Giorno: 13 gennaio 2011

13 gennaio 2011 0

Sacerdoti della diocesi di Montecassino in visita al Miracolo Eucaristico

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ben 21 sacerdoti della diocesi di Montecassino con in testa il Padre abate del millenario monastero don Pietro Vittorelli hanno fatto visita, oggi pomeriggio, al Miracolo Eucaristico di Lanciano. Il Gruppo di sacerdoti, da alcuni giorni è in ritiro spirituale in Abruzzo dove hanno partecipato a esercizi di meditazione tenuti da padre Gianfranco Venturi. Occasione propizia, oggi per visitare Lanciano e, nel tardo pomeriggio, il Volto Santo di Manoppello. Er. Amedei

13 gennaio 2011 0

Un traghettatore per La Destra, sabato sarà presentato nuovo Commissario partito

Di redazione

Sabato 15 gennaio al bar “La Perla Nera” di Lanciano, nel principale corso Trento e Trieste, alle ore 11, la Destra presenterà alla stampa il nuovo Commissario cittadino del capoluogo frentano. Il nuovo commisario, “dovrà traghettare il partito – ha detto il segretario provinciale, Annarita Guarracino – alle prossime elezioni amministrative, in programma nel marzo 2011”-proponendo un programma forte de innovativo per la città di Lanciano”. In quella sede verrà fatto il punto sulla situazione politica regionale de la Destra, papabile per un posto in giunta e si parlerà delle scelte da adottare in previsione di importanti scadenza elettorali amministrative. Nel corso della presentazione del neo commissario, saranno presentati alla stampa altre adesioni tra cui i farmacisti Mario e Stefania Verratti figure storiche di An a Fossacesia.

13 gennaio 2011 0

Legittimo impedimento, dalla Corte Costituzionale si alle assenze in aula ma solo se giustificate

Di redazione

Né sì, né no. Cos’ la corte costituzionale si è espressa oggi in merito al legittimo impedimento, la legge approvata dal Governo Berlusconi che permette alle massime cariche dello Stato, fino ai ministri, di fermare processi che li vedono come imputati, contro la quale si sono schierati i giudici del tribunale di Milano. E’, infatti, nella palazzo di giustizia della capitale del nord che si devono tenere tre processi che vedono imputato il Presidente Silvio Berlusconi (Mills, Mediaset e Mediatrade). La corte non ha bollato come incostituzionale la legge, ma ne ha censurato alcuni passaggi. In sostanza la tesi del legislatore, in questo caso, puntava a far passare il principio che chi ha incarichi di Stato non ha il tempo per difendersi nei processi e non può seguirne gli aspetti processuali. La Corte, oggi, ha puntato il dito sugli aspetti relativi alla certificazione diretta dell’impegno da parte di Palazzo Chigi; all’obbligo previsto per il giudice di rinviare l’udienza fino a sei mesi; alla valutazione dello stesso impedimento la cui legittimità non scatta automaticamente ma va riscontrata di volta in volta da parte dei giudici. Al Giudice, inoltre spetta la valutazione relativa agli impegni per stabilire se sono o meno forzatamente concomitanti con l’udienza processuale fissata, per bilanciare così il diritto di difesa dell’imputato premier o ministro con la tutela della sua funzione di governo. Una decisione, quella della Corte Costituzionale, che fa tanti scontenti, ma in particolare nel centrodestra. Se è vero che l’impianto, teoricamente ha retto, è altrettanto vero che i giudici eserciteranno un forte controllo sulle giustificazioni per non presentarsi in aula.

