Giorno: 23 giugno 2010

23 giugno 2010 0

Raccolgono merce per i terremotati e ne “rubano” una parte, quattro in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Calzature, piccoli elettrodomestici e perfino pannolini, spazzolini da denti, dentifricio, tutta merce raccolta da associazioni onlus di Pescara e destinata ai terremotati de L’aquila che, invece, prendeva una via diversa da quella che porta al capoluogo abruzzese. Per questo la magistratura chietina ha emesso quattro ordinanze di custodia cautelare per concorso in peculato continuato. I provvedimenti sono stati eseguiti dai carabinieri nelle province di Chieti e Pescara. I quattro indagati sono volontari di protezione civile Modavi di Pescara; per loro l’accusa è di concorso continuato in peculato. Si tratta del presidente dell’associazione onlus, Franco Giovagnoli, di 53 anni, e di tre soci volontari: Daniele Marinelli (42), Dario e Mirko Francano, padre e figlio (rispettivamente 62 e 31 anni), tutti di Pescara. Poi ci sono altre due persone indagate per ricettazione e, per questo, denunciate. Nel corso delle perquisizioni è stato sequestrato un magazzino contenete materiale e merce per circa 100 mila euro tra una grossa partita scarpe fornite alla Onlus, di cui circa la metà non sarebbe stata distribuita. Er. Amedei

23 giugno 2010 0

Raccolta della carta, l’assessorato all’ambiente presenta il nuovo piano

Di redazione

Dopo una fase sperimentale, l’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Lanciano ha avviato il servizio di raccolta cadenzata della carta su tutto il territorio comunale. Sono stati stabiliti giorni precisi per il conferimento da parte dei cittadini relativamente al materiale cartaceo sempre presso le “isole ecologiche” che sono ormai presenti su quasi tutto il territorio comunale.

23 giugno 2010 0

Piantagione di papavero sonnifero trovata e sequestrata dai carabinieri

Di redazione

Una vera piantagione di papavero sonnifero da oppio (papaverum somniferum) è stata rinvenuta questa mattina dai carabinieri a Vico del Lazio (Fr) in evidente stato di abbandono. Si tratta di circa 758 piantine in stato di abbandono che sono state estirpate e sottoposte sotto il vincolo del sequestro, in attesa che ne venga disposta la distruzione da parte dell’Autorità Giudiziaria. Er. Amedei

23 giugno 2010 0

Finge di essere stata violentata dal cognato, denunciata per simulazione di reato

Di redazione

Si è presentata alla stazione dei carabinieri di Giuliano di Roma sostenendo di essere stata violentata dal cognato. Ha sporgere la denuncia è stata una ragazza di 20 anni M.L. di Giuliano di Roma. I carabinieri hanno dato il via alle indagini e hanno messo a nudo la bugia ideata dalla donna. Allo scopo sono servite in particolare le visite mediche effettuate in ospedale. I medici, infatti, non hanno trovato segni sul corpo della giovane che avvalorassero il suo racconto e, per questo, nel corso di un lungo interrogatorio, la ragazza ha ammesso di essersi inventato tutto. Per questo è stata denunciata per simulazione di reato. Ermanno Amedei

23 giugno 2010 1

Un’appartamento prende fuoco, salvi i proprietari ma adesso sono senza un tetto

Di redazione2

Incendio in un’abitazione ad Arpino questa mattina intorno alle 10,30 in Via Macchie.

Un appartamento al primo piano di un fabbricato su due livelli, recentemente ristrutturato, ha preso fuoco.

Le cause sono al vaglio dei vigili del fuoco, i locali tuttavia sono stati seriamente danneggiati. Gli arredi ed i suppellettili sono andati distrutti.

I locali non sono più agibili. Per domare le fiamme ci sono volute più di tre ore.

Al momento dell’incendio, all’interno dell’appartamento non vi erano persone. A dare l’allarme i vicini di casa.

