Giorno: 20 marzo 2010

20 marzo 2010 0

Consiglio di Stato, no alla lista Pdl Roma, la Regione Lazio non rinvia le elezioni. Si terranno il 28 e 29 marzo come previsto

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due importanti decisioni, attese da tempo, e che riguardano le elezioni regionali nel Lazio sono state emesse proprio in queste ore. Il Consiglio di Stato ha respinto l’appello presentato dal PdL contro la mancata ammissione della lista provinciale di Roma che, in base a questa decisione, è esclusa definitivamente  dalle prossime elezioni regionali nel Lazio. I legali del centrodestra avevano impugnato l’ordinanza emessa dal Tar del Lazio, con la quale i giudici amministrativi avevano respinto la richiesta di sospendere il provvedimento di mancata ammissione alla competizione elettorale della lista Pdl provinciale di Roma. La lista era stata ripresentata lo scorso 8 marzo a seguito del decreto legge interpretativo – da parte dell’ufficio elettorale centrale presso la Corte di Appello.  La seconda decisione riguardava la richiesta di rinvio delle elezioni regionali, avanzata dall lista Sgarbi Liberal e su cui doveva pronunciarsi la regione Lazio. La Regione Lazio ha anche bocciato la richiesta di rinvio delle elezioni nel Lazio dove si voterà regolarmente, come previsto,  il 28 e 29 marzo,  respingendo la richiesta avanzata da Vittorio Sgarbi di rinviare le elezioni regionali sulla base dell’applicazione del decreto salvaliste. La valutazione dei tecnici della Regione è che, riducendo i giorni di campagna elettorale garantiti da 15 a 6, il provvedimento consente di fare rientrare l’ammissione della lista Rete Liberal Sgarbi nei tempi consentiti.

20 marzo 2010 0

La Fiaccolata di Primavera impegno di Serrone per il Comitato Chianelli

Di redazionecassino1

– “Come annunciato in occasione del convegno di gennaio anche un paese piccolo come il nostro può, e deve, fare la propria parte per rendere meno gravoso il dolore delle famiglie colpite da malattie così terribili e dare un contributo per un futuro diverso”. Lo dichiara il sindaco di Serrone, Maurizio Proietto, annunciando la I Fiaccolata di Primavera che, organizzata dalla sezione distaccata del Comitato per la vita “Daniele Chianelli” intitolata ad Andrea Romano, che si svolgerà domenica pomeriggio con partenza da tre punti diversi (a Serrone, La Forma e Roiate) e arrivo nello spazio antistante la Chiesa di San Quirico dove verrà effettuata la presentazione del Comitato Chianelli e gli obiettivi che questo si pone con l’apertura di una sede distaccata a Serrone. “Le amministrazioni locali e i cittadini – aveva detto il sindaco nell’ultimo incontro pubblico – devono fare sistema per smuovere l’opinione pubblica a destare maggiore attenzione al tema della ricerca scientifica. Di fronte ad un paese, l’Italia, che destina alla ricerca appena l’1% del Pil, delegando tutto al volontariato, è chiaro che occorre fare massa critica per invertire il trend negativo e accendere davvero i riflettori su questo tema”. Un tema particolarmente sentito in paese dove ancora brucia il lutto per la prematura scomparsa del giovane Andrea Romano, al quale è stata dedicata la sezione che Franco Chianelli, presidente del “Comitato per  la vita Daniele Chianelli”, e il professor Franco Aversa responsabile del centro trapianti di midollo dell’Istituto di ematologia dell’università di Perugia, sono venuti ad annunciare qualche settimana fa in una pubblica assemblea particolarmente affollata. “In Italia – aveva ricordato Chianelli – gran parte della ricerca va avanti grazie al volontariato e ai familiari dei malati che si prodigano in prima persona per aiutare quella ricerca che non ha fatto ancora molto. Se ne parla molto ma poi di soldi ne vengono stanziati davvero pochi. Noi, come Comitato, abbiamo costruito una struttura residence, a Perugia, dove è stato ospitato Andrea e dove vengono ospitati malati e familiari che arrivano da tutta Italia per il trapianto di midollo osseo”. La Fiaccolata rappresenta il primo evento organizzato dalla nuova sezione del Comitato e siamo certi che avrà una massiccia partecipazione di concittadini.