13 gennaio 2011 0

Bando Cuori per gli studenti: 30 assegni da 1000 euro per orientare

Di redazione

Fino al 27 gennaio 2011 è possibile presentare la domanda, rivolta agli studenti, di partecipazione alla selezione per 30 assegni finalizzati all’attività di orientamento e tutorato (servizio S.O.T.) presso le Facoltà e il Centro Universitario per l’Orientamento (CUORI, Presidente Prof. Maffucci) dell’Università degli Studi di Cassino. Ciascun assegno prevede un impegno complessivo di 100 ore, per un compenso lordo di 1000 euro. L’attività sarà svolta fino alla fine dell’anno. La domanda, da compilare secondo quanto indicato nel bando, pubblicato anche sul sito dell’Ateneo (Bandi e concorsi – Studenti) e nelle pagine del CUORI (Orientamento e tutorato), deve essere presentata entro il 27 gennaio 2011. Gli studenti, regolarmente iscritti ad una Laurea magistrale, vincitori del relativo bando, appositamente formati, forniranno informazioni sull’offerta didattica delle Facoltà, sui test di ingresso e sulle modalità di iscrizione. Inoltre offriranno un supporto nella compilazione della modulistica on-line. Saranno infine di aiuto nell’organizzazione e gestione di eventi di orientamento per gli studenti delle scuole superiori.

13 gennaio 2011 0

Camion in fiamme sull’A14, trasportava carni rubate poco prima a Lanciano

Di redazione

Solo dopo che i vigili del fuoco hanno domato le fiamme, ci si è accorti che il camion frigorifero distrutto dal rogo questa mattina alle 6 sull’A14 tra Valdisangro e Vasto nord, trasportava un ingente quantitativo di carni rubate alcune ore prima nel magazzino della ditta Marfisi Carli a pochi chilometri dal casello autostradale di Lanciano. I ladri, questa notte, dopo aver forzato i cancelli e le porte d’ingresso del magazzino, si sono introdotti all’interno e hanno fatto razzia delle carni caricandole sul camion frigorifero. Durante la fuga sull’A14, però, a causa di un guasto meccanico, il mezzo pesante è andato a fuoco e i ladri sono stati costretti ad abbandonarlo.

13 gennaio 2011 0

Spaccio davanti al Sert, 38enne vende droga a chi tenta di uscire dal tunnel

Di redazione

Da alcuni gironi i carabinieri di Lanciano hanno intensificato i controlli davanti al Sert alla ricerca di quei spacciatori che, come diavoli tentatori, si appostano davanti la struttura Asl preposta a distribuire metadone a tossicodipendenti inseriti in programmi di recupero, per vendere loro dosi di droga. Oggi pomeriggio quando i carabineri hanno tratto in arresto Giulio L., nato a Pescara ma residente a Mozzagrogna, 38 anni fa. L’uomo, all’atto del controllo, manifestava una evidente irrequietezza che ha ulteriormente insospettito i carabinieri, che immediatamente hanno potuto notare un piccolo involto di cui l’uomo cercava di liberarsi. Verificato che si trattava di eroina, gli operanti hanno proceduto con perquisizione presso l’abitazione, dove sono stati rinvenuti ulteriori 5 grammi dello stesso stupefacente, un bilancino di precisione e due pasticche di suboxone, un farmaco per il trattamento sostitutivo per la dipendenza da oppioidi. Quanto rinvenuto, congiuntamente ad alcune banconote per un ammontare pari a 60 euro, quale provento dell’attività di spaccio, è stato posto sotto sequestro e il giovane è stato associato alla locale casa circondariale, così come disposto dal P.M., Dott.ssa Vecchi.

13 gennaio 2011 0

Amianto a Villa S. Lucia, Tedeschi: “Si insiste sull’argomento ma lo impediremo”

Di redazione

“Sembra che la società Progetto Immobiliare, titolare del abbia inviato una lettera agli uffici regionali competenti nella quale lamenta una mancata risposta al loro progetto di modifica delle finalità dell’impianto di inertizzazione e riconversione dell’amianto a Villa Santa Lucia. La stessa società,si dice costretta, se perdurerà la mancanza di risposte, ad insistere sul progetto originario e a tornare al trattamento dell’amianto. La missiva stupisce in quanto rivela che la Progetto Immobiliare ancora non ha capito che i comitati, i cittadini, le istituzioni e esponenti politici regionali che nella zona vivono, come la sottoscritta, sono fermamentie contrari all’impianto e sono pronti ad utilizzare tutti i mezzi per impedirne la costituzione. Nello stesso tempo ribadisco che vigilerò sull’operato della giunta e degli uffici regionali per impedire che questo progetto, deleterio per la salute dei cittadini che vivono nella zona, venga avallato.” Lo dichiara in una nota il consiglier eregionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

