Giorno: 9 gennaio 2011

9 gennaio 2011 0

Dramma della gelosia e della follia, uccide la moglie e due uomini, poi si toglie la vita

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sospettava che un 69enne, fosse l’amante della moglie 73enne. Per questo, Carlo Trabona, 73anni di Genova, questa mattina, ha ucciso la consorte, Antonina Scinta, il suo presunto amante Loreto Cavarretta e il fratello di quest’ultimo Angelo di 77 anni. Poi si è tolto la vita con un colpo della stessa pistola risultata rubata nel 1979. L’uomo, con problemi psichici, aveva già una condanna per omicidio volontario nel 1962. Un sospetto di tradimento, ovviamente, ingiustificato, quindi restano credibili come motivazioni solo i problemi di natura mentale. Alle 10,30 Trabona ha iucciso entrambi i fratelli Cavarretta. L’assassino, poi, è tornato a casa. Sul pianerottolo ha ucciso la moglie con un colpo di pistola all’orecchio destro, poi ha suonato alla porta dell’appartamento di fronte dove abitava Loreto e ha avvertito del fatto la moglie di quest’ultimo. Quindi ha suonato alla porta di un altro vicino che non ha aperto. A questo punto Trabona ha iniziato una discussione con il vicino e con i poliziotti fermi al piano di sotto che tentavano di convincerlo a consegnarsi. Mentre si stava preparando un intervento di tiratori scelti, probabilmente calati dall’alto, l’assassino si è sparato alla testa ed è morto.

9 gennaio 2011 0

Yara, lettera anonima ritenuta falsa. Un sensitivo dice: “Tornate nella palestra”

Di redazione

Un mitomane o, al massimo, una azione di depistaggio, così deve essere stato valutato dagli inquirenti la lettera anonima recapitata ieri nella redazione dell’Eco di Bergamo. “Yara è nel cantiere Mapello. Ho paura”. Poche parole, senza la preposizione ‘dì tra la parola ‘cantierè e ‘Mapellò incollate lettera per lettera su un foglio nero formato A4, messo in una busta. I ricercatori, però, non sono tornati a cercare la ragazzina scomparsa in quel cantiere perché fanno sapere fonti investigative, quell’area sarebbe stata rivoltata come un calzino senza trovare la minima traccia. Quindi, evidentemente, quella segnalazione non è stata ritenuta credibile. A 44 giorni da quando Yara Gambirasi, 13 anni, è scomparsa nel tragitto tra la sua palestra e la casa di Brambate di Sopra, di lei ancora nessuna notizia nonostante a cercarla siano centinaia di persone, cani ed attrezzature speciali. Ecco quindi che non passa inascoltata la previsione del sensitivo Mario Allocchi, che aveva già previsto l’epilogo di Sara Scazzi, la 15enne di Avetrana. Secondo il sensitivo, anche Yara sarebbe stata assassinata da una donna di cui si fidava e che l’avrebbe convinta a salire in auto. Il consiglio che Allocchi da agli investigatori è di far ripartire le indagini dall’ultimo posto in cui la ragazzina è stata vista: la palestra.

9 gennaio 2011 0

Concerto dell’Epifania, il tenore Emiliano Blasi incanta il pubblico

Di redazione

Un gremitissimo Salone di rappresentanza dell.Amministrazione provinciale di Frosinone ha ospitato il “Concerto dell’Epifania”. Ad esibirsi il baritenore Emiliano Blasi, diplomato al Conservatorio di Perugia, che ha fatto parte del cast dell.orchestra di Canale 5, diretta dal maestro Pregadio. Ad accompagnare il maestro Blasi, Mauro Arduini al contrabbasso, Andrea Proia alla batteria. Ospite della serata, magistralmente presentata da Valeria Altobelli, il soprano Maria Carfora. Oltre alle musiche e alle canzoni natalizie, gli artisti hanno appassionato il pubblico con la voce, i suoni e i ritmi delle arie più famose di un vasto repertorio operistico: “Le Nozze di Figaro” di Mozart, “Tristano e Isotta” di Wagner, “La Traviata” e il “Rigoletto” di Verdi,la “Missa Solennis” di Beethoven. Oltre all’opera, spazio anche al musical e conclusione con la canzone popolare napoletana. Un concerto riuscito e apprezzato che ha chiuso il periodo delle feste di Natale. “Abbiamo voluto offrire al pubblico un altro momento culturale di alta qualità – ha spiegato il Presidente Iannarilli, seduto in prima fila ad assistere all’evento – La partecipazione e il riscontro che abbiamo avuto dagli spettatori sono il segnale che la Provincia nel settore cultura sta proponendo tutte iniziative di livello. Un grazie al maestro Blasi e a tutti gli artisti che si sono esibiti in una performance di spessore notevole”. Soddisfatto l’Assessore alla Cultura Antonio Abbate, che attraverso il settore di sua responsabilità, ha materialmente organizzato l’evento: “Emiliano Blasi è un grande artista, un talento della musica che abbiamo voluto offrire al pubblico ciociaro proprio in occasione della festa dell’Epifania, che tradizionalmente chiude il periodo natalizio, ma che apre anche il 2011 degli eventi culturali della Provincia di Frosinone e fa il paio con la presentazione nei giorni scorsi dell’artistico calendario che raccoglie le foto più significative dei grandi eventi culturali del 2010. Un 2011 in cui è mia intenzione continuare nell’impegno quotidiano, fin qui profuso dal mio assessorato e da tutta l’amministrazione Iannarilli, per dimostrare che far rinascere questa Provincia è possibile, così come saranno possibili la crescita e lo sviluppo per tutti se solo sapremo ricordare che la Cultura è un bene comune prezioso”.

