Giorno: 9 febbraio 2011

9 febbraio 2011 0

Foibe, Abbruzzese e i meriti della Regione per l’istituzione del “Giorno della Memoria”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Con la ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Giorno del Ricordo ci richiama doppiamente a quell’elemento fondante di unità del popolo italiano”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. “Il dramma delle Foibe rappresenta una pagina drammatica della nostra storia nazionale. Una tragedia comune che ha generato ventiduemila vittime di connazionali, fino a qualche tempo fa completamente ignorate e che ha costretto trecentomila profughi connazionali a fuggire dall’Istria e dalla Dalmazia. Voglio ricordare che la Regione Lazio ha un grande merito: nel 2003 infatti fu varata la legge che impegna ancora oggiAggiungi un appuntamento per oggi la Regione a celebrare ogni anno la giornata in ricordo delle foibe e fu proprio, su impulso di quest’ultima, che il Governo la istituì con legge nazionale il giorno 10 Febbraio. Il ricordo restituisce per quanto possibile a tutte queste vittime e ai loro famigliari la dignità e il valore che meritano. Su questo le Istituzioni svolgono un ruolo importante e possono fare molto, a partire da un messaggio che serva a non dimenticare e da estendere a tutta la comunità. E’ per questo motivo che riterrei anche opportuno che vengano sospese e rimandate anche tutte le manifestazioni e le azioni di protesta previste per domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani”.

9 febbraio 2011 0

Videocon, Tedeschi (IdV): “Solidarietà agli operai multati per la manifestazione”

Di redazione

“Le sanzioni amministrative notificate in questi giorni agli operai Videocon, per la manifestazione dell’ottobre 2009, sono la beffa che si aggiunge al danno della loro precarietà, già abbastanza insostenibile. ” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi. “La complessa situazione della fabbrica di Anagni vive un passaggio delicato, che potrebbe portare a spiragli positivi. Le multe per una manifestazione necessaria risalente a più di un anno fa servono ad esasperare gli animi e colpiscono operai e famiglie già provati, dal punto di vista economico, da anni di cassa integrazione e mobilità. Un provvedimento inopportuno, proprio nel momento in cui tutti gli attori coinvolti nella gestione della vertenza, dalle forze politiche agli enti locali ai sindacati, finalmente stanno lavorando insieme per garantire un futuro a Videocon.”

9 febbraio 2011 0

Consulta femminile; D’Annibale, Tedeschi, Nieri scrivono al Presidente Abruzzese: “Annullare votazione. Sospetti sulle procedure”

Di redazione

“Ci risulta che ai lavori istruttori delle domande di accesso alla Consulta femminile regionale abbiano preso parte delle collaboratrici del Presidente Maurizio Perazzolo e di alcuni membri della Commissione che risulterebbero anche rappresentanti di alcune organizzazioni ammesse a far parte della Consulta. Commissione che invece ha deciso l’esclusione di soggetti di comprovata esperienza in questo ambito come la Cgil di Roma e del Lazio, l’UDI, la Cisl Lazio, la Confesercenti e Federlazio e l’ammissione di alcuni soggetti come l’Accademia della Cucina Italiana e l’Associazione nazionale amministratori immobiliari professionisti contro le quali la consigliera Tedeschi aveva previsto parere contrario. Si tratta di un fatto sul quale chiediamo sia fatta al più presto luce. Per questo motivo abbiamo indirizzato una lettera la Presidente del Consiglio regionale con la richiesta di annullare la decisione assunta in Commissione ripristinando così le regole di un civile e democratico confronto”. E’ quanto dichiarano in una nota i componenti della Commissione Politiche Sociali Tonino D’Annibale (Pd), Vicepresidente della Commissione, Anna Maria Tedeschi (Idv) e Luigi Nieri (Sel). “Contestiamo, inoltre, l’atteggiamento del Presidente della Commissione che non ha consentito il normale e democratico svolgimento dei lavori. Riteniamo opportuno, dunque, il ripristino di un clima idoneo al lavoro di una commissione consiliare e una maggiore trasparenza sulle decisioni che riguardano l’ammissione dei componenti di un organo rappresentativo. Chiediamo, dunque, che il Presidente Abruzzese si faccia garante di una normale e corretta attività istituzionale – concludono D’Annibale, Tedeschi e Nieri”.

9 febbraio 2011 0

Cantiere irregolare, disposta sospensione dell’attività

Di redazione

Ancora violazioni alla normativa sulla sicurezza riscontrate in un cantiere edile della piana del basso Volturno dagli uomini del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Isernia. I militari nel corso di una ispezione hanno riscontrato la mancanza di idonei apprestamenti per il personale finalizzati ad evitare cadute dall’alto. La carenza che ha natura penalmente rilevante è stata segnalata alla competente Autorità Giudiziaria. Nel prosieguo dell’attività ispettiva il personale operante ha inoltre riscontrato la presenza di lavoratori in nero, cioè non dichiarati ai competenti uffici ai fini della tutela socio previdenziale ed assicurativa contro gli infortuni sul lavoro. Tale fattispecie ha di conseguenza fatto adottare ai sensi del recente Testo Unico della Sicurezza del Lavoro il provvedimento contestuale della “sospensione” dell’attività ed irrogazioni di varie sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 12.000 Euro.

