“Combattenti per Telethon”, il soft air Gruppo Arditi raccoglie 1.890 euro

7 dicembre 2010 0 Di redazione

Combattenti per divertimento e per Telethon. Sono gli appartenenti al Gruppo Arditi Cassino, appassionati di soft air, che hanno organizzato un incontro amichevole tra squadre di appassionati allo stesso genere delle province di Frosinone, Roma e Caserta. La cornice stupenda del gioco l’ha offerta la pineta ”valle dell’inferno” del comune di Vallerotonda (Fr) a ridosso della catena montuosa delle Mainarde. Eè stato lì che , 174 “soldati” si sono affrontati in una guerra tecnica e, ovviamente, finta. I partecipanti si sono dati appuntamento al campo base della pineta fin dalle prime ore della mattina della domenica, sfidando il freddo pungente dell’altitudine. Dopo l’iscrizione, i ragazzi in mimetica e armati “fino ai denti” si sono divisi in 5 grandi fazioni mescolando componenti di squadre diverse giocando in un area di 4 chilometri quadrati dove tra pendii, valli e prati era un muoversi e correre a perdi fiato. Un divertimento unico che ha reso soddisfatti tutti ma, i partecipanti sono rimasti soddisfatti soprattutto anche per un altro risultato, quello relativo alla raccolta fondi per la quale la manifestazione era stata organizzata. A Telethon, infatti il “soft air” Gruppo Arditi Cassino consegneranno ben 1.890 euro diventando così l’evento sportivo soft air più riuscito nella regione Lazio e d’Italia. Infatti dei 37 eventi soft air, quello di Cassino è risultato essere quello più generoso. Un bel modo per sdoganare l’attività della “finta guerra” che viene vista da alcuni come praticata da fissati e aggressivi. Il soft air è, invece, una attività sportiva, ricreativa che non è possibile partecipare se non profondamente rispettosi delle regole e del prossimo. Nulla di violento, il soft air ha, della guerra, solo il tatticismo.