9 gennaio 2011 0

Aumento dell’Irap, Tedeschi (Idv): “Dalle Regione stangata per le imprese”

Di redazione

“Il 2011 si apre con un particolare “regalo” per le imprese della Regione Lazio da parte dell’amministrazione regionale di centro-destra: + 0,15% di IRAP”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi. “In realtà il regalo è stato già in parte anticipato a novembre scorso proprio con il versamento dell’acconto a valere per il 2011. In un periodo in cui la crisi finanziaria ed economica non vede ancora la via della ripresa le imprese del Lazio saranno ulteriormente penalizzate con un aggravio di IRAP che in termini di conto economico può avere solo due sbocchi: diminuzione dell’utile (o aggravio della perdita) oppure incremento del prezzo finale del prodotto o servizio. In entrambi i casi si tratta di una netta diminuzione di competitività per le aziende che già devono pagare lo scotto di una ristrutturazione in funzione della globalizzazione dei mercati. Se poi è la stessa Regione a rendersi artefice di un indebolimento della struttura dei costi aziendali allora siamo al paradosso tanto più che questo aggravio è scattato in seguito al nuovo Piano sanitario del Commissario Polverini che ha messo in ginocchio la sanità del Lazio. Insomma da una parte ci ritroviamo con 27 ospedali in meno e dall’altra con imprese che devono pagare più tasse, ma questo centro-destra ha una pallida idea di cosa significhi amministrare per il bene di questa Regione?”

9 gennaio 2011 0

Ubriaco e sotto effetti della droga, aggredisce i carabinieri

Di redazione

Ha picchiato prima una persona, poi ha aggredito e colpito anche un carabiniere della compagnia di Cassino intervenuto per calmarlo. Per questo, C.E., 21enne di Cassino, è stato arrestato per responsabile di resistenza a P.U., nonché di percosse a lesioni. Gli militari intervenuti per sedare una lite nei pressi di un locale pubblico di Cassino, sono stati aggrediti dal 21enne che in evidente stato di ebbrezza ha colpito con un pugno un militare. Dopo una breve colluttazione il giovane, che poco prima aveva già percosso un’altra persona, è stato bloccato e tratto in arresto. Gli accertamenti eseguiti nell’immediatezza hanno consentito di accertare che lo stesso, oltre ad avere assunto sostanze alcoliche in misura superiore al limite consentito della normativa vigente, era anche in possesso di 1,280 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” rinvenuta a seguito di perquisizione personale e pertanto segnalato alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art.75 del D.P.R. 309/1990. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino.

9 gennaio 2011 0

Terremoto, scossa di magnitudo 3.9 nell’Aquilano

Di redazione

Una scossa sismica è stata registrata oggi in provincia di L’Aquila. L’evento è stato avvertito dalla popolazione nei comuni di Magliano De’ Marsi, Avezzano, Tagliacozzo e Celano. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 11.58 con magnitudo 3.9. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

9 gennaio 2011 0

Guda in stato di ebberezza alcolica, due denunce

Di redazione

I carabinieri di Lanciano, intervenuti a seguito di incidente stradale senza feriti, hanno effettuato una verifica del tasso alcolemico mediante apparato etilometro a carico di B.C., 32enne di Ortona, residente a San Vito Chietino, riscontrando che lo stesso risultava eccedente alla norma. pertanto, lo deferivano alla Procura della Repubblica di lanciano per guida in stato di ebbrezza, ai sensi dell’Art. 186/2 del C.d.S. Stessa sorte toccava anche a P.M., 30 anni, nato a Casoli e residente a Gessopalena, anch’egli avente un tasso alclemico superiore alla norma, riscontrato nel corso di un apposito servizio di controllo del territorio e della sicurezza stradale. Per entrambi si è, inoltre, proceduto al ritiro della patente di guida.

