente mettere in campo. “Se il centrodestra riprenderà in mano il Lazio – ha assicurato Abbruzzese ai presenti – questa città avrà la giusta attenzione per la soluzione dei problemi infrastrutturali e per la valorizzazione delle sue potenzialità inespresse. Nessuna parte della nostra Provincia sarà lasciata sola. Impegnandoci in questo senso, riusciremo a sviluppare infrastrutture e servizi su questo territorio e a creare nuova occupazione, difendendo le nostre attività e i posti di lavoro esistenti”. All’incontro hanno preso parte, oltre all’assessore Tersigni, anche l’ex sindaco della cittadina marsicana, Francesco Ganino e i consiglieri comunali Agostino Di Puccio e Salvatore Meglio, fra i massimi sostenitori della candidatura di Abbruzzese nel sorano.

19 marzo 2010 0

Incidente in moto, Alessio Porcu è fuori pericolo di vita

Di redazione

Le condizioni di Alessio Porcu restano gravi ma non è in pericolo di vita. Il direttore di TeleUniverso è ricoverato in ospedale a Pontecorvo ma pare che le sue condizioni non sono tali da necessitare il trasferimento a Roma. Alessio quindi rimarrà al Del Prete. L’incidente è avvenuto sulla strada provinciale che dallo stabilimento Fiat porta ad Aquino quando la moto di Porcu, una potente Suzuki si è schiantata contro una Fiat Panda. Sul posto i carabinieri mentre il ferito è stato trasportato in ospedale e, inizialmente, classificato come il codice rosso. Er. Am.

19 marzo 2010 2

Incidente stradale, grave Alessio Porcu direttore di TeleUniverso

Di redazione

Alessio Porcu, il direttore di TeleUniverso di Aquino, è rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre era in sella alla sua moto. Le sue condizioni sono gravi e sta mantenendo con il fiato sospeso la famiglia, ma anche i colleghi della sua emittente e delle altre testate giornalistiche. L’incidente sarebbe avvenuto ad Aquino e il direttore subito dopo è stato trasportato in ospedale a Pontecorvo. Pare sia imminente il suo trasferimento a Roma. Una situazione che ci tocca da vicino in quanto conosciamo Alessio e lo stimiamo in quanto professionista ma soprattutto come uomo. Dai Alessio non mollare. La Redazione

19 marzo 2010 0

Un’orgia di manifesti nella giungla della campagna elettorale

Di redazione

La campagna elettorale per le elezioni regionali entra nel vivo e i candidati danno il loro meglio… o peggio, a seconda dei punti di vista. Per un candidato ad una carica istituzionale, il rispetto delle regole dovrebbe essere fondamentale e, dover far vedere alla città, il proprio manifesto semicoperto dalla scritta “affissione abusiva”, (Clicca e guarda il video) dovrebbe essere un duro colpo alla propria immagine tanto da doverne compromettere l’intera campagna elettorale. Ma così, evidentemente, non è dato che, se c’è una cosa che accomuna i candidati di ogni schiaramento politico è, senza dubbio, il mancato rispetto delle regole di affissione dei manifesti. Campeggiano in ogni angolo di Cassino le immagini sorridenti di questo o quel candidato con su sopra quella scritta che, evidentemente non spaventa nessuno. A quanto pare, infatti, ogni candidato che non rispetta gli spazi assegnati, a fine campagna elettorale dovrà pagare un’ammenda di qualche centinaio di euro. Una bazzecola se si pensa a quanto, si sta spendendo per la propria campagna elettorale. Manifesti attaccati ovunque e, ormai non è più una novità, anche sui cassonetti dell’immondizia. C’è chi ha addirittura avuto il coraggio e il cattivo gusto di fare una priopria gigantografia a dimensione di palazzo. Una cosa è certa, se questo atteggiamento serve a calamitare voti e consensi, allora è vero il detto che ogni cittadino ha il governo che merita. Ermanno Amedei [nggallery id=78]

19 marzo 2010 0

Un’opera da 120 milioni, si inaugura domani il completamento della Sora-Frosinone

Di redazione

Si svolge sabato 20 marzo 2010 la cerimonia del taglio del nastro del completamento della Superstrada Sora-Frosinone. L’Astral – Azienda Strade Lazio Spa raggiunge un traguardo atteso oltre trent’anni: il completamento della Superstrada che collega lo svincolo autostradale di Ferentino, e con esso l’abitato di Frosinone, con la Superstrada per Sora, dando finalmente vita all’arteria che rappresenta di fatto il collegamento veloce tra il Basso Lazio e l’Abruzzo. Le celebrazioni avranno inizio, alla presenza del presidente dell’Azienda Strade Lazio Spa, On. Giov. Battista Giorgi, e dell’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio, On. Vincenzo Maruccio, alle ore 10,45 all’uscita del Casello di Ferentino (Autostrada del Sole – A1). Alle ore 11, è previsto il taglio del nastro del 2° Lotto e, alle 11,10, il taglio del 1° Lotto (svincolo Casilina, nel comune di Alatri). All’imbocco della Galleria, nel comune di Veroli, alle 11,20, avranno luogo i discorsi di inaugurazione dell’on. Giov. Battista Giorgi, presidente di Astral Spa, dell’on. Vincenzo Maruccio, assessore regionale ai Lavori Pubblici, dell’on. Bruno Astorre, presidente del Consiglio regionale, dell’on. Antonello Iannarilli, presidente della Provincia di Frosinone. Parteciperanno, inoltre, gli eurodeputati Francesco De Angelis e Alfredo Pallone, l’on. Anna Teresa Formisano, l’on. Francesco Scalia, assessore regionale alle Risorse Umane, Demanio e Patrimonio, l’on. Anna Salome Coppotelli, assessore regionale per la Tutela dei Consumatori e della Semplificazione Amministrativa, e i sindaci di Frosinone, Ferentino, Alatri, Veroli e Sora. “Quella di oggi è una giornata che possiamo definire storica per i cittadini del Lazio – ha commentanto Giov. Battista Giorgi, presidente di Astral Spa -: dopo 32 anni, infatti, si conclude l’attesa per il completamento della Sora-Frosinone. L’ultimo tratto della Superstrada consentirà di ridurre drasticamente il traffico nei centri abitati e di rendere agli utenti più agevole e veloce il percorso. L’Astral Spa è orgogliosa di aver ultimato i lavori nei tempi stabiliti e di contribuire, consegnando alla comunità questa fondamentale arteria, a rendere la rete viaria della nostra regione sempre più moderna, efficiente e soprattutto sicura”. Tale opera rappresenta la più importante impresa da parte della Regione Lazio nell’ambito della viabilità, poiché la sua realizzazione solleva e trasferisce il traffico veicolare che per anni si è potuto esclusivamente concentrare sulla SP Monti Lepini e sulla SR 6 Casilina, strade che hanno registrato un notevole numero di morti per l’incapacità di smaltire l’incremento del flusso veicolare, specialmente pesante. La Superstrada si inserisce in un’area prettamente industriale che, proprio per tale peculiarità, imponeva l’esigenza di un innalzamento dei parametri relativi alla sicurezza stradale. Il nuovo collegamento veloce tra l’Autostrada del Sole, a partire dal casello autostradale di Ferentino, e l’esistente Superstrada per Sora, è stato realizzato dall’Azienda Strade Lazio Spa nel rispetto dei vincoli ambientali presenti, ricercando un corretto inserimento delle opere con l’orografia del terreno.