Nasce l’associazione degli avvocati penalisti, costituita la Camera Penale di Lanciano

5 febbraio 2011 0 Di redazione

Si è costituita oggi, a Lanciano, con atto rogato presso lo Studio del Notaio dott. Francesco Carabba, la CAMERA PENALE, associazione di avvocati penalisti del Foro di Lanciano.
Soci fondatori sono gli avvocati Antonini Tito, Battistella Vittorio, Ciccarelli Luigi, Codagnone Antonio, Crognale Roberto, D’Alessandro Andrea, Desiderio Sandro, Di Bucchianico Tristana, Di Iullo Mario, Di Nenno Marta, Di Toro Michele, Manzi Angelo, Nicolucci Giacomo, Pedulla’ Gaetano, Piccirilli Osvaldo, Scaricaciottoli Luca, Sisti Nicola, Sisti Paolo, Troilo Alessandro, Tupone Davide, Zulli Guerino e Zulli Paola.
Il Consiglio Direttivo è composto dagli avvocati Alessandro Troilo (Presidente) Michele Di Toro (Vice-Presidente), Tristana Di Bucchianico (Segretario), Luca Scaricaciottoli e Giacomo Nicolucci.
La sede è presso il l’Ordine degli Avvocati di Lanciano, nel Palazzo di Giustizia.
La Camera Penale di Lanciano aderisce all’Unione delle Camere Penali Italiane ed ha come suoi scopi, tra gli altri, di: promuovere la conoscenza, la diffusione, la concreta realizzazione e la tutela dei valori fondamentali del diritto penale e del giusto processo; operare affinché i diritti e le prerogative dell’avvocatura siano garantiti conformemente alle norme nazionali ed internazionali; tutelare il prestigio ed il rispetto della funzione del difensore, e gli interessi professionali dell’avvocatura, anche attraverso l’elaborazione di proposte di riforma legislativa; promuovere gli studi e le iniziative culturali e scientifiche volte a migliorare la conoscenza, sia fra gli iscritti che fra i cittadini, delle problematiche connesse alla giustizia penale con particolare riferimento alla realtà locale; promuovere e/o sostenere tutte quelle iniziative, studi e ricerche anche scientifiche, dirette a sollecitare e/o sostenere le riforme dell’Ordinamento Giudiziario aderenti alle esigenze della collettività e, comunque, dirette a garantire la libertà e l’autonomia della giurisdizione; promuovere e mantenere contatti con le Autorità Giudiziarie – anche attraverso la predisposizione di protocolli d’intesa – al fine di favorire la collaborazione fra Avvocatura ed Uffici Giudiziari per il miglior assolvimento delle rispettive funzioni; gestire la “Scuola di formazione per gli avvocati penalisti”, anche ai sensi dell’art 7 della Legge n. 60/2001 in materia di formazione dei difensori di ufficio.