20 marzo 2010 2

Autovelox a Pignatario, una gestione poco chiara

Di redazione

Una gestione poco chiara e al limite della legalità, così è definita da Marcello Cavaliere, consigliere comunale di Pignataro Interamna (Fr), la gestione da parte della mnaggioranza di governo degli autovelox sulla superstrada Cassino Formia. Pignataro Interamna è ben noto per essere stato tra i primi comuni d’Italia a “sfruttare al meglio” il opassaggio di una strada statale sul proprio territorio. Cavaliere indica, nella rubrica “il punto di vista” (clicca) le irregolarità commesse dall’amministrazione.

20 marzo 2010 0

Regionali 2010/Mario Abbruzzese ad Alatri con Antonio Tajani e Alfredo Pallone All’incontro, organizzato dall’assessore Tagliaferri, vi erano oltre mille cittadini

Di redazionecassino1

Continua a tamburo battente il giro di incontri del candidato Pdl alle elezioni regionali Mario Abbruzzese. Nella serata di venerdì l’esponente politico del Popolo della Libertà, accompagnato dal vicepresidente della Commissione europea per l’Industria e l’Imprenditoria, Antonio Tajani, e dall’eurodeputato Alfredo Pallone, ha incontrato un migliaio di persone all’interno del ristorante “Le Tre Stelle” di Alatri. Erano davvero tantissimi i cittadini che hanno preso parte all’incontro, promosso ed organizzato da dall’assessore alatrense Silvio Tagliaferri che, per l’occasione, ha ribadito che continuerà a dare “massimo sostegno alla candidatura di Mario Abbruzzese, politico di spessore che, una volta eletto – ha continuato Tagliaferri – potrà dare importanti risposte a tutto il territorio, che ha bisogno di un rinnovamento della classe politica dirigente, a livello locale e regionale”. Abbruzzese ha ringraziato ufficialmente tutti i sostenitori di Alatri, prendendo con loro impegni concreti. “L’intero sistema economico – ha affermato Mario Abbruzzese nel corso dell’incontro oceanico – necessita di un sostanziale e vitale risveglio dal torpore nel quale annaspa. E’ importante reagire agendo nel concreto, programmando interventi e strategie di lungo corso per l’intera Regione, senza commettere l’errore di considerarla frazionata, nei due poli Nord e Sud. Intendo farmi carico della necessità di lavorare al sostegno delle molte, troppe aziende in difficoltà, che vanno tutelate, in quanto importante ed effettivo patrimonio della nostra economia, contraddistinta da caratteristiche alle quali va dato il giusto peso: impegno, esperienza, competenza e coraggio. Con la mia candidatura – ha continuato il candidato del Pdl – intendo fornire grande sostegno alla Piccola e media impresa, poiché, nel pieno rispetto dei principi economico-liberali, devono essere valorizzate e puntualmente incentivate le iniziative imprenditoriali, con premi da destinare alle virtuose, a quelle, cioè, capaci di creare occupazione, innovazione e investimento per lo sviluppo del sistema economico della Regione. Sono sicuro che l’azienda e la forza lavoro – ha concluso il candidato Abbruzzese – rappresentano il centro del sistema produttivo, affinché diventino di fatto protagonisti e punti di riferimento per tutti i soggetti che sono parte attiva nel processo di commercializzazione: investitori, utenti e istituzioni. Le aziende devono essere sostenute perché attraverso di esse vengono polarizzati gran parte degli interessi della nostra Provincia”.

