Giorno: 18 giugno 2010

18 giugno 2010 0

Schianto tra ciclomotori, sesta vittima della strada

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un impatto violentissimo tra una moto ed uno scooter, oggi popmeriggio, ha fatto registrare la sesta vittima della strada in una settimana in provincia di Frosinone. Alle 18 circa, una moto e uno scooter viaggiavano seguendo la stessa direzione su via Marìa che collega Castelliri a Monte San Giovanni Campano. Nello schianto ha perso la vita il centauro alla guida della motocicletta, un 35 enne di Boville Ernica. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Sora al comando del capitano Luca Cesaro. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

18 giugno 2010 1

Rapinatori seriali in manette, 10 colpi in due mesi

Di redazione

Dieci rapine a supermercati e farmacie di San Giorgio a Liri, Pontecorvo, Castrocielo, Ceprano, Cassino, Sora, Isola del Liri, commesse tutte dallo stesso gruppo di fuoco nellarco di appena due mesi. Dal 30 ottobre 2009, quando, secondo i carabinieri della compagnia di Pontecorvo, avevano messo a segno il primo colpo al supermercato Ad Discount di San Giorgio a Liri fino all’ultima, il 14 gennaio 2010 alla farmacia San Giovanni di Pontecorvo. In quell’occasione, Luciano Quartarone, 29 anni e Rosario Carcaterra, 35 anni, entrambi di Piedimonte San Germano vennero arrestati dai militari agli ordini del capitano Pier Francesco Di Carlo e coordinati dal tenente Vincenza Sannino. al momento dell’arresto venne loro imputata la sola responabilità della rapina commessa a Pontecorvo ma gli uomini di Di Carlo continuarono ad indagare. Altri colpi commessi a Castrocielo, Ceprano, Cassino, Sora, Isola del Liri, portavano la stessa impronta e lo stesso modalità di esecuzione: sempre armati, decisi e pronti ad usare violenza se necessario. Questa mattina, i carabinieri di Pontecorvo, li hanno nuovamente arrestati in esecuzione di un’ordinanza cautelare in carcere per una lunga lista di ipotesi di reato: “rapina aggravata in concorso” di “detenzione e porto in luogo pubblico di armi clandestine” di “porto illegale di armi comuni da sparo” e “ricettazione”. Quando vennero arrestati la prima volta, le loro mogli si rivolsero al nostro giornale e in una intervista sostennero che i loro mariti erano divenuti rapinatori a cause della necessità economica (clicca per ascoltare l’intervista). Se così fosse, evidentemente, avevano pensato di intraprendere il “lavoro” dei rapinatori a tempo pieno. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

18 giugno 2010 0

Abbruzzese: “La Regione parli di politica ai giovani attraverso il proprio sito internet”

Di redazione

“E’ opinione diffusa che esiste un distacco dei giovani dalla politica. Ma cadrebbe in errore chi credesse che i ragazzi siano politicamente disimpegnati, forse sarebbe più giusto dire disillusi. I dati evidenziano che Internet è diventato lo strumento di partecipazione politica preferito dai teen-ager. Non a caso sul mio profilo di Facebook, i contatti più numerosi sono quelli dei giovani. Significa che attraverso la rete loro si informano e partecipano alla vita politica. Dunque chi amministra e rappresenta le Istituzioni dovrebbe cogliere l’importanza di questi strumenti di partecipazione digitale. Sono convinto che la trasparenza e la semplificazione nella Pubblica Amministrazione sia grandemente favorita dalla pubblicazione di dati, informazioni e regole sulla rete web. Per fare una buona politica bisogna allora saper mettere a frutto quanto di utile ci consentono le nuove tecnologie. Sono convinto che se un giovane potesse verificare continuamente le attività delle Istituzioni potrebbe formarsi una coscienza politica, essere più motivato e sentire la cosa pubblica più vicina a se stesso. Mi sto attivando anche per far sì che il sito del Consiglio regionale del Lazio rappresenti una reale fonte di informazione e un esempio di trasparenza amministrativa. Spero fortemente che attraverso questo atteggiamento anche il network giovanile possa essere maggiormente sensibilizzato ad una partecipazione alla vita politica della nostra regione”. E’ quanto ha affermato il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, a margine del convegno, “I Social Network e Giovani 2.0: come la Rete può influenzare la politica”, che si è tenuto nel pomeriggio di oggi presso la biblioteca comunale di Cassino, su iniziativa dei “Giovani di Forza Cassino”.

