Presidente e funzionari di banca in manette, avrebbero causato il dissento dell’istituto

16 febbraio 2011 0 Di admin

La Guardia di Finanza sta eseguendo 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti della governance della Banca di Credito Cooperativo di Aversa.

A seguito del fallimento dell’istituto bancario, avvenuto nel 2009, sono iniziate le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che hanno consentito l’arresto dei dirigenti della Banca ritenuti responsabili del dissesto.

Le attività investigative condotte dalla Guardia di Finanza di Caserta, unitamente a funzionari della Banca d’Italia, hanno evidenziato la causa del dissesto nella concessione di finanziamenti nei confronti di clienti apparentemente ignari, in assenza delle opportune garanzie.

I provvedimenti eseguiti delineano le responsabilità dell’eccezionale evento per il sistema bancario italiano.

In seguito i dettagli dell’operazione.