Vertenza latte, tensione alle stelle in Ciociaria per il mancato aumento del prezzo

18 luglio 2011 0 Di admin

Tensione alle stelle per il prezzo del latte in Ciociaria. A comunicarlo la Coldiretti ciociara che da aprile ha, di fatto, aperto una vertenza che non ha trovato soluzioni per le vie diplomatiche diventando sempre più critica.

“La nostra mobilitazione – commenta il direttore della Coldiretti di
Frosinone, Paolo De Cesare – continua ininterrottamente da qualche mese ma siamo giunti a luglio e non possiamo più attendere ulteriormente”. In questi giorni la Coldiretti ha in programma una serie di assemblee con i produttori in molte zone della provincia di Frosinone per esaminare la situazione e concordare le modalità di una manifestazione eclatante che si terrà a fine luglio probabilmente a Frosinone.
“Non possiamo più attendere ha aggiunto De Cesare – i recenti dati relativi all’inflazione hanno fatto emergere, ancora una volta, tutte le difficoltà degli allevatori che oggi, se si escludono quanti conferiscono il proprio prorotto alla Centrale del Latte di Roma, ricevono poco più di 34 centesimi per ogni litro di latte non arrivando a coprire neppure i costi di produzione. Abbiamo chiesto di allineare il prezzo provinciale a quanto già previsto dall’accordo regionale sottoscritto a fine marzo (42 centesimi) valutando, inoltre, la possibilità di concretizzare un progetto complessivo di rilancio del settore lattiero caseario utile a ridare dignità agli allevatori e certezza sulla provenienza del prodotto ai consumatori. Dopo il
vertice convocato in Provincia che ha registrato l’assenza dei responsabili degli stabilimenti di trasformazione presenti in Ciociaria, non possiamo più tollerare questa assurda situazione che penalizza un comparto storico per il nostro territorio dove operano circa 600 aziende che garantiscono occupazione ad oltre 1500 persone senza considerare i considerevoli numeri dell’indotto. La crisi del settore pone un problema anche sociale – rimarca De Cesare – visto che i dati delle aziende che continuano a chiudere sono, purtroppo, a doppia cifra e potrebbero incrementare la già pesante crisi occupazionale del nostro territorio”. Intanto continuano le assemblee
convocate da Coldiretti. La prossima si terrà a Ferentino, presso l’aula consiliare, mercoledì 20 luglio, alle ore 20.00, l’ultima sarà invece a Pontecorvo all’inizio della prossima settimana. Subito dopo gli allevatori scenderanno in piazza.