Decine di figuranti nella rievocazione storica della “donazione” di San Biagio S. a Montecassino

5 agosto 2011 0 Di redazione

Decine di figuranti vestiti con gli abiti realizzati secondo tessuti e colori del Duecento, hanno percorso mercoledi 3 agosto, il centro storico di San Biagio Saracinisco per giungere al momento clou quando il Mastro d’atto della famiglia dei Conti d’Aquino ha dato lettura del documento con cui la famiglia di San Tommaso donava a Montecassino i possedimenti del territorio di San Biagio: l’associazione culturale “Rievocazioni storiche Aquino” del presidente Rosario Lacerenza, prosegue così nel suo tour di appuntamenti dedicati alla storia e alla riscoperta dei suggestivi angoli di borghi medievali che il tempo ci ha lasciato. Ora il sodalizio aquinate, dopo aver sfilato lo scorso 30 luglio per le strade di Tora e Piccilli dove è stato messo in scena l’attentato al duca e l’assedio con incendio alla torre normanna, sarà protagonista nella cerimonia di apertura della prima edizione del “Palio dell’Assunta” Città di Fondi. Sabato 6 agosto il corteo storico percorrerà le strade del centro storico e presenzierà alla cerimonia di benedizione del Palio. Al termine, il corteo proseguirà fino all’anfiteatro. Un altro appuntamento da non perdere, per rivivere in un’atmosfera unica e suggestiva, fogge, usi e costumi dell’epoca medievale, secondo il canovaccio degli eventi scritto dalla storia nei secoli che ci hanno preceduto, ed interpretato con entusiasmo e passione da tutti componenti l’Associazione. Entusiasmo sempre crescente, se si considera che nel frattempo, il gruppo ha pure aperto un laboratorio-scuola arcieri, tanto che sia a San Biagio Saracinisco che a Tora a Piccilli, i ragazzi di Lacerenza hanno dato prova di quanto hanno imparato sinora nel tiro con l’arco… rigorosamente riprodotto secondo il modello medievale.
Marta Panza