18 giugno 2010 0

Protezione Civile, l’emergenza rifiuti dipende dalllo sciopero

Di redazione

“Le difficoltà che si stanno verificando nella zona di Napoli e di altri comuni campani, – si legge in una nota stampa della protezione civile – sono da riferirsi esclusivamente alla mancata raccolta determinata dallo sciopero dei dipendenti della società addetta alla raccolta dei rifiuti nei giorni passati. Le discariche ed i siti realizzati fino allo scadere dello stato di emergenza, lo scorso dicembre, garantiscono alla regione Campania una capacità di conferimento residua ad oggi di quasi 2 milioni di tonnellate, corrispondenti ad un’autonomia di smaltimento di un anno e mezzo. Con l’apporto del termovalorizzatore di Acerra, che dal 1° marzo 2010 è entrato nella fase di gestione definitiva, la regione è tra le più attrezzate sotto il profilo infrastrutturale del Paese. L’impianto di Acerra ha sinora trattato ca 500 mila tonnellate di materiale tritovagliato proveniente dagli stabilimenti di tritovagliatura (STIR) della regione, corrispondenti ad una produzione di energia immessa nella rete elettrica nazionale di ca 450 mila megawatt. Qualora venisse realizzato, come previsto, l’ampliamento della discarica di Terzigno (cava Vitiello) l’autonomia della Regione salirebbe a 4 anni circa, che consentirebbe di realizzare gli altri impianti di termovalorizzazione previsti senza alcun rischio di ricadere in una nuova emergenza”.

18 giugno 2010 0

Approvati i lavori nel borgo medievale-castello dei conti di Aquino

Di redazione

È stato approvato dalla giunta comunale di Aquino il progetto per il nuovo intervento sul piccolo “borgo medievale” che ruota intorno ai resti del castello dei conti di Aquino e della casa di San Tommaso. L’intervento che sarà finanziato con fondi regionali concesso a suo tempo per la sistemazione “tipo” di tratti di centri storici di diversi comuni della regione, riguarderà gli edifici privati che insistono su via San Costanzo e sulla prosecuzione per via “ le forme”. Saranno interessate le facciate delle case che saranno tutte risistemate secondo la loro tipologia d’epoca; l’intervento comprenderà anche il rifacimento di porte e finestre, tutto a costo zero per i proprietari, e ovviamente il tutto con materiali e forme compatibili con la storicità della zona. Alle facciate intonacate verrà ridato il colore secondo una gamma precisa prevista anche da specifiche direttive e le facciate in pietra avranno un nuovo intervento di listatura. Il progetto interesserà anche le facciate posteriori di via San Costanzo, cioè quelle che danno sul parco del vallone di Aquino visibili dall’autostrada del sole, e che costituiscono ormai il simbolo della stessa città. Quindi tutte le case che partono dall’alta torre che domina il panorama e che scendono verso il vallone, avranno tutte un aspetto più attraente e sicuramente più “ordinato” di quello odierno. Si ricorda che l’ultima ristrutturazione radicale del borgo medievale è avvenuta, sempre ad opera dell’amministrazione Grincia, in occasione del giubileo del 2000 quando furono interamente risistemate vie e slarghi di tutta l’area e fu realizzato lo stesso “parco del vallone”. Già da allora forte punto di attrazione turistica, lo sarà ancora di più tra poco con quest’opera di completamento anche per gli edifici privati.

18 giugno 2010 1

Ciclismo Alatri / Gli esordienti in Calabria e in Toscana, i Giovanissimi a Roma

Di redazione

Andrea Romano sarà l’unico portacolori della UC ALATRI TOTI TRANS RB COSTRUZIONI in gara Domenica 20/06/2010 a Soveria Mannelli nella prova del “Piano Solidale” inserito nella rappresentativa regionale. Mentre Il resto della squadra maschile (Gabriele Rossi, Nicolò Bellotti, Massimiliano Patriarca, Likaj Lucjano e Italo Rinna) diretti dal DS Gianluca Rossi, domenica 20 giugno, sarà impegnata in Toscana, precisamente a Gaiole in Chianti (SI) nel Gran Premio aspettando il GIROBIO, gara unica con partenza alle ore 12 e l’arrivo sul percorso dell’ultima tappa del GIROBIO riservato ai Dilettanti “UNDER 27” che si concluderà poco dopo l’arrivo degli Esordienti, si spera in una prova maiuscola da parte di Gabriele Rossi ( che ha dovuto rinunciare alla convocazione della STR della regione Lazio , per la gara del “piano Solidale” in Calabria ) per esigenze scolastiche “esami di terza media”. Sempre domenica 20, i GIOVANISSIMI saranno impegnati a Roma nel 2° TROFEO MANIERI e CECCARELLI, accompagnati dal Dirigente Fabio Bellotti, saranno presenti i seguenti ragazzi: Patrizia Parravano (G1) Asia Bellotti, Francesco Parravano e Stefano Ceci (G4) Lorenzo Rossi, Lauro Ciavardini e Valentina Greci (G5) Mirko Iafrati, Mattia Bellotti e Francesca Recchia (G6).

