La Valle del Fiume Sacco al centro dell’incontro di Convivium

22 marzo 2011 0 Di redazione

Il tema toccato stavolta dagli amici della libera associazione “Convivium” nell’undicesimo incontro (in programma sabato 26 marzo) non fa certamente ridere, anzi, mira principalmente a risvegliare le coscienze popolari ciociare su un problema che li riguarda da molto vicino: la valle del fiume Sacco. Parlare di un argomento tanto spinoso, in questo contesto conviviale, infatti, non vuole essere una provocazione nel mare magnum delle problematiche che lo riguardano e della loro complessità, ma solo un modo per enunciare un argomento così tormentato ed insidioso, masticarlo, degustarlo, farlo nostro, come d’altra parte è nel costume dei “convivianti”. Nessun fragoroso “j’accuse” verso le istituzioni ma soltanto la comprensione dello stato attuale della situazione: solo la diffusa consapevolezza che un’altra strada è sempre possibile, può spingere un intero territorio a riappropriarsi della propria identità. Il Masterplan di Kipar per la valorizzazione strategica della Valle del Sacco, in realtà è una delle tappe che la Fondazione Kambo ha percorso nel 2010 lungo il cammino della Sostenibilità. Senz’altro la più coinvolgente e la più significativa, non fosse altro che per le sinergie messe in campo e per la proposta che riguarda non solo una riqualificazione che un intero territorio aspetta, ma anche e soprattutto la valorizzazione di un’Identità che è la prima matrice sulla quale costruire un’idea di futuro. A parlarne ci sarà il presidente della “Fondazione Kambo” Daniela Bianchi. Inizia la sua attività professionale nel 1991 in un grande Gruppo bancario. Dal 2006 si occupa di Relazioni Istituzionali in una struttura di staff che cura la rappresentanza di interessi e la gestione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione, con le Autorità di controllo e vigilanza, con le associazioni e gli ordini di categoria. Referente per le Politiche di Welfare e Imprenditoria Femminile. Socia Professionista Accreditata FERPI (Federazione Esperti Relazioni Pubbliche Italia), con Delega Nazionale alla Comunicazione Sociale e Componente del Direttivo Nazionale. Dal 1998 inizia un rapporto di amicizia e collaborazione volontaria con la Curia e la Diocesi di Frosinone Veroli Ferentino, per l’organizzazione di grandi eventi e per interventi di sensibilizzazione su tematiche sociali, con un’attenzione particolare al modo dei giovani. Nell’ambito di questi rapporti è Responsabile, nell’ anno 2000, dell’organizzazione della Giornata Mondiale della Gioventù di Roma per l’accoglienza di 5000 ragazzi francesi ospiti della Diocesi di Frosinone. Nel 2001 è Segretario Generale per l’ organizzazione e la preparazione della visita di Sua Santità Giovanni Paolo II alla Diocesi di Frosinone. Dall’ ottobre 2007 è nel CdA della Cooperativa Diaconia, ente gestore dei servizi caritativi della Caritas diocesana.
L’appuntamento è quindi fissato a sabato 26 marzo, naturalmente nella splendida e suggestiva cornice dell’hotel “Best Western Fiuggi Terme”, che come sempre, renderà la serata ancora più piacevole con l’esclusivo menù pronto a soddisfare anche i palati più esigenti.