20 marzo 2010 0

Regionali 2010/Piattaforme logistiche ed economia dei servizi, le proposte per il Frusinate emerse da un incontro tra il Presidente di Confindustria Frosinone, Marcello Pigliacelli ed il candidato del Pdl, Mario Abbruzzese

Di redazionecassino1

Lo stato dell’economia nella provincia di Frosinone. Se ne è discusso nel corso di un incontro che si è tenuto, nei giorni scorsi, tra il Presidente di Confindustria Frosinone, Marcello Pigliacelli ed il candidato per la lista del Pdl Mario Abbruzzese. Ad accogliere gli ospiti anche il Vicepresidente di Confindustria Frosinone Ennio Savoriti, il Vicepresidente della Piccola Industria Gianpiero Canestraro, alla presenza di alcuni imprenditori del vertice associativo.

“Ho ritenuto fosse un atto dovuto incontrare il Presidente di Confindustria Frosinone – ha dichiarato Abbruzzese – per raccogliere qualche suggerimento da inserire nel mio programma elettorale. Il mio

impegno, in qualità di presidente del Cosilam, è sempre stato rivolto al mondo produttivo ed ora penso sia giunto il momento di fare un vero gioco di squadra per portare la provincia fuori dal periodo di crisi che sta attraversando Tra le proposte che vorrei portare avanti – ha continuato Abruzzese – quella di tentare di far inserire la provincia di Frosinone tra le aree di crisi, per dare la possibilità alle imprese che vi operano di poter usufruire delle agevolazioni previste dalla legge. L’economia tradizionale difficilmente riuscirà a soddisfare i bisogni della provincia, per cui per il futuro occorrerà trovare nuovi sbocchi”.

Le piattaforme logistiche ed una economia dei servizi potranno essere delle risposte alle esigenze dell’economia frusinate. Due proposte, queste, condivise dal Presidente Pigliacelli, che ha voluto rimarcare l’importanza delle infrastrutture per il Frusinate, intendendo per infrastrutture non soltanto i collegamenti viari, in ogni caso non più rinviabili, ma anche la necessità di mettere in rete il territorio.

“E’ impensabile – ha detto Pigliacelli – che in moltissime zone della provincia non ci sia ancora un sistema di banda larga. Ti ringrazio in quanto, in qualità di presidente del Cosilam, hai operato bene nel territorio del Cassinate realizzando un progetto wireless che ha agevolato tantissime aziende. Anche per quanto riguarda la logistica, penso che il polo integrato per la Fiat sia un esempio da seguire. Come Confindustria siamo aperti ad ogni tipo di collaborazione con i candidati e con i futuri consiglieri regionali che mostrino la volontà reale di lavorare per la nostra provincia”.