18 giugno 2010 0

Ex Campo Boario di via Verdi, iniziata la rimozione della montagna di rifiuti depositati da anni

Di redazionecassino1

“Finalmente…!”, potremmo dire.  Dopo le  numerose segnalazioni compiute dal nostro  giornale, il comune di Cassino sta scrivendo la parola fine allo scempio dell’ex campo boario di via Verdi. Dopo il sequestro, da parte della Guardia di Finanza, della montagna di rifiuti che da anni avevano invaso il vecchio campo boario,  un pezzo della storia della nostra città nonchè uno dei pochi polmoni verdi della città, sta tornando ad avere il decoro che merita. Un tempo luogo di contrattazione degli allevatori di bestiame delle nostre zone, poi luogo per tanti anni della prestigiosa ‘Fiera di Cassino’ adesso luogo di incontro e di sede di molte associazioni cittadine, dai BoyScout, al circolo cinofilo “Club Amici del Cane”, alla sezione del CAI e del Soccorso Alpino, solo per citarne qualcuna, era in uno stato di degrado e abbandono senza pari per la presenza di quella notevole quantità e tipo di rifiuti a cielo aperto. E’, infatti, da alcuni giorni che ruspa e camion sono all’opera per rimuovere quella enorme e pericolosa quantità di ‘schifezze’. Un bel successo per il nostro giornale, che ha spesso denunciato la situazione, ma anche e, soprattutto, per la città di Cassino che, oltre, a veder eliminare la fonte di un serio pericolo per la salute dei suoi cittadini restituisce ad un luogo ‘storico’ della città la dignità ed il decoro che merita. Sabato 20 giugno, poi, ci sarà un motivo in più per festeggiare il ritorno al suo antico decoro l’ex campo boario, si svolgerà, infatti, 11a ‘Esposizione Regionale Canina’  organizzata dal circolo “Club Amici del Cane” e dal Gruppo Cinofilo di Frosinone.   

F. Pensabene

18 giugno 2010 0

Maxi evasione fiscale nel settore del mercato delle auto tra Lazio, Campania e Toscana

Di redazione

A conclusione di un’articolata indagine, coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, la Tenenza della Guardia di Finanza di Capua ha eseguito in data odierna tre ordinanze di misure cautelari personali nei confronti di soggetti facenti parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di delitti di emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti, condotta realizzata anche attraverso la illegale importazione e commercializzazione sul territorio nazionale di auto provenienti da paesi UE e, precisamente: PIRRAGLIA Pasquale, nato ad Acerra il 4.12.1969, arresti domiciliari; PETRELLA Vittorio, nato a Santa Maria C.V., l’1.3.1984, obbligo di dimora nel Comune di Bellona; FERRARA Salvatore, nato a Milano il 6.2.1978, obbligo di dimora nel Comune di Sabaudia. L’indagine ha portato alla luce un ramificato e complesso sistema costituito da una fitta rete di imprese nazionali – aventi sede nel territorio campano laziale e toscano quali Formula Auto srl, Centro Auto Campano 2 srl, Digicar, M.C. Auto 2 srl, Autoferrara srl e S.P. Auto ed estere quali Glamour Cars s.r.o. e VI.PRO. Production s.r.o. con sede in Praga, Full Car KFT con sede in Ungheria, gran parte delle quali risultate vere e proprie “cartiere” operanti nei paesi dell’Est Europa; attraverso tali società, il principale indagato, Pirraglia Pasquale, unitamente agli altri associati, ha posto in essere una condotta finalizzata a: a. frodare il Fisco nazionale per circa 30 milioni di euro; b. permettere ai reali soggetti economici, acquirenti delle auto, di godere di notevoli vantaggi fiscali; c. permettere ad alcune imprese nazionali di lucrare enormemente sulla importazione di auto nuove ed usate da Paesi UE, sfruttando il vantaggio commerciale illecitamente acquisito, a danno degli imprenditori onesti operanti nello stesso settore commerciale, dovuti al ribasso dei prezzi di vendita praticati; d. occultare e, conseguentemente, non dichiarare al Fisco, una consistente parte dei corrispettivi incassati dalla vendita delle auto, attraverso un simulato conto esposizione che, in tal modo articolato, permetteva di sfuggire a qualsivoglia controllo contabile; e. costituirsi delle disponibilità finanziarie all’estero attraverso un continuo flusso finanziario di denaro contante diretto soprattutto in Germania, utilizzando anche conti correnti esteri. Il vasto disegno criminoso veniva realizzato soprattutto nelle provincie di Caserta e Napoli, territorio notoriamente influenzato dagli innumerevoli interessi economici appetibili alle organizzazioni malavitose, particolarmente attente alla gestione dei proventi derivanti dalla importazione fraudolenta di autoveicoli da paesi della UE e dalla successiva commercializzazione degli stessi, nonché nelle provincie di Latina e Prato attraverso soggetti particolarmente legati al principale indagato PIRRAGLIA Pasquale. Le condotte illecite venivano realizzate attraverso l’utilizzo di società nazionali ed estere anche grazie ad “intestatari compiacenti” delle autovetture i quali, pur apparendo formalmente come privati consumatori ,in realtà risultavano di fatto commercianti di auto prestatisi a figurare quali intestatari di libretti di circolazione esteri anche per un solo giorno, al fine di ingannare gli Organi di controllo italiani e permettere all’ organizzazione criminale di evadere l’IVA sulle importazioni; tale meccanismo è stato reso possibile anche grazie a sospette procedure di “validazione dell’IVA” e di “sblocco dei telai” che consentivano la definitiva immatricolazione delle auto illegalmente importate. Altro meccanismo fraudolento emerso dalle indagini è quello della simulata esposizione in conto vendita delle auto importate da parte degli autosaloni che sfruttavano le società cartiere per finalità di evasione dell’imposta sul valore aggiunto afferenti fatture per operazioni inesistenti per un ammontare corrispondente a circa 20 milioni di euro nonché per conseguire l’occultamento dei proventi dovuti alla commercializzazione di auto importate per circa 21 milioni di euro, non dichiarati al Fisco dalle imprese coinvolte. L’ imposta evasa scaturente dalle anzidette operazioni risulta quantificabile in circa 8 milioni di euro. Le indagini, delegate alla Tenenza della Guardia di Finanza di Capua, risultano a carico di n. 48 persone fisiche, tra cui privati consumatori finali, e 15 società coinvolte nell’inchiesta, proseguono al fine di delineare i ruoli dei soggetti coinvolti.

