Giorno: 8 settembre 2010

8 settembre 2010 0

Mamma di 17 anni occupa alloggio popolare

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una 17enne, mamma di una bambina di pochi mesi, questa notte ha occupato un alloggio popolare in pieno centro a Cassino nei pressi di via Ariosto. La casa è intestata ad un uomo che sostiene di averla addirittura riscattata. Fatto sta che la ragazzina mamma, probabilmente aiutata da qualche parente, ha forzato la porta di ingresso e, dopo aver messo tutto il mobili all’esterno dell’alloggio, si è barricata dentro. Solamente i carabinieri sono riusciti a parlarle, senza però, riuscire a convinciarla di desistere da quel gesto. Nei prossimi giorni si deciderà sul da farsi anche se la procura di Cassino, in circostanze simili, ha dimostrato di avere idee chiare. Alcuni anni fa il fenomeno delle occupazioni abusive era all’ordine del giorno e, tanto temuto dagli aniani intestatari che, addirittura, rifiutavano il ricovero in ospedale per non lasciare l’alloggio incustodito. Alcuni sgombri di alloggi hanno ristabilito l’ordine e arrestato il fenomeno. Ermanno Amedei

8 settembre 2010 0

“La vita è musica”, il cammino di “Convivium” ricomincia dalle Terme di Fiuggi

Di redazione

Sabato 11 settembre presso l’Hotel Fiuggi Terme alle ore 20.00 ricomincia il cammino di Convivium con le note della nostra vita. L’evento dell’11 settembre è dedicato alla “Musica della nostra vita”, alle canzoni ai brani che ci hanno segnato in maniera particolare e che Antonio Sacrestano, attento e profondo conoscitore della musica pop e rock, italiana e straniera degli ultimi 50 anni con le play list che gli sono state inviate ha costruito una rete tra noi tutti, la musica e le emozioni… Antonio Sacristano ha ricevuto 160 brani, con altrettante motivazioni, li ha rielaborati e li ha strutturati regalandoci la nostra vita in musica…perché la vita è musica ..perchè la musica è vita. Noi pensiamo questo Convivium con la Musica della nostra vita porterà alla luce una parte di noi che pensavamo sepolta per sempre, non soltanto ricordi e persone: ma quelli che noi eravamo per vedere se ancora siamo, con le nostre emozioni con i nostri sentimenti nonostante nel percorso della vita abbiamo sbattuto contro muri, superato ostacoli e raggiunto traguardi. Forse pensavamo che mai più ci saremmo “rivelati” come era successo nel tempo della giovinezza quando non ci sono paletti quando a dividerti dagli altri, non la carriera, non la competizione, ma pensi soltanto a cercare la bellezza in te, intorno a te e negli altri. Questo rivelarci con le canzoni della nostra vita, così profondamente come stiamo facendo, offrendo tutta la nostra interiorità, non temendo persone che forse fino ad ieri non conoscevamo o che abbiamo “conosciuto” soltanto virtualmente, scavandoci dentro,contenti di farlo nonostante la nostra vulnerabilità, le nostre emozioni, la nostra amorevolezza, in tutte le nostre paura,in tutta la nostra bellezza certi che verremo visti compresi apprezzati amati nella nostra unicità e nella nostra molteplicità. Antonio Sacristano con il Convivium della Musica della nostra vita

