Cannolicchi e pesci sottomisura, la Capitaneria di Porto sequestra 200 chili di pescato

8 febbraio 2011 0 Di redazione

Nell’ambito della costante attività svolta dalla Capitaneria di Porto di Gaeta, finalizzata al controllo della intera filiera della pesca, si è proceduto ad una serie di controlli a terra e a mare. Questa attività ha visto impegnato per l’intera giornata di ieri gli uomini e le motovedette della guardia costiera gaetana agli ordini del c.te Francesco Tomas, consentendo di controllare numerosi pescherecci al rientro nel porto di Gaeta al termine della’attività di pesca.
Al termine dei controlli sono stati sequestrati circa 100 kg di prodotto ittico sottomisura con conseguente comunicazione di notizia di reato alla competente autorità giudiziaria. Il prodotto sequestrato dopo gli accertamenti di rito della A.s.l. sono stati donati ad un istituto religioso di Gaeta. Il prodotto ittico sottomisura e’ sempre dannoso per l’ambiente marino poiché favorisce il depauperamento della risorsa ittica impedendone il ripopolamento.
Questi controlli finalizzati alla tutela del consumatore hanno comportato anche il sequestro e l’accertamento di un illecito e conseguente sanzione per trasporto del prodotto ittico con veicolo non autorizzato.
Nella stessa giornata la motovedetta della guardia costiera di Gaeta ha provveduto al sequestro di oltre 100 kg di cannolicchi pescati in zona vietata (sottocosta) con evidenti danni all’ecosistema marino. Tale attività ha comportato, altresì, il sequestro della draga idraulica e sanzioni amministrative per circa 2500 euro.