Tamara Graziani

23 giugno 2010 0

Festa della guardia di finanza, i numeri del comando provinciale di Caserta

Di redazione

La Guardia di Finanza di Caserta, a partire dalle ore 19.00 di oggi, nell’emiciclo antistante la Reggia di Caserta, festeggia il 236° Anniversario della Fondazione del Corpo, alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose della Provincia. La cerimonia militare sarà presieduta dal Colonnello t. ST Francesco Saverio Manozzi, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, e prevede lo schieramento di una compagnia di formazione composta da tre plotoni di finanzieri in armi, affiancati dalla Fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”. Saranno, inoltre, presenti i Gonfaloni del Comune e della Provincia di Caserta, nonché quelli degli altri Comuni ove hanno sede i Reparti del Corpo, i Labari del Nastro Azzurro, delle Associazioni Nazionali dei Finanzieri d’Italia in congedo presenti in Provincia e delle altre Associazioni Combattentistiche e d’Arma. Per tale occasione, il Comando Provinciale di Caserta ha inteso tracciare un bilancio degli ultimi dodici mesi di attività operativa, che ha fatto registrare un ulteriore e significativo rafforzamento del ruolo di polizia economica e finanziaria svolto dalle Fiamme Gialle, sempre più orientato al contrasto dell’evasione fiscale e, più in generale, ad evitare le sempre più frequenti alterazioni della concorrenza e del mercato. Consolidata la presenza ispettiva sul fronte della repressione delle frodi in danno dei bilanci dello Stato, dell’Unione Europea e degli Enti locali, nonché verso i fenomeni del riciclaggio, dell’usura, della contraffazione e dei traffici illeciti più diffusi nella Provincia. Numerosi sono stati gli interventi che hanno consentito di aggredire i patrimoni illegittimamente accumulati, soprattutto nei confronti dei sodalizi criminali presenti sul territorio. Nell’ultimo anno sono state concluse complessivamente 660 verifiche fiscali, che hanno portato alla constatazione di circa 211 milioni di euro di imponibile sottratti a tassazione ed un’evasione all’I.V.A. per 66 milioni di euro. L’attività, in questo ambito, ha permesso di denunciare 185 persone per reati fiscali, individuando, altresì, 89 evasori totali, ovvero soggetti completamente sconosciuti al Fisco, operanti nei più svariati settori economici. Tale lotta al sommerso ha consentito, nel contempo, di far emergere oltre 226 lavoratori ”in nero” o “irregolari”. Nell’ambito delle misure volte alla lotta al carovita, gli interventi di monitoraggio dei prezzi al consumo hanno, altresì, permesso alla Guardia di Finanza di Caserta di effettuare oltre 11.000 controlli strumentali, con la constatazione di oltre 3.300 irregolarità. Incrementata anche l’azione di contrasto alla criminalità organizzata. Al riguardo, di tutto rilievo appaiono i sequestri preventivi di beni mobili ed immobili, nonché di disponibilità finanziarie – per un valore complessivo di oltre 50 milioni di euro – riconducibili a soggetti aderenti a locali sodalizi criminosi di matrice camorristica, effettuati nell’ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli. Nel campo della contraffazione, che ha ormai assunto le dimensioni di vera e propria attività imprenditoriale, le aree che sono risultate maggiormente dedite alla produzione ed alla commercializzazione di merci illecite risultano essere quelle dell’agro aversano e del litorale domitio. L’attività svolta nello specifico settore ha consentito di fornire un contributo finalizzato alla tutela di quei settori merceologici che di recente stanno caratterizzando la realtà dell’imprenditoria locale: la percentuale più elevata di merce contraffatta, infatti, è stata riscontrata nel ramo della pelletteria e del calzaturiero. In tale contesto, nel corso di oltre 450 interventi, sono stati sequestrati complessivamente circa 500.000 articoli con marchio artificiosamente riprodotto e più di 38.000 pezzi tra differenti supporti magnetici (compact disk e DVD) illecitamente duplicati. Nello specifico comparto operativo sono state denunciate 356 persone. Rilevante anche l’impegno profuso dalla Fiamme Gialle per la prevenzione e repressione dei danni ambientali. Nel periodo in esame sono state denunciate 118 persone, di cui 23 in stato di arresto. Inoltre, sono state sequestrate 45 discariche abusive e circa 8.126.000 Kg. di rifiuti industriali. 261 sono stati i controlli antidroga, con l’ausilio delle unità cinofile, che hanno portato al sequestro di più di 17.205 grammi di sostanze stupefacenti (eroina, cocaina, hashish e marijuana) e alla denuncia di 84 persone, 30 delle quali tratte in arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Incrementata anche la presenza del Corpo sul territorio attraverso l’impiego di circa 10.000 pattuglie del servizio di pubblica utilità “117”, verso il quale, negli ultimi dodici mesi, sono state effettuate circa 600 chiamate. Parimenti, è stata rilevata una recrudescenza dei traffici illeciti di sigarette, a seguito della quale è stata intensificata l’attività di controllo della movimentazione delle merci, che ha consentito, nel periodo di riferimento, di sequestrare circa Kg. 13.822 di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. Sono state denunciate 93 persone, di cui 35 in stato di arresto.