8 settembre 2010 0

Scontro Fini – PdL / Al Quirinale Berlusconi e Bossi troveranno… chiuso

Di redazione

Il Quirinale chiude le porte anche alla sola ipotesi della richiesta che il Primo Ministro possa chiedere di sollevare Gianfranco Fini dalla carica di Presidente del Senato. Sarebbero queste le valutazioni del Quirinale affidate alle pagine del Corriere della Sera. Nei giorni scorsi, il Pdl ha espulso Gianfranco Fini dal partito. Lunedì Il presidente del Senato in un discorso che ad alcuni poteva sembrare la giusta occasione per ricucire eventuali strappi, Fini invece è andato giù duro sostenendo che il Pdl era ormai finito e che Futuro e Libertà, il suo movimento (non ancora partito), non sarebbe certamente rientrato in qualcosa che era ormai finita. A quel punto la crepa, diventata voragine, ha dato il via ad una serie di iniziative per depotenziare l’ex leader di Alleanza Nazionale. Berlusconi e Bossi, il primo insolitamente lontano dai microfoni, hanno ritenuto necessario sollevare l’ormai ex alleato dalla prestigiosa carica di presidente del Senato in quanto leader di un “partito” politico avversario del Pdl e, quindi fuori dalla maggioranza e per questo erano pronti, stamattina, ad avanzare formalmente la richiesta di sollevare Fini, direttamente al presidente della Repubblica Napolitano. “Neanche per idea” ha fatto loro sapere Fini. “Un presidente del Senato può essere rimosso solo se non rispetta il suo ruolo di equidistanza da tutte le parti; sfido chiunque a trovare un solo episodio in cui io non lo sia stato. Inoltre non è vero che il leader di un movimento politico non possa ricoprire un ruolo istituzionale così alto, prima di me tanti altri lo hanno già fatto”. A proposito della “visita” di Bossi e Berlusconi a Napolitano Fini ha detto: “Non credo assolutamente che lo facciano. Dimostrerebbero di essere degli analfabeti e che non sanno quindi leggere la Costituzione. Il presidente della Repubblica non può, in nessuna maniera, rimuovere un presidente del senato”. Stamattina, quindi, il Quirinale gli ha dato ragione. Vedremo in giornata, se i vertici del Pdl, faranno comunque il tentativo per “recuperare”, a favore della maggioranza, un ruolo che non ha potere decisionale, ma reta la terza carica del Paese e ha quindi un’esposizione mediatica enorme. Ermanno Amedei

8 settembre 2010 0

Il Merlo saluta la vicina di casa escort con “Buongiorno, gran tr..” e lei lo trascina in tribunale

Di redazione

Dopo il caso del pappagallo che insultava i due turisti del piano di sotto, ecco un altro pennuto trascinato in Tribunale. Si tratta di un merlo indiano dal becco giallo, che ogni mattina saluterebbe la sua vicina di casa con un sonoro “Buongiorno, gran tr..”. E l’insulto sarebbe non del tutto casuale, anzi… decisamente puntuale, dal momento che la vicina di casa, una 20enne ucraina, è in realtà una escort o, come specifica il suo avvocato, la ragazza immagine in un night. Solo che al pennuto non dev’essere sfuggito il via vai di uomini che la ragazza riceverebbe anche in casa, e che sarebbe confermato dagli stessi vicini. Escort o no, la ragazza di sicuro non ha gradito il quotidiano saluto, e così si è rivolta all’AIDAA, Tribunale degli animali, per avere giustizia. Il Presidente dell’Associazione, Lorenzo Croce, spiega che «determinante è stato il fatto che la donna venisse salutata in quel modo non solo quando rientrava dal lavoro all’alba, ed era sola, ma anche quando era in compagnia di parenti e amici» e aggiunge «Quando si sono presentati in tribunale i proprietari del merlo, marito e moglie, hanno ammesso di aver insegnato le parolacce al pennuto ma non per ferire la giovane ucraina, bensì per colpire la precedente inquilina con la quale avevano avuto più di una discussione. A suffragare questa tesi la coppia ha portato la testimonianza di altri residenti». Insomma, una vicenda articolata, che si è conclusa con una “sentenza”, emessa dallo stesso Croce, che ha previsto un risarcimento di 100 € a favore della ragazza – e ovviamente a carico dei proprietari e non certo del merlo – nonché un soggiorno del pennuto per tre settimane presso un centro di rieducazione a Borgogna, in Francia, e la querela decadrebbe se l’uccelletto imparasse a pronunciare “Buongiorno signorina” al posto dell’attuale saluto. Già, tre settimane in una sorta di riformatorio. Ma viene da chiedersi: se gli stessi proprietari hanno ammesso, seppur in altra circostanza e contro altre persone, di aver “istruito” l’animale a pronunciare quegli insulti, non sarebbe opportuno che anche loro vengano sottoposti ad un percorso di rieducazione? Mah..

di Palma L.

8 settembre 2010 0

Mentana intervista Fini, niente dimissioni

Di admin

Gianfranco Fini ospite al tg di La7 di Enrico Mentana ha respinto la richiesta di dimisioni avanzata dal premier Silvio Berlusconi e il leader leghista Umberto Bossi. Secondo quanto dichiarato dal presidente della Camera sarebbe irresponsabile andare al voto adesso, ed è intenzionato a mantere l’incarico della presidenza per tutta la legislatura. In merito a Bossi e Berlusconi secondo Fini non saliranno al Colle per chiedere le sue dimissioni perchè sarebbe anticostituzionale ma per parlare con il presidente Napolitano della situazione politica. Il governo secondo il leader di Futuro e Libertà deve governare non pensare ad una nuova campagna elettorale.