9 febbraio 2011 0

Lotta alla prostituzione, accompagnava “lucciole” al lavoro. Arrestato un 50enne

Di redazione

E’ successo a Silvi, ancora una volta, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto Dragani Marco 50enne residente a Pescara, ma originario di Ortona. Non è sfuggito neppure lui alle maglie strette dei controlli dei Carabinieri di Silvi, che solo il 30.12.2010 avevano tratto in arresto Di Rocco Angelo, sempre di Ortona, autista di scuolabus per analogo reato. Stesso cliché, stesso modus operandi, fanno conoscere i Carabinieri. Lo hanno iniziato a monitorare dal 24.01.2011, quando i militari si sono accorti di un piccolo furgone Renault Kangoo che ogni sera alle ore 20,30, puntuale come un orologio svizzero, accompagnava tre prostitute ben conosciute dall’Arma, per poi, in alcune circostanze, andarle a riprendere dopo il “servizio”. Le donne quando salivano a bordo del veicolo si nascondevano all’interno dello stesso e questo ha insospettito non poco i militari che già da qualche tempo avevano registrato la presenza del Renault Kangoo. I Carabinieri, quindi, lo hanno lasciato fare per una quindicina di giorni, giusto il tempo di cucirgli addosso un quadro probatorio molto pesante. Ieri sera, ancora una volta i carabinieri hanno aspettato il “taxi-prostitutes” arrivare da Pescara, ma questa volta subito dopo aver fatto scendere le donne, i carabinieri lo hanno tratto in arresto per favoreggiamento continuato della prostituzione. L’uomo è stato tradotto al carcere di Castrogno a disposizione del Sostituto Procuratore Dott.ssa Laura Colica presso il Tribunale di Teramo. Questo ennesimo arresto, fa sapere il Comandante della Compagnia di Giulianova, è il risultato di una forte e costante azione di monitoraggio del territorio di Silvi che serve a mantenere alta la guardia sui lusinghieri risultati ottenuti fino ad oggi.

9 febbraio 2011 0

Giro di vite allo spaccio, 30enne in manette per eroina e hashish

Di redazione

I Carabinieri della Compagnia di Larino hanno messo a segno questa notte un nuovo colpo contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona bassomolisana. Dopo una lunga serie di appostamenti, pedinamenti e riscontri effettuati negli ultimi giorni gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato un pregiudicato trentenne, M.T., larinese, ritenuto dagli inquirenti una importante figura nel giro dello spaccio locale. Nelle conseguenti perquisizioni personali e domiciliari effettuate a carico del predetto venivano recuperati e sequestrati, già suddivisi in dosi, circa 90 grammi di eroina e 80 grammi di hashish, nonché un bilancino di precisione e l’occorrente per il taglio ed il confezionamento delle dosi; veniva altresì sequestrata la somma contante di 200 euro, provento dell’attività illecita. L’uomo veniva pertanto tratto in arresto ed associato presso la locale casa circondariale. Nel medesimo contesto operativo è stato fermato un 49enne pregiudicato di Casacalenda (CB), G.F., il quale è stato trovato in possesso di grammi 1,10 di eroina; nei confronti del predetto scattava la segnalazione all’autorità amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti.

9 febbraio 2011 0

Muore in ospedale, autopsia a favore dei medici indagati

Di redazione

L’autopsia sul corpo di Silvana Fionda, la 56enne morta venerdì scorso in ospedale a Cassino dopo essere stata per otto ore sotto osservazione dei medici del pronto soccorso, scagionerebbe l’operato dei medici che, nel frattempo, sono finiti indagati per omicidio colposo, dalla Procura della Repubblica. L’esame autoptico svolto dal medico legale Broccoli, assistita dai periti delle parti, è stato disposto dalla procura di Cassino che indaga sul caso dopo la denuncia sporta ai carabinieri dai familiari della 56enne. Per conoscerne i risultati si dovranno attendere i canonici 60 giorni ma è trapelata la notizia secondo la quale, ad uccidere la donna sia stata una fessurazione dell’aorta, a causa della quale la 56enne sarebbe morta improvvisamente e in un modo non prevedibile. Se confermata la notizia, si alleggerirebbe la posizione dei tre medici del pronto soccorso di Cassino indagati per omicidio colposo dalla procura.