18 giugno 2010 0

“Processo a Gesù” in scena alla parrocchia di S. Pietro

Di redazionecassino1

Sabato 19 giugno, alle ore 21, presso la chiesa parrocchiale di S. Pietro Apostolo al Colosseo, il Gruppo di Teatro Sacro “San Pietro” metterà  in scena il dramma “Processo a Gesù” di Diego Fabbri. Si tratta di un libero adattamento dell’opera più importante dell’autore: un dubbio tormentoso assilla una compagnia di ebrei che gira per l’Europa inscenando ogni sera lo stesso dramma, un vero e proprio dibattimento di carattere giuridico sul personaggio storico Gesù di Nazareth e sulla sua innocenza. Si interrogano testimoni, si pongono questioni perché il collegio giudicante possa, per l’appunto, giudicare. E grazie alla forma metateatrale, cioè ad un gioco di “teatro nel teatro”, gli spettatori tutti, non solo quelli che si trasformano in attori, restano profondamente coinvolti. Il dramma diventa collettivo e il processo non mira più a stabilire giuridicamente l’innocenza o colpevolezza di Gesù, ma si trasforma in un dibattito corale, in una ricerca di verità che investe anche la storia contemporanea messa chiaramente sotto accusa. È processo a Cristo e processo alla cristianità. L’idea della coordinatrice Maria Patrizia Zolla e degli organizzatori nel metter su un gruppo di teatro sacro, formato di adulti e giovani, è di trasmettere il messaggio cristiano in una modalità nuova, di impatto immediato, che aiuti a porsi domande nel profondo. Appuntamento dunque a S. Pietro.

18 giugno 2010 0

Meteo, fine settimana all’insegna di temporali al nord e al centro Italia

Di redazione

E’ durata poco la tregua del maltempo sul nord Italia. Un nuovo impulso perturbato, infatti, entrerà nella giornata di domani, sabato 19 giugno, sul bacino del Mediterraneo centrale, apportando condizioni di forte instabilità ancora sulle regioni settentrionali e su quelle centrali tirreniche. Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede da domani, sabato 19 giugno, e per le successive 24-36 ore, il perdurare di precipitazioni sparse e diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale localmente di forte intensità sulle regioni centro-settentrionali e sulla Sardegna. I fenomeni saranno accompagnati da attività elettrica, forti raffiche di vento e possibili grandinate. A quanti abbiano programmato escursioni o attività nautica diportistica, si consiglia di seguire con attenzione l’evoluzione delle condizioni meteo per valutare la fattibilità dell’attività pianificata. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.