Delitto di Perugia, il criminologo Bruno: “Amanda, Raffaele e Rudy sono innocenti”

7 dicembre 2010 3 Di redazione

Francesco Bruno dice la sua sull’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa 22enne inglese uccisa tre anni fa a Perugia e le sue ipotesi sono clamorose. Il processo di primo grado per l’efferato delitto della ragazza uccisa con una coltellata alla gola la sera tra il 1 e il 2 novembre 2007 si è concluso con condanne di 26 anni per Amanda Knox, 20enne americana, coinquilina della vittima, a 25 anni per il fidanzato dell’americana Raffaele Sollecito, 25enne e a 15 anni (in appello) per Rudy Guede un altro studente ivoriano. Secondo una teoria del criminologo Francesco Bruno, descritta in una dettagliata intervista sul settimanale Stop, i tre sarebbero tutti innocenti e quelle condanne rappresenterebbero un enorme errore giudiziario a cui, probabilmente, non si porrà rimedio neanche nel processo di secondo grado.