XVIII Comunità Montana, il Consiglio decreta la fuoriuscita dalla Compagnia dei Lepini

1 febbraio 2011 0 Di redazione

Il nuovo anno per la XVIII Comunità Montana guidata dal Presidente Loris Talone si apre con un consiglio comunitario molto “denso” dove sono state prese alcune decisioni importanti e che segnano un cambio di rotta netto rispetto alla precedente amministrazione. La maggioranza guidata dalla capogruppo Massimiliano Petrichella ha approvato un provvedimento (con i voti contrari dell’opposizione) con il quale si decreta l’uscita dal consorzio della “Compagnia dei Lepini” (composto dalle provincie di Roma, Latina e dai 12 Comuni Lepini) nel segno di una maggiore razionalizzazione dei costi. “Con questo atto – spiega il vice presidente Massimo Cacciotti – andremo a risparmiare quasi 20 mila euro l’anno. Oramai non aveva più senso far parte di questo consorzio perche si erano esauriti i progetti che potevano permetterci di approdare a fondi regionali sostanziosi”. Sempre nell’ultima seduta del consiglio comunitario è stata approvata all’unanimità un’importante mozione, fortemente voluta dal presidente del consiglio Aldo Liparoti, sulla violenza contro i cristiani nel mondo; “Con questa presa d’atto – sottolinea appunto Liparoti – abbiamo espresso il nostro preciso dovere di non voltarci dall’altra parte come italiani e come rappresentanti di organi istituzionali di fronte allo sterminio quotidiano di cristiani nel mondo ed in particolare sulle violenze e le uccisioni perpetrate in Iraq. L’occidente deve alzare la voce e deve ribadire l’assoluta inviolabilità del diritto a professare la propria religione ed il proprio credo”.