20 marzo 2010 0

Regionali 2010/ Abbruzzese in visita alla Comunità Exodus di Cassino

Di redazionecassino1

Mario Abbruzzese in visita alla comunità Exodus di Cassino. L’esponente politico del Popolo della libertà, candidato al Consiglio regionale del Lazio, nella mattinata di venerdì ha fatto visita nella sede cassinate della Fondazione di don Antonio Mazzi in via San Domenico Vertelle. Un incontro conviviale, quello avuto fra Abbruzzese, il responsabile della comunità, Luigi Maccaro, gli operatori e gli ospiti della struttura, che da venti anni nella Città Martire si occupa del recupero di persone con problemi di tossicodipendenza e disagio sociale. “E’ stato un appuntamento molto importante – ha detto Abbruzzese – innanzitutto per testimoniare la mia vicinanza verso chi, nella sua vita, ha avuto qualche “incidente di percorso”. Ma questo non vuol dire che queste persone non devono avere una seconda opportunità di riscatto. Devono assolutamente tornare ad un’esistenza normale, avere un lavoro e la possibilità di rimettere insieme la loro vita, e costruirsi una famiglia. Conosco bene Maccaro e so quello che lui, quotidianamente, assieme alla sua équipe educativa, fa per reinserire nella società giovani che, per le vicende più strane della vita, sono finite nel tunnel della tossicodipendenza. E’ per questo – ha continuato Abbruzzese – che mi sento di prendere un impegno concreto con loro, non perché in questo momento sono in campagna elettorale, ma perché credo fermamente nel fatto che ognuno di noi deve poter avere una seconda opportunità. Conosco le attività della Fondazione, e della Cooperativa sociale “Kelle Terre”, conosco bene gli sforzi che ogni giorno metto in campo per reinserire nel mondo del lavoro persone con diversi disagi sociali, ed è per questo che mi adopererò, una volta eletto alla Regione Lazio, per sostenere con forza le loro attività, con progetti mirati ed innovativi, rivolti ad incentivare l’economia sociale, un modello nuovo di sviluppo dell’imprenditoria che contribuisce fortemente al rafforzamento del tessuto sociale dell’intera provincia di Frosinone, della Regione Lazio”. E’ stato un incontro decisamente diverso dagli altri quello di venerdì mattina, molto informale, che ha visto “all’opera” non il candidato Abbruzzese, ma l’uomo Abbruzzese, capace di fare una partita a biliardino con i ragazzi dell’Exodus e di fare un giro assieme a loro per la comunità ed apprezzare tutte le attività lavorative e di reinserimento che gli stessi svolgono all’interno della sede cassinate diretta da circa dieci anni da Luigi Maccaro.

20 marzo 2010 0

Regionali 2010/Abbruzzese inaugura il comitato elettorale di Vallemaio

Di redazionecassino1

Lunedì 22 marzo, alle ore 9.30, a Vallemaio, i sostenitori di Mario Abbruzzese, candidato al Consiglio regionale del Lazio per il Popolo della Libertà, inaugurerà il comitato elettorale cittadino. All’inaugurazione, oltre al candidato pidiellino, parteciperà anche il vice sindaco del centro ciociaro, Enzo D’Alessandro. “Mario è una persona all’altezza di rappresentare tutto il territorio alla regione Lazio – ha affermato lo stesso amministratore locale -. Ha ampiamente dimostrato di essere un politico capace di stare vicino alla gente e di portare idee nuove e progetti di sviluppo in Provincia di Frosinone. Abbruzzese è uno di noi, persona umile, ma con grandi capacità amministrative. Per questo ho deciso, assieme ad un folto gruppo di amici, di sostenerlo fino in fondo. Siamo convinti che il candidato Abbruzzese riuscirà ad essere eletto al Consiglio regionale del Lazio”. “Per Comuni montani come Vallemaio – ha ricordato Abbruzzese – è di particolare importanza ottenere fondi regionali da utilizzare per il miglioramento della viabilità locale. Altrettanto importante sarà finanziare progetti di sviluppo turistico e infrastrutturali, con il chiaro intento di creare nuova occupazione per gli abitanti di tutta la zona. Per questo dobbiamo prendere un impegno serio e concreto, per far si che Comuni come Vallemaio ottengano fondi comunitari per la realizzazione di nuovi percorsi turistici e strutture ricettive per incentivare il turismo montano”.

20 marzo 2010 0

Regionali 2010/Oltre quattrocento cassinati per Mario Abbruzzese all’incontro promosso dall’assessore Giuseppe Sebastianelli