13 gennaio 2011 0

Contraffazione: sequestrati 3mila capi, denunciati commercianti e trasportatori

Di redazione

Continua la lotta degli uomini delle Fiamme Gialle del Nucleo Mobile della Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone e coordinati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza che nei primi giorni del nuovo anno, hanno assestato un nuovo durissimo colpo alle imprese costituenti la “filiera del falso”. Infatti, grazie alla tenacia ed alla costanza dei finanzieri comandati dal colonnello Giancostabile Salato che, dopo aver individuato e fermato sul tratto autostradale di competenza (nei pressi dell’uscita di Frosinone) un fornitore proveniente dalla vicina Napoli, nei cui confronti è stato operato il sequestro di numerosi capi contraffatti e dell’autovettura utilizzata per il trasporto, hanno proseguito le indagini sino ad arrivare alla individuazione dei destinatari finali della merce. Infatti, le indagini continuate attraverso una delicata attività info-investigativa hanno consentito di scoprire due negozi di cui uno nelle adiacenze del centro storico del capoluogo ciociaro ed uno al centro di Latina, dediti alla commercializzazione di capi e accessori recanti il marchio delle più note “griffe” abilmente contraffatte. L’attività che si incastona nell’ambito dell’operazione “BAD COPY DRESS”, ha consentito di sottoporre a sequestro circa 3.000 capi di abbigliamento magistralmente contraffatti, un’autovettura utilizzata per il loro trasporto e di denunciare all’Autorità Giudiziaria tre persone, rappresenta l’ennesima spallata al commercio del falso in genere nonché un nuovo durissimo colpo inferto alla filiera del falso che ha preso consistentemente piede sull’intera provincia di Frosinone. Assicura il Comando Provinciale della Guardia di Finanza che le indagini dei finanzieri proseguiranno in maniera capillare ed assidua su tutto il territorio della provincia di Frosinone, non solo per tutelare la proprietà di “marchi industriali”, la fallace indicazione del “made in Italy” e “l’uso di marchi di aziende italiane su prodotti o merci non originari dell’Italia”, ma anche e soprattutto per la tutela della salute dei cittadini visto che la qualità delle merci “taroccate” sottoposte a sequestro, risulta, sebbene abilmente contraffatte, confezionata con materie prime non sottoposte ai “specifici controlli di qualità” e spesso dannose per la salute pubblica. Nondimeno, fanno sapere ancora da via Cavour, che la cosiddetta filiera del falso va, nella maggior parte dei casi, a finanziare la criminalità organizzata che trova nello specifico settore uno eccezionale strumento di finanziamento ed arricchimento, senza trascurare il fatto che lo specifico illegale commercio ammonta ogni anno a svariati miliardi di euro di evasione fiscale, senza trascurare la grave “offesa” al funzionamento del libero mercato dei beni, dei servizi e della concorrenza.

13 gennaio 2011 1

GP di F1 a Roma, Ecclestone frena e la Lega “sfotte”. Alemanno: “Una stagione a Roma una a Monza”

Di redazione

Il progetto del secondo gran premio di Formula Uno in Italia naufraga e, ad annunciarlo con una lettera ad Alemanno, è il boss della F1 Bernie Ecclestone. Il sindaco di Roma aveva fortemente scommesso di far entrare la Capitale nel circuito ma il no sarebbe stato motivato da una necessità di limitare le spese dei team. Ci sono le condizioni economiche generali della Formula 1, per le quali i team sono costretti a stringere la cinghia. E per questo le intenzioni della Fom, la società che gestisce le gare, sarebbero quelle di puntare sui circuiti tradizionali. In Italia, per questo scopo, fa sapere Ecclestone, c’è già il Gran Premio di Monza. Quasi come degli sfottò, rappresentanti della Lega, esultano alla notizia. Mario Borghezio ricorda che con l’Indipendenza della Padania, il resto d’Italia potrebbe ambire al suo gran premio. Insomma dice Borghezio: “ognun per sè e Dio (più Gp) per tutti”. Piergiorgio Stiffoni, senatore della Lega Nord aggiunge: “Al limite a Roma si possono riproporre le corse con le bighe”. Ma Alemanno gli fa andare di traverso il boccone. “Come è evidente dall’ultima lettera inviata da Bernie Ecclestone, – replica Alemanno – non c’è da parte sua alcuna bocciatura per Roma, ma la decisione di concedere all’Italia un solo Gran Premio: a Monza o a Roma, o a entrambe le città, ma a stagioni alterne”.