9 gennaio 2011 0

Lotta allo spaccio di droga, tre arresti

Di redazione

Nella mattinata di ieri, sabato 8, militari della radiomobile, caudivati da carabinieri del nucleo operativo, già informati del fatto che noti assuntori di Lanciano si recavano, con cadenza pressoché quotidiana, nei pressi del SERT per vendere eroina, nel transitare lungo via del Mare hanno notato due autovetture affiancate e subito riuscivano ad interecettare lo scambio di droga e soldi che avveniva tra i soggetti. Pertanto, colti in flagranza di retao, gli stessi venivano fermati e venivano rinvenute alcune dosi di eroina, confezionata con involti di cellophane ed avvolta in carta cucina. Immediatamente, è stata fatta una perquisizione personale, domiciliare e delle autovetture dei due soggetti fermati, nel corso delle quali venivano rinvenute due ulteriori dosi di eroina, buste intagliate per il confezionamento, nonchè la stessa carta da cucina in cui le dosi erano state avvolte e condotte sul luogo dello spaccio. Per questo, sono stati arrestati ed associati alla locale casa circondariale Manolo Iocco e Giovanno Marchionno, entrambi di Lanciano e rispettivamente di 26 e 32 anni, già noti alle forze dell’ordine per reati specifici. Pare che da circa due mesi entrambi si recassero quotidianamente nei pressi del SERT di Lanciano per spacciare droga ai pazienti della struttura. Durante la notte tra sabato e domenica, militari del nucleo operativo, nel transitare in località Guarenna di Casoli fermavano un’autovettura e procedevano al controllo del conducente che, nel frangente, assumeva atteggiamento sospetto. Quindi, gli operanti decidevano di procedere a perquisizione personale nel corso della quale rinvenivano 1.5 gr. di hasshish, a cui si aggiungevano ulteriori 10 gr. rinvenuti durante la successiva perquisizione domiciliare. La droga, per un valore di circa 300 euro, è stata posta sotto sequestro e l’uomo, Ernesto Alfino, di 26 anni, nativo di Lanciano ma residente a Rocca San Giovanni, è stato arrestato e associato al carcere. A disporre che i tre venissero associati alla locale casa circondariale è intervenuto il PM Dott. Dicuonzo della Procura della Repubblica di Lanciano.

9 gennaio 2011 0

Travolto da un’auto, grave 80enne

Di redazione

E’ gravi condizioni un 80enne che questa mattina alle 11 circa, è stato investito sulla via Leuciana tra Pontecorvo e Pico, da un’Alfa 145. L’incidente è avvenuto in località Tordoni dove, considerando le gravi condizioni dell’anziano, gli operatori del 118 hanno fatto intervenire un’eliambulanza. Il velivolo è stato fatto atterrare sul posto e, poco dopo è ripartito trasportando l’80enne al Santa Maria Goretti di Latina.

9 gennaio 2011 1

Cani randagi e abbandono nel Quartiere 90 zona F, l’Udc torna a chiedere interventi urgenti

Di redazione

L’Udc di Cassino nel svolgere il proprio ruolo di opposizione e fungere da pungolo alla vecchia amministrazione comunale, inviò a firma degli allora consiglieri comunali Marino Fardelli e Anna Teresa Formisano una dettagliata lettera in data 22 dicembre 2009 con la quale si richiedevano a quanti di competenza i perché della mancanza di opere di ultimazione previste nel Piano di Lottizzazione denominato “Cassino 90 zona F” che da Via Casilina Sud si snoda verso la zona Viale dei Presidenti in S.Bartolomeo. I due politici di Cassino constatarono personalmente, su sollecito di alcuni residenti, che la zona era ed è tuttora nello stato di totale abbandono e per di più in questi giorni si registra una presenza massiccia di cani randagi che incutono terrore e apprensione per i residenti. “A distanza di più di un anno purtroppo registriamo che è tutto fermo a quando denunciammo pubblicamente allora, asserisce il coordinatore dell’Udc Marino Fardelli. Ben vengano le sollecitazioni dei residenti e dei commercianti che in quell’area hanno investito e realizzato il sogno di una vita, ma le responsabilità siano chiare ed evidenti. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, attendiamo ancora a seguito della nostra lettera di denuncia e sollecito una degna risposta”. Di seguito una serie di proposte e solleciti che indirizzammo nella nostra articolata nota: – rimozione ostacoli su piano stradale; – psizionamento di pozzetti su piano stradale; – installazione e ultimazione della pubblica illuminazione; – ultimazione dei marciapiedi che allo stato attuale presentano vistosi cavi da interrare; – mancanza di segnaletica orizzontale e verticale; – mancanza dei parapetti sui ponti; – mancanza di cassonetti dei rifiuti e per la differenziata (almeno questo è stato fatto – no differenziata); – bonifica del fossato che raccoglie scarichi dei reflui di altre abitazioni poste a nord della zona; – pulizia e taglio delle erbacce su piano stradale e sui marciapiedi; – mancanza di uno spazio adibito a verde pubblico con giochi per bambini e panchine; – alberatura; – disinfestazione e derattizzazione nei periodi previsti; – ultimazione del collegamento stradale Viale Segni/Viale dei Presidenti con la nuova arteria stradale allo stato attuale senza denominazione che proponiamo venga chiamata Viale Guido Varlese (in memoria dell’amministratore comunale scomparso di recente). Nel nostro programma amministrativo presentato sabato scorso mediante una conferenza stampa abbiamo attenzionato (pagina 20 del nostro programma) ulteriormente questa situazione a dir poco vergognosa e una volta che i cittadini con il loro consenso ci permetteranno di governare la città di Cassino è nostra intenzione adoperarci nei primi giorni del mandato amministrativo nel prendere di petto la situazione ed energicamente affrontarla a beneficio di coloro che chiedono solo il rispetto di ciò che è loro dovuto.