Il futuro dell’Enel in Abruzzo. Positivo l’incontro con il prefetto de L’Aquila

17 settembre 2010 0 Di redazione

Positivo l’incontro tra il Prefetto dell’Aquila ed Enel: l’Azienda conferma il proprio impegno sul territorio abruzzese.
La presenza di Enel nel territorio abruzzese, con particolare attenzione alle aree colpite dal sisma, la nuova organizzazione dell’azienda e il piano di investimenti nella provincia.
Questi i temi affrontati dai referenti territoriali dell’azienda nel corso dell’incontro con il Prefetto dell’Aquila, Giovanna Maria Iurato.
La nuova dimensione internazionale di Enel, presente in 23 paesi di 4 continenti, con oltre 60 milioni di clienti, è stata valutata molto positivamente dalla rappresentante del Governo che ha poi voluto conoscere nel dettaglio le diverse attività di Enel nell’area provinciale, soprattutto per la gestione dell’emergenza post-terremoto.
I rappresentanti di Enel hanno riconfermato l’impegno della società per la ricostruzione, con particolare riferimento alla realizzazione di nuovi impianti per la distribuzione di energia elettrica e gas, garantendo altresì un costante presidio delle zone dell’Alto Aterno interessate in questi giorni da un nuovo sciame sismico.
Al Prefetto sono state inoltre illustrate nel dettaglio le molteplici attività di monitoraggio e controllo delle dighe e degli impianti di produzione di energia elettrica ricadenti nel territorio provinciale, che consentono di rassicurare Istituzioni e popolazione circa il loro inappuntabile grado di sicurezza.
Particolare attenzione è stata infine dedicata al piano di investimenti di Enel nella Regione Abruzzo, con circa 210 milioni di euro impegnati fino al 2014.