13 gennaio 2011 0

Disoccupazione, l’Udc incontra i sindacati metalmeccanici

Di redazione

L’Udc di Cassino con una ampia delegazione ha incontrato nella serata di mercoledì u.s. i rappresentanti dei sindacati settore metalmeccanico che hanno risposto al cortese invito inviato anche ad altre sigle sindacali in merito ad un confronto dopo che l’Udc di Cassino ha presentato nei giorni scorsi il proprio programma elettorale. La Cisl era rappresentantata dal segretario generale di Frosinone Pietro Maceroni e dal delegato Mario Spigola; la Cgil era rappresentata da Donato Gatti. L’Udc di Cassino era presente con il coordinatore cittadino Marino Fardelli, la presidente Francesca Calvani, il dirigente provinciale Mario Pacitto, l’ex consigliere comunale Robertino Marsella, il dirigente locale Mauro Faiola e gli amici Enzo Pellegrino e Benedetto Costantino nonché l’Avv. Miriam Cerasi. Il coordinatore cittadino nel ringraziare le sigle sindacali che hanno accettato il confronto ha spiegati i motivi dello stesso alla luce anche di sviluppi attuali che interessano l’area del cassinate con la presenza della Fiat e di tutto l’indotto. “Un incontro proficuo, sottolinea Marino Fardelli, quello che è scaturito dall’incontro con le parti sindacali. Abbiamo portato all’attenzione dei graditi ospiti le nostre progettualità nel candidarci quale forza politica cittadina che vuole governare la città e tutti quei processi decisionali che rientrano nella grande sfida del mondo del lavoro”. Le tematiche toccate hanno riguardato principalmente il settore metalmeccanico ma la discussione ha abbracciato anche dinamiche diverse poste all’attenzione della politica da parte dei sindacati quali il personale del Comune, il personale della sanità, gli LSU e altri settori che vivono in sofferenza a cui manca una politica che si rivolga a loro con attenzione. Tornando al tema dell’incontro l’Udc di Cassino si è fatta portavoce di una serie di interventi che l’Ente Comune potrebbe portare avanti per aprirsi alla strada del cambiamento nel cercare di costruire nuove opportunità, offrendo le giuste occasioni per competere nel nuovo scenario sempre più globalizzato. “Abbiamo discusso, ha commentato Robertino Marsella, dell’opportunità di valorizzare il settore dell’innovazione e della microcomponentistica tecnologica e sollecitato l’apertura del Polo tecnologico a sostegno dell’innovazione e per la competitività delle PMI”. “Attenzione anche al mondo accademico e della scuola, commenta il dirigente provinciale Mario Pacitto. Infatti nei programmi enunciati dall’Udc vi è anche un forte impulso affinchè gli Istituti scolastici professionali presenti in città e le Aziende di Cassino agevolino degli stages prima del conseguimento del Diploma quale momento di alta formazione professionale a servizio degli studenti e delle Aziende che sapranno quindi scegliere i migliori per l’avviamento al lavoro chiamando il progetto Aula in Fabbrica”. “Dopo questo incontro, commentano il coordinatore Fardelli e la presidente dell’Udc Francesca Calvani, intendiamo discutere con la nostra deputata on.le Anna Teresa Formisano per farsi portavoce di una serie di criticità che i sindacati ci hanno raffigurato da situazioni di mancanza di comunicazione politica ed istituzionale con ad esempio la Regione Lazio ad altri interventi come la situazione della Legge 46, i Por e i Patti Strutturali”. L’Udc ha pensato bene di intavolare un discorso costruttivo con i sindacati anche alla luce delle prossime vicende dopo il referendum di Mirafiori e la preoccupazione sempre più insistente è che anche a Cassino potrebbe verificarsi lo svolgersi di un referendum senza però sapere con certezza cosa di propone e come si intende investire per lo stabilimento Fiat di Cassino.