Di redazionecassino1

Una folla di tutto rispetto ha accolto il candidato alle elezioni regionali, Mario Abbruzzese, che nella serata di venerdì scorso, poco dopo le 22, all’interno del ristorante “Varlese” di Cassino, ha incontrato cittadini, simpatizzanti del Popolo della Libertà e amministratori della Città Martire, provenienti da tutto il cassinate. Oltre quattrocento le persone che hanno preso parte all’appuntamento politico-elettorale, promosso dall’assessore comunale Giuseppe Sebastianelli, uno dei massimi sostenitori della candidatura di Abbruzzese al Consiglio regionale del Lazio. E’ stato lo stesso Sebastianelli a presentare il candidato del Pdl, impegnato in una serratissima campagna elettorale che terminerà con il voto del 28 e 29 marzo. “Mario è il candidato giusto al posto giusto, ma soprattutto è la naturale espressione del nostro territorio – ha affermato con forza Sebastianelli alla presenza dei tantissimi intervenuti, che hanno accolto l’arrivo dell’esponente pidiellino con uno scrosciante applauso -. Abbruzzese, e non sono solo io ad affermarlo, in questi giorni ha ricevuto da tanti amministratori della Provincia, importanti attestati di stima e fiducia legati alle sue capacità manageriali e politiche, capacità che ha dimostrato di avere per poter ricoprire un incarico come quello di consigliere regionale, strategico per la nostra terra. Il nostro territorio, tutto l’elettorato, deve pensare che l’elezione di Mario Abbruzzese può rappresentare una grande opportunità di crescita per tutti. A lui – ha concluso l’assessore comunale – va tutto il nostro sostegno. Continueremo a girare casa per casa per raccogliere il massimo dei consensi e per mandare l’amico Mario al governo della Regione Lazio”. Abbruzzese ha ringraziato i presenti per il calore e gli attestati di stima e fiducia. Lo ha fatto alla presenza di diversi amministratori di Cassino intervenuti. Fra questi vi erano: i consigliere comunali Gianni Valente, Salvatore Secondino e Aldo Diodati, oltre agli assessori Franco Evangelista e Carmelo Palombo. Alla serata ha partecipato anche l’eurodeputato Alfredo Pallone e il consigliere comunale di Ceprano, Gianni Sorge. “I miei impegni per lavoro, sviluppo, sanità, infrastrutture, hanno il valore di un “contratto” serio con gli elettori – ha affermato Mario Abbruzzese -. Creare lavoro è la mia priorità assoluta. E’ necessario pensare a uno sviluppo, non costruito esclusivamente sulle grandi industrie, che pure devono essere incentivate e sostenute, ma anche sul turismo, sui servizi, e soprattutto sulle micro e le piccole e medie imprese, perché sono quelle veramente capaci di creare uno sviluppo duraturo e nuovo lavoro sul nostro territorio. Noi del Popolo della Libertà garantiamo la massima attenzione nel rafforzare la competitività del territorio e per promuovere le politiche nazionali e dell’Unione Europea a favore delle Pmi di tutta la Regione Lazio. Solo se ripartono le nostre imprese ci sarà nuova occupazione nella nostra terra”.