9 febbraio 2011 0

Rapine in vespa e sotto l’effetto della cocaina, 30enne in manette

Di redazione

I Carabinieri della Compagnia di Frosinone, unitamente a quelli della Compagnia di Alatri, a conclusione di indagini relative a quattro rapine perpetrate in Frosinone, Ceccano e Alatri tra lunedì e martedì, in danno di tre donne e di un esercizio commerciale, hanno identificato ed arrestato l’autore. Si tratta di un tossicodipendente trentenne di Frosinone. In particolare si è accertato che l’arrestato nel compiere le rapine si serviva della sua vespa piaggio di colore bianco coprendone la targa con i suoi calzettoni di colore nero. La sera di lunedì dopo l’ennesima rapina perpetrata in danno di una ragazza nei pressi del campo sportivo di Frosinone, è stato dopo pochi minuti intercettato dalla macchina di servizio con a bordo il Comandante della Compagnia di Frosinone e dell’Aliquota Radiomobile, che non solo hanno visto il giovane a viso scoperto ma sono riusciti anche a rilevare la targa del citato motociclo. In quell’occasione è riuscito però a sfuggire dileguandosi, dopo un breve ma concitato inseguimento avvenuto a sirene spiegate, contromano nelle varie vie che costeggiano la villa comunale. Le ricerche sono state immediatamente estese nei luoghi solitamente da lui frequentati e presso la sua abitazione dove i genitori hanno dimostrato particolare collaborazione nei confronti dei Carabinieri, consapevoli del fatto che il figlio si era reso autore di fatti efferati. In particolare la rapinana, particolarmente cruenta in quanto ha visto coinvolta un’anziana signora di Ceccano che nel tentativo di salvare la propria borsetta è stata colpita più volte alle mani con un taglierino che gli ha procurato ferite multiple medicate con 20 punti di sutura ed una prognosi di 10 giorni da parte dei sanitari dell’ ospedale di Frosinone. L’ennesimo episodio avvenuto ieri pomeriggio in Alatri in danno di un supermercato ha messo in moto le forze oltre che della Compagnia Carabinieri di Frosinone anche di quelle della Compagnia di Alatri, che in perfetta sinergia hanno scongiurato ogni tentativo di fuga del giovane rapinatore che vistosi braccato ha preferito consegnarsi ai Carabinieri accompagnato dal suo legale di fiducia. Successive indagini, avvalorate anche dalle spontanee dichiarazioni rese dall’arrestato, hanno permesso di identificare il giovane quale autore delle seguenti rapine in danno di: una 32enne, avvenuta intorno alle ore 15:30 del 7 c.m. in Piazza Sacro Cuore di Frosinone; una 62enne, avvenuta intorno alle ore 18:30 del 7 c.m. in Ceccano nei pressi di viale B. Buozzi ; una 31enne, avvenuta intorno alle 20:00 del 07 c.m. in Frosinone nei pressi del campo sportivo. L’arrestato, che ha consumato tutte le rapine sotto l’effetto di cocaina, è stato rinchiuso nel carcere di Frosinone.

9 febbraio 2011 0

Si ribalta il trattore, grave un 70enne

Di redazione

E’ rimasto schiacciato dal trattore agricolo che stava usando per lavorare un terreno. E’ accaduto oggi pomeriggio ad un 70 enne di Ferentino. L’incidente è avvenuto poco prima delle 15 e le condizioni dell’uomo sono sembrate subito gravi tanto che, i soccorritori, tra cui vigili del fuoco e operatori del 118, dopo averlo liberato, hanno chiesto l’intervento di un elicottero per trasportarlo d’urgenza al Santa Maria Goretti di Latina.

9 febbraio 2011 1

A lezione di educazione civica del mare, Capitaneria di Porto impegnata nelle scuole

Di redazione

Al via gli incontri della Guardia Costiera con gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di tutta Italia per lezioni di educazione civica del mare. Ufficiali e sottufficiali della Guardia Costiera incontreranno, a partire dal mese di febbraio e fino a tutto aprile, alunni di età compresa fra i 10 ed i 18 anni ai quali – con un programma didattico specifico di approfondimento sulla sicurezza in mare – verranno mostrati filmati su drammatici salvataggi, spiegate regole e normative che vigono in mare e realizzati test finali che permetteranno, alla fine, di apprendere quanto gli studenti italiani conoscono sulla sicurezza e sulla tutela dell’ambiente marino. L’obiettivo della Guardia Costiera è quello di sensibilizzare i più giovani al corretto uso del mare. Si tratta di una nuova campagna di educazione sulla sicurezza in mare propedeutica all’operazione complessa denominata “Mare Sicuro” che ogni anno vede impegnati sulle nostre coste uomini e unità navali della Guardia Costiera a salvaguardia della vita umana in mare. Nella giornata odierna, la Capitaneria di Porto di Gaeta ha iniziato questo ciclo di conferenze incontrando gli alunni dell’Istituto Nautico di Gaeta “G. Caboto”.