Meteo, settimana all’insegna dell’istabilità

27 settembre 2010 0 Di redazione

La settimana che si apre oggi sarà caratterizzata dagli effetti di una vasta area depressionaria che continua ad interessare la nostra penisola, con tempo instabile ovunque e temporali anche sulle regioni meridionali.
Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dal tardo pomeriggio di oggi, lunedì 27 settembre, precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, sulla Sicilia. I fenomeni potranno essere accompagnati da attività elettrica e forti raffiche di vento.
Ma la giornata di oggi sarà non solo caratterizzata, come già detto, da tempo variabile-instabile al centro sud ma anche al settentrione.
Da domani il minimo tenderà a spostarsi verso il centro-nord, si prevede quindi ancora tempo instabile su tutta la penisola, specie sui settori dell’alto Tirreno e poi dell’Adriatico. Sulle restanti regioni invece rovesci e temporali per lo più isolati, con un netto miglioramento del tempo al nord nel pomeriggio.
Da mercoledì la perturbazione rimarrà sul centro, attenuandosi lentamente. Sulle regioni adriatiche e al sud si prevede ancora instabilità, con rovesci e temporali.
Giovedì la perturbazione lascerà l’Italia e il tempo sarà buono ovunque.
Anche la giornata di venerdì sarà caratterizzata da tempo buono al centro-sud ma sulle regioni settentrionali è possibile un nuovo peggioramento a causa di correnti sud-occidentali che nel week-end porteranno un nuovo peggioramento al nord e variabilità al centro, mentre al sud rimarrà buono.
Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, nonché attraverso la pubblicazione sul sito internet – www.protezionecivile.it – dei bollettini giornalieri in cui sono comunicati i possibili effetti delle condizioni meteorologiche previste sulla salute dei soggetti vulnerabili.