20 marzo 2010 1

Autovelox a Pignataro, una gestione al limite della legalità

Di redazione

Da Marcello Cavaliere consigliere del gruppo Forum per Pignataro, riceviamo e pubblichiamo. “Il Decreto di sospensione del servizio autovelox, disposto dal Prefetto di Frosinone il primo marzo e la sentenza 10620 della VI Sez. penale della Cassazione del 17 marzo, sono una prova inconfutabile dei dubbi posti dal Gruppo Forum sulla gestione multe nel Comune di Pignataro Int.. A questo punto è necessario un intervento della Prefettura, della Magistratura ordinaria e di quella Contabile, perché il Sindaco di Pignataro ha violato la Legge una decina di volte da quando ha assunto la carica di Primo Cittadino nel giugno del 2006. Intanto per prima cosa avrebbe dovuto contestare la convenzione stipulata nel febbraio 2006 con la Ditta che noleggiava gli apparecchi di rilevazione della velocità. La convenzione riconosceva alla Ditta un compenso del 31% sulle multe accertate e ritenute valide, in palese contrasto con le norme previste dal CDS. Ma poi negli ultimi 3 anni, vale a dire con gli esercizi 2006-2007-2008-2009, la stessa percentuale è stata garantita come compenso di noleggio delle apparecchiature. Se consideriamo che a febbraio 2009 il Sindaco non ha provveduto a dare disdetta del servizio permettendo che la convenzione si rinnovasse per altri tre anni, è palese il comportamento poco trasparente . Si badi bene che la Legge sugli appalti non prevede che i contratti si rinnovino tacitamente poiché è necessario indire le dovute gare. A luglio 2008, Forum, con una interrogazione, chiedeva al Prefetto di Frosinone di adottare i provvedimenti necessari e conseguenti per ristabilire il rispetto della Legge . In verità, sebbene il Prefetto avesse intimato al Sindaco, con una lettera di censura, di evitare di corrispondere percentuali per il noleggio dell’autovelox, perché tale comportamento rappresenta una violazione della Legge, fino ad agosto 2009 le cose sono rimaste invariate. Ad agosto 2009, dopo che nel corso del primo semestre dell’anno tra bilancio di previsione e variazioni di bilancio sono state iscritte somme derivanti dalle multe per 700.000 Euro, il sequestro degli apparecchi nel casertano, che ha visto coinvolta la stessa ditta che opera a Pignataro e la direttiva del Ministro Maroni , spingono il Sindaco prima, a modificare la convenzione mantenendo il corrispettivo a percentuale e poi su richiesta della Ditta a stabilire un compenso pari a 14,50 Euro più IVA per ogni multa ritenuta valida ed un canone di 2.300,00 Euro mensili oltre IVA. Oggi leggendo la sentenza 10620 della Cassazione, si può tranquillamente affermare che è palese l’illegittimità di un contratto : scaduto, tacitamente prorogato e successivamente modificato senza aver fatto la necessaria gara di appalto e che prevede un compenso non predeterminato sul valore dell’appalto. Infatti la Cassazione aggiunge che la quantità dell’importo di appalto è il costo del servizio, a prescindere dal numero e dalla qualità delle infrazioni poi eventualmente accertate. Strettamente collegata a questa vicenda c’è né un’altra che merita la dovuta attenzione ed è la riscossione dei ruoli che riguardano quelle multe che devono essere riscosse coattivamente. Anche in questo caso il Sindaco ha affidato il recupero dei crediti senza indire la necessaria gara di appalto e riconoscendo un aggio del 15%. Se si tiene conto che i ruoli multe 2005-2006-2007 vedono iscritte somme per circa 1.100.000,00 Euro, si può agevolmente comprendere quale è il danno per il Comune, dal momento che per Legge l’aggio non deve superare il 10%”. Marcello Cavaliere – Forum Per Pignataro

20 marzo 2010 0

Ruba una bicicletta ad un anziano ma viene inseguito dall’auto dei carabinieri

Di redazione

Questa mattina i militari della Stazione di Giulianova (Te) agli ordini del Maresciallo OLIVIERI Piero, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di furto TRIVELLONI Roberto, 47enne del luogo. L’uomo era uscito ieri dal carcere di Castrogno dove era stato per lungo tempo recluso per espiare diverse condanne che aveva ricevuto per la maggior parte per aver commesso reati contro il patrimonio. Alle 9.30, il TRIVELLONI ha asportato una bicicletta da uomo marca BIANCHI, del valore commerciale di circa 150 euro, di proprietà di un anziano signore di Giulianova che si trovava all’interno del Bar presso il distributore di carburante IP sito sulla SS.16 Adriatica, approfittando del fatto che questi era intento a prendere un caffè. Così l’allarme è scattato subito e proprio come nel film del 1948 di Vittorio De Sica dal titolo “Ladri di Biciclette”, il TRIVELLONI si è ritrovato i Carabinieri che dopo un breve inseguimento lo hanno fermato, tratto in arresto ed accompagnato nuovamente presso la Casa Circondariale di Teramo, riconsegnando la bicicletta al legittimo proprietario. Si tratta dell’ennesima risposta che i Carabinieri della Stazione di Giulianova forniscono quale testimonianza dell’impegno personale profuso nella lotta a grandi e piccoli crimini.